robertov


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
note su accesso stradale :: posteggi alla colla di casotto
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo saliti, lungo le piste dismesse, fino alla sella tra il monte Grosso ed il monte Mussiglione, discesa ( cercando le esposizioni più assolate )piacevole, su neve duretta ma sciabile fino al torrente sotto al Rif Manolino, ripellato e salito alla Colla Bassa e da qui per macchie di neve e pratoni asciutti arrivato in punta al Monte Grosso.
Luciano e Mimmo, hanno aggiunto un pò di pepe, quindi non si sono fatti mancare anche l Antoroto percorrendo il marmoreo pendio tra la Colla Bassa e la punta l'uno con sci ( con cautela sia in salita, rampant tassativi, che in discesa ) l'altro con ramponi in entrambe le direzioni di marcia.
Dal monte Grosso siamo scesi su neve dura ( con sastrughi, onde, placche di ghiaccio vivo sulle stradine e vecchie tracce ghiacciate )che non ha mollato mai nonostante le temperature miti e l'ora tarda; graditissimo l'ultimo tratto sulle piste battute che ha dato un pò di sollievo alle gambe provate da tanto "martellamento"

verso la colla Bassa

Antoroto......marmoreo......

dalla punta
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa pesante
neve (parte inferiore gita) :: Bagnata
note su accesso stradale :: posteggio a Cheneil ( poco sotto )
attrezzatura :: scialpinistica
Visto il meteo ( e lo zoccolo che mi ha fatto compagnia per tutta la salita ) ho ripiegato dai miei propositi iniziali e........Credo essere arrivato in punta al Molar......per quello che si riusciva a capire.....
Sciata così così ( sembrava essere in appennino )su neve umida recente poggiante su croste non portanti nella parte alta ed ancor peggio in basso: tutto sommato decisamente poco scorrevole e per nulla divertente.
Pioggia fino ai 2200 metri: per essere nel cuore dell'inverno non direi temperature ideali......
Da riprovare con condizioni e visibilità migliori: acqua e sci non sono un connubio ideale( come ho sentito dire oggi )........
Solo soletto sull itinerario

alpe Goilles in primo piano e Cheneil sullo sfondo

panorama
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
note su accesso stradale :: Posteggio a villaggio d ardua
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Gita per amatori......la strada di fondovalle richiede qualche toglimetti sia in salita che in discesa mentre ( non appena abbiamo cominciato a pestare neve più fredda, recente )la neve si é appiccicata, per gran parte della gita, alle nostre pelli formando zoccolo da record autoreplicante!!! Ciò ha rallentato la nostra progressione facendo fermare tre di noi al rifugio ed altri due poco sotto al colle ad un ora decisamente tarda!
Sciata moooolto bella nella parte superiore con tratti polverosi alternati a qualche crosta ( non portante )che è diventata sempre più frequente perdendo quota.
La parte inferiore del bosco richiede uno stile di discesa...... caratteristica........atletica ......su neve umida ma portante quindi sciabilissima anche se al limite dello stile alla Tarzan ( da un albero all altro ) peccato che lo spessore del manto nevoso sia decisamente più sottile che in quota con qualche affioramento di rocce e ceppi.
Ambiente Marguareis quindi...... stupendo.
Le due stelle sono una media tra la parte superiore, la boschina, la strada.......ecc
Con Fabio, Luciano, Gino, Sandro e........nessun altro........

ma quanta neve c'è?

bastionata del Marguareis

pronti? via!!

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: posteggio a Baraccone
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Si calzano gli sci a quota 1830 ( circa 40min portage ), oggi assenza di rigelo notturno quindi si arriva al passo Cairillera sci ai piedi senza difficolta. Nella gorgia iniziale il torrente sottostante ha iniziato ad aprire buchi ma, per ora, si passa senza problemi. Mi sono fermato al colle in quanto ( visto l'orario, l'esposizione del pendio e le condizioni del manto nevoso )non mi sembrava igienico andare in punta........
Le 3 stelle sono una media data dalla parte alta dell'itinerario ( buona primaverile: ho iniziato la discesa alle 11,40 ) e centrale ( primaverile discreta ma più umida ) e la gorgia iniziale ( zig zag tra buchi del torrente contornati da fondi di valanga......... non divertente ).
Un saluto all'unico skialp ( molto più mattiniero di me, con cane )incontrato sull itinerario.

il vallone visto dal gias

parte alta itinerario (andata)

la discesa si preannuncia bella

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: posteggio al tornante di quota 1650
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Tentativo frustrato dalla non buona visibilità ( schiarite previste ma....non viste )e dalle continue scariche dai pendii laterali che non incutevano sicurezza. Si posteggia all ultimo tornante prima del pianoro, mezz oretta di spallaggio poi Innevamento continuo dal termine dei Prati Del Vallone. Noi oggi siamo arrivati al circo superiore a quota 2500. Qui( dopo ampia discussione sul da farsi ) dietrofront: discesa su neve umida in alto e sfondosa in basso. I 10-12 cm di neve recente poggiano sul manto nevoso sottostante non rigelato, infatti le 2 stelle sono una media tra le 3-4 stelle della parte superiore e decisamente meno alle quote inferiori.
Vista una dozzina di skialp nel vallone e direi ( mi sembra, chi prima chi più avanti )che hanno tutti alzato bandiera bianca......
Ovviamente il cielo si è aperto quando siamo arrivati dall'auto......no comment
Con Luciano

Finalmente si apre....un pochino

meteo inclemente

Prati del Vallone oggi
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: posteggio impianti Cervinia
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
salita in notturna ( partenza 2,15 da Cervinia ), sotto debole nevicata, per seguire i concorrenti del Mezzalama. Dal Plateau Rosa peggioramento condizioni meteo, al colle direi decisamente freddino ( a -20 difficile avere caldo ) nonchè ventilato!!! Sono sceso lungo il Ventina innevato e battuto perfettamente fino in paese ma con visibilità.........modesta......
Sono rimasto ammirato dagli atleti che affrontavano il percorso nonostante il meteo inclemente e con tempi di percorrenza.......da marziani.......veramente un altro pianeta rispetto ai comuni mortali!!!
Un ringraziamento alla signora che distribuiva tè caldo( il freddo ed il vento Erano solo un dettaglio ) imperterrita a tutti gli spettatori presenti al colle nonostante il tendone verde, dove veniva preparato il tè, abbia avuto più di un cedimento.

pubblico skialp in salita al colle
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: posteggio al tornante di Grange
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Le classiche di stagione non deludono mai!! Il buon rigelo notturno ha garantito una comoda progressione in salita ed una sciata eccezionale in discesa.
Innevamento continuo a partire dalla presa d'acqua di quota 1850siamo arrivati con gli sci ai piedi ( senza rampant )fino a quota 2900 ( circa ) ove abbiamo calzato i ramponi per percorrere gli ultimi metri di salita e la cresta finale.
Il notevole vento in punta ci ha incoraggiato a non oziare ed a iniziare la discesa alle 12,30 per cui abbiamo trovato neve primaverile da 4 stelle fino a sotto la gorgia e da qui in fondo il manto nevoso si è umidificato molto, a questo punto, per non toglierci gli sci, abbiamo racchettato lungo la stradina ( destra idrografica ) a partire dalla presa d'acqua per poi poter scendere nel bosco direttamente sui pratoni iniziali sci ai piedi trovando neve continua ma.......così così.....
Compleanno festeggiato con bellissima gita di stagione in compagnia di Sandro, Luciano e Marcello.
Visti altri 2 skialp ( + 2 francesi in traversata )e tre escursionisti con ciaspole sul percorso.

Luciano in punta

Marcello & Sandro

spettacolo1

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: posteggio a san bernolfo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Il bollettino valanghe ed il peggioramento meteo previsto per il pomeriggio mi ha fatto decidere l'itinerario. Visibilità discreta e neve umida, ma con buon grip, lungo tutto il percorso ( sci ai piedi dal auto )anche nei punti ove affiorava il fondo di neve vecchia. Discesa con venti centimetri di neve decisamente bella dalla punta fino in fondo al vallone di Seccia, il manto nevoso si è umidificato decisamente dal traverso che porta nel vallone di Barbacana che ho percorso lungo la stradina innevata ( fuori.......croste..... sfondosa.......pietre......) fino alla torta del rifugio Dahu ( buonissima )!!!
Un saluto alla coppia della val varaita con cui ho condiviso la discesa.
Vista una quindicina di skialp sul percorso.

rocca san bernolfo

vallone di salita

casermette e prora nave
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: posteggio a Limonetto dagli impianti
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Confermo le relazioni precedenti anche se ( ho iniziato la discesa verso le 13 ), scendendo più tardi, sui versanti soleggiati la neve trasformata io l'ho trovata mentre altrove croste portanti quasi dappertutto. Comunque sciabilità ( ed innevamento )garantita lungo tutto il percorso.
Il canale ( visti i numerosi passaggi ) a me è sembrato una pista a gobbe bellissima!!!
In salita ( anche se non strettamente necessari )ho montato i rampant dall'auto alla punta ad esclusione della parte ripida del canale ove ho approfittato della scalinata approntata da chi mi ha preceduto in salita con gli sci in spalla.
Solo soletto, a parte la trentina di altri skialp lungo l'itinerario

croce di vetta

guardando verso il mare

Bisalta e Costa Rossa

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: posteggio a Upega
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo lascito l'auto a Upega e siamo saliti, sci in spalla, lungo la strada pulita dallo spazzaneve ( peccato )fino al posteggio presso il ponte a quota 1500 circa ove abbiamo seguito la pista battuta fino in punta. Per scendere abbiamo fatto un lungo diagonale a sinistra in modo da arrivare al colletto di Poggio Lagone 1680 e da qui siamo scesi nel bosco in modo da sbucare dalla cappellina della madonna della neve ove abbiamo chiuso l'anello.
L'esposizione caratteristica della nostra traccia di discesa ci ha permesso di trovare numerosi tratti di polvere intervallati da ( non molti )pezzi più umidi ( qualche placca da vento )ma il tutto si è mantenuto sempre ben sciabile.
Visti altri 7-8 skialp in prossimità della vetta.
con Luciano

traversone dalla punta a Poggio Lagone

dopo il traversone....la discesa

Bertrand e Marguareis

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Grosso (Monte) da Colla di Casotto (15/02/20)
    Molar (Mont de) da Cheneil (02/02/20)
    Sestrera (Porta) quota 2344 m da Madonna d'Ardua (14/12/19)
    Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone (25/05/19)
    Ubac (Testa dell') da Pontebernardo (04/05/19)
    Breithorn (Colle del) da Cervinia (28/04/19)
    Enchastraye (Monte) da Grange (20/04/19)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (06/04/19)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (02/03/19)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (09/02/19)
    Reixa (Monte) da Sambuco, per il versante Rio Malanotte - Gava (26/01/19)
    Enchastraye (Monte) da Grange (19/01/19)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (08/12/18)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (24/11/18)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (16/06/18)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Seccia (12/05/18)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (07/04/18)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (24/03/18)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (10/02/18)
    Giobert (Monte) da Preit (13/01/18)
    Giosolette (Cima) da Limonetto (23/12/17)
    Ischiator (Cima Sud d') da Besmorello (02/06/17)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (13/05/17)
    Negra (Rocca) da San Bernolfo (15/04/17)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (08/04/17)
    Nana (Bec di) o Falconetta da Cheneil (11/03/17)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (11/02/17)
    Seirasso (Cima) da Prato Nevoso (14/01/17)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (17/12/16)
    Serena (Col) da Mottes (03/12/16)
    Sibolet (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (15/10/16)
    Maledia (Cima della) dal Rifugio Soria, traversata a San Giacomo per il Vallone Pantacreus (21/05/16)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (14/05/16)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re (30/04/16)
    Basodino (Monte) da Riale (19/04/16)
    Lose (Cima delle) da Argentera (09/04/16)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (26/03/16)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (19/03/16)
    Nebin (Monte) da Morinesio (06/03/16)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (20/02/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (06/02/16)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (04/07/15)
    Carro (Cima del) dal Lago Serrù (30/05/15)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (16/05/15)
    Fremamorta (Cima di ) da Terme di Valdieri (09/05/15)
    Arbola (Punta d') o Ofenhorn da Valdo per il Rifugio Margaroli (24/04/15)
    Clogstafel (Punta) da Valdo per il Rifugio Margaroli (23/04/15)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (04/04/15)
    Pigna (Monte) da Impianti di Lurisia (21/03/15)
    Cars (Cima) da Certosa di Pesio, anello per Cima Piastra e Colle Serpentera (28/02/15)
    Campaula (Costa) o Pian della Reina da Tetti Folchi (12/02/15)
    Borel (Monte) da San Giacomo (31/01/15)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (24/01/15)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (20/12/14)
    Incianao (Punta) da Bersezio (22/11/14)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (14/06/14)
    Bresses (Testa Sud di) da Terme di Valdieri, giro per Passo di Prefouns, Colletto Bresses, Colletto del Valasco (17/05/14)
    Fascia (Cima della) da Limone Piemonte per la dorsale NO (29/03/14)
    Lose (Cima delle) da Argentera (09/03/14)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (08/03/14)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (22/02/14)
    Costa Rossa (Bric) da Tetti Rumiano (25/01/14)
    Mussiglione (Monte) dalla Colla di Casotto (03/12/05)
    Maledia (Cima della) da San Giacomo (29/05/04)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (15/05/04)
    Brocan (Colle di) da Terme di Valdieri, giro dell'Argentera e della Cima d'Asta (2 gg) (25/04/04)
    Brocan (Colle di) da Terme di Valdieri, giro dell'Argentera e della Cima d'Asta (2 gg) (25/04/04)
    Marguareis (Punta) da Madonna d'Ardua, anello Passo del Duca, Canale dei Torinesi (08/03/03)
    Vallonet (Tete du) da Chiappera (15/02/03)
    Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri (01/02/03)