quor56


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dalle Grange del Bersagliere (divieto ),volendo con sci ai piedi sul bordo della strada,dai 2500 in su' ottimo rigelo,poche conchette che sparivano salendo per diventare bella liscia.Dalla Sella discesa verso il Lac d'Asti su neve da lacrime agli occhi ,liscia come un biliardo,portante,grip da favola,fino a quota 2800.Da qui' dietro-front, la maggioranza dei soci optano per la salita alla Rocca Rossa per la Breche de Ruine e rientro alla macchina per il Col Vieux,io e Ezio risaliamo alla Sella e discesa(ore 11,45)per l'itinerario di salita su,(finalmente) neve primaverile degna di questo nome..portante compatta con due dita di marcetta..liscia...scorrevole..senza cose strane sotto la soletta.Arrivati sulla strada del colle dell'Agnello breve spostamento verso il colle per portarci su un valloncello laterale che ci ha portati,sci ai piedi,alla macchina.
Gruppone di 9 persone,molto affollamento in zona.
Meteo:sereno al mattino,nuvole in arrivo a meta' mattinata ma sono rimaste alte,no vento.
Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con e-bike su strada sgombra da slavine, ma con divieto di transito, a quota 1100 circa,1,5 km prima della centrale enel. Da Baraccone 20' di portage ,neve senza rigelo ma ormai in basso e' neve primaverile compatta.Nessun rigelo fino al colle di Carilliera,gorgia-canale a quota 2000 circa ancora tutta piena e senza buchi,ultimo pezzo prima del colle mooolto slavinato,difficile la salita con gli sci ,utili i ramponi .Noi ci siamo fermati al colle Carilliera (2600 mt circa) visto la pessima qualita' della neve sui versanti sud per la Testa Gias dei Laghi,marcia..sfondosa. Discesa ore 12: primi 100-130 mt molto difficili ,slavine...marcia...sfondosa poi migliorava nettamente per diventare una bella primaverile ,abbastanza scorrevole (oggi niente cose strane sotto le solette) ,conchette a volonta' ma con neve morbida non sono un problema . In basso tenendo la sx si arriva a 15' da Baraccone
In compagnia di Ezio, altri 6-7 ski-alp su percorso.
Un saluto alla simpaticissima ragazza incontrata sul pendio finale che ha avuto parole di conforto per noi..
Meteo sereno,un po' di brezza al colle






[visualizza gita completa]

Sciabilità :: / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Divieto da Le Aie 1100 mt circa
attrezzatura :: scialpinistica
Partito su e-bike poco oltre la centrale dell'enel (mt 1300 circa) dove i tagli nella neve fatti dalla ruspa che sta' sgombrando la strada
dalle slavine ( oggi era a circa 2 km da Baraccone)sono veramente notevoli.Per arrivare al pianoro di quota 1700 ancora tante e grosse valanghe da superare,con la neve dura del mattino,pendenze delle slavine e mtb da oltre 20 kg non e' proprio semplice.Da qui' posato il mezzo e come da itinerario risalito il rado lariceto ( neve al limite) per portarmi sulla strada del colle della Lombarda,dai 2000 mt in su' neve abbondante e buon rigelo. Mi son fermato al Colle dei Morti 2477 mt per stanchita' e nuvole in vetta che andavano e venivano.Discesa: questa gita ,sciisticamente parlando,sia poco soddisfacente viste le moderate pendenze della parte mediana dove si segue per lungo pezzo la strada del colle della Lombarda ,lo sapevo gia' ma oggi la neve aveva scorrevolezza pari a zero,sia quella rossa che quella bianca dell' ultima nevicata,anche la primaverile compatta non scorreva...inoltre di nuovo quella ''roba collosa'' sotto le solette ( che in teoria sull'ultima neve bianca non dovrebbe esserci..),penso di aver spinto piu' in discesa che in salita !! Ma a me questo vallone piace tantissimo e sono contento di essere andato.
Da solo,nessun altro skialp in zona
Meteo:sereno al mattino, nuvolaglia in arrivo dalle 10,niente vento

Santuario di San Anna.

Sulla strada per la Lombarda

idem

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: si arriva a quota 1570 circa
attrezzatura :: scialpinistica
in auto stop dalla casa del margaro quota 1570 circa,10' di portage per arrivare al solito ponte quota 1600 dove inizia la neve ,qualche breve tratto mancante o sporca dai tanti rami fino all'inizio del pianoro.Buon rigelo,da quota 1850 la nevicata di lunedi' ha risistemato un po' in manto nevoso livellando le tante conchette molto fastidiose e, coprendo la vecchia neve rossa anche la relativa ''roba collosa''.In alto circa 10 cm di fresca.Pendio per il Colle della Lausa un po' svalangato ma non problematico,rampant utili.Noi ci siamo fermati al colle, 2891 mt. Discesa ore 12: tutto su vecchio fondo duro con sopra marcetta dell'ultima nevicata molto ben sciabile e scorrevole,alcuni pezzi da 5*****,un po' noioso il pezzo del pianoro che si deve spingere.
In ottima compagnia di Stefania,altri 2 sul ns itinerario + altri 8 proseguito all'Ubac.
Mete: sereno al mattino,nuvole in aumento dalle 11,niente vento

situazione inizio Prati del Vallone

alla base del colle della Lausa

Colle della Lausa

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da San Bernolfo dalla stradina in alto che si inoltra gia' nel vallone San Bernolfo, 5' di portage e su ponte di neve entrati nel vallone con buon innevamento ma senza rigelo.Solo dai 2200 in su' accenni di rigelo ma i pendii soleggiati erano gia' tutti mollicci.Discesa ore 11 circa: neve mai sfondosa ma molto umida-bagnata, pesante da sciare e con una scorrevolezza mooolto lenta,in modo anomalo...scopriremo poi il motivo.Sotto la soletta degli sci si era formata(com' era gia' successo qualche anno fa nello stesso periodo,mi sembra il 2009) una specie di catramina nera collosa puzzolente condizionando molto la sciata . E cosi' e' stato fino in fondo dove pur con una bella neve primaverile compatta gli sci non scorrevano.
In compagnia di Ezio + altri skialp sui vari itinerari
Meteo: nuvolaglia che andava e veniva,piu' compatta zona Corborant-Gioffredo-Rocca Negra


situazione inizio vallone San Bernolfo

partenza sci ai piedi

traverso verso Malaterra-Corborant

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Da Strepeis strada aperta verso S. Bernolfo
attrezzatura :: scialpinistica
Mi aggrappo a questo itinerario per descrivere la gita fatta,cioe' Callieri- Santuario di S.Anna di Vinadio e ritorno.Partiti da Callieri quota 1430,come da itinerario,buon innevamento, buon rigelo (finalmente).Subito dopo le case ,quando il sentiero entra nel bosco,ci sono una decina di brevissimi tratti ( 2-3 metri) che la neve manca,non abbiamo mai tolto gli sci ne in salita,ne in discesa ma nei prox gg......A quota 1700,appena fuori del bosco,anziche' svoltare a sx e seguire la gorgia ( come da itinerario),abbiamo tenuto la dx risalendo un largo ma ripido pendio(indispensabili coltelli-rampant,neve durissima) per finire ad un colletto ,mt 2000 circa (sotto il M.te Taias)molto piu' in alto del pianoro di Capanna Tesina.Obliquando, breve discesa verso la Capanna perdendo una cinquantina di mt.. A quota 2100,per evitare i ripidi pendii dell'ultima parte del Passo Tesina,andiamo a sx ( come da itinerario) su facili dossoni fino alla dorsale che unisce Cima Tesina a Cima Mouton scollinando a quota 2450, sulla sx di cima Tesina.Bella discesa fino al Santuario con neve primaverile su itinerario a piacimento.Breve pausa ristoratrice e ripello verso Passo Tesina,da questo lato molto agevole.Da qui' bella discesa su crosta portante ( con leggera spruzzata di neve della notte precedente) per ricongiungerci con l'itinerario di salita a quota quota 2100 circa.Da capanna Tesina breve ripello, obliquando verso sx,per una cinquantina di mt per raggiungere il colletto ,quota 2000, fatto in salita e scesi sul bellissimo pendio fino a quota 1700 dove si congiunge con l'itinerario classico. Sciisticamente parlando consiglio molto questa variante.Valutarne comunque la fattibilita' a secondo delle condizioni.Da qui' entrati nel bosco sempre su neve portante fino alla macchina.
Fatto in questo modo sono 1500 mt abbondanti di salita.
In compagnia di Silvio,Aldo,Dario + 7-8 skialp diretti verso altri percorsi
Meteo: sereno al mattino ,un po' di vento in quota,dalle 11 in avanti un po' di nuvole innocue che hanno condizionato leggermente la visibilita' nella prima parte di discesa da Passo Tesina
Leggera nevicata della notte dai 1800 mt in su'

poi metto foto

alla partenza

arrivando al colletto quota 2000

Capanna di Tesina

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal tornante prima delle grange,breve portage e poi neve con scarsissimo rigelo,cominciava a essere decente dai 2100 mt in su' ma intanto arrivava anche la nebbia.Fermati a circa 2500 mt per visibilita' in certi momenti quasi nulla.Discesa: prima parte su neve non brutta ma molto condizionata dalla visibilita che migliorava scendendo,poi marcette varie (questa'anno sono di moda)ultimissima parte molto molle (anche queste molto di moda).
In compagnia di Ezio e Guido, nessun altro in zona
Meteo: alla partenza nuvolaglia che girava con sprazzi di sereno poi in quota nebbia,no vento.
Nota:attualmente permane il divieto di transito verso il colle da Argentera ,dalle 13,00 alle 19,00
Sciabilità :: / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Scrivo a nome di un mio amico il quale ,sul tragitto in oggetto,in data odierna ha trovato un cellulare Samsung,il proprietario puo' contattare Fausto al 346 0813700.
So che esiste una rubrica dedicata agli oggetti trovati-persi ma penso che qui' sia piu' visibile.
Sciabilità :: / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
attrezzatura :: scialpinistica
Mentre salivo non mi ricordavo piu' quando ero partito ...ieri..oggi..bohh ! Tanto l' ho trovata lunga !! Solo grazie allo sherpa Matteo che si e' addossato,fin dall'inizio,quasi tutto il contenuto del mio zaino ce l'ho fatta.Partiti alle 7,ottimo innevamento, su rigelo cosi' cosi' che diventava consistente dai 2100 in su',coltelli utili ma non indispensabili.In punta si arriva tranquillamente con gli sci ai piedi senza perdere quota dopo il colle di Salza con breve traverso a sx ,superare facilmente la dorsale e portarsi sull'ampio pendio finale tutto innevato ( al momento) Discesa ore 13 :premettendo che questa gita,sciisticamente parlando,non e' il massimo avendo molti traversi..diagonali...spostamenti...brevi risalite, e con tanti cambi di esposizioni, abbiamo trovato neve di tutti tipi, mai brutta,passavamo dalle 5***** della parte alta con primaverile perfetta alla crosta portante,alla marcetta sciabile ,anche l'ultima parte in basso dove il rigelo era scarso marcetta non sfondosa.
Sono tanti anni che vado in montagna ,a volte ci siamo un po' abituati ai panorami.... ma la visuale che offre questa vetta e' veramente eccezzionale !! Come pure la salita, mai incassata fra pareti, offre panorami grandiosi.
Con Matteo,+ una quindicina di altri skialp su questo versante di cui solo 3 al Salza.
Innevamento abbondante,piccole scariche di giornata sulle tracce di salita.
Meteo.sereno,non eccessivamente caldo,non un filo di vento nemmeno in punta



poco dopo la partenza

Matteo race-sherpa

in salita

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Lo sci alpinismo e' un altra faccenda ma noi ci siamo divertiti tanto...visto le paciocche/polente/croste che ci sono in giro. Breve portage,15-20 mn fino alla base del muro del pistone,messi gli sci su esile lingua di neve,per breve tratto, dopodiche' piu' nessun problema fino in cima ,neve piu' che sufficente ma sopratutto compatta vista la battitura dei gatti nello scorso wk. Fuori dalle piste meglio lasciar perdere. Prima discesa ore 10: ancora leggermente dura il primo pezzo per poi migliorare alla grande,bella neve morbidosa compatta fino al muro iniziale dove abbiamo recuperato i viveri precedentemente nascosti,ripellato di nuovo fino in cima:Seconda discesa ore 13,neve piu' morbida,fermati all'albergo ( chiuso visto gli impianti fermi)e abbiamo dato il via alla parte bella della gita,tavolino,sedie viveri e bevande varie .Continuato poi la discesa sempre su bella neve compatta molto sciabile.
In compagnia di Ezio,Daniele,Fausto,Massimo e poi ,mentre mangiavamo,raggiunti da Margherita race che dopo averci finito il prosecco ha continuato fino in cima e poi fatto discesa con noi.
Meteo: sereno,caldo,niente vento



alla partenza

base del muro,messi gli sci

salendo

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Asti (Sella d') da Chianale (02/06/18)
    Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone (25/05/18)
    Aver (Monte dell') dalla strada per S. Anna di Vinadio (18/05/18)
    Lausa (Cima della) da Pontebernardo (16/05/18)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Seccia (10/05/18)
    Tesina (Cima) da Strepeis (30/04/18)
    Ventasuso (Monte) da Le Grange (27/04/18)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (25/04/18)
    Salza (Monte) da Chianale (22/04/18)
    Pigna (Monte) da Impianti di Lurisia (19/04/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (17/04/18)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (07/04/18)
    Nebin (Monte) da Morinesio (28/03/18)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (23/03/18)
    Garbella (Costa della) quota 2253 m da Palanfrè (14/03/18)
    Ferro (Testa del) da Villaggio Primavera (08/03/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (04/03/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte), q. 2276 a SSO (Bec Rosso) da San Giacomo per lo Sperone Centrale (14/02/18)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (08/02/18)
    Fer (Tete de) da Larche (03/02/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte), q. 2276 a SSO (Bec Rosso) da San Giacomo per lo Sperone Centrale (19/01/18)
    Mulets (Col d'i) quota 2411 m SE da Chiotti (13/01/18)
    Fer (Tete de) da Larche (31/12/17)
    Enclausetta (l') da Grangie per il Passo di Goretta (29/12/17)
    Ventasuso (Monte) da Le Grange (22/12/17)
    Sautron (Colle) da Saretto (20/12/17)
    Vers (Colle di) da Sant'Anna (16/12/17)
    Chiggia (Costa) da Marmora Parrocchia (13/12/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (07/12/17)
    Viribianc (Cima) da Chiappi (05/12/17)
    Durand (Cima) da Rastello (03/12/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (16/11/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (15/11/17)
    Garbella (Costa della) quota 2253 m da Palanfrè (11/11/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (10/11/17)
    Ubac (Testa dell') da Pontebernardo (20/05/17)
    Ciriegia (Colle) da Pian della Casa (02/05/17)
    Sestrera (Punta) da Rastello (29/04/17)
    Vens (Passo di) da Pontebernardo (20/04/17)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Seccia (18/04/17)
    Agnel (Cima dell') da San Giacomo (14/04/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (12/04/17)
    Aver (Monte dell') dalla strada per S. Anna di Vinadio (10/04/17)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (06/04/17)
    Pè de Jun (Testa) da Grangie (29/03/17)
    Reis (Rocca) per il Vallone Forneris (18/03/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (16/03/17)
    Matto (Monte, Cima Est) da Sant'Anna (11/03/17)
    Bianca (Monte la) da Preit (05/03/17)
    Marguareis (Punta) Canale dei Torinesi (02/03/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (25/02/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (23/02/17)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (22/02/17)
    Viridio (Monte) da Chiappi (20/02/17)
    Bravaria (Rocca) da Bagni di Vinadio per il Vallone d'Insciauda (16/02/17)
    Durand (Cima) da Rastello (15/02/17)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (11/02/17)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (07/02/17)
    Fascia (Cima della) da Limone Piemonte per la dorsale NO (01/02/17)
    Seirasso (Cima) da Artesina, anello Colla della Balma, Colla Bauzano (30/01/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (24/01/17)
    Durand (Cima) da Artesina (21/01/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (04/01/17)
    Ventasuso (Monte) da Grange per l'Enclausetta (17/12/16)
    Ventasuso (Monte) da Grange per l'Enclausetta (15/12/16)
    Ventasuso (Monte) da Grange per l'Enclausetta (13/12/16)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (07/12/16)
    Manse (Cima delle) o Tete de Villadel da le Pontet (06/12/16)
    Manse (Cima delle) o Tete de Villadel da le Pontet (03/12/16)
    Enclausetta (l') da Grangie per il Passo di Goretta (01/12/16)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (30/11/16)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (28/11/16)
    Bersezio (area impianti) quota 2319 m da Bersezio (25/11/16)
    Parpaillon (Montagne de) dal Col de Vars (17/11/16)
    Asti (Sella d') da Chianale (07/11/16)
    Lombarda (Cima della) e Cima di Vermeil dal Vallone di S. Anna (21/10/16)
    Durand (Cima) da Artesina (16/10/16)
    Lausa (Cima della) da Pontebernardo (15/05/16)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (05/05/16)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re (03/05/16)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (27/04/16)
    Ubac (Testa dell') da Pontebernardo (19/04/16)
    Lausetto (Cima del) da Tetti Gaina (24/03/16)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (19/03/16)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (15/03/16)
    Serpentera (Cima) da Madonna d'Ardua per il Vallone della Madonna (09/03/16)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (20/02/16)
    Aigle (Bec de l') da Larche per il Vallon de Font Crèse (15/02/16)
    Plate Longe (Tète de) da Larche (13/02/16)
    Aigle (Bec de l') da Larche per il Vallon de Font Crèse (11/02/16)
    Chamois (Pic du) da Larche per il Vallon de Courrouit (04/02/16)
    Vallon Claous (Tète de) da le Mèlezen (30/01/16)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (02/11/15)
    Incianao (Punta) da Bersezio (30/10/15)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (03/10/15)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (12/05/15)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (21/04/15)
    Savi (Monte) da Podio Superiore (02/04/15)
    Giobert (Monte) da Preit (19/03/15)
    Lausetto (Cima del) da Tetti Gaina (13/03/15)
    Costa Rossa (Bric) da San Bernardo per la Costa Testette (09/03/15)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (12/01/15)