william


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
bellissima ferrata di sicura soddisfazione per gli amanti del genere
Il problema della ferrata è costituita dalla discesa. Molti seguendo grossi bollini blu, scendono seguendo le vie di discesa delle vie di roccia superiori del bourcet, giunti alla traccia che proviene dallo sperone centrale, la imboccano iniziando una lunga traversata in piano che non offre possibilità di discesa nel vallone perché dallo sperone centrale alla parete del deltaplano fino al settore sole d'autunno alte pareti di roccia la fiancheggiano. A questo punto è necessario scendere in riva al chisone risalirlo fino a trovare un ponticello per attraversarlo. Il percorso è nel complesso molto malagevole. Una alternativa è scendere sempre a destra passando sopra la via degli strapiombi e spigolo grigio. La traccia è evidente e ci sono catene e qualche scalino, tuttavia questo equipaggiamento è stato concepito per favorire eventuali interventi di soccorso alpino e presuppone buona mobilità su terreno impervio, di cui forse non tutti gli amanti delle ferrate sono dotati. Esiste infine una terza possibilità, nettamente più facile che segue però un sentiero non segnalato. Usciti dalla ferrata, anziché a destra si può andare in leggera salita a sinistra. si incrocia prima una traccia poi un buon sentiero che con qualche sali scendi, ma complessivamnete pianeggiante porta alla frazione Chezalet di Bourcet da cui si segue la comoda mulattiera e poi la sterrata che riportano senza difficoltà in fondo al vallone. Le controindicazioni di questa percorso sono la lunghezza relativa: occore circa un ora per tornare alla base e il fatto che in sentiero non sia sempre pulito anche se si individua con facilità e che le ultime decine di metri in vista del Chezalet si svolgano in un prato con l'erba molto alta in questo periodo. A voi la scelta!
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .