powderdavide


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo itinerario :: faticoso
tipo clima :: corretto
Giusto per mantenere un po' di allenamento......ma se si pensa che domani inizia l' inverno vien da piangere! Fino a metà circa in maglietta a maniche corte, poi si è alzata un po' di brezza. Sono salito e sceso dal diagonale che porta al crestone sud-ovest. Circa 10-15 cm. di neve negli ultimi 150 metri di dislivello, che rallenta un po' la progressione in salita.....ma in discesa ci si diverte di piú! Però, che tristezza vedere le montagne così poco innevate...... In ogni caso dalla cima il panorama in giornate limpide come oggi è sempre bellissimo.



[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo itinerario :: divertente
tipo clima :: al limite del freddo
Sono salito prima al Mont Fortin, poi ho traversato fino al Col Chavannes e quindi ho ripercorso in discesa tutto il vallone di Chavannes.
Data la giornata limpidissima, dalla cima Del M. Fortin (dove tanto per cambiare spirava un vento gelido) il panorama era a dir poco commovente; guardando verso il Monte Bianco è come leggere pagine di storia dell' alpinismo!
Ho misurato 24 Km A/R.......e anche oggi ho percorso un tratto infinitesimo del Tor des Géants, che partirà tra un paio di settimane!

Salendo nel vallone le Aiguilles de Trélatète sbucano come un colosso Himalayano!

Sullo sfondo il ghiacciaio del Rutor

Il M. Bianco appare come per magia dietro il M. Fortin!

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo itinerario :: divertente
tipo clima :: al limite del freddo
Veloce giro pomeridiano nelle zone che videro le mie prime escursioni in montagna.....molti anni or sono, ahimé!
Al rifugio vento freddo.....ma per chi conosce La Thuile non è una sorpresa!
Come sempre tantissima gente su questo sentiero, che permette di ammirare le famose cascate. In discesa dalla terza cascata ho percorso il nuovo sentiero del cinquantenario, che mi ha permesso di vedere scorci mai visti in tanti anni!
In totale, partendo dal paese (e non da La Joux), ho misurato 19 Km A/R.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo itinerario :: divertente
tipo clima :: corretto
Ho percorso l' itinerario descritto in una bella mattinata non troppo calda, concedendomi anche un bel bagno nella bellissima Cala Civette, quasi deserta in confronto alla conosciutissima Cala Violina.
Collegando i vari sentieri è comunque possibile percorrere percorsi più lunghi, sempre immersi nella macchia e con splendidi scorci sulla costa.

In lontananza Piombino

Punta Ala

Poggio la Guardia

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo itinerario :: faticoso
tipo clima :: al limite del caldo
Salito il primissimo tratto della tagliafuoco e poi fino in cima lungo il sentiero di discesa della Maratona Alpina, segnato dai bolli blu. Sceso poi dalla normale su Caselette.
Ottimo allenamento.

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo itinerario :: faticoso
tipo clima :: al limite del freddo
Ci siamo fermati a 500 m. lineari dal colle in quanto il pendio finale era completamente innevato e con le scarpette da corsa
il rischio di scivolare era reale. Temperatura molto bassa e nubi minacciose che andavano e venivano dai 2000 m. in su.
In effetti l' itinerario presenta scorci e panorami molto belli, ma oggi la nebbia ha coperto tutte le cime.
Con il GPS ho misurato circa 2250 m. di dislivello (sono presenti almeno due risalite) e circa 24 Km. a.r.
Con Sandro e Giuliano, che mi hanno fatto "tirare" un po' (tempo di salita 3 ore e mezzo per me, 15 min. in meno per loro)!

PS ho provato a inserire la traccia, ma non mi è possibile!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo itinerario :: faticoso
tipo clima :: corretto
La descrizione dice "tutta corribile a seconda dell' allenamento"......e in effetti siccome io non sono allenato l' ho corsa per metà in salita, e tutta in discesa, ovviamente.
Qualche chiazza di neve sulla cresta spartiacque e sotto la cima, che serve giusto a rinfrescarsi i piedi!
Un po' di vento in alto e panorama splendido come sempre dalla cima, anche se guastato dai nuvoloni presenti sulle cime di confine.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Con questo caldo francamente lo sci può aspettare, non sono ancora nell' ordine di idee di svegliarmi alle 3-4 del mattino!
Quindi ho ripreso a corricchiare su questi itinerari a due passi da casa. Oggi ho fatto un giro più lungo, ed esattamente: Caselette, tagliafuoco bassa e alta, Pilone della Costa, Madonna della Bassa, M. Curt, cresta fino al Musiné, Caselette. In totale circa 25 Km e 1400 metri di dislivello. Un po' di neve sul versante nord del M. Curt. Temperatura gradevole. Giro raccomandabile.
Aggiungo traccia GPS.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Oggi il cuore mi diceva "scialpinismo", ma non avendo avuto voglia di alzarmi presto ho ripiegato su questa sgambata, e non mi sono pentito della scelta, perché la giornata meritava veramente e perché ho fatto tutta la tagliafuoco alta e il sentiero in totale solitudine, mentre pare che sul Pelouxe (la mia meta originaria) si facesse la fila.
Di corsa da Caselette fino al secondo bivio per il Colle della Bassetta e poi a passo veloce fino in cima, e discesa dalla normale.

Secondo me questo è forse l' itinerario più vario e interessante (avendone percorso praticamente tutti quelli escursionistici), anche se piuttosto lungo, per raggiungere la cima del Musiné.
Certo, c'è chi dice che per farsi 750 m. di dislivello è molto meglio farsi anche qualche centinaio di km in auto per andare in Valle d'Aosta......questione di gusti, ovviamente, e dipende anche da quanto tempo si ha a disposizione!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo itinerario :: faticoso
tipo clima :: corretto
Veloce salita in mattinata e sempre un ottimo allenamento. La inserisco solo per segnalare che in alto il sentiero presenta neve a tratti ghiacciata, quindi attenzione soprattutto in discesa.