Murelle (Cima delle) per il Bivacco Fusco ed il Monte Focalone dalla Maielletta

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1892
quota vetta/quota massima (m): 2596
dislivello salita totale (m): 850

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Blin1950
ultima revisione: 01/10/11

località partenza: Maielletta, Rifugio Pomilio (Guardiagrele , CH )

punti appoggio: Bivacco Fusco

cartografia: Parco Nazionale della Maiella - SER

bibliografia: Guida all'Alta Via della Maiella

descrizione itinerario:
Raggiunto il Rifugio Pomilio alla Maielletta, m. 1892, parcheggiare l’auto a bordo strada ed iniziare a salire il sentiero che solca un breve pendio erboso, che permette di evitare un tornante di strada asfaltata; dopo è giocoforza seguire il nastro d’asfalto fino alla piccola cappella del Blockhaus. A sinistra della cappella inizia il sentiero che con un traverso ascensionale, fra arbusti di pino mugo, taglia il versante est del Blockhaus , poi in leggero saliscendi raggiunge la fonte di Sella Acquaviva, m. 2100. Continuare su sentiero in salita verso il crinale ghiaioso, ad un bivio andare a sinistra e con un traverso si raggiunge la sommità dello spallone su cui sorge il Bivacco Fusco, che si può raggiungere percorrendo il crinale in un paio di minuti.
Dalla sella si risale la facile e larga dorsale che raggiunge la larga cresta spartiacque dalla quale con breve salita si raggiunge la pianeggiante sommità del Monte Focalone. Presente palina con indicazioni per Monte Acquaviva e Cima delle Murelle; percorrere verso sud-est l’altopiano detritico sommitale del Focalone e quando il sentiero raggiunge una depressione si devia a sinistra e seguendo una traccia di sentiero si scende verso la cresta sud-ovest delle Murelle; in breve si raggiunge la massima depressione, segue un tratto pianeggiante, segue leggera salita sul versante sud-est, poi la traccia si perde in prossimità di un canalino dove occorre risalire a sinistra guadagnando la cresta. Ora a sinistra si presenta una traccia pianeggiante che si porta sul versante nord-ovest (Murelle) facile ma esposto; in alternativa si può scavalcare con facile arrampicata la breve cresta sommitale. Si perviene ora alla parte finale della cresta facile e camminabile ed i pochi minuti si raggiunge la croce di vetta. In discesa è conveniente scendere lungo la cresta nord-ovest su discrete tracce di sentiero ed i soliti bolli di vernice giallo-rossa fino a contornare in basso un singolare torrione calcareo; poi il sentiero taglia verso sinistra il pendio ormai erboso e giunge nel piano dell’Anfiteatro delle Murelle. Per facile e breve pendio erboso si risale al Bivacco Fusco e ci si aggancia il sentiero di salita da seguire fino al Rifugio Pomilio.
N.B. Con un percorso più difficile ed esposto, a carattere alpinistico, è possibile dal piano dell’Anfiteatro delle Murelle seguire il sentiero in discesa al centro del piano, scendere una breve bastionata rocciosa e percorrere il sentiero, alla base dell’alta parete che sostiene la spalla dove sorge il Bivacco Fusco, e con percorso pianeggiante và ad aggirare la spalla con un tratto di sentiero balcone, man corrente di corde fisse a monte e strapiombo a valle, poco dopo si deve scavalcare una costola rocciosa, prima alcuni passi di arrampicata in salita con l’ausilio di catena fissa alla roccia e subito dopo in discesa sempre con l’ausilio della catena fissa. Si segue ora il sentiero, che fra cespugli di pino mugo, taglia un largo pendio-canale ed in leggera salita raggiunge la fonte di Sella Acquaviva, collegandoci al sentiero percorso in salita.