stemaina1975


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
note su accesso stradale :: parcheggiato al parcheggio di bousson tutto ghiacciato (-10°)
quota neve m :: 1400
siamo saliti dal sentieri solo con i ramponcini fino a Capanna Mautino poi da lì abbiamo usato le ciaspole, togliendole al rientro di nuovo a capanna Mautino per rimettere i ramponcini. Da lì siamo saliti per il primo tratto sulla tracciato che porta a olle Bercia per poi abbondarlo dopo poche curve e tenerci più a sinistra, fino a raggiungere il colle sotto la cima. da qui abbiamo individuato una traccia di sci e siamo saliti senza difficoltà (neve gelata) fino alla cima.
per il ritorno abbiamo preferito tenere la destra in discesa per raggiungere prima Col Bousson, poi il Poggio Carabinieri e poi per un avvallamento dirigerci direttamente all'alpeggio sotto Capanna Mautino. da lì rientro di nuovo per il sentiero senza alcuna difficoltà (vedi traccia caricata)

dalla cima la vista è splendida sia verso la Francia (grand Charvia) che verso l'Italia (Begino, Fournier e Dormilleuse)
giornata senza una nuvola con un po' di vento in zona Capanna Mautino ma neanche troppo fastidioso.


verso fournier
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa pesante
note su accesso stradale :: parcheggiato presto a pian della regina, alle 9.30 il parcheggio era praticamente completo
quota neve m :: 1600
ero indeciso se usare i ramponi o meno e alla fine ho scelto, per fortuna, le ciaspole, non tanto per la salita quanto per la discesa, soprattutto la parte finale sopra la strada per pian del re. intuitiva la salita, ci siamo arrabattati per la discesa, distratti dalle tante tracce presenti
terza giornata di seguito con meteo spettacolare e panorami mozzafiato. terribili gli esiti della frana del versante nord avvenuta a santo stefano, visibili distintamente per il contrasto con il bianco della neve

evidente la zona della frana
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo non portante
note su accesso stradale :: parcheggiato prima del ristorante Le Bigorie dell'amico Piero
quota neve m :: 1500
partiti abbastanza presto, abbiamo calzato le ciaspole al parcheggio delle Bianche Bigorie (volendo se ha sgelato si può lasciare qui l'auto, pochi posti). il primo tratto nel bosco è tutto all'ombra ma ci si scalda subito. appena usciti dagli alberi siamo usciti al sole con caldo anomalo e senza vento. fino in cima per il costone ovest senza problemi, nonostante le pendenze importanti. dalla vetta abbiamo deciso di continuare per Riba del Gias su ampia cresta senza alcun problema
un bellissimo balcone verso il Viso, molto vicino, e verso le alpi marittime, bella gita, ampi spazi e bella giornata

verso la testa

verso Riba del Gias

il Viso da Riba del Gias
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
note su accesso stradale :: parcheggiato comodamente al penultimo parcheggio di pian munè
quota neve m :: 1500
nella prima parte del percorso dal rifugio a valle fino alle Meire di Pian Croesio non abbiamo messo le ciaspole mentre le abbiamo calzate da lì in poi. dalla partenza dello skilift abbiamo tenuto la sinistra per salire dritti fino all'arrivo degli impianti e poi abbiamo seguito le tracce già evidenti.
per la discesa siamo passati invece a sinistra scendendo dietro gli impianti e verso il fontanone con rientro alla Baita in quota e poi ridiscesi per il percorso di salita
nonostante la giornata non fosse delle migliori (cielo molto velato, zero sole e un po' vento al rientro) siamo riusciti a fare questo tracciato, da parecchio nelle nostre intenzioni. vista molto ampia dalla vetta, sia verso pianura che verso il Viso

verso la cima

quasi in vetta

tornando
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa pesante
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
note su accesso stradale :: parcheggiato al tornante prima di Thures, con facilità
quota neve m :: 1400
calzato le ciaspole appena scesi dall'auto, neve molto dura e ventata all'inizio, poi tracce ovunque di sci e ciaspole
bella salita per festeggiare l'inizio anno nuovo. abbiamo incontrato tantissima gente che saliva, sia sciatori che ciaspolatori. in vetta incontrato due sciatori che hanno trascorso la notte nella cappella/bivacco.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
quota neve m :: 1400
calzato le ciaspole dal parcheggio di Bousson, il sentiero fino al raccordo con la strada è per l'intera giornata all'ombra per cui non sgela mai, faticato un po' a salirlo ma soprattutto a ridiscendere.
gli sciatori che abbiamo incontrato hanno usato praticamente tutti i coltelli. dal lago nero in poi sembra un campo arato! impossibile sbagliare a salire
bellissima salita nella parte alta dal lavo nero, incontrato tanti sciatori e ciaspolatori, tantissima neve e panorama mozzafiato dal colle, verso la val Thures! grazie a Stefano di AriaAperta per l'ottimo suggerimento

il Monte Chaberton dal Colle

verso la val Thures

rientro verso il lago nero
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa ventata
quota neve m :: 800
prima parte del percorso su strada completamente gelata, ma date le pendenze non eccessive non è necessario indossare le ciaspole, idem per la salita verso il rifugio. calzate invece dal rifugio e per il ritorno per evitare di scivolare in discesa
bellissima gita nonostante la parte delle salita al rifugio quasi completamente in ombra. causa l'ora già avanzata non siamo arrivati al colle ma solo alla fine del pianoro oltre il rifugio. al Rifugio il nivometro segna più di 150 cm di neve in pieno sole. neve ovunque, parecchi sciatori, parecchi ciaspolatori. posizione invidiabile del rifugio

verso Crete de Baude

ritornando verso il rifugio
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Bagnata
note su accesso stradale :: lasciato l'auto al parcheggio della Capanna del Sole (chiuso)
quota neve m :: 1500
era da tanto che volevamo salire al Clot e seguendo le indicazioni del nostro amico Stefano ci siamo lanciati su per questa salita ripida ma molto bella, in parte per sentiero di manutenzione dell'impianto di risalita, in parte nel bosco.
incontrato fin da subito parecchia gente con gli sci che hanno battuto traccia fino in cima, per fortuna. sole splendido, niente vento e panorami meravigliosi in una giornata da incorniciare
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
note su accesso stradale :: lasciato l'auto al parcheggio dei sanatori agnelli, ora in ristrutturazione
quota neve m :: 1400
saliti per il sentiero estivo con neve battuta fin dall'inizio, neve alta ma compatta
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: nulla
quota neve m :: 1800
gita ancora fattibile con ciascpole nella parte in ombra, solo per evitare gli accumuli di neve
siamo partiti da Allevè anzichè da GranPuy, direi dislivello praticamente identico. in discesa, dall'alpeggio abbiamo preso il sentiero del Trial e siamo arrivati alla borgata Rif