sanet


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: OK
Via plasir su roccia molto bella e grip spaziale. L’attacco è evidente guardando la foto riportata sulle relazioni del rifugio. Al momento presente all’attacco un nevaietto che costringe il primo di cordata a mettere le scarpette al primo spit. Fra El Catalan (nome alla base) e Cris-tal ci sono almeno 4-5 vie. Molto bello il 4° tiro in fessura e la placca del 6° tiro. A mio parere chiodata molto bene sui passi più difficili e lunga dove è facile. Non usato friend. Noi siamo partiti al mattino presto dalla Val Veny ed attaccato alle 10 aspettando il sole che scaldasse la roccia. Discesa in doppia facendo tutte le soste per paura di incastri. Giornata spaziale e fortunatamente fredda. Lunga discesa a piedi e poi in auto a Genova. In compagnia della figlia Sara e di Andrea in vacanza in Val Veny.

Si vede il nevaietto all'attacco

Tiro in fessura

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Prima della sbarra a Prè de Pascal
Bella via con roccia molto lavorata e buon grip. I tiri sono corti ma noi li abbiamo fatti tutti. Alcuni passaggi richiedono un po’ di fisicità. Gradi riportati nella relazione giusti e chiodatura ottima da montagna, non serve integrare. Saliti fino in vetta e poi per sentiero e poi pista fino a Prè de Pascal. Io partito presto da Genova e raggiunto mia figlia Sara e Andrea che sono in vacanza in Val Veny. Domani al Dalmazzi.
La descrizione di come arrivare è perfetta , la via rimane tutta a sinistra , si incontrano le catene a scendere e poco dopo un ometto indica il bivio dove salire. Nel dubbio allego la traccia GPS per arrivare all’attacco.


Muro rosso vicino attacco via


Strapiombetto

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Ultima gita della stagione prima del grande caldo. Approfittando della festa del patrono e delle belle condizioni siamo saliti con mia figlia Sara , Andrea e l’amico di sempre Ettore a respirare aria di montagna. Si parte e arriva a P.Indren sci ai piedi. Molti a piedi ma comunque anche tanti con gli sci. Peccato per la neve molto lavorata che dà fastidio sia in salita che in discesa. Grande ambiente come sempre quando arrivi al colle del Lys e soddisfazione anche per avere convinto figlia e genero a venire. Attenzioni ai buchi insidiosi che iniziano ad aprirsi. La salita alla Parrot in perfette condizioni. Scesi dalla Parrot ci siamo portati sotto la Ludwigshohe che abbiamo salito velocemente. In discesa siamo scesi a sinistra della Balmenhorn con neve meno lavorata.

Sara arriva al colle del Lys

Cresta Parrot in gran condizioni

Belle condizioni ovunque
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si parcheggia a quota 2370
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi colle dell’Agnello trasformato in Luna Park della neve in condizioni spaziali. Gente ovunque. Si parcheggia a quota 2370 circa e si calzano gli sci a quota 2470 circa. Noi abbiamo effettuato l’anello in senso antiorario salendo prima la sella d’Asti poi il Pic Brusalana e poi scesi su velluto all’imbocco del canale che porta alla Breche. Dalla Breche lungo diagonale al Col Vieux ed infine il colle dell’Agnello stradale. Poi scesi su neve un po’ molle ma sempre sciabile e sfruttando alcune lingue di neve sci ai piedi fino a quota 2470. Lato Francese completamente pulito.In compagnia di mia figlia Sara.

Pic d'Asti e sella al mattino

Sella lato Nord

Parcheggio alle 13

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Si arriva bene al Talarico
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Dal parcheggio del Talarico si cammina circa 30-40 minuti. Gli sci si calzano a quota 2000 mentre in discesa sono sceso fino a 1940 mt. Oggi giornata bella ma calda. Noi abbiamo iniziato la discesa alle 11:20 trovando il primo pendio da 5 stelle. Peccato la neve un po’ sfondosa sotto il colle di Vens. Probabilmente scendendo un’ora prima avremmo trovato condizioni super. C’è poco da fare di questa stagione o sei veloce o devi partire prima. Comunque ottime condizioni in tutto il vallone. In 10 sul Borgonio e 2 verso la Testa di Ubac. In compagnia degli amici Ettore (Gazzano) e il giovane Roberto.
PS. Ho smarrito probabilmente in vetta un guanto nero tipo moffola della Marmot. Chi lo trovasse mi può contattare su Gulliver. Grazie.


Si calzano gli sci quota 2000

nel vallone

Ettore ed Ermanno in vetta

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK parcheggio solito in rifacimento
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Bivaccato nell’ accogliente locale invernale del Benevolo. In tre abbiamo lasciato gli sci sotto il colle (quota 3100 mt) e salito e disceso la pala con picca e ramponi (Ettore ha portato gli sci ancora 200 mt) mentre due ragazzi giovani sono scesi con gli sci da poco sotto la vetta. Al colle si arriva salendo un ripido canale nevoso (consigliato) o traversando su roccette poco sicure. Salita molto faticosa per la neve più recente che cedeva e per le rocce nascoste sotto la neve. In discesa bella neve primaverile fino a quota 2800 circa poi neve sfondosa fino al Benevolo. Per arrivare al rifugio sia in salita che in discesa abbiamo messo gli sci dal ponte sotto il Benevolo e saliti e scesi dal sentiero estivo a piedi. Oggi 4 “evergreen” Nino, Alberto ed il socio storico Ettore.

Situazione dal Benevolo

La nostra meta

Salita al colle su roccette

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK fino al secondo ponte
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi gran condizioni per una Marchisa in veste primaverile. Neve liscia tipo biliardo. indispensabili i coltelli. Noi siamo saliti per il colle Ovest e scesi per il colle Marchisa. Saliti con meteo super , cielo blu cobalto ed assenza di vento. Unico neo quando siamo scesi il tempo si è momentaneamente chiuso rendendo la visibilità non ottimale nella parte alta. Fortunatamente è riapparso il sole per farci gustare una bella sciata su neve primaverile. In discesa ravanando un po’ sulla strada si riesce ad arrivare a quota 2000 circa con un portage di circa 20 minuti. Noi in salita per scelta li abbiamo portati fino a quota 2200. In compagnia di mia figlia Sara , Andrea , Ettore e Margherita.

Condizioni spaziali

Tratto ripido e neve dura

Sara quasi al colle

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: OK
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Gita di grande soddisfazione inserita per me e l’amico Ettore in un giro di 3 giorni che abbiamo iniziato il primo giorno a Pont per salire il Grand Etre e arrivare al Rif. V. Emanuele e poi il secondo giorno salire il Gran Paradiso (che abbiamo mancato per 300 mt per temperatura -20 e tormenta) ed in traversata al Rif. Chabod dove ci hanno raggiunto gli amici Nino , Alberto ed il giovane e forte Massimiliano. Dal Rif. Chabod siamo risaliti fino al bivacco Sberna su neve dura (coltelli utilissimi) e calzati i ramponi abbiamo percorso la breve e facile cresta fino ad un caratteristico roccione dove abbiamo calzato gli sci. Discesa su farina da urlo sul ghiacciaio del Gran Neyron fino a quota 3000 sotto il ripido pendio che permette di arrivare ad un colle a quota 3100 . Vista la neve dura e portante abbiamo calzato i ramponi per raggiungere il colle e non ce ne siamo pentiti. Dal colle calzati gli sci fino all’attacco del canale dove con picca e ramponi abbiamo salito il canale che oggi era in belle condizioni e con molte peste. Passati sulla breve cresta fino alla placca ultimo ostacolo per arrivare in vetta. Massimiliano assicurato e aiutandosi con gli spit in loco a raggiunto la sosta e poi sempre assicurati tutti siamo arrivati in vetta. Discesa in doppia di circa 15 mt (noi avevamo una corda da 30 metri) e poi a ritroso il canale fino al deposito sci. Discesa da urlo prima su farina leggermente ventata e poi scendendo su primaverile sempre più bella. Arrivati sul torrente prima lo abbiamo attraversato sulla destra orografica e poi di nuovo sulla sinistra e sfruttando una lingua di neve sfondosa siamo risaliti fino a Levionaz de sot.
Sci nello zaino abbiamo percorso il comodo anche se lungo sentiero che da Levionaz porta a Eaux Rousses. Io che normalmente patisco i sentieri con gli scarponi l’ho trovato piacevole. Arrivati alla statale un gentile automobilista – alpinista ci ha accompagnato a recuperare l’auto. Che dire oggi condizioni spaziali sia come meteo che come neve. Se rimangono queste condizioni gita super consigliata. In piacevole compagnia di Ettore (gazzano) , Nino (l’ideatore della gita) , Massimilano che ha battuto e portato la corda e Alberto che voleva quasi rinunciare alla vetta e poi stimolato da me l’ha facilmente raggiunta con reciproca soddisfazione.


Cambio assetto dopo bivacco Sberna

Pendio che porta al colletto quota 3100

Placca finale

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Seconda tappa di trasferimento che dal Rif. V. Emanuele ci doveva portare via Gran Paradiso al Rif. Chabod. Alla partenza -11 gradi e aria frizzante. Purtroppo arrivati alla schiena d’asino a 300 mt dalla vetta un vento forte e temperature sempre più rigide (-17 percepita -20) ci hanno fatto desistere da raggiungere la vetta e con grande difficoltà siamo riusciti a fare cambio di assetto e scendere al Rif. Chabod. Appena scesi sul ghiacciaio di Laveciau zero vento e piacevole discesa su neve prima fresca poi trasformata fino al rifugio dove arriviamo per le 12. Crepacci ben chiusi. Domani ci aspetta una tappa dura. In compagnia di Ettore.

Verso il Gran Paradiso-freddo

Vento gelido

Bella discesa

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Prima tappa della traversata di 3 giorni che da Pont ci ha portato a salire il Gran Etrè e poi in traversata al Rif. V. Emanuele per proseguire nei giorni successivi a salire il Gran Paradiso , il Rifugio Chabod ed infine il Gran Sertz. Partiti molto presto da Genova con zaini molto pesanti alle 9 iniziamo la salita nel vallone di Seiva. Gli sci si calzano dopo circa 10-15 min a piedi. Un enorme valanga costringe ad un percorso molto tortuoso. Giornata molto fredda e con visibilità discreta ma non eccezionale. Tratto finale ghiacciato che ci ha costretto a proseguire con i ramponi per arrivare in vetta. Incontrati molti skialp in discesa dal Rif. V. Emanuele ma solo noi sul Grand Etrè. Discesa su neve sempre ben sciabile fino a cica 2700 dove si ripella per iniziare il lungo traverso che porta al colle a circa 2900 metri che permette la discesa al Rif. V. Emanuele. Anche qui percorso a volte non agevole causa valanghe esistenti. Arriviamo nel pomeriggio al Rifugio stanchi ma soddisfatti. In compagnia dell’amico Ettore.

Valangone

Sciatori in discesa dal V. Emanuele

Ettore in vetta

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Campaula (Costa), o Pian della Reina da Tetti Folchi (05/12/19)
    Aroletta (Vierge de l') Via Oriana (03/08/19)
    Castello (Rocca) Solo per Bruna (24/07/19)
    Plent (Punta) Banderas (20/07/19)
    Rouges de Triolet (Monts) Punta Est - Cris-Tal (10/07/19)
    Chetif (Mont) Pierre navigatore delle creste (09/07/19)
    Parrot (Punta) da Indren (24/06/19)
    Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti (02/06/19)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (30/05/19)
    Tsantelèina (Punta) da Thumel (15/05/19)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (12/05/19)
    Grand Sertz o Gran Serra da Pravieux per il Rifugio Chabod, discesa ad Eaux Rousses (07/05/19)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (06/05/19)
    Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche (05/05/19)
    Corborant (Cima di) da San Bernolfo (30/04/19)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (18/04/19)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (09/04/19)
    Pepino (Cima) da Limone 1400 (30/03/19)
    Gay (Becca di) dalla Diga di Teleccio (28/03/19)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Rhemy (22/03/19)
    Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri (14/03/19)
    Parassac (Tete de) da Maison Meane (10/03/19)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re, giro del Mercantour (08/03/19)
    Cussuna (Colle di) da Valgrisenche (03/03/19)
    Porta Nera (27/02/19)
    Periades (les) dalla Vallee Blanche per la Breche de Puiseux (21/02/19)
    Cars (Cima) da Certosa di Pesio, anello per Cima Piastra e Colle Serpentera (13/02/19)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re, per i Laghi di Fremamorta (27/09/18)
    Madre di Dio (Cima della) Via Normale da Pian della Casa del Re (26/09/18)
    Baus (il) Via Normale dal Piano della Casa del Re per il Colle della Culatta (11/08/18)
    Lyskamm Orientale e Occidentale Traversata Est-Ovest (03/08/18)
    Kurz (Punta) - Mont Brulè dalla Diga di Place Moulin (29/07/18)
    Zumstein (Punta) da Indren (18/07/18)
    Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (08/07/18)
    Alp (Punta dell') da Chianale per il Colle dell'Agnello e il versante Ovest (02/06/18)
    Valfredda (Punta) dal Ponte d'Almiane (27/05/18)
    Chateau des Dames dalla Diga di Place Moulin (25/05/18)
    Calabre (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (11/05/18)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (30/04/18)
    Pienasea (Cima di) da Chianale (26/04/18)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (24/04/18)
    Ruissas (Monte) da Lausetto (19/04/18)
    Tempesta (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (06/04/18)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (28/03/18)
    Cugn di Goria da Sodani (22/03/18)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (14/03/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (08/03/18)
    Reixa (Monte) dal Passo del Faiallo (27/02/18)
    Vertosan (Mont) da Parcheggio Flassin (21/02/18)
    Cavias (Testa di) quota 2500 m da Pietraporzio (14/02/18)
    Chaligne (Punta) da Gorrey (10/02/18)
    Basei (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (25/05/17)
    Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod (17/05/17)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re (14/05/17)
    Granta Parei da Thumel per il Rifugio Benevolo (10/05/17)
    Gran Vaudalaz (Punta Nord) da Thumel (09/05/17)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (20/04/17)
    Bellino (Monte) da Chiappera (14/04/17)
    Rutor (Testa del) da Bonne (08/04/17)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy (07/04/17)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (30/03/17)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (15/03/17)
    Sibolet (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (11/03/17)
    Borel (Monte) da San Giacomo (08/03/17)
    Lago dell' Oro (Cima del) da Limonetto (02/03/17)
    Tacul (Pyramide du) Cresta Est - Via Ottoz-Grivel-Croux (09/07/16)
    Giordani (Punta) da Indren (03/07/16)
    Entreves (Aiguille d') Cresta SO (10/06/16)
    Marbrées (Aiguilles, Punta Nord) Cresta NE (09/06/16)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (06/05/16)
    Castore da Plateau Rosà (20/04/16)
    Gioffredo (Punta) da San Bernolfo (14/04/16)
    Gelé (Mont) da Ruz (24/03/16)
    Cavias (Testa di) quota 2500 m da Pietraporzio (04/03/16)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (17/02/16)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (05/02/16)
    Tsa (Tour de la) da Bionaz per il Versante Sud e possibile giro per il Vallone di Sassa (27/01/16)
    Maledia (Cima della) Cresta SE (22/09/15)
    Giet (Paroi de), Aiglun Goutte a Goutte (19/09/15)
    Moulette (Vallon de la) - II tour, tete Noire Premières mesures (17/08/15)
    Weissmies traversata S-N (12/08/15)
    Bourcet - Parete dei Corvi Sperone dei corvi (02/08/15)
    Stella (Corno) Via Lupetti (22/07/15)
    Corno Nero o Schwarzhorn Via Normale da Indren (15/07/15)
    Parrot (Punta) Via Normale, traversata Ovest-Est (14/07/15)
    Polluce e Roccia Nera da Plateau Rosà (18/05/15)
    Breithorn Centrale da Cervinia (17/05/15)
    Maledia (Cima della) da San Giacomo (10/05/15)
    Gelas (Cima dei) da San Giacomo per il versante ONO e discesa per Canale E (09/05/15)
    Trifthorn da Zinal (23/04/15)
    Zinalrothorn (spalla) anfiteatro Mountet (22/04/15)
    Homme (Téte de l') da Chiappera, giro per i Colli Gippiera e dell'Infernetto (15/04/15)
    Vallée Blanche da Aiguille du Midi (11/04/15)
    Albrage (Monte) da Chiappera (09/04/15)
    Chersogno (Monte) da Lausetto per il Vallone di Verzio (02/04/15)
    Rutor (Testa del) da Bonne (28/03/15)
    Mongioia (Monte), Monte Salza, Testa di Malacosta dal Rifugio Melezè, giro (11/03/15)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (13/11/14)
    Dibona (Aiguille) Visite obligatoire (07/08/14)
    Cavallo (Monte) Via Gli Smemorati (03/08/14)
    Verdon (Gorges du) Chlorochose (27/07/14)
    Verdon (Gorges du) Bwana Maline (26/07/14)
    Sbarua (Rocca) Sperone Rivero - Funghi Sacri (22/06/14)
    Baus (Il) da Pian della Casa del Re (12/06/14)
    Tenibres (Monte) da Pietraporzio (24/05/14)
    Homme (Téte de l') da Chiappera, giro per i Colli Gippiera e dell'Infernetto (16/05/14)
    Nant Cruet (Pointe du) o Plates des Chamois da Surrier (10/05/14)
    Sagneres (Pic delle) da Ponte Pelvo per il Vallone Camoscera (23/04/14)
    Salza (Monte) da Chianale (17/04/14)
    Vincent (Piramide) da Indren (14/04/14)
    Balmenhorn o Cristo delle Vette da Indren (13/04/14)
    Periades (les) dalla Vallee Blanche per la Breche de Puiseux (10/04/14)
    Matto (Monte, Cima Est) da Sant'Anna (28/03/14)
    Lausetto (Cima del) da Tetti Gaina (25/03/14)
    Serpentera (Cima) da Villaggio d’Ardua, per Cresta di S. Lorenzo, Porta Biecai, Pian Marchisio, Artesina (21/03/14)
    Bégo (Monte) da les Mesches (15/03/14)
    Abisso (Rocca dell') dal Vallone di Caramagne (12/03/14)
    Buchet (Monte), Costa Chiggia e Monte Festa da Arata, anello (06/03/14)
    Buchet (Monte) da Arata (27/02/14)
    Sampeyre (Colle di) da Confine (22/01/14)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (15/01/14)
    Piovosa (Punta la) spalla NNE quota m 2288 da Tolosano per la spalla NNE (09/01/14)
    Sibolet (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (03/01/14)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (30/12/13)
    Creusa Occidentale (Monte) da Tetti Folchi (18/12/13)
    Bodoira (Monte) da Preit (05/12/13)
    Bianca (Monte la) quota 2409 m NO da Preit (27/11/13)
    Durand (Cima) da Artesina (23/11/13)
    Campanili (Rocca dei) Alba Celtica (28/10/13)
    Sbarua (Rocca) Sperone Cinquetti - Via Cinquetti - Burdino (18/10/13)
    Castello (Rocca) King Line (24/09/13)
    Machaby (Corma di) Topo Bianco (21/09/13)
    Meja (Rocca la) Piccola Peste (12/08/13)
    Udine (Punta) Visto per il Perù (10/08/13)
    Raty (Bec) Ex art. 18 (03/08/13)
    Castello (Rocca) Solo per Bruna (27/07/13)
    Ghigo (Punta) Super Ellena (21/07/13)
    Stella (Corno) Pilastro di Oscar (20/07/13)
    Machaby (Corma di) Bucce d'arancia (04/07/13)
    Ludwigshohe da Indren (30/06/13)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (18/06/13)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (15/06/13)
    Valrossa (Gemello Nord di) da Diga del Rio Freddo (07/06/13)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (02/06/13)
    Negra (Rocca) da San Bernolfo (14/05/13)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (03/03/13)
    Montagnaya (Punta) per la Comba di Montagnaya (01/03/13)
    Lupo (Cima del) da Chianale (20/02/13)
    Vaccia (Monte) da Pietraporzio (17/02/13)
    Enchiausa (Colle d') da Saretto (14/02/13)
    Saccarello (Monte) - Il Redentore da Monesi (10/02/13)
    Abisso (Rocca dell') dal Vallone di Caramagne (06/02/13)
    Pebrun (Monte) Anticima W-NW da Grange di Argentera (12/01/13)
    Reis (Rocca) per il Vallone Forneris (09/01/13)
    Leone (Monte) dal Passo del Sempione (02/06/12)
    Finsteraarhorn Cresta NO (27/05/12)
    Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti (17/05/12)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (10/05/12)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (04/05/12)
    Serpentera (Cima) da Villaggio d’Ardua, per Cresta di S. Lorenzo, Porta Biecai, Pian Marchisio, Artesina (16/03/12)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Rhemy (07/03/12)
    Camosciera (Bric) da Chiazale (30/11/11)
    Marchisa (Rocca la) da Lausetto (26/11/11)
    Sebolet (Cima) da Lausetto (19/11/11)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (14/11/11)
    Stella (Corno) Regalami un sorriso + Barone Rampante (08/09/11)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (15/06/11)
    Ghiliè (Cima) e Cima di Mercantour da Pian della Casa del Re, anello (25/05/11)
    Marguareis (Punta) da Madonna d'Ardua, anello Passo del Duca, Canale dei Torinesi (18/04/11)
    Sautron (Monte) da Saretto, anello per il Colle Sautron e il Monte Viraysse (13/04/11)
    Paur (Rocca la) e Malinvern Giro dal vallone di Rio Freddo (2 gg.) (01/04/11)
    Serpentera (Cima) da Villaggio d’Ardua, per Cresta di S. Lorenzo, Porta Biecai, Pian Marchisio, Artesina (26/03/11)
    Maniglia (Punto nodale del) da Sant'Anna (24/03/11)
    Tre Chiosis (Punta) da Chianale per il Vallone di Soustra (10/03/11)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (24/02/11)
    Stau (Colle di) da Villaggio Primavera (19/02/11)
    Cars (Cima) da Certosa di Pesio, anello per Cima Piastra e Colle Serpentera (10/02/11)
    Bianca (Monte la) da Preit (05/01/11)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (29/12/10)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (02/12/10)
    Giobert (Monte) da Preit (19/11/10)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (11/11/10)
    Asti (Sella d') da Chianale (06/11/10)
    Stella (Corno) Via De Cessole (11/09/10)
    Parete nascosta Solo trip wall con variante Berghi (21/08/10)
    Rouge des Hourtets (Sommet) Festival (08/08/10)
    Meja (Rocca la) Cosi Vicino cosi lontano (03/07/10)
    Neige des Ecrins (Dome de) da Prè de Madame Carle (05/06/10)
    Ghiliè (Cima) e Cima di Mercantour da Pian della Casa del Re, anello (01/06/10)
    Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone (29/05/10)
    Tenibres (Monte) da Pietraporzio (25/05/10)
    Gelas (Cima dei) Traversata Cima della Maledia-C. d. Gelas, da S. Giacomo di Entraque (20/05/10)
    San Bernolfo (Rocca di) da San Bernolfo (17/05/10)
    Haute de Mary (Pointe) colletto a S-SE 3140 m da Maljasset, traversata a Sant'Anna (29/04/10)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren da Sant'Anna, traversata a Maljasset (28/04/10)
    Feluma (Punta) da Valgrisenche (17/03/10)
    Verosso (Cima) da Graniga (12/03/10)
    Sainte Marie (Mont) da Casterino (08/03/10)
    Pian Ballaur (Cima) e Cima Bozano da Carnino Superiore, anello per il Rifugio Carlo Bossi (02/03/10)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (18/02/10)
    Madonna (Cima della) da Madonna d'Ardua (13/02/10)
    Serpentera (Cima) da Madonna d'Ardua per il Vallone della Madonna (03/02/10)
    Cavias (Testa di) quota 2500 m da Pietraporzio (31/01/10)
    Ferlette (Cima) da Camperi (28/01/10)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (23/01/10)
    Grum (Monte) da Figliere e il passo della Magnana (18/01/10)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (12/01/10)
    Lavezzara (Costa) da Cappella dell'Assunta (10/01/10)
    Servagno (Monte) da Preit (03/01/10)
    Seita (Monte) quota 2505 m SO da Besmorello (20/12/09)
    Creusa Occidentale (Monte) da Tetti Folchi (16/12/09)
    Omo (Monte) da San Giacomo (10/12/09)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (05/12/09)
    Tempesta (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (02/12/09)
    Garitta Nuova (Testa di) Anello Riba del Gias,Garitta Nuova,lago Laset,Cervetto (27/11/09)
    Crosa (Cima di) da Meire Bigoire (24/11/09)
    Seirasso (Cima) da Artesina, anello Colla della Balma, Colla Bauzano (18/11/09)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (14/11/09)
    Lose (Cima delle) da Argentera (11/11/09)
    Plateau Rosa da Cervinia (06/11/09)
    Bodoira (Monte) da Preit (31/10/09)
    Bodoira (Monte) da Preit (27/10/09)
    Dente del Gigante Via Normale (09/09/09)
    Stella (Corno) Via Lupetti (01/09/09)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (24/08/09)
    Giordani (Punta) da Indren (16/07/09)
    Fletschhorn versante NO per il Grubengletscher (08/07/09)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (04/07/09)
    Gelas (Cima dei) da San Giacomo per Forcella Roccati, Colletto Saint Robert e Canale E (30/06/09)
    Senggchuppa da Engiloch (24/06/09)
    Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone (18/06/09)
    Mischabel (Dom de) da Randa (13/06/09)
    Ubac (Testa dell') da Pontebernardo (07/06/09)
    Clapier (Mont) da Pont du Countet, giro del Peirabroc (27/05/09)
    Traversata M. Rosa Hutte-Porta Nera-C.le Breithorn-Cervinia (21/05/09)
    Dufour (Punta) o Dufourspitze dalla Monterosa-hutte per la Silbersattel e il versante Nord (20/05/09)
    Monte Rosa Hutte da Cervinia per il Colle del Teodulo (19/05/09)
    Blancia (Rocca) da Fouillouse per il Colle di Nubiera e la cresta nord-ovest (13/05/09)
    Chersogno (Monte) da Lausetto per il Vallone di Verzio (07/05/09)
    Gran Zebrù dall'Albergo dei Forni (03/05/09)
    Pasquale (Monte) dall'Albergo dei Forni, traversata Rifugio Branca - Rifugio Pizzini (02/05/09)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (30/04/09)
    Chersogno (Monte) da Campiglione (25/04/09)
    Telliers (Monts) da Bourg Saint Bernard (22/04/09)
    Pepino (Cima di, o Cime de Pepin) da San Giovanni (18/04/09)
    Grand Golliaz, anticima 3189 m da Mottes (14/04/09)
    Mongioie (Monte) da Viozene, anello per il Monte Rotondo e il Bric di Conoia (26/03/09)
    Rastcias (Monte) da Fracchie (24/03/09)
    Paur (Rocca della) da Sant'Anna, giro per il Colle della Valletta (21/03/09)
    Malta (Punta) da Villaretto, anello per Vallone dei Duc e Passo di San Chiaffredo (18/03/09)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (16/03/09)
    Lose (Cima delle) da Argentera (12/03/09)
    Peyrefique (Pointe de) o Peirafica dalla strada Colle di Tenda per il Vallone de Caramagne (11/03/09)
    Baussetti (Monte) da Camperi per il Vallone Borello (03/03/09)
    Mongioia (Monte), Monte Salza, Testa di Malacosta dal Rifugio Melezè, giro (26/02/09)
    Pian Ballaur (Cima) da Madonna d'Ardua (25/02/09)
    Conoia o Conoja (Bric di) Canalone SO (21/02/09)
    Guglie (Punta delle) da Foresto (19/02/09)
    Conoia o Conoja (Bric di) Canalone SO (17/02/09)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (14/02/09)
    Chajol (Mont) dal Vallon de Caramagne (12/02/09)
    Vantacul (Monte) spalla NNO (09/02/09)