the.fra


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: snowboard
Partiti da San giacomo, saliti prima al mombarone, scesi dalla sud-est, poi ripellato sulla torretta e discesa spettacolare con la luce pomeridiana su questa sud-ovest ben visibile dall'autostrada.
Trasformata perfetta, veloce e mai sfondosa.
Riagganciato poi la poderale puntando ad alcune baite, sciato fino a 10 minuti dall'auto


Mombarone

Discesa con vista dalla torretta
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok fino alla diga del teleccio
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: snowboard
E finalmente ce la siamo portata a casa! Dopo ben 5 anni... Condizioni patagoniche in tutto il vallone, allacciato lo snowboard 10 metri sotto la cima, non credo sia sempre fattibile.
Dalla cima al colletto neve polverosa, poi farina molto pressata, poi quando il vallone gira a sud trasformata su fondo ancora molto duro (discesa iniziata alle 12.00).
Con Olly!
Grazie Mara e Tania! Quando vi ricordate mi mandate le foto? ;-)

Prime curve dalla cima
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Park pagamento alpe devero
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: snowboard
Saliti sotto fitta nevicata ma visibilità buona. Il manto non presentava croste da vento nonostante l'azione continua dal giorno prima, la neve nuova poggia su croste per lo più portanti, leggera cornice in uscita, il sovrastante versante sud del pizzo fizzo era sgombro da neve. buone condizioni di sicurezza generali.
Discesa fantastica da maschera e boccaglio!
@effetto_albedo

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: consiglio catene o 4x4
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: snowboard
Variante allo chateau de dames, sciisticamente piu remunerativa, tutto intonso e neve polverosa fino alla base del canalone. Un sogno aggirarsi in questo vallone senza l'incubo dell'eliski.
Noi anzichè andare al colle di Vofrede abbiamo puntato al colle (non quotato sulle mappe) a sinistra della cima, da li si percorre una breve cresta fino in cima (5 minuti), molto bello sciisticamente.
Circa 45 minuti di portage sia in salita che in discesa da dove si parcheggia l'auto
Ottimo inizio di stagione!

@effetto_albedo

Itinerario visto da Cervinia

Cresta e ingresso nel canale alto

panorama verso il Pancheron

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: pochi posti gratuiti al park di valnontey
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: snowboard
Partiti venerdì sera da valnontey, orientamento un po' ingaggioso nel bosco al buio della frontale, in ciaspole si sale bene, a piedi si sfonda un po' nella parte alta... Pernottato al sella, partiti sabato mattina 6.30 dal rifugio su neve ottimamente rigelata e traccia presente fino ai pianori dove la strada si biforca per la rossa della grivola, tracciato da li in poi, il canalino che da accesso al colle della noir si sale agevolmente sprofondando di una 15ina di cm, scalda molto quindi attenzione alle tempistiche, noi lo abbiamo affrontato intorno alle 10.30.

Scollinando sul ghiacciaio del trajo si cambia completamente tipo di neve, 20 cm di polvere su fondo portante, tracciato fino in vetta su pendenze sempre sostenute e accompagnati dalla sinfonia di valanghe che cadevano continuamente dalla sud-est della grivola.

Discesa da urlo su neve polverosa, iniziata alle ore 13.00, attenzione alla fascia di crepacci, tenersi verso il colle precedentemente valicato.
Poco prima che il ghiacciaio precipiti nel vuoto si intuisce a sinistra il colle quotato 2960, attualmente la risalita di questo colle richiede un breve tratto di arrampicata di misto molto esposto conviene calzare i ramponi, una corda può tornare molto utile.

Scesi poi nel vallone del trajo sempre su neve polverosa fino all'inizio del bosco dove diventa bruscamente umida, tenersi sempre a destra puntando all'alpeggio del trajo (resti di case in pietra) poi con un po' di bricolage si arriva sciando fino alla pista di fondo a Epinel.
Gran bella avventura!

Ubicazione colle della Noire

Tracciando verso la punta

Surfando il Trajoz

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: si parte dal tornante della strada per sestriere
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: snowboard
Itinerario ingaggioso e di grande soddisfazione, salendo ci siamo un po' persi e stavamo finendo al colle tra il furgon e la cima del bosco, poco male, ce la siamo cavata con un traverso un po' psycho ma che ci ha fatto evitare la gorgia che sarebbe stata forse peggiore!

Ambiente pazzesco, vallone riparato e quindi discesa in polvere praticamente da cima a fondo seguendo il canalone ovest direttamente dalla vetta .
Nessun elicottero in giro (forse non girano la domenica?) e vallone poco tracciato, ci sono ancora ampi spazi intonsi
Incontrato solo due signori francesi che facevano la traversata nella valle argentera
con Luca

Ambiente

Pendio che sbuca in vetta

Canalone in condizioni perfette
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ok fino a pian del lupo
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: snowboard
Gita percorsa "en boucle" e all'alba partendo alle 5.00 da santa elisabetta e salendo dalla via normale di questo versante, traccia ben rigelata che ci ha permesso di conquistare la cima per le 7.00 giusto in tempo per lo spettacolo del sorgere del sole, questo versante della quinzeina è incredibile, sembra di entrare improvvisamente in ambiente di alta montagna, oltretutto è l'unico che conserva ottima neve, alle altre esposizioni si trova crosta piu o meno portante.

Ho tentato la discesa dai pendii molto invitanti (ma molto esposti, fare attenzione) che partono direttamente sotto la croce di vetta della punta sud ma la stabilità del manto non mi sembrava ottimale inoltre poggiava su ghiaccio vivo dunque coi ramponi sono risalito all'intaglio tra la punta sud e l'anticima della nord e sceso di qua su ottime pendenze (prima parte sui 40/45 costanti, poi poco meno) percorrendo tutta la parete su ottima polvere fino alle baite dove inizia il lunghissimo traverso verso santa elisabetta.

Secondo me il lungo traverso (circa 30 minuti) pregiudica di molto la godibilità della gita, specie in snowboard, sconsiglierei però di salire dal versante NE, meglio partire da santa elisabetta e scendere alla goiarda magari lasciando una macchina li e farla in traversata.
Gran mattinata con Stedagno e Cata, poi a lavoro
Allego foto della linea da noi seguita

In verde la linea di discesa da noi seguita oggi

Alba salendo

Alba punta sud

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 900
attrezzatura :: snowboard
Cialma in notturna, polvere da cima a fondo e plateau intonso
Con ste e fleiv
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: snowboard
Veloce sgambata pre pranzo. Portage fin dopo le baite, poi innevamento continuo, prima di raggiungere il Vernoulle conviene tenere la destra per evitare pendii sfondosi. Discesa iniziata verso le 1030 su splendida panna cotta al punto giusto, sceso direttamente dalla vetta su bel pendio esposto Sud.

Completamente solo su tutto l'itinerario, visto affollamento sul Glacier

Tete des hommes

Vetta

Firma
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: snowboard
Firn memorabile sui pendii della montagnola, tenendo la sinistra ci siamo infilati in un vallone ancora vergine con pendii lisci e dopo un bosco abbastanza ampio siamo sbucati sulla strada, da lì autostop fino al Sapienza




Il firn l'hanno inventato i siciliani! (insieme alla granita).
Gran finale al Sapienza con birra e arancini

Vetta

si vola
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Torretta (La) dalla Valcauda (30/11/19)
    Ondezana (Punta d') da Diga di Teleccio (30/04/19)
    Stange (Pizzo) da Alpe Devero e il Canalone NE (09/12/18)
    Rous (Mont) o Rouge per Canale di Vofrede (18/11/18)
    Nera della Grivola (Punta) da Valnontey, traversata a Epinel per il Rifugio Vittorio Sella (07/04/18)
    Gran Roc (Monte) da Ponte Terribile (25/03/18)
    Quinzeina o Quinzeina (Punta Nord, anticima) Canale N/NE (08/03/18)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (03/03/18)
    Hommes (Tète des) da Mont Blanc (12/03/17)
    Montagnola dai Rifugio Sapienza (19/02/17)
    Pizzi Deneri (Cima) dal Rifugio Citelli (18/02/17)
    Etna dal Rifugio Sapienza, traversata S-NO a Maletto (17/02/17)
    Chiavesso (Cima) da Cornetti (06/01/17)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Borgata Sestriere (03/12/16)
    Ciamarella (Uja di) da Pian della Mussa (22/05/16)
    Gay (Becca di) dalla Diga di Teleccio (04/05/16)
    Becchi (Colle dei) dalla Diga di Teleccio (03/05/16)
    Ghiliè (Cima) giro con discesa dalla parete NE della Cima di Mercantour (25/04/16)
    Paglietta (Monte) da Prailles (15/02/16)
    Sigaro (il) quota 2820 m da Valgrisenche (04/02/16)
    Cordella (Testa) da parcheggio Flassin (24/01/16)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (29/05/15)
    Rutor (Testa del) da Bonne (17/05/15)
    Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod (02/05/15)
    Lago Sud (Punta del) traversata Vallone della Balma - Colle della Roussa (08/04/15)
    Rosa dei Banchi dalla strada per Dondena (04/03/15)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (18/02/15)
    Muro (Monte) o Maurerspitze da Sasso di Dentro (07/01/15)
    HinterBergKofel (Monte di Dentro) per Weissenbachtal (05/01/15)
    Lavazzè (Cima) da Masi Thal (04/01/15)
    Stotz (Cima) da Masi Kofl (02/01/15)
    Fontana Fredda (Punta) da Cheneil (13/11/14)
    Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale (21/06/14)
    Ondezana (Punta d') da Diga di Teleccio (20/04/14)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta (15/03/14)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (14/02/14)
    Bosco (Cima del) da Rollières (19/01/14)
    Gorfi (Monte) da San Giacomo (22/12/13)
    Mangioire (Passo delle) da Balme per il Colletto Loson (08/12/13)
    Ciabert (Costa) da Chianale (24/11/13)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren (24/06/13)
    Tsan o Cian (Dome de) da Torgnon (02/06/13)
    Granero (Monte) da Pian della Regina per il P.so Luisas e canale E (18/04/13)
    Falinère (Punta) da Cheneil per la cresta Ovest (06/04/13)
    Mares (Cima) da Alpette (21/03/13)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (10/02/13)
    Giassiez (Monte) o Giassez da Thures (05/01/13)
    Pala Rusà (Punta) da Pian Benot (11/11/12)
    Pala Rusà (Punta) da Pian Benot (02/11/12)
    Banchetta (Monte) o Monte Motta da Sestriere Borgata (07/05/12)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (04/02/12)
    Serena (Col) da Mottes (14/01/12)
    Rascias (Mont) dalla strada per Dondena (19/11/11)
    Carro (Cima del) dal Lago Serrù (28/05/11)
    Dormillouse (Cima) da Thures (05/05/11)
    Arno (Bivacco) da Pila (18/04/11)
    Fraiteve (Monte) da San Sicario (21/11/10)
    Petit Tournalin da Cheneil (26/05/10)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (14/03/10)
    Estelletta (Monte) da Ponte Maira (18/02/10)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Beaulard (07/02/10)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (29/01/10)
    Bosco (Cima del) da Thures (24/01/10)
    Leretta (Punta) e quota 2051m da Pian Coumarial per il versante SO (08/12/09)