spartacozzo


Le mie gite su gulliver

sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa compatta
quota neve m. :: 1300
Buone condizioni generali del canale. Abbiamo sfruttato una vaga traccia del giorno precedente per risalire il conoide e il canale. Discesa dei primi 200m su polvere di eccellente qualità (attenzione a qualche accumulo). Nella parte centrale farine più compatta e sempre ben sciabile. I 2 traversi si riescono a fare in scioltezza e la sezione a 50 quest'anno è bella gonfia di neve e permette di fare belle curve. Imbocco del canale su neve dura e ventata.
Super sciata per cominciare al meglio il 2020!! Speriamo che sia di buon auspicio! In compagnia di Vale che è riuscita a superare la barriera psicologica dell'E3!!
sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa pesante
quota neve m. :: 1500
Condizioni stratosferiche su tutto l'itinerario. Il canale era ancora intonso e ringrazio i 3 simpatici francesi che hanno battuto tutta la conoide e il canale.
Buona stabilità del manto lungo tutto l'itinerario.

Super gita per concludere il 2019. Sciata stratosferica su neve vergine, molte tracce invece verso il Serena e Corleans classica.
Grande Vale e Beppe!
sciabilità :: *** / ***** stelle
E anche questa bella parete siamo riusciti a scenderla! Purtroppo non abbiamo trovato le belle condizioni dei gg scorsi anzi la neve era particolarmente dura, ciò ha richiesto un gran controllo degli attrezzi e una sciata molto tecnica . Probabilmente dovevamo aspettare un' oretta che il sole iniziasse a scaldare la parete (inizio discesa 8,45). La zona ghiacciata che si incontra in salita si scia senza problemi stando vicini al seracco. Spostandosi sulla direttrice dell'Adami la terminale si passa senza saltare. Poi sciata tranquilla e rilassante fino al rifugio.

Gita effettuata in giornata dalla macchina in compagnia di un grande Chris che ha dettato un gran ritmo ed è sceso con gran controllo e con Ryan e Joelle che sono scesi per la normale.
sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
Grandiosa discesa sulla parete più alta delle alpi. 2400 metri di discesa da godersi in in toto.
Partiti dal Mantova poco dopo le 6 saliti tranquilli tranquilli ed ingresso con tutta calma alle 9,50.
Prima parte con fondo duro ma super grippante con 2 cm di morbido sopra.
Traverso con neve top e super sciabile che porta alla sezione più ripida del Canale con neve primaverile sempre molto sciabile.
Poco prima della capanna ci si sposta sul ghiacciaio della Nordlend per evitare il tiro dei seracchi e trovare neve più bella. Appena sotto la capanna 2 passaggi obbligati tra le rocce conducono ai pendii finali che portano sulla grossa morena e da qui si raggiunge in breve la pista del Belvedere 1,50 h di discesa.
Condizioni a dir poco top

Un sogno che si realizza dopo anni di corteggiamento. Non potevamo trovare condizioni migliori sia di meteo che di neve.
Tanti complimenti ai miei compagni di gita: Aye, Enrico, Giorgio e Paolo che ridiscende in Marinelli dopo 20 anni.
sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ottimo
Gran bel pendio non eccessivamente lungo ma dalle pendenze sempre sostenute. Il pendio in questione è quello successivo al Col des Cristaux. La terminale si passa non tanto facilmente in salita ma si salta bene in discesa. Rimanere legati fino alle roccie in quanto si passa sopra ad altri due crepi.
La discesa inizia subito incazzata con 15m sui 55* poi si scia il pendio superiore a 50* costanti. La zona delle rocce si passa sulla sx per uno strettissimo canale a 60* per 15m al termine del quale si traversa a dx per raggiongere il pendio inferiore dove le pendenze si fanno meno eccessive 40* e si raggiunge il ghiacciaio dell'Argentiere

Grazie infinite a Giovanni e Pol coi quali ho condiviso questa fantastica giornata. Condizioni ottimali e poche traccie di discesa unite a una splendida giornata di sole hanno fatto si che la discesa sia stata puro godimento.
Segnalo le ottime condizioni su tutti gli itinerari di ripido della zona (Couturier escluso)
sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Bella discesa in ambiente di alta montagna. Non vi sono grandi difficoltà ma bisogna prestare attenzione ai pericoli oggettivi. In queta stagione dopo il primo pendio e la prima balza rocciosa, dove il ghiacciaio spiana, attraversare e portarsi sul versante Peuterey.
Noi siamo scesi nel pomeriggio inoltrato ed essendo passati sul lato Pierre Moulin abbiam trovato eterno nel trovare i passaggi e riuscir a scendere i tratti di roccia. Arrivati al traforo col buio pesto ma soddisfatti. Giusto per terminare la giornata con Guido
sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: scarse
neve (parte superiore gita) :: varia
neve (parte inferiore gita) :: >10 eur
Oggi nessuno su questa discesa. Ho sbagliato il canalone e mi sono ritrovato a risalire un 100 m sci a spalle e neve alle ginocchia. Sceso infine sulla sx (canale ripido e ghiacciato)
Neve di merda e ancora più difficile con uno scarpone rotto
sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m. :: 1200
Mattinata di discese sul Bianco con l'inseparabile Omooooooo.
Peccato solo che non se la sia sentito di scendere il canale, ma lo ringrazio per i video e le foto