Bò (Cima di) da Montesinaro

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BRA / F+   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1032
quota vetta/quota massima (m): 2556
dislivello totale (m): 1524

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: pr18
ultima revisione: 04/01/11

località partenza: Montesinaro (Piedicavallo , BI )

cartografia: IGC 9 - Ivrea Biella Bassa VDA

note tecniche:
Gita dal dislivello abbastanza importante con tratto finale che richiede neve assolutamente sicura e buone capacità alpinistiche. Il percorso attraversa pendii soggetti a slavine.

Da Biella seguire le indicazioni per la Valle Cervo; percorrere tutta la strada provinciale Biella-Piedicavallo fino a raggiungere quest’ultimo comune, dove termina la strada. Giunti a Piedicavallo svoltare a destra verso la frazione Montesinaro, dove si posteggia l’auto.

descrizione itinerario:
da Montesinaro seguire la mulattiera estiva che porta all’imbocco della valle del rio Chiobbia. Continuare in direzione NE passando per l’Alpe Le Piane (1332 m) e prima di raggiungere l’Alpe Chiobbia (1562 m), attraversare il torrente (a volte colmo dai resti di slavine), individuando il punto migliore in base all’innevamento, per passare così sul lato sinistro orografico della valle. Risalire la valle in direzione est fino ad un vasto pianoro conosciuto come “Piazza d’Armi”, a 2250 m e il pendio si fà ora più ripido. Raggiungere il colle posto tra la Punta del Talamone a sinistra e la cima di Bò a destra. Lasciare le racchette e percorrere la cresta piuttosto ripida ed aerea (dapprima sul suo versante ovest, poi direttamente sul filo, ponendo attenzione alle cornici) fino alla vetta (2556 m). Questo ultimo tratto di cresta richiede l’utilizzo di picca e ramponi.