spartacozzo


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bellissima ascensione in ambiente straordinario e isolato.
Saliti lunedì sera in rifugio (ottima accoglienza) dal quale siamo partiti poco prima delle 5. Avvicinamento in 2,30h tutto nella nebbia passando dai Gemelli (no traccia e white out). Il ghiacciaio si passa ancora abbastanza agevolmente ma bisogna avere un po' di occhio e prestare attenzione.
Cresta su ottima roccia con alcuni passaggi interessanti ed estetici. Noi siam saliti veloci tutto in conserva a parte sui 3 risalti dove abbiamo fatto dei "tirelli". Dopo il grande intaglio la via si perde un po' e ci si deve spostare sulla parete di sx ma ci sono varie possibilità di riuscire a raggiungere la cresta sommitale. Noi abbiamo seguito una bella linea tra diedri e fessure IV+ max che ci ha riportato all'ultimo saltino verticale in cresta che in breve conduce in vetta. 3,25h
Discesa lineare e veloce sulle doppie di Favola d'Amore. Dalla fine delle doppie tornare ai Gemelli non è proprio una cosa semplice in quanto bisogna fare slolom tra enormi e infidi crepi.
Bellissima giornata con Vale lontano dalle calche delle zone gettonate (soli come già ci si aspettava).
Da segnalare i continui crolli da l'Aig de Talefre.

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella traversata su roccia generalmente buona. Accesso agevole al colle (no neve). Per effettuare la salita consiglio 1 corda da 40m qualche rinvio e vari anelli di fettuccia per proteggersi o allungare le protezioni (friend inutili).
Soste e cordoni per le calate ok. Soste per la discesa non sempre facili da reperire. Canale di discesa senza neve.
Gita effettuata di buon passo (4h macchina-punta) e partendo presto per evitare la caldazza. Brava Valentina
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ottimo
Gran bella via che sognavo di fare da anni. Salita che non ha nulla da invidiare a goulotte del Bianco super blasonate. Al momento vi è un po' di secchezza e tutti gli spit sono ben visibili (noi non abbiamo usato ne friend ne chodi). Alcuni passaggi richiedono assoluta precisione dei ramponi (monopunta consigliati). A parer mio conviene concatenare qualche tiro, noi ne abbiamo fatti 7
Tempistiche 2h piazzale all'attacco (battendo parzialmente traccia) 3,2h dall' attacco alla cima e 1.15 dalla cima al piazzale (discesa per sentiero del Limbo e Muanda)

Ringrazio il grande Christophe, mistaiolo incallito, che ha accettato il mio invito senza neanche pensarci.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Un altra salita da sogno portata a termine, soddisfazione ancora più grande avendolo fatto in giornata. Le condizioni sono ottime ma sono assolutamente necessari i ramponi a partire dall'uscita della Gran corda fino in cima e viceversa (parete ovest con tantissima neve). Noi abbiamo scroccato un passaggio fino all' Orionde. Da li 2 ore per arrivare in Capanna (non si pesta neve). Capanna-cima 3,2h. Foto in vetta con tanto di lacrimuccia. Discesa eterna (4h) fatta coda tra il Tyndall e la Gran Corda. Arrivati ad una Carrel stra piena pausa e poi lunga discesa fino a Cervinia (3,2) incontrando delirio alla Cheminè e tantissima gente lungo il percorso che saliva.
Mi accodo al commento di tanti: veramente tanta gente impreparata il che mi fa dire che ci son fin troppi pochi incidenti in proporzione alla massa che sale.


Un grandissimo ringraziamento al fortissimo socio Tceunne con cui ho condiviso questa meravigliosa salita che ricorderò per sempre.

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Grandiosa salita su roccia da urlo in ambiente mozzafiato. Avvicinamento dal rifugio in ca. 1h su tracce di sentiero. Attacco evidente per il canalino con massi incastrati in cima. Cresta a dir poco spettacolare con passaggi veramente estetici ed esposti. Soste spesso brutte (meglio creasele su spuntoni dove possibile). Parecchi chiodi sui tiri noi abbiamo messo 4 friend su tutta la cresta (0.4 e 2). Doppie filanti su Carosello.
Ringrazio Christophe e Joelle per aver condiviso con me questa bella salita. Li ringrazio un po meno per avermi tirato il collo sia in salita che in discesa dal rif. Gita estremamente consigliabile
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ottimo
Grandissima via di alta montagna lunga e completa. Al momento le condizioni sono perfette sia nell' avvicinamento ai bivacchi che sulla via.
Al momento basta 1 picca a testa e si sale senza problemi. Per non andar via troppo pesanti consiglio di portare friend da 0.4 a 1 anche se noi in realtà abbiamo usato solo lo 0.4 in 3 occasioni. Il passo duro (molto) è protetto da un ottimo chiodo.
La relazione qui riportata è buona tempi di percorrenza a parte (esagerati).
Discesa per i trois mont e rientro al Torino.
Ringrazio i soci: Christophe, Tcheunne e Gerome per la magnifica avventura condivisa. Passare 2 gg nel cuore del Bianco in totale solitudine non ha prezzo.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Bella cresta a torto poco ripetuta. Avvicinamento sul ghiacciaio des Amethyste ottimo come il canale di accesso alla cresta. La prima parte della cresta ha andamento abbastanza pianeggiante con pasaggi su roccia non di ottima qualità e si percorre sul lato nord fino a raggiungere la base di un primo Torrione dove una cengia ascendente verso sx porta alla base di un piccolo camino che si supera con divertente arrampicata (4a). Il canale di neve successivo porta alla base dell' aig des Fleche Rousse che si supera con un tiro di corda (5a). Raggiungere la piccola breche e con una doppia da 15m(attrezzata su cordoni e maillon) raggiungere la sottostante cresta nevosa che prima con breve discesa e poi con un ultima inpennata porta in cima all'Aig de l'Argentiere.
La discesa avviene per la via normale attualmente in ottime condizioni.
Bella salita proposta dal socio Sergio gran maestro su questo tipo di terreno.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Veramente una bella cresta su roccia generalmente molto buona. Le difficoltà sono contenute ma l'esposizione di certi passaggi rendono la salita ingaggiosa. L'attacco è facile da reperire seguendo una buona traccia di sentiero. In cresta non si trova granché di materiale (4 chiodi e 1 friend incastrato) ma bastano 2-3 anelli di fettuccia per proteggersi ovunque (friend utili ma non indispensabili). Un bel percorso per impratichirsi nell'arte della corda corta e della progressione in conserva.
Discesa anche se corta veramente esposta e pericolosa.

Gran bella salita in compagnia di una brillante Manu al rientro attività dopo la gravidanza. Fino al rifugio accompagnati dai nonni e dal piccolo Cédric di 11mesi
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella cresta su terreno misto perfetta per muovere i primi passi su questo tipo di terreno. Una buona traccia e un buon rigelo consentono al momento un rapido avvicinamento al pendio sotto il colletto di accesso alla cresta (ghiacciaio ancora ben chiuso).Al momento la cresta si percorre tutta coi ramponi in quanto ancora parecchio innevata anche se i passaggi su roccia sono completamente asciutti e ben scalabili.
Piacevole galoppata in quota in compagnia del team Coppione e di Cristina.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Facile e interessante salita per riempire una mezza giornata. L'accesso è comodo ma la risalita al colletto è su terreno molto instabile. La prima parte di cresta non segue un percorso obbligato ma cercando bene sulla dx si riescono a trovare dei bei passaggi estetici su buona roccia che portano fino alla prima cima. La seconda parte di cresta, che conduce alla cima vera e propria è ben più verticale ed aerea ma anche attrezzata (troppo, si potrebbe benissimo proteggere a friend) a spit sui tiri più due spit x le soste.
Salita da solo in 2h 30min da parcheggio a parcheggio. Vista stupenda e tanto divertimento
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Savoie (Aiguille de) Cresta Preuss (13/08/19)
    Aroletta (Vierge de l') Cresta Sud (01/07/19)
    Mucrone (Monte) Via del Canalino (27/12/18)
    Cervino o Matterhorn Cresta del Leone (27/08/18)
    Cengalo (Pizzo) Punta Angela, Spigolo Vinci (20/08/18)
    Bianco (Monte) Cresta dell'Innominata (29/06/18)
    Argentière (Aiguille d') Arete de Flèche Rousse (26/06/18)
    Pyramides Calcaires, cima SE Cresta NE (03/07/17)
    Breithorn Centrale Cresta Est (03/07/16)
    Pain de Sucre o Pan di Zucchero Cresta ESE (24/06/15)
    Entreves (Aiguille d') Cresta SO (22/08/14)
    Toules (Aiguilles des) Versante NW e cresta NW (22/08/14)
    Vincent (Piramide) e Punta Giordani Cresta del Soldato e Cresta ESE (19/08/13)
    Maudit (Mont) Cresta Kuffner (13/08/13)
    Toules (Aiguille des) Couloir NE (23/04/13)
    Herens (Dent d') Cresta Tiefenmatten (31/07/12)
    Tour Ronde Couloir Gervasutti (25/03/12)
    Tacul (Mont Blanc du) Couloir Modica-Noury (12/03/12)
    Tour Ronde Bernezat (01/08/11)
    Courtes (Les) Voie des Suisses (10/02/11)
    Tour Ronde Couloir Rébuffat (16/01/11)
    Avic (Monte) Via Normale da Villa per la Cresta Ovest (21/08/10)
    Zerbion (Monte) Cresta SE, Via delle Roccette (04/08/10)
    Miage (col de) Traversata da La Visaille a Le Contamine (01/08/10)
    Bouchier (Eperon de) da Bouchier (16/05/10)
    Entreves (Aiguille d') Cresta SO (13/10/07)
    Bianco (Monte) Via Normale dal Refuge des Cosmiques per il Col du Maudit (10/08/07)
    Vincent (Piramide) e Balmenhorn Via Normale da Indren (10/07/07)
    Gelé (Mont) Via Normale da Ruz per il Rifugio Crête Sèche (26/07/06)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (20/07/06)
    Argimonia (Rocca dell') Cresta Est (09/05/05)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (21/07/01)