Meisules dala Biesces Via Franz

difficoltà: 6b+ / 6b obbl
esposizione arrampicata: Nord
quota base arrampicata (m): 2100
sviluppo arrampicata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): 200

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: pardes_18
ultima revisione: 22/11/10

località partenza: Passo Gardena (Selva di Val Gardena , BZ )

bibliografia: Ivo Rabanser, Vie e vicende in Dolomiti, Versante Sud, Milano 2005

note tecniche:
Salita che pur vantando un comodo accesso, una discesa abbastanza comoda e molto panoramica, risulta abbastanza impegnativa. La chiodatura è severa, anche se i due “crux” sono facilmente “azzerabili”, e richiede di scorrere via tranquilli e veloci intuendo bene la disposizione dei passaggi e la logica del percorso. Inoltre data l'esposizione a nord le condizioni meteo devono essere ottimali.
Il rombo dei motori sulla statale va a detrimento del bellissimo ambiente che ci circonda.

descrizione itinerario:
Accesso: Percorrendo la statale 243in direzione del Passo Gardena parcheggiare a quota 2018 alla Sella dei Culac'

Avvicinamento: La parete incombe sopra le vostre teste, si guadgna quota attraverso una debole straccia di sentiero che poi inizia a scendere in obliquo fino alle base della parete. L'attacco è in corrispondenza di alcuni enormi massi sull'estrema sinistra della parete.

Descrizione:
L1: Muro giallo a piccoli buchi, si vede in alto, molto in alto il primo e unico chiodo di via, possibile integrare, sosta in una piccola nicchia, V+;

L2: Primo “crux” della salita, si parte subito con arrampicata sostenuta, si lascia alla sinistra un piccolo tetto e si entra in un diedro concavo che impone movimenti molto tecnici, possibile progressione in A0 su due spit, VI, VII-/A0;

L3: Ci si trasferisce verso sinistra risalendo una breve fessura fino alla sosta, IV+, V;

L4: Bella e solida placca, chiodatura lontana integrata da qualche clessidra, la relazione Rabanser indica verso sinistra ma si raggiunge la sosta anche andando a destra percorrendo una fessura più larga da proteggere, VI;

L5: Breve tiro di raccordo, IV+;

L6: Lungo ed impegnativo tiro che evita due tetti, V+, VI;

L7: Serie di fessure, V, IV;

L8: Terrreno più agevole fino a comoda cengia, IV;

L9: Secondo tiro cruciale, violento strapiombo dove è comunque possibile passare in A1, dopo si posiziona un buon friend e poi le difficoltà calano sino alla sosta, VII-, A1, V;

L10: A sinistra per strapiombo da proteggere con attenzione, poi fessura e facili risalti, V+;

L11: Conduce sul bellissimo pianoro sommitale, III

Discesa: Dal bellissimo prato si scende su di un flebile sentiero verso sinistra sud-est fino a costeggiare su una cengia friabile e scoscea il Murfreid, procedere con cautela, poi la discesa migliora sensibilemte e conduce alla statale.