the.fra


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Giro Spettacolare! Si attraversa una varietà di ambienti, ecosistemi, paesaggi incredibile! Ad ogni colle cambiano completamente il paesaggio, la flora e la fauna. Mi ha impressionato in particolare il cambio che c'è tra il colle di medzove e l'ingresso nella conca dei laghi del mont avic, dove sembra quasi di entrare nel grand canyon.
Avvistati moltissimi camosci che, soffrendo il caldo, fanno gruppo sulle numerose chiazze di neve ancora esistenti.
Allego una traccia GPS, che ha diverse "divagazioni" rispetto ai sentieri per evitare i numerosi accumuli nevosi ancora presenti.

Rifugi Sogno e Dondena consigliatissimi, sia per l'ospitalità che per l'ottimo cibo
Bivacco Borroz mega attrezzato e confortevole, Un po' affollato in questo periodo, conviene arrivare presto!

Valle Soana

Camosci al fresco...

Salita al colle arietta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ok
Bel bivacco, tutto in ordine, sentiero evidente e ben segnalato, possibili varie traversate, attenzione perchè ha solo 4 posti letto e sovente è affollato
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: tutto ok
Attenzione, con il sentiero in parte cancellato dalla neve è facile finire fuori traccia (Come abbiamo fatto noi) e imboccare un altro sentiero che porta all'intaglio della cresta che scende dal monte roisetta dove la descrizione corrisponde ma si attacca una cresta di roccia marcia con passaggi di IV esposti che avrei volentieri evitato....
Si giunge poi sulla cresta erbosa della becca d'aran e si raggiunge la vetta, dove poi si può scendere dal sentiero giusto.

Il mio consiglio è, se non avete mai fatto la gita, appena superato il cartello con il bivio tenere decisamente la sinistra e puntare all'evidente dorsale erbosa da cui si vede la croce di vetta

Disgelo in corso

Cresta erbosa e vetta
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: parcheggio a pagamento al pian della mussa
Bel giro percorso in due giorni pernottando all'ottimo gastaldi, il tratto dal lago della rossa al passo mangioire non è segnalato per niente, facile perdere il sentiero, stessa cosa all'alpe saulera dove mancano le indicazioni e negli slarghi erbosi le tracce si perdono, ottimamente segnalato invece il tratto in comune con il tour della bessanese.
Meteo tipico estivo, con sole al mattino e nebbie che iniziano a formarsi già dalle 10 del mattino, piovaschi nel tardo pomeriggio
Il bivacco San Camillo è super accogliente e pesca l'energia elettrica direttamente dalla centrale... Non c'è stufa a legna ma bensì un termosifone elettrico per riscaldarsi! Non c'è nulla per cucinare e la presa d'acqua è a una 20ina di metri dal bivacco, in corrispondenza della diga
con Carlotta, un saluto ai ragazzi Marco, Andrea, Donato conosciuti alle Mangioire e con cui abbiamo condiviso parte della discesa

geometrie della natura

l'unica indicazione che troverete dal lago al passo delle mangioire

Stambecchi ci segnalano il sentiero da seguire
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: tutto ok
Fatto il giro in 3 giorni allungando fino al granero poichè il refuge du viso era già chiuso
bellissimo giro, a rifarlo lo percorrerei in senso orario 1) per togliermi subito la pietraia infernale del q.sella 2) perchè la tappa pian del re / vallanta è la piu lunga ed è meglio farla da freschi il primo giorno.
Gran bel giro panorami super e un sacco di idee per il futuro

le giornate si accorciano...
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ok
Bella gita, peccato che le nuvole in vetta ci hanno precluso completamente il panorama.....
Consiglio di portarsi molti litri d'acqua se si intende affrontarla in questo periodo caldo, l'ambiente è molto arido
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ok fino a park dondena
fatto anello salendo dal sentiero 7 (che aggira a dx il mont rascias) e scesi nel vallone dei banchi, non abbiamo scollinato a 2850 ma intorno ai 2750 seguendo per un pezzo ancora il sentiero 7 dopo il lago miserin, itinerario da ricercare, panorami mozzafiato. Ho fatto un ometto in corrispondenza del punto dove bisogna girare a dx dal vallone dei banchi per scollinare verso il miserin.. speriamo tenga :-)

sentiero numero 7

salendo dopo il miserin

vallone dei banchi.. wilderness
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Eterna ma bella, ne vale assolutamente la pena
con dani e marco
un plauso al rifugio salvin per il trattamento
un ringraziamento ai signori che ci hanno accompagnato ad alpette (noi avevamo lasciato l'auto a ceresole pensando di farcela)

la cresta che si percorre il primo giorno

Tramonto, da qua si vede il rifugio salvin

Partenza all'alba, verso il lago di monastero

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Partiti Lunedì mattina da Gimillan e saliti al bivacco Glarey (stavano ultimando la segnaletica per il nuovo sentero 8G), il bivacco è ben costruito e non si soffre il freddo, fornello consigliato.
Martedì partiti all'alba, attraversato il ghiacciaio che faceva rumori sinistri, il ghiaccio si sta muovendo e si aprono piccoli crepi all'apparenza innocui, consiglierei comunque di evitarlo e passare sul sentiero a sinistra, percorso poi la cresta con picca e ramponi arrivando velocemente in vetta in circa 2 ore dal bivacco.
Abbiamo portato un libro di vetta nuovo
I ramponi sono consigliati ma non necessari attualmente poichè tutti i tratti innevati si riescono ad evitare seguendo il sentiero.

Con Dani, un saluto ad Enrico di Camogli

il nuovo segnavia 8G

Vetta!

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
ho sfruttato questo pomeriggio particolarmente terso per scoprire la "mia" montagna da un versante per me inedito, ne è valsa la pena! visibilità totale sono riuscito ad intravedere le montagne della corsica e l'appennino toscano, ho percorso la variante B in salita molto diretta e scorrevole, in alcuni tratti sta scomparendo il sentiero e bisogna ricercarlo, pestato anche qualche chiazza di neve qua e là

dal soglio oggi
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Civrari (Monte, Punta Imperatoria) - Torretta del Prete da Niquidetto, anello di cresta (24/05/20)
    Soglio (Monte) da Feilongo per l'Alpe Pian delle Tane (26/10/19)
    Rosa dei Banchi da Piamprato, giro per il colli Borra, Arietta, Fenis, Medzove (4 gg) (05/07/19)
    Davito Pier Mario (Bivacco) da Tressi, anello per l'Alpe Giavino (06/08/17)
    Aran (Becca d') da Cheneil (03/06/17)
    Mangioire (Passo delle) da Pian della Mussa, anello per il Rifugio Gastaldi e il Lago della Rossa (15/08/16)
    Monviso (Giro del) da Pian del Re (18/09/15)
    Cristalliera (Punta) da Rifugio Selleries (19/07/15)
    Miserin (Lago) da Dondena per il vallone della Rosa dei Banchi (05/07/15)
    Bojret (Passo del) da Alpette, traversata a Locana (2 gg) (18/10/14)
    Tersiva (Punta) da Gimillian (23/09/14)
    Soglio (Monte) dal Santuario dei Milani (16/10/12)
    Emilius (Monte) da Gimilian per il Col Garin e il Passo dei Tre Cappuccini (23/09/12)
    Sassopiatto da Saltria (14/08/12)
    Verzel (Punta) dall'Alpe Frera (22/06/12)
    Bellavarda (Uja di) e Punta Marsè da Lities (09/06/12)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (28/04/12)
    Civrari (Monte, Punta Imperatoria) da Niquidetto (15/01/12)
    Vaccarezza (Monte) e Cima dell'Angiolino da Letisetto (20/11/11)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (09/10/11)
    Rocciamelone da la Riposa (25/09/11)
    Alta Luce o Hochlicht da Staffal (03/07/11)
    Mombarone (Colma di) da Trovinasse, anello per La Torretta e i monti Cavalpiccolo e Cavalgrosso (29/05/11)
    Loie (Lago di) da Lillaz per Alpi di Bardoney (08/08/10)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta (18/07/10)