SAM83


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: più che buono
tipo ghiaccio :: da vetroso a morbido a seconda dell'esposizione
note su accesso stradale :: ok fino a villanova
quota neve m :: 1100
le ultime nevicate non l'hanno condizionata più di tanto. roby e muyo hanno tracciato l'accesso e la discesa per nulla evidente se le condizioni sono come quelle di oggi. si sprofondava fino al ginocchio in neve polverosa e bellissima (per sciare...). primi tiri al sole e poi in ombra ma temperature accettabili. niente vento. ghiaccio sottile solo su un tratto dell'ultimo tiro, il resto abbondante e sempre ben proteggibile. soste un pò nascoste dal molto ghiaccio/neve.


come regalo di compleanno una salita guidato da roby su una cascata davvero bella, incastonata in un paesaggio bellissimo. clima disteso e salita condivisa con muyo e il suo cliente. la conca e il jervis d'inverno hanno un fascino particolare...grazie a tutti per questo bel regalo!
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: buone
tipo ghiaccio :: duro in basso, granita nella goulotte, spaccoso dopo, buono in uscita
note su accesso stradale :: nella bassa val varaita una "galaverna" stupenda e...pericolosa!
quota neve m :: 600
magro il primo saltino. ottimo il salto principale per arrivare all'anfiteatro. la goulotte così così. granita per i primi metri, spaccoso dopo, di nuovo buono in uscita. con corde da 50 metri non si arriva la sosta, servono da 60.
discesa (la nostra): abbiamo battuto una traccia che sale spostandosi gradualmente a destra (occhio agli accumuli) e poi abbiamo trovato una traccia solitaria che sale un poco e poi scende nel fondo del vallone (ruscello) poco a monte dell'uscita dell'originale. siamo risaliti su un costone (palo di legno) e poi scesi sopra alcuni salti rocciosi in diagonale verso nord (esposto). si scende un costone che delimita la gola del martinet a nord e poi in un canale a sinistra (resti di una valanga) e siamo sbucati sulle piste a poco distanza dell'imbocco della gola. non sono convinto che questa sia la discesa giusta anche se tracciata da una persona.
bella peccato per la discesa non proprio evidente.
marco ha tirato la sua prima lunghezza da primo: bravo!
poca gente in giro.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
sono salito al pra non per fare cascate però vi do alcune indicazioni sulle condizioni di ciò che ho visto:
-brunel: la prima e la seconda sembrano formate, ma magre
-mirabuc: ben formata anche la goulotte d'accesso ma non abbondante
-pis: grande buco all'inizio e in alto si vede l'acqua sotto che scorre abbondante
-pian dei morti: non l'ho vista ma dovrebbe essere ok.
inoltre ci sono altre formazioni sospese che personalmente non ho mai visto così belle prima e dopo il Pis. da domani danno innalzamento di temperatura con pioggia fino a 2200 metri.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: cotto
tipo ghiaccio :: granita e crosta di rigelo
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 700
noi non siamo saliti, non ci sembrava il caso.
soprattutto mentre provavamo è caduta una enorme valanga primaverile (nera, blocchi, alberi) con un fronte di 150 metri fra mirabuc e il pis. per puro culo due ciaspolatori si sono fermati a guardarci altrimenti ci sarebbero finiti sotto. qualche problema ad attraversarla, traccia per il pra scomparsa. il consiglio e di non salire per qualche giorno neppure al pra.


ci è andata bene
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: discrete
tipo ghiaccio :: granita
note su accesso stradale :: da casteldelfino neve, ma stanno pulendo
quota neve m :: 500
un pò stretto il 2+...oggi buoni i primi due tiri della goulotte. la cascata in questione invece si presentava con ghiaccio molle, granitoso: buono per le picche, meno per i chiodi. temperatura alta (nevicava). bella e continua. scesi a piedi, lungo la tracciona. neve durante la salita e la discea. ce ne sono 15 cm. l'uscita di pineta è coperto da un bel manto di neve.
oggi non abbiamo incontrato anima a parte il gatto al parcheggio. la salita è facile ma il ghiaccio non da sicurezza totale, ma si sale. ottimo invece sui primi due tiri. con marco ci siamo divertiti. bel posto. da tornare. bellissimo scalare sotto una bella nevicata.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: ottimo
tipo ghiaccio :: duro
note su accesso stradale :: strada pulita, qualche tratto di ghiaccio, termiche consigliate
quota neve m :: 800
c'è una crepa dopo la prima rampa facile quando inizia il tratto più verticale e l'ultimo tratto della rampa suona un pò vuoto ma nulla di preoccupante.
ghiaccio ottimo, tratto più impegnativo con buoni buchi
il mio regalo di compleanno. grazie manuel. davvero bella.
un saluto agli oltre 100 (!) ciaspolatori di "alpi cozie e dintorni" che salivano al jerwis e alla folla dopo di noi sulla cascata
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: non troppo abbondante
tipo ghiaccio :: buono, spaccava un pò
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 500
il primo salto è magro. il secondo, terzo e quarto sono formati ma non c'è molto ghiaccio. qualche buco ma si passa ancora agevolmente. muri molto lavorati. gli ultimi due salti, a detta di chi è salito, non vale la pena andarci.
bella. noi abbiamo seguito (troppo) alla lettera le indicazioni della guida di ghibaudo e siamo finiti a ravanare in un canale sbagliato...tornati faticosamente sui nostri passi (fuori dalle traccie si va giù fino al ginocchio) abbiamo trovato la cascata. salita in compagnia di 4 toscani loquaci e altre 3 cordate che ringrazio per il senso di civiltà dimostrato rispettando i turni di salita e di discesa...a noi è piaciuta. con marco.
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: poco e molle
quota neve m :: 500
abbiamo salito la prima cascata fino al pino di sosta i comune con la seconda. c'è ghiaccio sul primo tratto, poi nella rampa bisogna prestare attenzione: poco ghiaccio, rocce e un resto di una piccola valanga che ci ha fatti penare. l'ultimo tratto verticale vale la pena. uscita su molta neve e erba delicata. la seconda cascata ha più ghiaccio ma anche una bella crepa. rumori di assestamento. i mostri sembravano formati meglio ma non ho le capacità di valutazione per quelle colate.
in generale non ne vale la pena, suona tutto un pò vuoto...
con marco alla sua prima cascata che si comporta ottimamente. partiti con l'intenzione di fare il pis che però alle 7.30 dava già forti rumori di assestamento e la partenza era bucata e delicata. abbiamo quindi optato per il brunel. mirabuc sembra un pò magra ma ben formata. vale la pena un giro anche solo per vedere quanta neve c'è.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: bagnato
tipo ghiaccio :: vetroso in alcuni tratti, molle
abbiamo salito il primo tiro della prima e della seconda cascata, dopo aver ripiegato dal Pis troppo affollato. le cascate colavano parecchio e il ghiaccio non è affatto abbondante però si stanno gonfiando, e si riesce già a salire. le uscite però non sembravano formate.
sempre col sendero, con un pomeriggio a disposizione ci siamo divertiti a salire i primi metri delle colate.

info val pellice:
brunel, si scala, meglio fra qualche giorno;
mirabouc, non formata;
pis, formata, non abbondante come due anni fa
pian dei morti, partia d'amount dovrebbero essere ok.

el sendero alla base della seconda cascata

la prima cascata (parte bassa)
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: buone
tipo ghiaccio :: un poco vetroso
al momento poco ma sufficiente ghiaccio, occhio alle pietre...soste nuove:la prima a sinistra salendo la seconda a destra.
salita simpatica, formata il giusto. con il sendero
info su cascate in val pellice:
brunel: formate
mirabouc: non formata
pis:formata
pian dei morti: formata
quelle del pra: partia d'amount etc: dovrebbero essere tutte formate

scendendo dal primo tiro