powderdavide


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Rifatta questa ferrata carina con Sara per riprendere un po' a muoversi.....
Clima giusto e pioggia evitata.
Tutto in ordine sulla ferrata!



[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Fatta solo la prima parte, per iniziare Sara alle ferrate.....e anche perché l' abbiamo attaccata alle 16,30!
Lei si è divertita tanto, e questa per me era la cosa piú importante! Con il proposito di ritornare per completarla, anche per vedere questo famoso ponte tibetano....su cui ho letto pareri piuttosto discordanti.


Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Sono tornato dopo sei anni a fare questa salita.....che dire.....in giornata è un bel mazzo, direi che l' ho trovata più faticosa del Monviso, a cui è simile per dislivello e sviluppo, circa 2200 m. e 25 km per il giro completo.
Partito alle 5,30 da Pila, poi San Grato, Colle Plan Fénètre, Comboé, bivacco Federigo e quindi ferrata. La quale è in buone condizioni, sicuramente migliori di sei anni fa! Secondo me però c' è un po' troppo ferro, sia per quanto riguarda il cavo che per i gradini, alcuni dei quali veramente inutili!
La discesa per la normale è lunghetta come sempre, e molto "sfasciumosa" fino al colle dei Tre Cappuccini. In particolare oggi ho patito più del solito la risalita dal rifugio al colletto Chamolé.
Giornata spettacolare, un po' di venticello in cima all' Emilius.
Nota: l' itinerario qui descritto è francamente incomprensibile, non ha molto senso per fare la ferrata pernottare al Rif. Arbolle (a cui si arriva tramite il colle Chamolé, e NON Arbolle, come indicato!) e poi ridiscendere al Comboé. Il Biv. Federigo non sarà una meraviglia, ma è situato in una posizione incantevole. In più c'è anche il nuovo chalet Peccoz, che però non so se è aperto a tutti.

Scendendo al Comboé


Il ponte tibetano

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Dopo quella di Caprie (nulla da segnalare) decido di venire a fare anche questa, dato che non l' ho mai fatta con una grossa portata del rio Rocciamelone. In effetti con queste condizioni si potrebbe quasi inserire in "canyoning"! Ci sono da fare tre guadi con 20-30 cm. di profondità di acqua e poi ci si bagna a volontà sui due strapiombi, ma ne vale la pena, è stata la più bella ferrata di Foresto che abbia mai fatto. Magnifica!
Ribadisco ancora una volta che nella descrizione dell' itinerario qui presente non sono segnalati i tre, seppur brevi, ponti tibetani.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Veloce salita solitaria pomeridiana, confidando nella tenuta del tempo, e così è stato.
Due cose da segnalare:
i cavi di sicurezza del ponte tibetano sono ormai veramente un po' troppo alti per una persona "normale";
attualmente quasi tutto il sentiero di rientro è trasformato in un allegro e spumeggiante ruscello, per cui si alterna alla ferrata anche un po' di canyoning, anche nell' ultimo tratto per arrivare all' attacco! Credo che sarà così ancora per un po' di giorni. Potrebbe essere l' occasione per provare una ferrata con gli stivali di gomma!!!
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Bellissima! Abbastanza lunga, piuttosto varia, molto arrampicabile, aerea ed esposta. Sicuramente non per principianti e per chi patisce il vuoto!
Io, avendo come al solito problemi di tempo, ho dovuto percorrerla quasi di corsa (1h e 50 min) e quindi non me la sono goduta appieno; da ripetere con più calma!
In conclusione, sono molto contento di aver finalmente percorso questa ferrata, anche perché da tempo volevo farla come personale piccolissimo omaggio al mio sfortunato amico Mario Perona, al quale purtroppo il destino ha tolto la soddisfazione di vedere realizzata quest' opera, da lui sognata e ideata!
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Fatta tutta la ferrata quasi di corsa, ed è sempre un discreto allenamento.
Nulla da segnalare. Clima afoso.



Un saluto a Maurizio e Leo, che ho superato lungo la salita e che avevo già conosciuto alla ferrata di Caprie. Alla prossima.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Finalmente sono riuscito a venire, con un mio carissimo amico, a fare questa ferrata, che ci è piaciuta molto. Siamo partiti da Tetti Violino e abbiamo fatto l' itinerario 1 (io con variante più atletica, con presenza di un paio di tratti piuttosto impegnativi, anche se brevi). Porre molta attenzione anche in discesa!
Giornata bellissima, un po' di vento in cima (da cui si gode di un panorama spettacolare!), temperatura perfetta. Una bella Pasqua nelle Marittime!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Veloce salita pomeridiana, sperando di non prendere pioggia, e così è stato. Clima gradevole, con un fresco venticello che mi ha accompagnato per tutta la salita.
Tecnicamente nulla da segnalare. Per me è sempre una gran bella ferrata, breve ma varia e divertente.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Per sfuggire alla assurda calura fuori stagione niente di meglio della ferrata di Foresto. Purtroppo, a parte il tratto strapiombante a fianco della seconda cascata (dove si fa una leggera e gradita doccia), faceva caldo anche lì. Non la percorrevo da più di cinque anni, e infatti il primo tratto me lo ricordavo diverso: sicuramente adesso è ancora più bella.
Nulla di particolare da segnalare. In questi giorni la portata d' acqua credo sia al minimo.
Forse sarebbe opportuno aggiornare la descrizione, citando la presenza dei tre ponti tibetani.