Castell'Ermo 1094 m. da Conscente a Caprauna

tipo corsa: traversata
esposizione preval. in salita: Varie
quota partenza (m): 70
quota vetta/quota massima (m): 1094
dislivello totale (m): 1850

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: giannibarbero
ultima revisione: 23/09/10

località partenza: Conscente (Cisano sul Neva , SV )

punti appoggio: Nasino, Caprauna

cartografia: Comunità montana ingauna - 1:25.000

bibliografia: Guida Monti - Alpi Liguri : dal Colle di Cadibona al Colle di Tenda

note tecniche:
Bella uscita di trail sul crinale divisorio tra Valle Arroscia, aperta e verdeggiante, e Val Pennavaire più selvaggia e "dolomitica". La parte di asfalto sulla provinciale, non lunga, permette di percorrere l'antica strada che collegava la bassa valle a Case Sottane e Caprauna immersi in un ambiente molto suggestivo.

descrizione itinerario:
Dal Parcheggio di Conscente, ove si può lasciare l'auto, imboccare la strada asfaltata che porta alla chiesa e al castello. A fianco al cancello inizia il sentiero, (segnavia rosso XX), che sale a tornanti prima di aggirare il versante meridionale di Rocca Liverna (484 m.). Seguire la sterrata fino al termine (segnavia triangolo vuoto rosso); possibili tagli diretti ai tornanti. Sul crinale si superano nell'ordine: Croce di Arnasco (646 m.), Montenero (867 m.), M. Pendino (923 m.) e Monte Nero (981 m.). Attenzione: in caso di scarsa visibilità la traccia non sempre è evidente. Discesi alla Colla di Curenna (900 m.), che separa il Giardino di Monte Nero dalla Rocca Liverna, inizia l'ultima breve risalita alla cappella di San Calocero e alla croce di Castell'Ermo (1094 m.). Scesi alla Colla d'Onzo imboccare la prima sterata che troviamo sulla destra e percorrerla per un buon tratto. Giunti in corrispondenza di una ripida stradina tagliabosco svoltiamo nuovamente a destra in ripida discesa; dopo breve tratto si attraversa un rio secco che lascia spazio al sentiero che continua in costa nel bosco. Dalla Colla d'Onzo segnaletica inesistente, usare un pò l'intuito...
Ritrovati i segnavia (cerchio rosso vuoto sbarrato), seguendo il sentiero ora sempre evidente, si scende a Borgo e a Nasino.
Seguire la provinciale 582 che si abbandona in corrispondenza del primo tornante sotto Alto, ove inizia l'antica strada che, seguendo l'andamento della Val Pennavaire, con pendenza regolare, sbuca a Case Sottane, poco sotto il paesino di Caprauna che si raggiunge in poco tempo.
Possibile tornare a valle con l'autobus pomeridiano. Partenza da Caprauna alle 14.15