sanet


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
Partenza dal rifugio alle 4 su neve dura. Si risale quasi subito un ripido pendio poi su pendii meno sostenuti si arriva al plateau a quota 4100 che si percorre fino alla base del ripido e crepacciato pendio finale che porta al colle Silbersattel (4515 mt.). Quest’anno condizioni di innevamento eccezionali ci hanno permesso di salire al colle senza nessuna difficoltà. Arrivati al colle alle 9:40 un fastidioso vento non aveva fatto ancora salire nessuno sulla Nordend che era la nostra meta, mentre varie cordate salivano per il canale ora attrezzato con corde fisse che porta alla Punta Dufour. Calzati i ramponi e lasciati gli zaini con l’indispensabile aiuto delle corde fisse siamo saliti fino in vetta. Il canale valutato da noi con pendenza media di 50° e qualche tratto a 60° presenta anche un passaggi di roccia che senza le fisse non saremmo stati in grado di passare. Arrivati al colle in 6 , in 5 siamo saliti sulla Dufour, uno sulla Nordend e Stefano (uno dei 5) è riuscito a concatenarle entrambe. La Nordend quest’anno presenta una difficoltà tecnica quasi sotto la vetta, dove bisogna superare pochi metri molto esposti con appigli coperti dal ghiaccio e leggermente strapiombante. Per fortuna i nostri amici hanno trovato una cordata che stava scendendo e che gentilmente ha lasciato la corda per loro. In discesa abbiamo trovato condizioni a dir poco eccezionali. Prima parte farina poi firn perfetto fino al Rifugio. Forse una delle più belle gite di sempre. In 8 del CAI ULE di Ge – Sestri.

Verso il colle

Dufour cresta finale

La Nordend dalla Dufour

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
Prima tappa di una lunga e indimenticabile traversata ideata dal vulcanico amico Ettore che ci permette di raggiungere il Rifugio Monte Rosa Hutte base per le salite alla Punta Dufour e Nordend attraverso i ghiacciai Triftjigletscher in discesa e Gornergletscher in salita.
Partiti da Cervinia abbiamo risalito le piste su neve ottima fino al Colle Teodulo. Tolte le pelli siamo scesi prima sul ghiacciaio del Teodulo su ottimo firn che ci aveva illuso. Siamo poi scesi sul ghiacciaio “Triftjigletscher” piegando decisamente a destra su neve sempre più molle ed impegnativa fino ad arrivare alla confluenza con il “Gornergletscher”. La risalita del ghiacciaio fino alla Monte Rosa Hutte (spettacolare per i panorami al contorno) si è rivelata più lunga e faticosa del previsto, sia per il caldo per lo sviluppo e probabilmente per gli zaini pesanti a cui non eravamo più abituati. Con gli amici Attilio, Alberto, Carlo, Ettore, Luciano, Nicola ,Stefano. In 8 del CAI ULE di Ge – Sestri. Le 3 stelle sono dovute alla qualità della neve in discesa nella seconda parte. Per ambiente e qualità della traversata 5 stelle non bastano.Il rifugio Monte Rosa Hutte si è dimostrato ospitale con personale cortese e disponibile .Per i soci CAI la mezza pensione costa 40 euro al giorno. Colazioni abbondanti al mattino alle 3:30.


Discesa dal Teodulo

discesa sul Triftjigletscher

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2000
Partiti per fare il Giro del Brec de Chambeyron vista la giornata uggiosa , la temperatura alta e la neve molle abbiamo deciso di fare un’esplorazione nella valle ed alla fine ci siamo trovati al colle di Nubiera. In tre abbiamo proseguito con picca e ramponi fino all’anticima della Rocca Blancia (3077 m) mentre gli altri amici scendevano sul ripido pendio. Visto il tempo incerto abbiamo deciso di non tentare la vetta. In discesa seguendo la sinistra orografica del fiume si arriva sci ai piedi 10 min da Fouillouse. Per attraversare il fiume noi tre abbaiamo usato un ponte con accesso pericoloso e sconsigliato. Meglio seguire il consiglio di Larice ed usare il ponte sotto al paese. La neve è stata tutto sommato piacevole e divertente visti i presupposti del mattino.

Pioviggine

Il ripido pendio che porta al colle

Colle di Nubiera chi scende chi sale

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Si arriva al Ponte sul Rio Mollasco a circa 1600m
quota neve m :: 1800
Per la descrizione tecnica della gita vale quanto riportato nella relazione dettagliata di Larice. Come al solito da parte mia aggiungo qualche foto, la traccia GPS e una mia considerazione: probabilmente la più bella discesa della stagione. Scendere su un firn primaverile leggermente duro direttamente dalla vetta passando poi a neve primaverile “da sogno” fino quasi all’auto non è da tutti i giorni. Se aggiungi cielo cobalto e la solita allegra compagnia il gioco è fatto. Mi sento di consigliare vivamente la gita a patto di mantenere il nostro orario di discesa (ore 10). Noi siamo partiti da Genova alle 3 ed abbiamo iniziato a salire alle 5:50.
In discesa gli sci si tolgono a circa 1700 m scendendo leggermente verso sinistra.In 8 del CAI ULE di GE-Sestri (Gruppo Larice)


Verso il Colle

M.Chersogno

Arrivo in vetta

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Parcheggio dei Forni
quota neve m :: 2100
Giornata spettacolare, cielo cobalto, assenza di vento condizioni di salita ottimali. Il famoso canale che porta al Colle della Bottiglia (3470 m) si può salire con i coltelli, dal Colle alla vetta sci in spalla con piccozza e ramponi. Le peste sulla neve erano così profonde che alcuni salivano senza ramponi. Negli ultimi 80 m il pendio diventa più ripido e la maggioranza abbandonava a questo punto gli sci. Affollamento in vetta dove il clima mite ed il panorama mozzafiato ci ha fatto restare per mezz’ora. Alcuni sono scesi da un canale spostato leggermente a sinistra direttamente dalla vetta evitando la fila che stava ancora salendo. Noi abbiamo calzato gli sci 80 m sotto la vetta. La neve non era certo da favola, anzi neve un po’ pesante, ma questo ha permesso anche a me che non sono certo un ripidista di scendere sci ai piedi lo scivolo che porta al Colle della Bottiglia, un po’ curvando, un po’ derapando e con qualche girata all’alpina. La sensazione era che in caso di caduta ti saresti fermato subito. Certamente con neve dura le difficoltà aumentano. Il canale che dal Colle porta ai pendii finali era invece tracciato dai precedenti passaggi e seguendo questa traccia era completamente sciabile anche se ripido. Dalla fine del canale al Rif. Pizzini e poi fino quasi al parcheggio neve primaverile. Oggi si arriva sci ai piedi 100 metri dal parcheggio. Per ambiente e giornata 5 stelle, neve parte superiore 3 stelle , neve parte inferiore 5 stelle, media 4 stelle. Tanta neve e tanta , tanta gente. Con gli amici Carlo ed Ettore del CAI ULE di Ge – Sestri.

Itinerario di salita

Prime luci sul G.Zebrù

Pendio finale

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 2100
Noi abbiamo effettuato la traversata in giornata partendo da Genova alle 2:30 e calzando gli sci alle 7:10 con l’intento di dormire al Rif. Pizzini per effettuare il giorno dopo la salita al Gran Zebrù.
Gli sci si calzano pochi metri dopo il parcheggio. Si risale per facili pendii il vallone delle Rosole. I pendii finali per arrivare al colle sono abbastanza ripidi e con neve recente, per cui hanno richiesto molta attenzione. Dal colle alla vetta la pendenza diminuisce. Noi abbiamo lasciato gli sci pochi metri sotto causa presenza di una cornice. Unica nota negativa è stato il tempo, infatti appena arrivati in vetta si è chiuso con un vento gelido e di fatto riducendo la permanenza a pochi minuti e rendendo difficile l’orientamento. Si scende sci ai piedi fino al colle, poi un tratto ripido fra roccette per raggiungere il ghiacciaio. Farina nella prima parte , crosta nella seconda parte e neve primaverile molle per arrivare al Pizzini. Nonostante il tempo la traversata è stata molto interessante e consigliata, anche se meno frequentata di altri itinerari più famosi. Con gli amici Carlo ed Ettore del CAI ULE di Ge – Sestri.


M.Pasquale itinerario di discesa

Vallone delle Rosole

Arrivo in vetta

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Neve da Bagni di Vinadio (Strepeis)
quota neve m :: 1200
Gita molto lunga (all’auto il mio GPS segnava 23.6 Km!) scelta per la sicurezza in funzione dell’ultimo bollettino valanghe. Si parte e arriva sci ai piedi all’auto partendo da Bagni di Vinadio. Giornata splendida e fredda e grazie al rigelo notturno neve sempre portante in salita. Il vallone di Collalunga si presenta con una quantità di neve impressionante e con molte slavine vecchie e nuove ai lati. Abbiamo iniziato la discesa alle 12 incontrando vari tipi di neve da primaverile a crosta portante, crosta non portante, polenta e verso la fine firn, comunque sempre sciabile e godibile. Ancora 2-3 giorni e la situazione sarà super. La gita scelta un po’ come ripiego si è rivelata invece molto bella e gradita da tutti. In 6 del CAI ULE di Ge – Sestri

Sul tetto del Rif. del Laus

Vecchie e nuove slavine nel Vallone di Collalunga

Cornici

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: Oltrepassare il divieto per frana (strettoia)
quota neve m :: 1800
Per le considerazioni tecniche della gita e la neve trovata vale quanto riportato nella relazione dettagliata di Larice. Da parte mia aggiungo qualche foto, la traccia GPS e una considerazione: sono bastate un paio di curve su farina e la delusione dovuta alla rinuncia della vetta causa mal tempo si è tramutata nel solito entusiasmo e voglia di divertirsi del gruppo. Si cammina con gli sci nello zaino per circa 100-150 m di dislivello sopra i prati di Campiglione. In discesa non conviene scendere sulla strada . Con tempo buono gita da ritentare. In 9 del CAI ULE di Ge – Sestri

Sui prati sopra Campiglione

Illusione !!

Nella nebbia

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: Costo del traforo 36 euro
quota neve m :: 1900
Gita scelta prevalentemente per la sua sicurezza. Si parte ed arriva sci ai piedi fino all’auto. La gita si svolge in ambiente molto aperto e la vetta è un fantastico belvedere sui giganti delle Alpi. Noi siamo scesi alle 11:45 ed abbiamo sciato su neve trasformata un po’ marcetta ma comunque sciabile e divertente, probabilmente scendendo un’ora prima sarebbe stata ottimale. In 4 del CAI ULE di Ge – Sestri (Gruppo LARICE) da Genova in giornata.

Tracce di salita e discesa

M.Telliers

G.Combin e M.Velan

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m :: 1000
In realtà noi siamo partiti da Limone paese (1050 m) , risalito le piste (chiuse) fino ad imboccare il canale che porta al Colletto Campanin (2142 m) e da lì per dorsale fino alla vetta. Discesa su neve da 5 stelle, firn con due dita di farina in alto e trasformata ammorbidita nella restante parte (la stella in meno per la presenza degli impianti di risalita non certo per la neve). Si parte ed arriva sci ai piedi fino all’auto (1050 m!). In vetta altri 20 sci-alpinisti. Risaliti circa 200 m per ricongiungerci con il percorso di salita per un totale di 1560 m di dislivello. In 6 del CAI ULE di Ge – Sestri

Canale di salita

Prima......

.....dopo

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Aroletta (Vierge de l') Via Oriana (03/08/19)
    Castello (Rocca) Solo per Bruna (24/07/19)
    Catena delle Guide - Plent (Punta) Banderas (20/07/19)
    Rouges de Triolet (Monts) Punta Est - Cris-Tal (10/07/19)
    Chetif (Mont) Pierre navigatore delle creste (09/07/19)
    Parrot (Punta) da Indren (24/06/19)
    Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti (02/06/19)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (30/05/19)
    Tsantelèina (Punta) da Thumel (15/05/19)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (12/05/19)
    Grand Sertz o Gran Serra da Pravieux per il Rifugio Chabod, discesa ad Eaux Rousses (07/05/19)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (06/05/19)
    Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche (05/05/19)
    Corborant (Cima di) da San Bernolfo (30/04/19)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (18/04/19)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (09/04/19)
    Pepino (Cima) da Limone 1400 (30/03/19)
    Gay (Becca di) dalla Diga di Teleccio (28/03/19)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Rhemy (22/03/19)
    Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri (14/03/19)
    Parassac (Tete de) da Maison Meane (10/03/19)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re, giro del Mercantour (08/03/19)
    Cussuna (Colle di) da Valgrisenche (03/03/19)
    Porta Nera (27/02/19)
    Periades (les) dalla Vallee Blanche per la Breche de Puiseux (21/02/19)
    Cars (Cima) da Certosa di Pesio, anello per Cima Piastra e Colle Serpentera (13/02/19)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re, per i Laghi di Fremamorta (27/09/18)
    Madre di Dio (Cima della) Via Normale dal Gias delle Mosche (26/09/18)
    Baus (il) Via Normale dal Piano della Casa del Re per il Colle della Culatta (11/08/18)
    Lyskamm Orientale e Occidentale Traversata Est-Ovest (03/08/18)
    Kurz (Punta) - Mont Brulè dalla Diga di Place Moulin (29/07/18)
    Zumstein (Punta) da Indren (18/07/18)
    Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (08/07/18)
    Alp (Punta dell') da Chianale per il Colle dell'Agnello e il versante Ovest (02/06/18)
    Valfredda (Punta) dal Ponte d'Almiane (27/05/18)
    Chateau des Dames dalla Diga di Place Moulin (25/05/18)
    Calabre (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (11/05/18)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (30/04/18)
    Pienasea (Cima di) da Chianale (26/04/18)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (24/04/18)
    Ruissas (Monte) da Lausetto (19/04/18)
    Tempesta (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (06/04/18)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (28/03/18)
    Cugn di Goria da Sodani (22/03/18)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (14/03/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (08/03/18)
    Reixa (Monte) dal Passo del Faiallo (27/02/18)
    Vertosan (Mont) da Parcheggio Flassin (21/02/18)
    Cavias (Testa di) quota 2500 m da Pietraporzio (14/02/18)
    Chaligne (Punta) da Gorrey (10/02/18)
    Basei (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (25/05/17)
    Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod (17/05/17)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re (14/05/17)
    Granta Parei da Thumel per il Rifugio Benevolo (10/05/17)
    Gran Vaudalaz (Punta Nord) da Thumel (09/05/17)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (20/04/17)
    Bellino (Monte) da Chiappera (14/04/17)
    Rutor (Testa del) da Bonne (08/04/17)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy (07/04/17)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (30/03/17)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (15/03/17)
    Sibolet (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (11/03/17)
    Borel (Monte) da San Giacomo (08/03/17)
    Lago dell' Oro (Cima del) da Limonetto (02/03/17)
    Tacul (Pyramide du) Cresta Est - Via Ottoz-Grivel-Croux (09/07/16)
    Giordani (Punta) da Indren (03/07/16)
    Entreves (Aiguille d') Cresta SO (10/06/16)
    Marbrées (Aiguilles, Punta Nord) Cresta NE (09/06/16)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (06/05/16)
    Castore da Plateau Rosà (20/04/16)
    Gioffredo (Punta) da San Bernolfo (14/04/16)
    Gelé (Mont) da Ruz (24/03/16)
    Cavias (Testa di) quota 2500 m da Pietraporzio (04/03/16)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (17/02/16)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (05/02/16)
    Tsa (Tour de la) da Bionaz, per versante S e possibile traversata su vallone di Sassa (27/01/16)
    Maledia (Cima della) Cresta SE (22/09/15)
    Giet (Paroi de), Aiglun Goutte a Goutte (19/09/15)
    Moulette (Vallon de la) - II tour, tete Noire Premières mesures (17/08/15)
    Weissmies traversata S-N (12/08/15)
    Bourcet - Parete dei Corvi Sperone dei corvi (02/08/15)
    Stella (Corno) Via Lupetti (22/07/15)
    Corno Nero o Schwarzhorn Via Normale da Indren (15/07/15)
    Parrot (Punta) Via Normale, traversata Ovest-Est (14/07/15)
    Polluce e Roccia Nera da Plateau Rosà (18/05/15)
    Breithorn Centrale da Cervinia (17/05/15)
    Maledia (Cima della) da San Giacomo (10/05/15)
    Gelas (Cima dei) da San Giacomo per il versante ONO e discesa per Canale E (09/05/15)
    Trifthorn da Zinal (23/04/15)
    Zinalrothorn (spalla) anfiteatro Mountet (22/04/15)
    Homme (Téte de l') da Chiappera, giro per i Colli Gippiera e dell'Infernetto (15/04/15)
    Vallée Blanche da Aiguille du Midi (11/04/15)
    Albrage (Monte) da Chiappera (09/04/15)
    Chersogno (Monte) da Lausetto per il Vallone di Verzio (02/04/15)
    Rutor (Testa del) da Bonne (28/03/15)
    Mongioia (Monte), Monte Salza, Testa di Malacosta dal Rifugio Melezè, giro (11/03/15)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (13/11/14)
    Dibona (Aiguille) Visite obligatoire (07/08/14)
    Cavallo (Monte) Via Gli Smemorati (03/08/14)
    Verdon (Gorges du) Chlorochose (27/07/14)
    Verdon (Gorges du) Bwana Maline (26/07/14)
    Sbarua (Rocca) Sperone Rivero - Funghi Sacri (22/06/14)
    Baus (Il) da Pian della Casa del Re (12/06/14)
    Tenibres (Monte) da Pietraporzio (24/05/14)
    Homme (Téte de l') da Chiappera, giro per i Colli Gippiera e dell'Infernetto (16/05/14)
    Nant Cruet (Pointe du) o Plates des Chamois da Surrier (10/05/14)
    Sagneres (Pic delle) da Ponte Pelvo per il Vallone Camoscera (23/04/14)
    Salza (Monte) da Chianale (17/04/14)
    Vincent (Piramide) da Indren (14/04/14)
    Balmenhorn o Cristo delle Vette da Indren (13/04/14)
    Periades (les) dalla Vallee Blanche per la Breche de Puiseux (10/04/14)
    Matto (Monte, Cima Est) da Sant'Anna (28/03/14)
    Lausetto (Cima del) da Tetti Gaina (25/03/14)
    Serpentera (Cima) da Villaggio d’Ardua, per Cresta di S. Lorenzo, Porta Biecai, Pian Marchisio, Artesina (21/03/14)
    Bégo (Monte) da les Mesches (15/03/14)
    Abisso (Rocca dell') dal Vallone di Caramagne (12/03/14)
    Buchet (Monte), Costa Chiggia e Monte Festa da Arata, anello (06/03/14)
    Buchet (Monte) da Arata (27/02/14)
    Sampeyre (Colle di) da Confine (22/01/14)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (15/01/14)
    Piovosa (Punta la) spalla NNE quota m 2288 da Tolosano per la spalla NNE (09/01/14)
    Sibolet (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (03/01/14)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (30/12/13)
    Creusa Occidentale (Monte) da Tetti Folchi (18/12/13)
    Bodoira (Monte) da Preit (05/12/13)
    Bianca (Monte la) quota 2409 m NO da Preit (27/11/13)
    Durand (Cima) da Artesina (23/11/13)
    Campanili (Rocca dei) Alba Celtica (28/10/13)
    Sbarua (Rocca) Sperone Cinquetti - Via Normale (18/10/13)
    Castello (Rocca) King Line (24/09/13)
    Machaby (Corma di) Topo Bianco (21/09/13)
    Meja (Rocca la) Piccola Peste (12/08/13)
    Udine (Punta) Visto per il Perù (10/08/13)
    Raty (Bec) Ex art. 18 (03/08/13)
    Castello (Rocca) Solo per Bruna (27/07/13)
    Ghigo (Punta) Via Super Ellena (21/07/13)
    Stella (Corno) Pilastro di Oscar (20/07/13)
    Machaby (Corma di) Bucce d'arancia (04/07/13)
    Ludwigshohe da Indren (30/06/13)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (18/06/13)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (15/06/13)
    Valrossa (Gemello Nord di) da Diga del Rio Freddo (07/06/13)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (02/06/13)
    Negra (Rocca) da San Bernolfo (14/05/13)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (03/03/13)
    Montagnaya (Punta) per la Comba di Montagnaya (01/03/13)
    Lupo (Cima del) da Chianale (20/02/13)
    Vaccia (Monte) da Pietraporzio (17/02/13)
    Enchiausa (Colle d') da Saretto (14/02/13)
    Saccarello (Monte) - Il Redentore da Monesi (10/02/13)
    Abisso (Rocca dell') dal Vallone di Caramagne (06/02/13)
    Pebrun (Monte) Anticima W-NW da Grange di Argentera (12/01/13)
    Reis (Rocca) per il Vallone Forneris (09/01/13)
    Leone (Monte) dal Passo del Sempione (02/06/12)
    Finsteraarhorn Cresta NO (27/05/12)
    Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti (17/05/12)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (10/05/12)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (04/05/12)
    Serpentera (Cima) da Villaggio d’Ardua, per Cresta di S. Lorenzo, Porta Biecai, Pian Marchisio, Artesina (16/03/12)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Rhemy (07/03/12)
    Camosciera (Bric) da Chiazale (30/11/11)
    Marchisa (Rocca la) da Lausetto (26/11/11)
    Sebolet (Cima) da Lausetto (19/11/11)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (14/11/11)
    Stella (Corno) Regalami un sorriso + Barone Rampante (08/09/11)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (15/06/11)
    Ghiliè (Cima) e Cima di Mercantour da Pian della Casa del Re, anello (25/05/11)
    Marguareis (Punta) da Madonna d'Ardua, anello Passo del Duca, Canale dei Torinesi (18/04/11)
    Sautron (Monte) da Saretto, anello per il Colle Sautron e il Monte Viraysse (13/04/11)
    Paur (Rocca la) e Malinvern Giro dal vallone di Rio Freddo (2 gg.) (01/04/11)
    Serpentera (Cima) da Villaggio d’Ardua, per Cresta di S. Lorenzo, Porta Biecai, Pian Marchisio, Artesina (26/03/11)
    Maniglia (Punto nodale del) da Sant'Anna (24/03/11)
    Tre Chiosis (Punta) da Chianale per il Vallone di Soustra (10/03/11)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (24/02/11)
    Stau (Colle di) da Villaggio Primavera (19/02/11)
    Cars (Cima) da Certosa di Pesio, anello per Cima Piastra e Colle Serpentera (10/02/11)
    Bianca (Monte la) da Preit (05/01/11)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (29/12/10)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (02/12/10)
    Giobert (Monte) da Preit (19/11/10)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (11/11/10)
    Asti (Sella d') da Chianale (06/11/10)
    Stella (Corno) Via De Cessole (11/09/10)
    Parete nascosta Solo trip wall con variante Berghi (21/08/10)
    Rouge des Hourtets (Sommet) Festival (08/08/10)
    Meja (Rocca la) Cosi Vicino cosi lontano (03/07/10)
    Neige des Ecrins (Dome de) da Prè de Madame Carle (05/06/10)
    Ghiliè (Cima) e Cima di Mercantour da Pian della Casa del Re, anello (01/06/10)
    Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone (29/05/10)
    Tenibres (Monte) da Pietraporzio (25/05/10)
    Gelas (Cima dei) Traversata Cima della Maledia-C. d. Gelas, da S. Giacomo di Entraque (20/05/10)
    San Bernolfo (Rocca di) da San Bernolfo (17/05/10)
    Haute de Mary (Pointe) colletto a S-SE 3140 m da Maljasset, traversata a Sant'Anna (29/04/10)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren da Sant'Anna, traversata a Maljasset (28/04/10)
    Feluma (Punta) da Valgrisenche (17/03/10)
    Verosso (Cima) da Graniga (12/03/10)
    Sainte Marie (Mont) da Casterino (08/03/10)
    Pian Ballaur (Cima) e Cima Bozano da Carnino Superiore, anello per il Rifugio Carlo Bossi (02/03/10)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (18/02/10)
    Madonna (Cima della) da Madonna d'Ardua (13/02/10)
    Serpentera (Cima) da Madonna d'Ardua per il Vallone della Madonna (03/02/10)
    Cavias (Testa di) quota 2500 m da Pietraporzio (31/01/10)
    Ferlette (Cima) da Camperi (28/01/10)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (23/01/10)
    Grum (Monte) da Figliere e il passo della Magnana (18/01/10)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (12/01/10)
    Lavezzara (Costa) da Cappella dell'Assunta (10/01/10)
    Servagno (Monte) da Preit (03/01/10)
    Seita (Monte) quota 2505 m SO da Besmorello (20/12/09)
    Creusa Occidentale (Monte) da Tetti Folchi (16/12/09)
    Omo (Monte) da San Giacomo (10/12/09)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (05/12/09)
    Tempesta (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (02/12/09)
    Garitta Nuova (Testa di) Anello Riba del Gias,Garitta Nuova,lago Laset,Cervetto (27/11/09)
    Crosa (Cima di) da Meire Bigoire (24/11/09)
    Seirasso (Cima) da Artesina, anello Colla della Balma, Colla Bauzano (18/11/09)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (14/11/09)
    Lose (Cima delle) da Argentera (11/11/09)
    Plateau Rosa da Cervinia (06/11/09)
    Bodoira (Monte) da Preit (31/10/09)
    Bodoira (Monte) da Preit (27/10/09)
    Dente del Gigante Via Normale (09/09/09)
    Stella (Corno) Via Lupetti (01/09/09)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (24/08/09)
    Giordani (Punta) da Indren (16/07/09)
    Fletschhorn versante NO per il Grubengletscher (08/07/09)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (04/07/09)
    Gelas (Cima dei) da San Giacomo per Forcella Roccati, Colletto Saint Robert e Canale E (30/06/09)
    Senggchuppa da Engiloch (24/06/09)
    Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone (18/06/09)
    Mischabel (Dom de) da Randa (13/06/09)
    Ubac (Testa dell') da Pontebernardo (07/06/09)
    Clapier (Mont) da Pont du Countet, giro del Peirabroc (27/05/09)
    Traversata M. Rosa Hutte-Porta Nera-C.le Breithorn-Cervinia (21/05/09)
    Dufour (Punta) o Dufourspitze dalla Monterosa-hutte per la Silbersattel e il versante Nord (20/05/09)
    Monte Rosa Hutte da Cervinia per il Colle del Teodulo (19/05/09)
    Blancia (Rocca) da Fouillouse per il Colle di Nubiera e la cresta nord-ovest (13/05/09)
    Chersogno (Monte) da Lausetto per il Vallone di Verzio (07/05/09)
    Gran Zebrù dall'Albergo dei Forni (03/05/09)
    Pasquale (Monte) dall'Albergo dei Forni, traversata Rifugio Branca - Rifugio Pizzini (02/05/09)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (30/04/09)
    Chersogno (Monte) da Campiglione (25/04/09)
    Telliers (Monts) da Bourg Saint Bernard (22/04/09)
    Pepino (Cima di, o Cime de Pepin) da San Giovanni (18/04/09)
    Grand Golliaz, anticima 3189 m da Mottes (14/04/09)
    Mongioie (Monte) da Viozene, anello per il Monte Rotondo e il Bric di Conoia (26/03/09)
    Rastcias (Monte) da Fracchie (24/03/09)
    Paur (Rocca della) da Sant'Anna, giro per il Colle della Valletta (21/03/09)
    Malta (Punta) da Villaretto, anello per Vallone dei Duc e Passo di San Chiaffredo (18/03/09)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (16/03/09)
    Lose (Cima delle) da Argentera (12/03/09)
    Peyrefique (Pointe de) o Peirafica dalla strada Colle di Tenda per il Vallone de Caramagne (11/03/09)
    Baussetti (Monte) da Camperi per il Vallone Borello (03/03/09)
    Mongioia (Monte), Monte Salza, Testa di Malacosta dal Rifugio Melezè, giro (26/02/09)
    Pian Ballaur (Cima) da Madonna d'Ardua (25/02/09)
    Conoia o Conoja (Bric di) Canalone SO (21/02/09)
    Guglie (Punta delle) da Foresto (19/02/09)
    Conoia o Conoja (Bric di) Canalone SO (17/02/09)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (14/02/09)
    Chajol (Mont) dal Vallon de Caramagne (12/02/09)
    Vantacul (Monte) spalla NNO (09/02/09)