sanet


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Posteggio a S.Giacomo
quota neve m :: 1800
SUPER GITA! Partiti dal Rif.Soria alle 5 siamo risaliti sci ai piedi e coltelli fino al passo dei Ghiacciai. Noi abbiamo traversato alti per cercare di non perdere quota ma consiglio per il pendio ripido, la neve dura con qualche placca ghiacciata di perdere un po’ di quota e risalire o fare il traverso delicato con picca e ramponi. Dal passo siamo scesi sciando fino a quota 2600 m circa, ripellato e risalito con gli sci fino sotto la Maledia. Canale della Maledia in splendide condizioni con alcune tracce di sci dalla vetta! Scesi dagli zaini sci in spalla abbiamo imboccato lo stretto e ripido canale che dal passo della Maledia porta in Francia in direzione del Lac Long. Lungo traverso sotto il col Terrasse , risaliti poi sotto il canale Est dei Gelas. A questo punto (stanchi) abbiamo abbandonato gli sci alla base e con picca e ramponi siamo saliti sui Gelas. Discesa verso il colle St.Robert , breve risalita e discesa ripida con neve impegnativa , poi lungo traverso verso la forcella Roccati e fantastica discesa su neve trasformata fino al Rif.Soria. Dalla Maledia in 3 sono scesi direttamente in direzione del Bivacco Moncalieri fino al Pian del Rasur in 6 abbiamo concluso la traversata. Traccia GPS a disposizione.
In compagnia di Ettore,Luciano, Gino (vecchia guardia) e Giova,Luigi,Dado,Gil e Gian Piero (i rampanti).
Ancora una volta grazie a Ettore che con la sua inventiva è riuscito a studiare una gita SUPER.
Un ringraziamento anche alla cordiale e simpatica gestrice del Rifugio che è venuta ad aprirlo per noi.Grazie.


Col Terrasse e canale Est Gelas

Passaggio dei ghiacciai

Maledia

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Si arriva fino a S.Bernolfo
quota neve m :: 1700
Saliti direttamente dal canale che si prende a destra appena attraversato il ponte. Neve continua fino in vetta. In 6 abbiamo salito il canale con ramponi (consigliato), uno di noi con sci e coltelli. Gli sci si tolgono appena sotto la vetta per salire l’impennata finale. In 2 sono scesi direttamente dalla vetta. Che dire della neve? Speravamo nel rigelo notturno che in basso è stato parziale, per cui neve super da 5* nella parte alta , sfondosa nella parte mediana e discreta nella parte finale. Noi siamo scesi in direzione del Rif. Laus e con qualche metti e leva si arriva abbastanza in basso. Fabio è sceso nel canale salito al mattino su neve polentosa ma arrivando vicino all’auto sci ai piedi.
In compagnia di Attilio, Tonino,Luciano,Fabio, Luigi e Ivan


Pendii finali

Spalla finale

Vetta

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1900
Seconda tappa della traversata di 2 giorni che dal Maljasset seguendo un itinerario inusuale ci ha portati al Rif.Melezè. Per un tratto abbiamo seguito l’itinerario classico che porta al Colle Maurin, poi saliti nel vallone di sinistra fino ad arrivare al Plateau de Tuissier bello e selvaggio. Breve consulto e decidiamo di risalire il ripido pendio che porta al colle , confortati anche da un ski alp francese che ci precedeva. Picca e ramponi indispensabili. Arrivati al colle uno sguardo alla difficile cresta rocciosa della Pointe Haute de Mary e facciamo in tempo a vedere partire il francese sci ai piedi giù per il ripido canale a 40°-45° un po’ a scaletta e un po’ curvando. Noi sempre rigorosamente con picca e ramponi scendiamo faccia a monte fino ad un punto dove possibile mettere gli sci. Discesa su firn spaziale fino a quota 2600 m del vallone di Chabriere, ripellato e risaliti fino al colle di Autaret, non senza lanciare qualche sguardo alla severa cima Pelvo di Ciabrera come futura meta. Discesa seguendo l’itinerario classico dall’Autaret alternando splendido firn a pappa comunque sempre sciabile. Con qualche metti e leva si arriva sci ai piedi dall’auto.
In compagnia di Ettore,Luciano e Attilio del CAI ULE Ge-Sestri. Itinerario alternativo a dir poco affascinante e severo con paesaggi mozzafiato. Aggiunta traccia GPS per chi volesse ripeterlo.


Point Haute de Mary e canale visti dal Plateau de Tuisser

Arrivo al colle

Inizia la discesa

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 1800
Prima tappa di una splendida traversata di 2 giorni che da S.Anna di Bellino ci ha portato al Maljasset con salita al M. Mongioia. Partenza antelucana da Genova e alle 6:20 calziamo gli sci. Neve praticamente continua salvo un paio di metti e leva e qualche metro sull’erba. Imboccato il vallone di Rui a quota circa 2700 m tenere la sinistra e salire il ripido pendio dove passa il sentiero estivo. Arrivati al bivacco Boerio puntare alla cresta sud e risalirla sul lato destro. Vista l’abbondanza di neve in 3 si sono portati gli sci in vetta mentre io, abbastanza stanco, sono salito più leggero con picca e ramponi. Commozione in vetta ricordando che solo un anno fa ci abbracciavamo in vetta con Carlo. Poi per Ettore discesa integrale dalla vetta con sci e dal passo di Mongioia discesa del vallone di Rubren su moquette da 5* fino ad imboccare la valle di Ubaye. Noi abbiamo tenuto la sinistra orografica del torrente e con qualche risalita siamo arrivati al Plan de Parouart. Lì ci siamo divisi e in 2 hanno guadato il torrente per andare a prendere la strada sul lato destro dell’Ubaye (scelta consigliata) mentre in 2 , seguendo una vecchia traccia siamo scesi sul lato sinistro (scelta sconsigliata almeno nelle condizioni attuali) e alla fine abbiamo dovuto guadare in un punto con forte corrente e prendere finalmente la strada che in breve ci ha portati al Rif.Maljasset. La valutazione di 5* che ho dato vale considerando la gita sci alpinistica terminata al Plan de Parouart. In compagnia di Ettore,Luciano e Attilio del CAI ULE Ge-Sestri. Saluto gli amici Larice e Armando che quel giorno hanno salito la testa di Malacosta e ci hanno aspettato per salutarci ma io ero troppo impegnato nei vari guadi! Confermo l’ospitalità e l’ottimo rapporto qualità prezzo del Rif. Maljasset.Aggiunta traccia GPS

Vallone di Rui

Salita al M.Mongioia

Vetta

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1400
Gita per ambiente e panorama dalla vetta da 5*. In discesa neve a tratti farina e a tratti più pesante. Il pendio è molto tracciato ma cercando si trovano ancora zone vergini. Seguendo altri sci alpinisti siamo saliti percorrendo in salita la pista che parte subito a destra e deviando poi sempre a destra per un ripido bosco ci siamo congiunti all’itinerario descritto. Molto utili i coltelli mentre oggi i ramponi non servivano. In discesa abbiamo invece seguito l’itinerario descritto che permette di arrivare all’arrivo dello ski lift deviando decisamente verso Nord a quota 2300 m, poi nel bosco fino all’auto. A consuntivo il percorso di salita è risultato decisamente più sicuro non dovendo mai fare tagli di pendio. In 7 del CAI ULE Ge-Sestri. Contraccambio i saluti ai 3 giovani del gruppo “ilcoppione”

Salita

Quasi in vetta

Vetta

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Oggi si arrivava anche senza catene a San Bernardo facendo attenzione.
quota neve m :: 1300
Gita scelta per la sicurezza visto che il bollettino di ieri assegnava rischio 2 alla Valdossola e 3 sul resto delle Alpi Occidentali. In realtà vista la quantità di neve compresi i 20-30 cm di neve nuova e gli accumuli presenti fanno secondo noi salire il pericolo al grado 3. Saliti per la ripida dorsale est alternando ripidi pendii nel bosco a passaggi più dolci abbiamo raggiunto la lunga cresta che porta in vetta. A quota circa 2360 m abbiamo abbandonato gli sci ed in 4 abbiamo proseguito con i ramponi fino alla vetta su neve inconsistente , qualche cornice e qualche passaggio non banale. Grandioso panorama dalla vetta sulle più famose cime Svizzere. Vista la poca sciabilità del percorso in salita e la pericolosità del classico anello di discesa verso il pianoro del Tschavinersee abbiamo optato per il vallone che da Nord porta verso il lago di Ragozza e da lì fino alla strada che porta a San Bernardo. Discesa su neve che alternava tratti di ottima farina a neve più crostosa ma sempre sciabile. Sconsigliato scendere da dove si sale (sassi e poca sciabilità). Molto bella la panoramica ed alpinistica cresta finale che ha reso più interessante la gita. In 8 del CAI ULE Ge-Sestri.Aggiunto traccia GPS

Ripidi pendii di salita

Uscita dal bosco

La lunga cresta

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: Oggi si arrivava senza catene a Casterino
quota neve m :: 1200
Gita scelta per la sicurezza e anche perché nessuno di noi l’aveva mai salita. Alla partenza –10°, cielo velato e un palmo di neve fresca. In salita non siamo passati dal rif. di Fontanalba ma abbiamo deviato decisamente a destra per ricongiungerci a quota 2200 m all’itinerario descritto. In 4 abbiamo per prudenza messo i coltelli sul pendio finale con neve dura. Panorama notevole dalla vetta. In discesa abbiamo trovato un po’ tutte le nevi possibili: farina compressa in alto, neve trasformata dura, crosta , farina nel bosco e un palmo di neve fresca sulla strada nel complesso sempre ben sciabile. Non seguite le tracce di discesa che vanno in direzione del corso d’acqua , pena un po’ di ravanamento. In compagnia di Armando,Ettore,Nino e Nicola del CAI ULE Ge-Sestri.Aggiunta traccia gps

In salita

Quasi in vetta

Vetta

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Se permangono queste condizioni di tempo e neve gita super consigliata. Neve primaverile da cima a fondo. Saliti per il ripido Passo delle Mastrelle (coltelli indispensabili), passando a fianco al Rif.Saracco-Volante abbiamo raggiunto la dorsale e finalmente la Cima Pian Ballaur. Tolte le pelli rapida discesa al colle su neve leggermente ventata, ripellato e raggiunto la Cima delle Saline. Visto il tempo splendido abbiamo aspettato che la neve mollasse un po’ prima di scendere. Roberto (il più giovane) sceso direttamente dalla vetta con gli sci, gli altri scesi con i ramponi per 30 m , poi giù sui ripidi pendii , valloni, canali su splendido “firn” fino a Carnino Inferiore. Giornata calda con cielo cobalto. Vista dalla Alpi alla Corsica. Le condizioni a Sud oggi erano eccezionali anche per le altre gite , domani chissà? se nevica ancora. In 10 del CAI ULE Ge-Sestri.Aggiunta traccia GPS

Verso il passo delle Mastrelle

Il Rif.Saracco-Volante

La Corsica sullo sfondo

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 700
Tempo splendido oltre ogni rosea aspettativa, pendii vergini da tracciare , bosco magico. Arrivati in vetta alla Gardiola visto l’orario ci siamo diretti verso la Cima di Cars lungo la panoramicissima dorsale ma giunti al Casino del Cars (1864 m) ci siamo fermati perché abbiamo giudicato pericoloso proseguire. Ritornati nuovamente verso la Gardiola finalmente abbiamo iniziato la discesa. La parte alta con neve molto bella e godibile , nel bosco già leggermente pesante anche se sempre sciabile. Si arriva comodamente sci ai piedi fino all’auto sfruttando la pista da fondo.Al mattino freddo, ma dopo le 12 rialzo termico. In 8 del CAI ULE Ge-Sestri.Aggiunta traccia GPS

Magia del bosco

Quasi in vetta

Dorsale e Cima di Cars

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 800
Partiti dall'auto per primi abbiamo battuto traccia fino dopo il Gias Pian del Creuse, poi per fortuna sono arrivati i rinforzi e ci siamo accodati. Arrivati al Gias Madonna a quota 1650 m il gruppone si è diviso in due parti: noi tre e altri due siamo saliti per la ripida dorsale centrale, gli altri per un percorso più a destra che si collegava al nostro con un lungo traverso. In discesa comunque tutti sono scesi sulla dorsale. Valutate voi dove meglio salire. Arrivati al colle ci vogliono ancora circa 20 min per arrivare in vetta. Conviene tenere le pelli per ritornare al colle. Giornata bella e soleggiata che ci siamo goduti in vetta. Scesi per ultimi purtroppo abbiamo trovato il pendio un po’ arato , comunque cercando si trovano ancora zone vergini. La neve è farina leggermente pesante , bella anche nel bosco. In compagnia di Luciano e Andrea.
AVVISO: probabilmente domani ci sarà anche la gita sociale del CAI ULE Ge-Sestri


Luci nel bosco

Prima

Dopo!

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re, per i Laghi di Fremamorta (27/09/18)
    Madre di Dio (Cima della) Via Normale dal Gias delle Mosche (26/09/18)
    Baus (il) Via Normale dal Piano della Casa del Re per il Colle della Culatta (11/08/18)
    Lyskamm Orientale e Occidentale Traversata Est-Ovest (03/08/18)
    Kurz (Punta) - Mont Brulè dalla Diga di Place Moulin (29/07/18)
    Zumstein (Punta) da Indren (18/07/18)
    Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (08/07/18)
    Alp (Punta dell') da Chianale per il Colle dell'Agnello e il versante Ovest (02/06/18)
    Valfredda (Punta) dal Ponte d'Almiane (27/05/18)
    Chateau des Dames dalla Diga di Place Moulin (25/05/18)
    Calabre (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (11/05/18)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (30/04/18)
    Pienasea (Cima di) da Chianale (26/04/18)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (24/04/18)
    Ruissas (Monte) da Lausetto (19/04/18)
    Tempesta (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (06/04/18)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (28/03/18)
    Cugn di Goria da Sodani (22/03/18)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (14/03/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (08/03/18)
    Reixa (Monte) dal Passo del Faiallo (27/02/18)
    Vertosan (Mont) da Parcheggio Flassin (21/02/18)
    Cavias (Testa di) quota 2500 m da Pietraporzio (14/02/18)
    Chaligne (Punta) da Gorrey (10/02/18)
    Basei (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (25/05/17)
    Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod (17/05/17)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re (14/05/17)
    Granta Parei da Thumel per il Rifugio Benevolo (10/05/17)
    Gran Vaudalaz (Punta Nord) da Thumel (09/05/17)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (20/04/17)
    Bellino (Monte) da Chiappera (14/04/17)
    Rutor (Testa del) da Bonne (08/04/17)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy (07/04/17)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (30/03/17)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (15/03/17)
    Sibolet (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (11/03/17)
    Borel (Monte) da San Giacomo (08/03/17)
    Lago dell' Oro (Cima del) da Limonetto (02/03/17)
    Tacul (Pyramide du) Cresta Est - Via Ottoz-Grivel-Croux (09/07/16)
    Giordani (Punta) da Indren (03/07/16)
    Entreves (Aiguille d') Cresta SO (10/06/16)
    Marbrées (Aiguilles, Punta Nord) Cresta NE (09/06/16)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (06/05/16)
    Castore da Plateau Rosà (20/04/16)
    Gioffredo (Punta) da San Bernolfo (14/04/16)
    Gelé (Mont) da Ruz (24/03/16)
    Cavias (Testa di) quota 2500 m da Pietraporzio (04/03/16)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (17/02/16)
    Entrelor (Cima di) dalla Val di Rhèmes (05/02/16)
    Tsa (Tour de la) da Bionaz, per versante S e possibile traversata su vallone di Sassa (27/01/16)
    Maledia (Cima della) Cresta SE (22/09/15)
    Giet (Paroi de), Aiglun Goutte a Goutte (19/09/15)
    Moulette (Vallon de la) - II tour, tete Noire Premières mesures (17/08/15)
    Weissmies traversata S-N (12/08/15)
    Bourcet - Parete dei Corvi Sperone dei corvi (02/08/15)
    Stella (Corno) Via Lupetti (22/07/15)
    Corno Nero o Schwarzhorn Via Normale da Indren (15/07/15)
    Parrot (Punta) Via Normale, traversata Ovest-Est (14/07/15)
    Polluce e Roccia Nera da Plateau Rosà (18/05/15)
    Breithorn Centrale da Cervinia (17/05/15)
    Maledia (Cima della) da San Giacomo (10/05/15)
    Gelas (Cima dei) da San Giacomo per il versante ONO e discesa per Canale E (09/05/15)
    Trifthorn da Zinal (23/04/15)
    Zinalrothorn (spalla) anfiteatro Mountet (22/04/15)
    Homme (Téte de l') da Chiappera, giro per i Colli Gippiera e dell'Infernetto (15/04/15)
    Vallée Blanche da Aiguille du Midi (11/04/15)
    Albrage (Monte) da Chiappera (09/04/15)
    Chersogno (Monte) da Lausetto per il Vallone di Verzio (02/04/15)
    Rutor (Testa del) da Bonne (28/03/15)
    Mongioia (Monte), Monte Salza, Testa di Malacosta dal Rifugio Melezè, giro (11/03/15)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (13/11/14)
    Dibona (Aiguille) Visite obligatoire (07/08/14)
    Cavallo (Monte) Via Gli Smemorati (03/08/14)
    Verdon (Gorges du) Chlorochose (27/07/14)
    Verdon (Gorges du) Bwana Maline (26/07/14)
    Sbarua (Rocca) Sperone Rivero - Funghi Sacri (22/06/14)
    Baus (Il) da Pian della Casa del Re (12/06/14)
    Tenibres (Monte) da Pietraporzio (24/05/14)
    Homme (Téte de l') da Chiappera, giro per i Colli Gippiera e dell'Infernetto (16/05/14)
    Nant Cruet (Pointe du) o Plates des Chamois da Surrier (10/05/14)
    Sagneres (Pic delle) da Ponte Pelvo per il Vallone Camoscera (23/04/14)
    Salza (Monte) da Chianale (17/04/14)
    Vincent (Piramide) da Indren (14/04/14)
    Balmenhorn o Cristo delle Vette da Indren (13/04/14)
    Periades (les) dalla Vallee Blanche per la Breche de Puiseux (10/04/14)
    Matto (Monte, Cima Est) da Sant'Anna (28/03/14)
    Lausetto (Cima del) da Tetti Gaina (25/03/14)
    Serpentera (Cima) da Villaggio d’Ardua, per Cresta di S. Lorenzo, Porta Biecai, Pian Marchisio, Artesina (21/03/14)
    Bégo (Monte) da les Mesches (15/03/14)
    Abisso (Rocca dell') dal vallone di Caramagne (12/03/14)
    Buchet (Monte), Costa Chiggia e Monte Festa da Marmora, giro (06/03/14)
    Buchet (Monte) da San Sebastiano (27/02/14)
    Sampeyre (Colle di) da Confine (22/01/14)
    Missun (Cima) da Upega (15/01/14)
    Piovosa (Punta la) spalla NNE quota m 2288 da Tolosano per la spalla NNE (09/01/14)
    Sibolet (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (03/01/14)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (30/12/13)
    Creusa Occidentale (Monte) da Tetti Folchi (18/12/13)
    Bodoira (Monte) da Preit (05/12/13)
    Bianca (Monte la), quota 2409 a NO da Preit (27/11/13)
    Durand (Cima) da Artesina (23/11/13)
    Campanili (Rocca dei) Alba Celtica (28/10/13)
    Sbarua (Rocca) Sperone Cinquetti - Via Normale (18/10/13)
    Castello (Rocca) King Line (24/09/13)
    Machaby (Corma di) Topo Bianco (21/09/13)
    Meja (Rocca la) Piccola Peste (12/08/13)
    Udine (Punta) Visto per il Perù (10/08/13)
    Raty (Bec) Ex art. 18 (03/08/13)
    Castello (Rocca) Solo per Bruna (27/07/13)
    Ghigo (Punta) Via Super Ellena (21/07/13)
    Stella (Corno) Pilastro di Oscar (20/07/13)
    Machaby (Corma di) Bucce d'arancia (04/07/13)
    Ludwigshohe da Indren (30/06/13)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (18/06/13)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (15/06/13)
    Valrossa (Gemello Nord di) da Diga del Rio Freddo (07/06/13)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (02/06/13)
    Negra (Rocca) da San Bernolfo (14/05/13)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (03/03/13)
    Montagnaya (Punta) per la Comba di Montagnaya (01/03/13)
    Lupo (Cima del) da Chianale (20/02/13)
    Vaccia (Monte) da Pietraporzio (17/02/13)
    Enchiausa (Colle d') da Saretto (14/02/13)
    Saccarello (Monte) - Il Redentore da Monesi (10/02/13)
    Abisso (Rocca dell') dal vallone di Caramagne (06/02/13)
    Pebrun (Monte) Anticima W-NW da Grange di Argentera (12/01/13)
    Reis (Rocca) per il Vallone Forneris (09/01/13)
    Leone (Monte) dal Passo del Sempione (02/06/12)
    Finsteraarhorn Cresta NO (27/05/12)
    Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti (17/05/12)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (10/05/12)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (04/05/12)
    Serpentera (Cima) da Villaggio d’Ardua, per Cresta di S. Lorenzo, Porta Biecai, Pian Marchisio, Artesina (16/03/12)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Rhemy (07/03/12)
    Camosciera (Bric) da Chiazale (30/11/11)
    Marchisa (Rocca la) da Lausetto (26/11/11)
    Sebolet (Cima) da Lausetto (19/11/11)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (14/11/11)
    Stella (Corno) Regalami un sorriso + Barone Rampante (08/09/11)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (15/06/11)
    Ghiliè (Cima) e Cima di Mercantour da Pian della Casa del Re, anello (25/05/11)
    Marguareis (Punta) anello Passo Duca, Marguareis, Canalone Torinesi (18/04/11)
    Sautron (Monte) da Saretto, anello (13/04/11)
    Paur (Rocca la) e Malinvern Giro dal vallone di Rio Freddo (2 gg.) (01/04/11)
    Serpentera (Cima) da Villaggio d’Ardua, per Cresta di S. Lorenzo, Porta Biecai, Pian Marchisio, Artesina (26/03/11)
    Maniglia (Punto nodale del) da Sant'Anna (24/03/11)
    Tre Chiosis (Punta) da Chianale per il Vallone di Soustra (10/03/11)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (24/02/11)
    Stau (Colle di) da Villaggio Primavera (19/02/11)
    Cars (Cima) da Certosa di Pesio, anello per Cima Piastra e Colle Serpentera (10/02/11)
    Bianca (Monte la) da Preit (05/01/11)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (29/12/10)
    Missun (Cima) da Upega (02/12/10)
    Giobert (Monte) da Preit (19/11/10)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (11/11/10)
    Asti (Sella d') da Chianale (06/11/10)
    Stella (Corno) Via De Cessole (11/09/10)
    Parete nascosta Solo trip wall con variante Berghi (21/08/10)
    Rouge des Hourtets (Sommet) Festival (08/08/10)
    Meja (Rocca la) Cosi Vicino cosi lontano (03/07/10)
    Neige des Ecrins (Dome de) da Prè de Madame Carle (05/06/10)
    Ghiliè (Cima) e Cima di Mercantour da Pian della Casa del Re, anello (01/06/10)
    Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone (29/05/10)
    Tenibres (Monte) da Pietraporzio (25/05/10)
    Gelas (Cima dei) Traversata Cima della Maledia-C. d. Gelas, da S. Giacomo di Entraque (20/05/10)
    San Bernolfo (Rocca di) da San Bernolfo (17/05/10)
    Haute de Mary (Pointe) colletto a S-SE 3140 m da Maljasset, traversata a Sant'Anna (29/04/10)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren da Sant'Anna, traversata a Maljasset (28/04/10)
    Feluma (Punta) da Valgrisenche (17/03/10)
    Verosso (Cima) da Graniga (12/03/10)
    Sainte Marie (Mont) da Casterino (08/03/10)
    Pian Ballaur (Cima) Anello Carnino-Cima Bozano-Rifugio Carlo Bossi (02/03/10)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (18/02/10)
    Madonna (Cima della) da Madonna d'Ardua (13/02/10)
    Serpentera (Cima) da Madonna d'Ardua per il Vallone della Madonna (03/02/10)
    Cavias (Testa di) quota 2500 m da Pietraporzio (31/01/10)
    Ferlette (Cima) da Camperi (28/01/10)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (23/01/10)
    Grum (Monte) da Figliere e il passo della Magnana (18/01/10)
    Missun (Cima) da Upega (12/01/10)
    Lavezzara (Costa) da Cappella dell'Assunta (10/01/10)
    Servagno (Monte) da Preit (03/01/10)
    Seita (Monte) quota 2505 m SO da Besmorello (20/12/09)
    Creusa Occidentale (Monte) da Tetti Folchi (16/12/09)
    Omo (Monte) da San Giacomo (10/12/09)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (05/12/09)
    Tempesta (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (02/12/09)
    Garitta Nuova (Testa di) Anello Riba del Gias,Garitta Nuova,lago Laset,Cervetto (27/11/09)
    Crosa (Cima di) da Meire Bigoire (24/11/09)
    Seirasso (Cima) da Artesina, anello Colla della Balma, Colla Bauzano (18/11/09)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (14/11/09)
    Lose (Cima delle) da Argentera (11/11/09)
    Plateau Rosa da Cervinia (06/11/09)
    Bodoira (Monte) da Preit (31/10/09)
    Bodoira (Monte) da Preit (27/10/09)
    Dente del Gigante Via Normale (09/09/09)
    Stella (Corno) Via Lupetti (01/09/09)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (24/08/09)
    Giordani (Punta) da Indren (16/07/09)
    Fletschhorn versante NO per il Grubengletscher (08/07/09)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (04/07/09)
    Gelas (Cima dei) da San Giacomo per Forcella Roccati, Colletto Saint Robert e Canale E (30/06/09)
    Senggchuppa da Engiloch (24/06/09)
    Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone (18/06/09)
    Mischabel (Dom de) da Randa (13/06/09)
    Ubac (Testa dell') da Pontebernardo (07/06/09)
    Clapier (Mont) da Pont du Countet, giro del Peirabroc (27/05/09)
    Traversata M. Rosa Hutte-Porta Nera-C.le Breithorn-Cervinia (21/05/09)
    Dufour (Punta) o Dufourspitze dalla Monterosa-hutte per la Silbersattel e il versante Nord (20/05/09)
    Monte Rosa Hutte da Cervinia per il Colle del Teodulo (19/05/09)
    Blancia (Rocca) da Fouillouse per il Colle di Nubiera e la cresta nord-ovest (13/05/09)
    Chersogno (Monte) da Lausetto per il Vallone di Verzio (07/05/09)
    Gran Zebrù dall'Albergo dei Forni (03/05/09)
    Pasquale (Monte) dall'Albergo dei Forni, traversata Rifugio Branca - Rifugio Pizzini (02/05/09)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (30/04/09)
    Chersogno (Monte) da Campiglione (25/04/09)
    Telliers (Monts) da Bourg St Bernard (22/04/09)
    Pepino (Cima di, o Cime de Pepin) da San Giovanni (18/04/09)
    Grand Golliaz, anticima 3189 m da Mottes (14/04/09)
    Mongioie (Monte) da Viozene, anello per il Monte Rotondo e il Bric di Conoia (26/03/09)
    Rastcias (Monte) da Fracchie (24/03/09)
    Paur (Rocca della) da Sant'Anna, giro per il Colle della Valletta (21/03/09)
    Malta (Punta) da Villaretto, anello per Vallone dei Duc e Passo di San Chiaffredo (18/03/09)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (16/03/09)
    Lose (Cima delle) da Argentera (12/03/09)
    Peyrefique (Pointe de) o Peirafica dalla strada Colle di Tenda per il Vallone de Caramagne (11/03/09)
    Baussetti (Monte) da Camperi per il Vallone Borello (03/03/09)
    Mongioia (Monte), Monte Salza, Testa di Malacosta dal Rifugio Melezè, giro (26/02/09)
    Pian Ballaur (Cima) da Madonna d'Ardua (25/02/09)
    Conoia o Conoja (Bric di) Canalone SO (21/02/09)
    Guglie (Punta delle) da Foresto (19/02/09)
    Conoia o Conoja (Bric di) Canalone SO (17/02/09)
    Missun (Cima) da Upega (14/02/09)
    Chajol (Mont) dal Vallon de Caramagne (12/02/09)
    Vantacul (Monte) spalla NNO (09/02/09)