powderdavide


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Avendo solo la mattinata a disposizione, io e Beppe siamo tornati al Musiné per fare questa via.
Molto bello il primo sperone, un po' deludente invece il secondo, a parte le prime placche. Abbiamo percorso tutta la via con le scarpette e slegati, tranne l' ultima placca verticale del primo sperone, dove ci siamo assicurati.
Sulla prima placca del secondo sperone mi è rimasto in mano un appiglio che sembrava sicuro.....prestare sempre attenzione. Inoltre, per esperienza diretta è consigliabile il casco......
Dalla cima oggi panorama fantastico, meraviglioso vedere la prima neve e pensare alle future discese......

Coincidenza.....anch'io ho usato delle vecchie Boreal risuolate......come Teddy, che ringraziamo sempre per l' idea che ha avuto di queste vie!
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Salita non difficile, da gustare con calma in una giornata meravigliosa come oggi con un compagno ideale come Beppe!
Noi, alternandoci nei tiri, abbiamo utilizzato gli spit (non sempre di facile individuazione, qualcuno l' abbiamo anche saltato), ma volendo salire proteggendo la via per darle un po' più di sapore "alpinistico" basta seguire fedelmente il filo di cresta. Molto bello il decimo tiro, in cui si scende alla "breche" tra le due torri e poi si sale una bella placca per raggiungere la cima della seconda torre.
Dall' ultima sosta in pochi minuti al bivacco e poi in cima.

NB Oggi la strada era ancora aperta fino al Pian del Re, ma in seguito alle precipitazioni previste nei prossimi giorni credo che verrà chiusa a breve.

La magica luce dell' autunno

Verso l' attacco

Punta Udine e Monviso

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Non molto da aggiungere alle relazioni precedenti. Noi abbiamo fatto tre tiri e un tratto in conserva, ma giusto perché avevamo la corda e per fare un po' di manovre.....in realtà avremmo potuto farla tutta slegati. Sicuramente bisogna provare bene tutti gli appigli prima di tirarsi su, e fare molta attenzione ai detriti!
Giornata veramente limpidissima e calda, la neve presente quattro giorni fa è sparita completamente, solo qualche chiazza scendendo fino al colle dello Chaberton.
Con Beppe, sempre in gran forma.
Un grazie a Enzo per i consigli che mi ha dato per affrontare questa divertente salita.

Ghiaioni immensi

Verso l' attacco

Legati

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Sempre una bella ginnastica per raggiungere la cima del Musiné, e per riempire una mattinata dal tempo incerto. In realtà volevamo fare la Ivano Boscolo, che è la prima arrivando da Caselette, ma inspiegabilmente non abbiamo visto l'indicazione e siamo passati oltre! Molta umidità sul sentiero, la roccia invece era asciutta. Alla fine della via abbiamo ravanato un po' per arrivare in vetta, perché i segni bianchi non sono piú molto evidenti.
Con Beppe, che si è divertito molto.
Un ringraziamento a Teddy, come sempre!
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Sono tornato dopo sei anni a fare questa salita.....che dire.....in giornata è un bel mazzo, direi che l' ho trovata più faticosa del Monviso, a cui è simile per dislivello e sviluppo, circa 2200 m. e 25 km per il giro completo.
Partito alle 5,30 da Pila, poi San Grato, Colle Plan Fénètre, Comboé, bivacco Federigo e quindi ferrata. La quale è in buone condizioni, sicuramente migliori di sei anni fa! Secondo me però c' è un po' troppo ferro, sia per quanto riguarda il cavo che per i gradini, alcuni dei quali veramente inutili!
La discesa per la normale è lunghetta come sempre, e molto "sfasciumosa" fino al colle dei Tre Cappuccini. In particolare oggi ho patito più del solito la risalita dal rifugio al colletto Chamolé.
Giornata spettacolare, un po' di venticello in cima all' Emilius.
Nota: l' itinerario qui descritto è francamente incomprensibile, non ha molto senso per fare la ferrata pernottare al Rif. Arbolle (a cui si arriva tramite il colle Chamolé, e NON Arbolle, come indicato!) e poi ridiscendere al Comboé. Il Biv. Federigo non sarà una meraviglia, ma è situato in una posizione incantevole. In più c'è anche il nuovo chalet Peccoz, che però non so se è aperto a tutti.

Scendendo al Comboé


Il ponte tibetano

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Cresta bellissima, a parere mio e dei miei compagni. E' esattamente il tipo di scalata su cui mi diverto, e quindi ringrazio molto Beppe, che ha proposto la gita. Anche lui si è divertito molto. Ovviamente ringraziamo il nostro capocordata Giacomino il quale, pur essendo avvezzo a ben altre difficoltà, ha apprezzato molto questa "alpinata"!
Come già riportato, un po' ostico il camino del quarto tiro, forse è meglio aggirarlo all' esterno, anche se più esposto.
Siamo stati piuttosto rallentati da un gruppo di otto ragazzi di Genova che sono partiti dal rifugio (noi dal Pian del Re) e hanno attaccato circa mezz' ora prima di noi.
In seguito siamo stati raggiunti da due simpatici alpinisti "old style", con i quali abbiamo scambiato divertenti battute e opinioni, nei lunghi momenti trascorsi ad aspettare che sopra di noi si progredisse.....
Il tempo, inizialmente bellissimo, si è via via guastato facendoci preoccupare un po', ma alla fine ha tenuto.
Discesa tranquilla, forse nel canale c' è un po' troppa ferraglia!

Alba

La fantastica parete Nord del Monviso

I tre canali superiori...sogni di future discese!

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Premesso che a me e a Beppe la gita è piaciuta molto, faccio solo alcune considerazioni.
Il Labirinto Verticale è in effetti una sequenza di cengioni erbosi inframmezzati da qualche passaggetto su roccia terrosa, e in presenza, come oggi, di erba bagnata dalla pioggia di ieri, è meglio fare molta attenzione a non scivolare. Per il resto presenta un colpo d' occhio spettacolare sul versante opposto della valle.
Al lago bisogna dirigersi subito verso la prima pietraia sulla destra, dove guardando con attenzione si individua il primo segno rosso; noi ovviamente non l' abbiamo visto e ci siamo diretti verso la pietraia al fondo della conca "perché ci sembrava più logico"! Così non è, e il risultato è stato che ci siamo trovati in un ripido canalino (dal quale probabilmente saremmo sbucati ugualmente sulla retta via nel ripiano superiore) che non ci ispirava molto, per cui abbiamo fatto dietro-front. Tornati al lago, quando stavamo ormai per abbandonare ho visto il bollo su un pietrone! Erano le 11 e sono apparse la prime nubi, ma decidiamo di riprendere la salita, non senza un certo disappunto per la nostra disattenzione che ci ha fatto perdere un' ora!
La salita è divertente, anche se bisogna effettivamente porre molta attenzione perché i bolli sono molto distanziati. Segnalo che all' inizio della parte alpinistica è presente una targa in memoria di Bruno Molino. Su molte relazioni la via è valutata PD, e mi sembra più corretto. Noi non avevamo la corda, ma uno spezzone potrebbe essere utile per assicurare chi non si trovasse a proprio agio in quei punti in cui c' è una certa esposizione. Utile il casco, non tanto per la presenza di altre persone (non c' è pericolo!) ma per gli stambecchi eventualmente scorrazzanti in alto!
Arrivati in vetta ovviamente con la nebbia, abbiamo quasi subito iniziato la discesa sulla normale di Molera. Questa (ma è la mia modestissima opinione) sembra sia stata ritracciata andando a cercare le difficoltà, infatti ora è valutata F, mentre la precedente (con i bolli rossi, che feci tanti anni fa) era EE. Ma tant' è!
Arrivato a Molera mi sono precipitato a recuperare l' auto a Balme e sono poi risalito a riprendere Beppe, il quale è dovuto scendere molto lentamente a causa di un problema ad un ginocchio.
Secondo me questa Sud Ovest da Balme è molto più attraente della solita normale, per chi abbia un minimo di dimestichezza su passaggi di 2° grado, e per chi non disdegni ambienti solitari e un po' cupi. Presenta solo lo svantaggio di dover andare a recuperare l' auto, a meno di scendere dalla via di salita. In realtà anni fa avevo percorso da Molera un itinerario fino al lago Mercurin che potrebbe essere l' uovo di Colombo, in quanto si ritornerebbe poi al punto di partenza: quando si è sbucati sul ciglione erboso con l' enorme masso a sx, invece di svoltare a dx sul sentiero per dirigersi verso l' attacco della normale, proseguire verso ovest (presenza di ometti e segni sbiaditi) in direzione di un canale, percorso il quale si arriva a scavalcare la cresta sud dell' Uja, e da qui seguendo una traccia in falsopiano si arriva a sbucare nella conca del lago.
Oggi però volevo percorrere il Labirinto, che non avevo mai fatto.....e che non credo farò mai più!

Beppe in azione

Manca poco!

Ovviamente nella nebbia

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo itinerario :: divertente
tipo clima :: al limite del freddo
Sono salito prima al Mont Fortin, poi ho traversato fino al Col Chavannes e quindi ho ripercorso in discesa tutto il vallone di Chavannes.
Data la giornata limpidissima, dalla cima Del M. Fortin (dove tanto per cambiare spirava un vento gelido) il panorama era a dir poco commovente; guardando verso il Monte Bianco è come leggere pagine di storia dell' alpinismo!
Ho misurato 24 Km A/R.......e anche oggi ho percorso un tratto infinitesimo del Tor des Géants, che partirà tra un paio di settimane!

Salendo nel vallone le Aiguilles de Trélatète sbucano come un colosso Himalayano!

Sullo sfondo il ghiacciaio del Rutor

Il M. Bianco appare come per magia dietro il M. Fortin!

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo itinerario :: divertente
tipo clima :: al limite del freddo
Veloce giro pomeridiano nelle zone che videro le mie prime escursioni in montagna.....molti anni or sono, ahimé!
Al rifugio vento freddo.....ma per chi conosce La Thuile non è una sorpresa!
Come sempre tantissima gente su questo sentiero, che permette di ammirare le famose cascate. In discesa dalla terza cascata ho percorso il nuovo sentiero del cinquantenario, che mi ha permesso di vedere scorci mai visti in tanti anni!
In totale, partendo dal paese (e non da La Joux), ho misurato 19 Km A/R.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Se fosse possibile dare 6 stelle........penso che una giornata migliore non sia auspicabile! Temperatura ideale, assenza di vento, vista sconfinata dalla cima, cosa volere di più?
Partito alle 3,00 da Pian del Re sotto una stellata indimenticabile (ho visto pure qualche stella cadente...), ho raggiunto le Sagnette che iniziava ad albeggiare.
La salita è in condizioni pressoché perfette, con il nevaio sopra l' Andreotti e un paio di altri nevai da percorrere con attenzione perché con queste temperature la neve al mattino presto è molto dura. Utili i ramponi, ma non indispensabili. Io sono salito con le scarpe da corsa.
Anch' io sono dell' idea che la parte più ostica di questa salita sia.....la discesa: spesso bisogna disarrampicare ed è indispensabile stare sempre molto concentrati!
La risalita alle Sagnette è una vera rottura, e la successiva discesa fino al Pian del Re abbastanza lunga!
Secondo me.....da fare almeno una volta nella vita!

Un saluto ai tre simpatici ragazzi di Roccaforte Mondoví (mi pare) con cui ho condiviso la discesa.

Alba alle Sagnette

Prime luci sul Re di Pietra

Quasi in vetta

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Dres (Lago) da Ceresole Reale (04/08/19)
    Fioria (Bocchetta) da Ghiarai per i Laghi Bellagarda (14/07/19)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (06/07/19)
    Corleans (Cresta di) forcella 2733 m e quota 2780 m da Mottes per il Couloir N (03/03/19)
    Montestrutto (Falesia di) (02/06/18)
    Ceresole Reale Pista di Fondo (25/03/18)
    Alpet (Cugno dell') Versante SE (03/02/18)
    Ruceia (la) Via Ferrata di Condove (25/04/17)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (25/09/16)
    Corbassera o Combassera Canale NE (12/03/16)
    Due Dita (Passo) Canale NE (18/04/15)
    Grifone (Punta di) da S.Antonio (28/02/15)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (22/02/15)
    Mares (Cima) da Canischio (08/02/15)
    Crosa (Fortini di) Versante Sud-Est (31/01/15)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (17/01/15)
    Blaves (Tete de) dal Colle della Maddalena (10/01/15)
    Cobre, cima Sud Canale Nord (04/01/15)
    Soglio (Monte) da Pratiglione, anello per la dorsale Canautà e Roc Cruasera (03/01/15)
    Mares (Cima) da Canischio, anello per le Rocche di San Martino (30/12/14)
    Bettaforca (Colle) da Staffal (26/12/14)
    Soglio (Monte) da Milani (20/12/14)
    Ciantiplagna (Cima) da Balboutet per il Versante SO (13/12/14)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (08/12/14)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (23/11/14)
    Musinè (Monte) Versante Sud - Via degli Speroni (08/11/14)
    Venezia (Punta) Cresta Perotti (01/11/14)
    Chaberton (Monte) cresta SE - via Mario Perona (19/10/14)
    Musinè (Monte) Versante Sud - In Hoc Signo Vinces (05/10/14)
    Emilius (Monte) Via Ferrata ATTUALMENTE NON PERCORRIBILE 08/2019 (28/09/14)
    Udine (Punta) Cresta Est (21/09/14)
    Mondrone (Uja di) da Balme per il dal Lago Mercurin e il Labirinto Verticale (06/09/14)
    Chavannes (Col de) da Porassey per il Vallon de Chavannes (22/08/14)
    Deffeyes (Rifugio) da la Thuile (20/08/14)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (18/08/14)
    Guardia (Poggio la) Giro di Cala Violina (15/08/14)
    Vincent (Piramide) da Indren (19/07/14)
    Argentera (Cima Sud) Via Normale per il Rifugio Remondino (06/07/14)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (28/06/14)
    Agnel (Cima dell') Canale N (22/06/14)
    Orrido di Foresto (Ferrata dell') (21/06/14)
    Musinè (Monte) da Caselette e la Pista Tagliafuoco (14/06/14)
    Croce di Ferro (Colle della) da Foresto (25/05/14)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (11/05/14)
    Monviso Canale Coolidge Inferiore (04/05/14)
    Civera (Passo della) da Staffal (24/04/14)
    Barracco (Colletto) Canale NE (13/04/14)
    Viso Mozzo Canale dei Campanili ramo sx (06/04/14)
    Musinè (Monte) da Caselette e la Pista Tagliafuoco (16/03/14)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) Versante E-SE (09/03/14)
    La Thuile - Fuoripista zona Belvedere (22/02/14)
    Angiolino (Cima dell') da Brancot (15/02/14)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (09/02/14)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (19/01/14)
    Sueur (Rocce della) Canale della Grotta (11/01/14)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (05/01/14)
    Grifone (Punta di) da Grange (29/12/13)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (21/12/13)
    Vallette (Cima delle) da Frais (24/11/13)
    Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino (17/11/13)
    Rocciavré (Monte) e Monte Robinet da Molè per il Vallone della Balma (27/10/13)
    Rocciamelone da Foresto (21/07/13)
    Costafiorita (Punta di) da Comba, anello per Rocca Sella e Monte Sapei (14/07/13)
    Gran Sertz o Gran Serra da Valnontey per il Rifugio Sella (23/06/13)
    Rocciamelone da Foresto (16/06/13)
    Aiguillette (Monte) o l'Asti dal Refuge d'Agnel per il Versante NO (02/06/13)
    Rocciamelone Parete SE (26/05/13)
    Bianca (Rocca) Via Ferrata CHIUSA (19/05/13)
    Rocciamelone, anticima 3306 m o la Crocetta da La Riposa (12/05/13)
    Rognosa del Sestriere (Punta) Canale e Parete NO (04/05/13)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) da Pra Catinat, per il canale Ovest (25/04/13)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (14/04/13)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (06/04/13)
    Curbasiri (Punta) da Strada di Pian Neiretto (10/03/13)
    Vallette (Cima delle) da Frais (24/02/13)
    Tre Croci (Poggio) da Bardonecchia (08/12/12)
    Jafferau (Monte) dai Bacini Frejusia (25/11/12)
    Mangioire (Passo delle) da Pian della Mussa, anello per il Rifugio Gastaldi e il Lago della Rossa (22/07/12)
    Clari (Rocca) Ferrata Mario Perona - Aldo Saglia (24/06/12)
    Curbasiri (Punta) e Monte Bocciarda da strada Pian Neiretto (10/06/12)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (02/06/12)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (22/04/12)
    Funs (Ferrata dei), Ico Quaranta (08/04/12)
    Musinè (Monte) Versante Sud - Via Ivano Boscolo (01/04/12)
    La Thuile - Fuoripista zona Belvedere (25/03/12)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (11/03/12)
    Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino (19/02/12)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (12/02/12)
    Val Gravio GEAT (Rifugio) anello da Adret e la Certosa di Monbenedetto (05/02/12)
    Maddalena (Colle della) dal Ponte Isabella (04/02/12)
    Musinè (Monte) Versante Sud - In Hoc Signo Vinces (22/01/12)
    Arpone (Monte) da Molino di Punta, anello per Madonna della Bassa e il Colle della Portia (31/12/11)
    Pintas (Monte) da Balboutet (08/12/11)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (27/11/11)
    Musinè (Monte) da Caselette e la Pista Tagliafuoco (20/11/11)
    Sapei (Monte) da Comba, anello per il Colle Arponetto e Rocca Sella (01/11/11)
    Rossa di Sea (Punta) da Grange della Mussa (30/10/11)
    Civrari (Monte, Punta Imperatoria) da Niquidetto (16/10/11)
    Bianca (Rocca) Via Ferrata CHIUSA (18/09/11)
    Orrido di Foresto (Ferrata dell') (11/09/11)
    Rocciamelone da Malciaussia per il Rifugio Tazzetti e il Colle della Resta (03/07/11)
    Oren Est (Becca d') Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Rifugio Nacamuli (19/06/11)
    Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino (12/06/11)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (08/05/11)
    Orrido di Chianocco (Ferrata dell') (01/05/11)
    Ciardonet (Roc) da Prà Catinat per il Versante SO (26/03/11)
    Matolda (Tomba di) da S.Antonio (19/02/11)
    Colombardo (Colle del) da S.Antonio (06/02/11)
    Aquila (Punta dell') Versante sud (16/01/11)
    Grifone (Punta di) da S.Antonio (03/01/11)
    Sourela (Punta) da Col San Giovanni (01/01/11)
    Lion (Monte) da Fondo (30/12/10)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (28/12/10)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (18/12/10)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (12/12/10)
    Musiné (Monte) da Caselette (08/12/10)
    Vaccarezza (Monte) o Castel Balanger per l'Alpeggio la Cialma (05/12/10)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (28/11/10)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (22/11/10)