robertov


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Nessun problema
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Nonostante il vento degli ultimi giorni abbia lavorato la neve in alto ed il sole abbia cominciato a trasformare il manto nevoso in basso mantenendosi sui versanti in ombra si trova ancora farina( anche a bassa quota)!!!
Molto tracciata ma ( cercando un po' ) si trovano ancora dei lenzuoli ( o meglio fazzoletti ) intonsi su cui pennellare.
Oggi circa una ventina di skialp sul percorso.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Si posteggia in paese
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
La traccia ( o meglio autostrada ) battuta da chi mi ha preceduto ha mitigato l effetto dello zoccolo che mi ha perseguitato per quasi tutta la salita. Polvere canadese ( da urlo )nei versanti in ombra nella metà superiore mentre dal Gias in giù nevi varie ( si è ripresentato lo zoccolo ) ma non tutte divertenti.......La ginnastica richiesta per il torrente finale ha dato quel tocco in più !!!
Felicissimo di concludere la discesa sulla pista battuta. Visti circa una dozzina di skialp sul percorso
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Posteggio impianti Limonetto
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Rampant utilissimi prima metà gita. Neve primaverile nella parte alta e dura/portante in basso
Classica gita di stagione con innevamento continuo lungo tutto il percorso. Il cielo sereno ha favorito il rigelo notturno tale da consigliare l uso dei rampant per la prima metà della gita poi il sole ( e la traccia degli sci alpinisti che ci hanno preceduto ) ha reso superflui i coltelli per la seconda parte. Canale percorribile agevolmente sci ai piedi. Gita effettuata in compagnia del mitico Mimmo in pole position, Gino alle calcagna e Sandro .

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: No problem da val pesio
quota neve m :: 700
attrezzatura :: scialpinistica
Visto il pericolo 3 ci siamo orientati su un classico. Innevamento continuo dall auto , nessuno sul percorso oltre a noi 4. Solita stradina fino al gias dopodiché ampio giro sulla sinistra per portarci sui pianori presso la cima Pitte ove per cresta si giunge lungamente in vetta in totale sicurezza. No discesa diretta dalla vetta per timore provocare distacchi ma discesa su polvere da urlo nel primo valloncello esposto a nord est con fino in fondo alla conca ove con breve risalita nella boschina siamo ritornati poco sopra il gias. Fine della sciata entusiasmante!!!Da questo momento alternanza di croste portanti/non portanti, tracce di ciaspole, rigole d acqua ci hanno obbligati a fare molta ginnastica nel discendere la stradina. Morale: la metà superiore fantastica mentre quella inferiore molto " articolata". Nel complesso giornata fantastica con Mimmo in grande spolvero che ha battuto traccia sempre e Luciano inossidabile, Sandro soddisfatto della performance, io un po' meno.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Giornata fantastica con meteo ideale( se devo essere pignolo forse un pò troppo caldo ). Il fondo noto per la sua scarsa ciclabilità era molto meglio di come me lo avevano descritto ( merito dell'iron bike ? ). In ogni caso la mia valutazione sulla ciclabilità è di circa il 90\95% in salita ( per chi ha gambe e fiato da vendere e sopratutto riesce a far stare la bici nella traccia non sempre agevolmente )e quasi totalmente in discesa.
Personalmente voglio riprovarla in un momento di forma migliore di quella attuale in quanto la mia percentuale di ciclabilità è stata del 50% in salita causa cedimento strutturale ( mio non della bici ).
Vetta grandiosa con panorama a 360° con le vestigia del vecchio forte che sono la ciliegina su una torta che non ci si stufa mai di mangiare ( a piedi ed ora in mtb: mi manca solo con le pelli ): consigliabilissima ( anche se un pò bisogna spingere ).Ultima cosa: abbondate con i liquidi: dopo le ultime case non c'è più acqua !!
Grande Ezio che ha percorso la salita tutta in sella fino alla roccia tagliata e diversi tratti sia da pian dei morti al colle che da qui alla vetta!!
Immenso ringraziamento a quel signore che vigilava sulle bottiglie poste in vetta ( credo per l'iron bike )e che ci ha elargito una mezza bottiglia dopo aver visto le nostre espressioni sconvolte e "disidratate " all'arrivo sulla spianata del forte: mai mezza bottiglia di coca cola calda è stata cos' apprezzata da tre assetati!!!

il forte

arrivati!!!

più stanco o più assetato?

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Salita tutta in sella ( occhio alle scorte d'acqua in quanto non abbiamo trovato fontane lungo il percorso ) ad esclusione dei 20\25 minuti di salita al Passo Cialancia con bici al fianco ( o in spalla come si preferisce ) e di pochi brevi tratti in cui la nostra tecnica discesistica, sicuramente migliorabile, ci ha consigliato di accompagnare il mezzo a piedi. Interessante la discesa lungo le piste da sci di Ghigo di Prali.
Grazie ad Ezio ed Enzo che hanno rifatto ancora una volta questa gita pur di permettermi di smarcarla anch'io.

quasi in cima

il cannone 14940 presso i laghetti
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Avevamo già attaccato le pelli agli sci e rintracciato guanti e passamontagna ma, visto l'innevamento non proprio abbondante, abbiamo dovuto ri-gonfiare le gomme ed ingrassare la catena. Non sapendo dove andare, ci ha ingolosito la relazione di Pierriccardo della gita del 27\11 ed abbiamo pensati di ripercorrere le sue tracce!! Gita non lunghisima ma il panorama dalla Cima Pigna ripaga della salita, senza respiro, che da Vigna porta al Gias Mascarone. Solito tetto di nuvole che fa da cornice ad un cielo blu e con un sole caldo. Pierriccardo ha trovato le primule a 1400 mt ma noi lo abbiamo battuto con le nostre violette ( genziana ? ) trovate a 1700mt ( il 2 dicembre )!!!. La discesa, entusiasmante, lungo il pistone di Lurisia l'abbiamo affrontata con cautela, visto il terreno ghiacciato, ma abbiamo avuto più difficoltà nella parte bassa delle piste dove il terreno non più ghiacciato ha trasformato le nostre bici ed il nostro abbigliamento in sculture di fango. Consigliabilissima in mezza stagione forse un pò calda, immagino, in estate.

pistone di Lurisia

il bosco poco prima del lago di pianfei
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Gita effettuata con visibilità molto limitata ( nelle nuvole fino a circa 1500 mt )e con temperature decisamente rigide ( alcune fonti erano gelate ) Attenzione agli incroci all'altezza del 15\17 km ( prima di incontrare la strada proveniente dal santuario di Valmala ) in quanto noi abbiamo decisamente " vagato" per quasi un ora in cerca del percorso corretto. Non abbiamo trovato acqua dalla partenza fino al colle della Ciabra.
Al colle della Bicocca non farsi ingannare dalla strada che prosegue in discesa ma affrontare la discesa dal sentiero GTA che si diparte direttamente dal colle della bicocca nell'avvallamento poco prima delle costruzioni in rovina.
Circa 7\8 anni fa la discesa, nel bosco, era decisamente più ciclabile ( nonostante all'epoca avessi una MTB rigida ) ma il sentiero è stato in più punti eroso dalle pioggie; comunque sempre un bel percorso nel bosco.
Ciliegina sulla torta: siamo arrivati a Chiesa alle 17.30, ci ha colto il buio e siamo arrivati dalla macchina cercando di non farci investire dalle automobili.

Gita da compiere quando le giornate sono decisamente più lunghe!!!

immancabile compagno di gita

colori autunnali
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: strada per gli impianti di Garessio
Abbiamo battuto la traccia ( almeno 40 cm di neve recente )per tutto il giro il che ha trasformato una piacevole passeggiata da 3\3,30 ore in una gita da 5,20 ore ( per circa 700 metri di dislivello !!! ). I rumori degli assestamenti del manto nevoso ci hanno accompagnato per tutto il giro ma, vista la tipologia della gita non ci hanno mai preoccupato veramente anche se il traverso del pendio Nord Ovest del Monte Mussiglione lo abbiamo affrontato con estrema prudenza nonostante il bosco fitto.
Grande apertura di stagione con discesa sulle piste di Garessio ( in parte già battute ).


Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Partenza alle 06,45 da S.Giacomo e dopo aver attraversato il torrente al pra del Rasur ( su un ponticello precario a dir poco ) ci siamo incamminati verso il bivacco Moncalieri e abbiamo calzato gli sci a quota 2050 su neve morbida già la mattina presto per finire sul colletto adiacente alla cima Borello a quota 2950 anzichè alla base della Maledia ( toppato itinerario!!! ). Abbiamo girato gli sci a mezzogiorno e, dopo aver attraversato il passaggio dei ghiacciai, ci siamo buttati giù per la Gorgia della Maura con una neve primaverile eccezionale ( le due dita di neve recente, in quota, erano come la ciliegina sulla torta ) ! L'inevamento è ottimo e termina al Piano del Praiet ove bisogna caricarsi i legni sulle spalle e " camallarseli " fino al paese. Complessivamente Grande gita, consigliabilissima.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Enchastraye (Monte) da Grange (20/04/19)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (06/04/19)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (02/03/19)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (09/02/19)
    Reixa (Monte) da Sambuco, per il versante Rio Malanotte - Gava (26/01/19)
    Enchastraye (Monte) da Grange (19/01/19)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (08/12/18)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (24/11/18)
    Udine (Punta) - Venezia (Punta) da Pian della Regina (22/09/18)
    Carbonè (Cima del Lago) da San Giacomo (15/09/18)
    Gran Sometta (Cima) da La Salette (20/08/18)
    Aver (Becca d') e Cima Longhede da Plan Proriond per il Col d'Aver (18/08/18)
    Grand Tournalin (Cima Sud) e Petit Tournalin da Cheneil (28/07/18)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (27/07/18)
    Barbis (Rocca) dalle Terme di Valdieri per il vallone di Lourousa e il Colle Chiapous (07/07/18)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (16/06/18)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Seccia (12/05/18)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (07/04/18)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (24/03/18)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (10/02/18)
    Giobert (Monte) da Preit (13/01/18)
    Giosolette (Cima) da Limonetto (23/12/17)
    Souffì (Passo del), Monte Stella da Terme di Valdieri, traversata Bivacco Varrone - Rifugio Bozano (28/10/17)
    Scaletta (Monte) da Prato Ciorliero, anello sentiero Cavallero e Passo Peroni (14/10/17)
    Marguareis (Punta) da Pian delle Gorre per il Sentiero Sordella (16/09/17)
    Oserot (Monte) quota 2781 m o falso Oserot da Bersezio (02/09/17)
    Vofrede (Ferrata dello Sperone) con discesa per Cignana (29/07/17)
    Rocciamelone da la Riposa (15/07/17)
    Freide (Monte) da Chiappera per il Colle di Rui (08/07/17)
    Sautron (Monte) da Chiappera, anello per il Col Sautron e bivacco Sartore (07/07/17)
    Uccello (Pizzo d') dal Rifugio Donegani, anello (18/06/17)
    Ischiator (Cima Sud d') da Besmorello (02/06/17)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (13/05/17)
    Negra (Rocca) da San Bernolfo (15/04/17)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (08/04/17)
    Nana (Bec di) o Falconetta da Cheneil (11/03/17)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (11/02/17)
    Seirasso (Cima) da Prato Nevoso (14/01/17)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (17/12/16)
    Serena (Col) da Mottes (03/12/16)
    Bussaia (Monte) e Rocca d'Orel da Palanfrè (12/11/16)
    Sibolet (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (15/10/16)
    Costa Rossa (Bric) e Monte Bisalta o Besimauda da Meschie di Pradeboni, anello di cresta (01/10/16)
    Antoroto (Monte) da Valdinferno, anello per i Monti Grosso e Berlino (17/09/16)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Sestriere per il Passo di San Giacomo (11/09/16)
    Zerbion (Monte) da Barmasc per il Colle della Portola (24/08/16)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (15/08/16)
    San Bernolfo (Rocca e Guglia di) da San Bernolfo, anello per Passo di Seccia e Laghi di Collalunga (30/07/16)
    Lausfer (Passo del) dal Santuario di S.Anna di Vinadio per i Passi Tesina e Saboulè (17/07/16)
    Chaberton (Monte) da Montgénevre per il Colle dello Chaberton (02/07/16)
    Maledia (Cima della) dal Rifugio Soria, traversata a San Giacomo per il Vallone Pantacreus (21/05/16)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (14/05/16)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re (30/04/16)
    Basodino (Monte) da Riale (19/04/16)
    Lose (Cima delle) da Argentera (09/04/16)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (26/03/16)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (19/03/16)
    Nebin (Monte) da Morinesio (06/03/16)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (20/02/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (06/02/16)
    Mongioie (Monte) da Viozene per la Gola delle Scaglie (08/01/16)
    Saline (Cima delle), Cima Pian Ballaur da Carnino Inferiore, anello per il Colle del Pas (19/12/15)
    Ormea (Pizzo d') da Chionea, anello Costa Valcaira - Costa degli Archetti (12/12/15)
    Toraggio (Monte) dalla Colla Melosa per il Sentiero degli Alpini (14/11/15)
    Marguareis (Punta) da Carnino per la Bassa di Gaina, discesa per il Passo delle Mastrelle (07/11/15)
    Questa Emilio (Rifugio) da Terme di Valdieri (24/10/15)
    Finestra (Colle di) da San Giacomo (17/10/15)
    Ischiator (Becco Alto d') dal Ponte del Medico per il Passo Laris (12/09/15)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (04/07/15)
    Carro (Cima del) dal Lago Serrù (30/05/15)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (16/05/15)
    Fremamorta (Cima di ) da Terme di Valdieri (09/05/15)
    Arbola (Punta d') o Ofenhorn da Valdo per il Rifugio Margaroli (24/04/15)
    Clogstafel (Punta) da Valdo per il Rifugio Margaroli (23/04/15)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (04/04/15)
    Pigna (Monte) da Impianti di Lurisia (21/03/15)
    Cars (Cima) da Certosa di Pesio, anello per Cima Piastra e Colle Serpentera (28/02/15)
    Campaula (Costa), o Pian della Reina da Tetti Folchi (12/02/15)
    Borel (Monte) da San Giacomo (31/01/15)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (24/01/15)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (20/12/14)
    Incianao (Punta) da Bersezio (22/11/14)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (14/06/14)
    Bresses (Testa Sud di) da Terme di Valdieri, giro per Passo di Prefouns, Colletto Bresses, Colletto del Valasco (17/05/14)
    Fascia (Cima della) da Limone Piemonte per la dorsale NO (29/03/14)
    Lose (Cima delle) da Argentera (09/03/14)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (08/03/14)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (22/02/14)
    Costa Rossa (Bric) da Tetti Rumiano (25/01/14)
    Chaberton (Monte) da Fenils, giro per Claviere (01/08/09)
    Cialancia (Passo) da Perrero a Prali per i 13 Laghi (23/06/07)
    Pigna (Monte) da Chiusa Pesio (02/12/06)
    Sampeyre (Colle di) e Colle della Bicocca Strada dei Cannoni da Rossana (11/11/06)
    Mussiglione (Monte) dalla Colla di Casotto (03/12/05)
    Maledia (Cima della) da San Giacomo (29/05/04)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (15/05/04)
    Brocan (Colle di) da Terme di Valdieri, giro dell'Argentera e della Cima d'Asta (2 gg) (25/04/04)
    Brocan (Colle di) da Terme di Valdieri, giro dell'Argentera e della Cima d'Asta (2 gg) (25/04/04)
    Marguareis (Punta) anello Passo Duca, Marguareis, Canalone Torinesi (08/03/03)
    Vallonet (Tete du) da Chiappera (15/02/03)
    Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri (01/02/03)