Sbarua (Rocca) Torrione della Nonna - Manera '67

difficoltà: 6a+ / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 1300
sviluppo arrampicata (m): 100
dislivello avvicinamento (m): 500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: thebrd
ultima revisione: 22/01/10

località partenza: Dairino (San Pietro Val Lemina , TO )

punti appoggio: Rigugio Melano

bibliografia: Rocca_Sbarua.htm

descrizione itinerario:
Via di 4 lunghezze aperta nel 1967 da Manera e Giglia, rivista e attrezzata a spit da Bonnin e Zaninetti alla fine degli anni ‘90. Attualmente è l’unica via protetta a spit sul Torrione della Nonna. Sulla dx salendo sono visibili alcuni segni di passaggio umano, probabilmente qualche tentativo senza successo.
L’attacco si trova poco più a sx del punto più basso della parete, all’imbocco del canale.

AVVICINAMENTO:
In 10 min dal “fungo”, oppure in 1h 15 min dal Colle Ciardonet (passando per il Colle Sperina e salendo fin quasi alla cima del Freidur, salvo poi spostarsi verso dx quando si è già in vista del monumento, proprio dove si trova il cartello che indica la fontana e proseguire verso la cima dello sperone che si vede di fronte). Dal colletto è possibile scendere nel canale, oppure calarsi in doppia sulla via (2 spit per raggiungere la catena). ATTENZIONE: in doppia bastano 2 calate, ma per la prima è necessario allungare la sosta con una fettuccia, in modo da riuscire a sfilare la corda…

DESCRIZIONE
L1: placca iniziale, poi diedrini e spigoli (5c)
L2: spigolo iniziale con ribaltamento su prese sporche (6a+), poi facili placche (5a)
L3: placca, muretto, diedro e tetto (tiro continuo di 6a, molto bello, allungare i rinvii)
L4: ribaltamento delicato (6a), poi facili placche (5a)

DISCESA
A piedi dal Colle Sperina.