robertov


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: posteggio a San Giacomo
In realtà la mia meta è stata il lago Carbonè che si raggiunge scendendo dal passo Monte Carbonè con un sentiero ( tratti in frana ) che sparisce un centinaio di metri più in basso tra i sassi.....mentre, per il periplo del lago, occorre preventivare un pò di ginnastica sulla pietraia cercando di concatenare i rari ometti e le ( decisamente discontinue ) tracce.
Si arriva al Lac del Vei del Bouc praticamente con una pista ciclabile, sopra ci sono circa 150 mt di dislivello con traccia su prato non sempre evidente dopodiché una bellissima mulattiera porta fino al passo.
Ho fotografato i rottami ( quel poco che resta ) del C47 qui precipitato nel '54 dopodiché ho proseguito, oltre il lago, nel vallone delle Quarantene sbinocolando alla ricerca dell'altro C47 ( anche lui precipitato in questa zona nel '47 ) ma senza esito......
A questo punto, per rientrare, lunga risalita al Passo Monte Carbonè e discesa infinita a San Giacomo.

Gita in totale solitudine ad esclusione degli stambecchi, camosci, marmotte, ecc incontrati in più punti del percorso.
Vista anche una ranocchia al lago ed una vipera sul sentiero di ritorno tra il passo Monte Carbonè ed il Lac del Vei del Bouc.
Che brutto carattere il cane al Pra del Rasur......

Lac del Vei del Bouc 1

Lac del Vei del Bouc 2

Il biv Moncalieri dovrebbe essere li

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ampio posteggio partenza telecabina impianti valtournenche
La vetta è punto panoramico d'eccezione a 360 sulla testata della Valtournenche. Dal colle il percorso diventa una traccia abbastanza evidente e mantiene sempre le caratteristiche escursionistiche ( anche se EE )quindi privo di difficoltà.La traccia finale è meglio attaccarla passando sotto i cavi della stazione di arrivo della seggiovia, versante Valtournenche, e non ( come abbiamo fatto noi ) " ravanando " dopo l'impianto versante Cervinia: l'abbiamo beccata solo un pò più in alto.
Effettuato anello con salita lungo il sentiero n 20 ( sotto le seggiovie......sigh .... )e discesa seguendo la pista azzurra nel vallone di sinistra ( senso di marcia scendendo ) in modo da effettuare il giro completo del Grand Collet in un ambiente decisamente meno....antropizzato.
Gita con famiglia ( anzi più famiglie ). Partecipanti: Mauro, Valentina, Leonardo, Davide, Marco, Chiara, Francesca, Chiara, il sottoscritto, Luca, Martina, Marco, Emanuele, tutti in punta.
Elisa, Cecilia, Carla, Laura ci hanno aspettato al colle.


alpeggi abbandonati

cappellina poco sotto arrivo telecabina

la nostra meta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: posteggiato presso la partenza della seggiovia
Piacevolissima escursione mattutina sulla vetta che sovrasta Torgnon con digressione alla Longhede che offre panorama mozzafiato sulla valle centrale.
Sentieri evidenti e ben tracciati con numerosi escursionisti lungo il percorso e le sue varianti.
Con Martina+Marco e Marco+Agostino

Longhede vista dalla Becca

La Becca vista dalla Cima Longhede
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: posteggio a ( 10 minuti da ) Cheneil
Tutto il percorso è in ottime condizioni percorribile senza difficolta, bisogna porre attenzione al nevaio poco sotto il colle, meno male che Giancarlo ha portato i ramponi ed ha battuto traccia permettendo l'attraversamento a tutti quelli che ne erano sprovvisti ( io ho aggirato il problema scendendo, traversando in basso e risalendo ). Suggestivo il tratto scalinato, dal colle, ed i ruderi del ricovero in vetta.
Panorama........pochino........per nuvole basse.
Con Giancarlo, Mimmo, Ezio e Rodolfo.


arrivo in vetta

foto di vetta

rodolfo

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: posteggio a ( 10 minuti da )Cheneil
Bella ascensione in condizioni estive ( piccolo nevaio da attraversare, senza problemi, a quota 3000 ), sentieri ottimamente tracciati e segnalati. Effettuato anello quindi saliti dal torrente e discesi, comodamente e lungamente, dal versante Tournalin.
Tutto molto bello, temperature perfette, peccato per le nubi che hanno parzialmente impedito la vista del panorama, incontrato 7-8 altri escursionisti lungo il percorso.
Con Rodolfo

Rodolfo al bivio

L'altra Roisetta (prima o poi....)

vallone di salita

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: posteggio ( pagamento ) a Terme
Gita effettuata al fine di ammirare l'Argentera lato Baus ma ( le previsioni meteo ed ) i nuvoloni neri in arrivo hanno fatto desistere Luciano al colle del Chiapous ed io a quota 2680......non ne valeva la pena......visto il maltempo in arrivo e le nuvole basse.....molto panorama non c'era......
Dal colle, raggiunto facilmente con attraversamento senza difficoltà di un paio di nevai poco inclinati, ci sono alcuni ometti ( li ho persi quasi subito ) ma sono salito direttamente ed abbastanza agevolmente lungo la cresta per sfasciumi e labili tracce fino al dietro front; discesa estremamente veloce e divertente effettuata concatenando i numerosi nevai che ancora imbiancano tutto il vallone( ecco dove erano gli ometti: non dove sono passato io ma al centro ).
Prima gita della stagione, in assetto estivo( nonché prima incompiuta ), con immancabile torta all'ospitale rif Morelli

arrivo al colle del Chiapous

casermetta al colle del Chiapous

vallone di salita e colle sullo sfondo

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: posteggio a Terme Valdieri
Impegnativa nonché bellissima traversata che entra nel cuore del massiccio Argentera attraversando l'appartato vallone del Souffi.
Dopo aver abbandonato il sentiero di accesso al biv Varrone abbiamo risalito facilmente il canale di accesso al ripido ( accipicchia se è ripido )pendio erboso che porta al passo del Souffi, da qui siamo andati senza difficolta, per roccette ben appigliate, a fare le foto di rito sulla panoramica Punta Stella, ritornati al colle abbiamo avuto difficoltà a rintracciare il sentiero di discesa nel vallone del Souffi per poi trovarlo lungo il canale di erba e sassi posto sulla destra idrografica sotto la verticale del colle ( non fatevi ingannare dalle numerose tracce che portano verso il centro del vallone ). Arrivati nel circo pietroso del vallone del Souffi abbiamo vagato nella pietraia tra i resti del famoso aereo: inquietanti testimoni di una tragedia di altri tempi. Arrivati a quota 2190 abbiamo iniziato una serie di saliscendi ( più sali che scendi ),in qualche caso con l'uso delle mani, che ci hanno permesso di tagliare tutto il pendio che sovrasta le Terme e che ci ha portato in vista dell'anfiteatro dell Argentera-Corno Stella; da qui ennesima discesa su pendio erboso raggiungendo il sentiero di accesso del Bozano, infine facilmente al Gias Delle Mosche.
Traversata EE con diversi tratti erbosi ripidi e passaggi che richiedono l'uso delle mani, secondo me è meglio percorrerla nel senso della relazione in quanto i passaggi più ostici si affrontano in salita
Ringrazio Carlo e Sandro che mi hanno accompagnato in questa gita che volevo fare da molti anni, altro ringraziamento al gruppo di Monegaschi che ci ha dato un passaggio in auto fino alle Terme riducendo lo sviluppo a 13,5 km, abbiamo misurato 1500 mt di dislivello.

inizia la traversata

il canale da salire

passo del Souffi

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: posteggiato al tornante 1840 (bivio Ciarbonet)
Sentiero ottimamente tracciato ( attrezzato adeguatamente nei punti più esposti )che non ha nulla da invidiare alle alte vie dolomitiche, si aggira in mezzo a guglie, creste, torrioni donando scorci panoramici mozzafiato su valli, laghi e monti circostanti.
Con brevi digressioni dal percorso si possono visitare alcune vestigia del Vallo Alpino.
Escursione ad anello effettuata in una bellissima giornata con cieli blu e temperature estive.
Con Carlo, Gino ed Umberto

usciti dal tunnel

verso la caratteristica trincea poco sotto la vetta

Umberto e Gino

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
:: divertente
:: corretto
note su accesso stradale :: posteggio a pagamento pian delle gorre
Abbiamo effettuato l'anello in assetto da escursionisti. Utile il set da ferrata ( caschetto utilissimo )anche se non strettamente indispensabile. Pochi i passaggi esposti ma ben protetti.
Tutto il percorso è in ottime condizioni ed anche i sentieri sono segnalati in maniera evidente. Abbiamo misurato 1900 mt dislivello per 22 km
Agevolati dal meteo favorevole ( bello per gran parte della giornata )siamo partiti da Pian delle Gorre, transitati nei pressi del laghetto del Marguareis quindi abbiamo risalito il canale dei Torinesi per prendere il sentiero attrezzato che ci ha portato al colle dei Torinesi. Da qui siamo andati in punta, breve sosta per poi ridiscendere al colle dei Torinesi, breve ascesa al colle Palù e, scendendo l'evidente sentiero con altri tratti attrezzati siamo arrivati al bivio di quota 2300.
Risaliti al colle del Pas siamo passati in val Ellero, attraversato una quantità notevole di mucche quindi arrivati a Porta Sestrera, scesi al Rifugio Garelli, altra piccola pausa ed infine a Pian delle Gorre lungo il sentiero di accesso del rifugio.
Con Mimmo, Carlo e Giancarlo

Mimmo e il vallone del Marguareis

canale dei Torinesi in versione estiva

inizio sentiero Sordella

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: posteggio a Bersezio presso via Oserot
Il sentiero da Bersezio alla Bassa di Terra Rossa è in condizioni perfette. Dalla Bassa di Terra Rossa la traccia è discontinua ma rimanendo in prossimità del filo della cresta non ci sono problemi ( con buona visibilità )in quanto la vetta è sempre evidente. Panorama eccezionale sulle cime che fanno da corona alla alta valle Stura.

Gita remunerativa ( poco sviluppo in relazione al dislivello ) e gratificante per riprendere a muovere le gambe dopo la pausa estiva Percorsa da solo, nessun altro sul percorso

casermette a sinistra

casermette a destra

strada ex militare verso colle Oserot

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Carbonè (Cima del Lago) da San Giacomo (15/09/18)
    Gran Sometta (Cima) da La Salette (20/08/18)
    Aver (Becca d') e Cima Longhede da Plan Proriond per il Col d'Aver (18/08/18)
    Grand Tournalin (Cima Sud) e Petit Tournalin da Cheneil (28/07/18)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (27/07/18)
    Barbis (Rocca) dalle Terme di Valdieri per il vallone di Lourousa e il Colle Chiapous (07/07/18)
    Souffì (Passo del), Monte Stella da Terme di Valdieri, traversata Bivacco Varrone - Rifugio Bozano (28/10/17)
    Scaletta (Monte) da Prato Ciorliero, anello sentiero Cavallero e Passo Peroni (14/10/17)
    Marguareis (Punta) da Pian delle Gorre per il Sentiero Sordella (16/09/17)
    Oserot (Monte) quota 2781 m o falso Oserot da Bersezio (02/09/17)
    Rocciamelone da la Riposa (15/07/17)
    Freide (Monte) da Chiappera per il Colle di Rui (08/07/17)
    Sautron (Monte) da Chiappera, anello per il Col Sautron e bivacco Sartore (07/07/17)
    Uccello (Pizzo d') dal Rifugio Donegani, anello (18/06/17)
    Bussaia (Monte) e Rocca d'Orel da Palanfrè (12/11/16)
    Costa Rossa (Bric) e Monte Bisalta o Besimauda da Meschie di Pradeboni, anello di cresta (01/10/16)
    Antoroto (Monte) da Valdinferno, anello per i Monti Grosso e Berlino (17/09/16)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Sestriere per il Passo di San Giacomo (11/09/16)
    Zerbion (Monte) da Barmasc per il Colle della Portola (24/08/16)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (15/08/16)
    San Bernolfo (Rocca e Guglia di) da San Bernolfo, anello per Passo di Seccia e Laghi di Collalunga (30/07/16)
    Lausfer (Passo del) dal Santuario di S.Anna di Vinadio per i Passi Tesina e Saboulè (17/07/16)
    Chaberton (Monte) da Montgénevre per il Colle dello Chaberton (02/07/16)
    Mongioie (Monte) da Viozene per la Gola delle Scaglie (08/01/16)
    Saline (Cima delle), Cima Pian Ballaur da Carnino Inferiore, anello per il Colle del Pas (19/12/15)
    Ormea (Pizzo d') da Chionea, anello Costa Valcaira - Costa degli Archetti (12/12/15)
    Toraggio (Monte) dalla Colla Melosa per il Sentiero degli Alpini (14/11/15)
    Marguareis (Punta) da Carnino per la Bassa di Gaina, discesa per il Passo delle Mastrelle (07/11/15)
    Questa Emilio (Rifugio) da Terme di Valdieri (24/10/15)
    Finestra (Colle di) da San Giacomo (17/10/15)
    Ischiator (Becco Alto d') dal Ponte del Medico per il Passo Laris (12/09/15)