rocco (guida alpina)


Chi sono

Sono un appassionato di montagna a 360°, mi piace scoprire tutte le sfaccettature dell'andar per monti, adoro la stagionalità.
Da quando sono guida mi diverto a cercare di trasmettere un po' della mia passione a chi accompagno, assaporando il fatto di esserci riuscito, quando questo accade.
Sono anche un "vecchio" gulliveriano e non mi stanco mai di scrivere su questo bellissimo portale, sperando di poter contribuire nel mio piccolo alla sua crescita, che da quando esso esiste non si è mai arrestata.

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bel giro ad anello, fatto in senso antiorario.
Piacevole giornata in famiglia, oggi con un clima da inizio autunno...
La Valchiusella è sempre meravigliosa.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Sentiero ottimo fino alla P. Ollietta, salvo un tratto inspiegabilmente ripidissimo di un centinaio di metri poco sotto la vetta, dorsale senza difficoltà fino alla P. Leysser, tratto ripido breve per raggiungere il Passo Paletta; da qui terreno ripido un po' disagevole ma non pericoloso per scendere verso il lago. Da quest'ultimo, sentiero ottimo e poderale per rientrare al Col de Joux.
Gita splendida con un buon sviluppo (circa 12 km e 1100 m di dislivello), panorama sempre estremamente esteso. Acqua presente solo in partenza (fontana presso il laghetto del Col de Joux) e al lago Leysser (immissario piccolo ma sufficiente), regolarsi di conseguenza.
Ottima gita con meteo molto meglio del previsto, in compagnia della famiglia e di amici.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Percorse 4 tappe, da Bourg Saint Pierre a Glacier di Ollomont. Giro magnifico, da assaporare senza fretta. I tempi indicati sono corretti per camminatori buoni che non si fermano quasi mai. Noi abbiamo optato per prendercela comoda, vista l'abbondanza di mirtilli e di panorami da fotografare in continuazione. Meteo brutto il primo giorno durante la salita alla Cabane de Mille, bellissimo i tre giorni successivi. Rifugi svizzeri (Mille, Panossiere, Chanrion) cari, ma trattamento ottimo, cibo abbondante e personale cordiale, giusto un po' più spartana la Cabane de Chanrion, ma comunque entro i canoni della normalità. I sentieri sono tenuti perfettamente in ordine, davvero ineccepibili. Nella discesa da Panossiere a Mauvoisin, in corrispondenza di un tratto di sentiero franato hanno ritracciato una variante in maniera impeccabile. La risalita lungo l'invaso di Mauvoisin conviene farlo sulla dx idrografica, più piacevole, meno faticosa e più panoramica. L'ultimo giorno ci siamo concessi il lusso di salire ancora dalla Fenetre Durand al M. Avril per godere di una vista ravvicinata sul versante S del Combin.
Pietro e io in piacevolissima compagnia di Alberto, Rosilda, Cristiana, Corinne, Franca e Mauro, che ringrazio.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Piacevole itinerario che percorre un versante ripido e roccioso sfruttandone i punti deboli. La mulattiera è frutto di duro lavoro. Verale accoglie il viandante con le sue poche case e la chiesetta in un luogo ameno (peccato in effetti per l'impalcatura in tubi innocenti, di cui si fatica a cogliere il senso). Infine la Tete de Cou regala un panorama insolito e molto vasto sulla valle.
Bellissima giornata in famiglia.