powderdavide


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Se fosse possibile dare 6 stelle........penso che una giornata migliore non sia auspicabile! Temperatura ideale, assenza di vento, vista sconfinata dalla cima, cosa volere di più?
Partito alle 3,00 da Pian del Re sotto una stellata indimenticabile (ho visto pure qualche stella cadente...), ho raggiunto le Sagnette che iniziava ad albeggiare.
La salita è in condizioni pressoché perfette, con il nevaio sopra l' Andreotti e un paio di altri nevai da percorrere con attenzione perché con queste temperature la neve al mattino presto è molto dura. Utili i ramponi, ma non indispensabili. Io sono salito con le scarpe da corsa.
Anch' io sono dell' idea che la parte più ostica di questa salita sia.....la discesa: spesso bisogna disarrampicare ed è indispensabile stare sempre molto concentrati!
La risalita alle Sagnette è una vera rottura, e la successiva discesa fino al Pian del Re abbastanza lunga!
Secondo me.....da fare almeno una volta nella vita!

Un saluto ai tre simpatici ragazzi di Roccaforte Mondoví (mi pare) con cui ho condiviso la discesa.

Alba alle Sagnette

Prime luci sul Re di Pietra

Quasi in vetta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
tipo itinerario :: divertente
tipo clima :: corretto
Ho percorso l' itinerario descritto in una bella mattinata non troppo calda, concedendomi anche un bel bagno nella bellissima Cala Civette, quasi deserta in confronto alla conosciutissima Cala Violina.
Collegando i vari sentieri è comunque possibile percorrere percorsi più lunghi, sempre immersi nella macchia e con splendidi scorci sulla costa.

In lontananza Piombino

Punta Ala

Poggio la Guardia

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Siamo partiti con ramponi ai piedi e sci sullo zaino (ormai questo è l' assetto che ci è piú congeniale...) salendo il canale, quindi abbiamo calzato gli sci all' uscita di quest' ultimo. Ci siamo legati al termine del falsopiano quando abbiamo visto che oltre ai crepacci ben chiusi (come da relazione di due giorni fa) c' erano in realtà anche dei bei buchi! (per cui bisogna porre molta attenzione anche in discesa) e abbiamo proceduto in cordata fino in cima.
La discesa è stata bellissima in alto su neve dura ma molto grippante, mediocre in basso dove alle 12 aveva già mollato parecchio. Ma secondo me in questi luoghi ciò che conta è l' ambiente spettacolare, lo sci è solo un dettaglio, un mezzo per scendere piú velocemente e senza farsi un mazzo cosí nella neve tipo vinavil!
Tempo spettacolare e prime avvisaglie di perturbazione intorno alle 14, come da previsioni. E molta gente (ancora parecchi con gli sci e qualcuno anche con tavola e splitboard), diretta un po' su tutti gli itinerari.

Nota: la funivia di Indren rimane chiusa dalle 12,30 alle 13,45!
Non riporto i commenti delle numerose persone presenti che (come noi) hanno dovuto attendere anche piú di un' ora per poter scendere!
Un ringraziamento a Beppe che mi ha convinto a fare ancora quest' ultima gita con gli sci, e quindi gran conclusione della stagione su un 4000, quota alla quale non salivo da parecchio tempo!




[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Oggi ero da solo, e per questo motivo e per un leggero capogiro che mi è venuto proprio al termine della cengia (!) e per la nebbia che ha improvvisamente avvolto la cima alle 9,40 mi sono fermato a un centinaio di metri dalla vetta, e sono tornato indietro! Peccato, perché ero salito abbastanza velocemente dal Pian della Casa.
Il canale si sale molto agevolmente con i ramponi su neve dura, tranne gli ultimi 50 m. dal passo dei Detriti, dove la neve ormai manca, e si capisce che schifo dev' essere farsi tutta la salita su quel terreno così franoso.
Ovviamente la cengia è da percorrere sempre con molta attenzione!

Oggi terzo week end consecutivo in Valle Gesso, e devo dire che mi piace sempre di più! Sono venuto nuovamente in queste zone soprattutto perché non volevo perdermi l' ultima serata del Filmfestival di Valloriate, dove è stato ricordato Mario Monaco e dove era ospite il grande Stefano De Benedetti, con il quale ho avuto una piacevolissima conversazione. Tra l' altro, siamo coetanei.....
E' stata una giornata lunga e faticosa (partito da Rivarolo alle 3,30 e ritornato alle 0,30...del giorno dopo!) ma ne è valsa la pena! Peccato solo per la cima mancata, con Beppe l' avrei sicuramente raggiunta, ma purtroppo oggi lui non poteva.....e poi, in cima c' ero già stato 20 anni fa!
Un saluto ad Anna, ho letto che oggi ha scorrazzato su e giù per il sentiero del Remondino, chissà.....magari ci siamo incrociati.....


A dx il colletto Freshfield

Al passo dei Detriti

Il canale di salita

[visualizza gita completa]

sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok. Parcheggio a pagamento: 3,50 Euro.
quota neve m. :: 2100
Ore 11,45: sono seduto a cavalcioni della sottile cornice nevosa del colletto Coolidge.....un sogno si sta realizzando, sto per scendere il mitico Canalun! Da quanti anni aspetto questo momento? Domenica scorsa non avevo detto che l' Agnel era l' ultima discesa della stagione? Ma sono bastate due email scambiate con Enzo per cambiare idea: per oggi le previsioni sono abbastanza buone e quindi io e Beppe decidiamo di provare, per quest' anno è l'ultima possibilità! Ritrovo a Carmagnola alle 3,00 e partenza in scarpette dalle Terme alle 4,50. E' vero, non è il caso di scendere troppo presto, ma i nostri tempi sono piuttosto "comodi" e poi dànno peggioramento nel pomeriggio, al massimo aspettiamo un po' a scendere.
Cambio di assetto alla prima lingua di neve e poi salita abbastanza tranquilla, senza passare dal bivacco. Il canale si avvicina sempre di più e ci sentiamo sempre più piccoli! Procediamo con passo non veloce ma costante, la neve è piuttosto dura e sono presenti tante, troppe pietre, questo ci inquieta un po'...in realtà non ne vedremo cadere nemmeno una, per fortuna! Agli isolotti decidiamo di passare a sx (e scenderemo anche da questa parte). Intanto abbiamo già incontrato oggetti che non avremmo mai voluto vedere.....tre bastoncini, due
sci (uno completamente distrutto, ed è lo stesso modello di un paio dei miei!), una piccozza (che mi carico sullo zaino e porterò fino in cima...) e decidiamo che al ritorno recuperiamo tutto!
Sono al colletto e sto aspettando Beppe, che arriva dopo qualche minuto, e quando arriva ci abbracciamo! Purtroppo arriva anche un po' di nebbia, non c' è tempo da perdere, bisogna scendere.....il sogno sta per realizzarsi!
E la discesa non delude, la neve ha mollato il giusto e allora via ad una sequenza di curve una più bella dell' altra! le 4 stelle sono solo per la presenza di tutte quelle pietre, che a dire il vero non hanno disturbato più di tanto: ma il Canalun, per il solo fatto di esistere merita 10 stelle!!!
Arrivati alla fine della neve nuovo cambio (con conseguente appesantimento dello zaino, e la stanchezza comincia a farsi sentire!) e ci apprestiamo ad affrontare il famoso "rientro eterno alle Terme", non prima di aver depositato tutto il materiale recuperato al bivio per il Varrone, cosa di cui appena possibile avvisiamo il gestore del Rif. Morelli.
Ormai è finita, il sogno si è realizzato e siamo felici.....
Mi scuso per la relazione forse prolissa, ma credo che solo chi ha sceso il Lourousa possa capire le nostre emozioni!
E non può mancare un pensiero a chi in questo posto meraviglioso ha perso la vita, e a Mario e al "suo" Canalun.
In conclusione, se mi posso permettere, aujourd'hui du bon ski...mais un peu triste! E ora la stagione è finita davvero.....

Eccolo!.....tutte le certezze svaniscono.....

Il tempo promette bene!

Prime nuvole

[visualizza gita completa]

sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Parcheggio al lago della Rovina
quota neve m. :: 2000
Grazie a Beppe che, avendo visto il canale la settimana scorsa dalla cima della Ghilié, mi ha convinto (non è stato difficile, per la verità...) ad andare in questo meraviglioso angolo delle Marittime, abbiamo (presumibilmente...ma non si sa mai!) concluso nel modo migliore una stagione sciistica ricca di soddisfazioni!
La neve inizia 10 minuti dopo il rifugio, bisogna passare a dx del lago. Noi abbiamo tenuto gli sci sullo zaino per tutta la salita...questione di gusti.
Giornata magnifica con temperatura perfetta, e panorama fantastico dalla cima, anche se non si vedeva il mare.
Il canale presenta una profonda rigola e qualche pietra sparsa, ma nel complesso è stata una discesa di gran soddisfazione, su neve "cotta" al punto giusto (siamo scesi alle 11,00 dal colletto). La successiva planata sul lago Brocan, in stile fiordo norvegese, è stata un' esperienza indimenticabile!
Arrivati al Rif. Genova a mezzogiorno in punto, ci siamo concessi un' ottima polenta con spezzatino e salsiccia...ogni tanto ci vuole!
Dal rifugio discesa spaccagambe con gli scarponi fino al lago della Rovina, meglio usare scarpette da corsa.
Una precisazione: il canale vero e proprio è esposto a Ovest, e non a Nord come la descrizione dell' itinerario lascerebbe intendere.
E una considerazione: a un centinaio di metri dall' uscita, siamo rimasti quantomeno "perplessi" (il mio amico è stato un po' meno diplomatico di me) nel vedere i due scialp che ci avevano preceduti in cima alla gran carriera, farsi tutta la discesa scalettando e derapando perché (parole loro) "se la stavano facendo sotto"! Menomale che la neve era tale da permettere anche qualche errore.....non aggiungo altro, chi vuole intendere.....
Aggiungo invece qualche foto scattata da Beppe, avendo io stupidamente scordato di portare la fotocamera!
Buona estate a tutti!


Il 14-06-14 dalla cima della Ghilié

Ecco il canale!

Io quasi all' uscita...con le scalettate di chi ci ha preceduti!

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Dopo quella di Caprie (nulla da segnalare) decido di venire a fare anche questa, dato che non l' ho mai fatta con una grossa portata del rio Rocciamelone. In effetti con queste condizioni si potrebbe quasi inserire in "canyoning"! Ci sono da fare tre guadi con 20-30 cm. di profondità di acqua e poi ci si bagna a volontà sui due strapiombi, ma ne vale la pena, è stata la più bella ferrata di Foresto che abbia mai fatto. Magnifica!
Ribadisco ancora una volta che nella descrizione dell' itinerario qui presente non sono segnalati i tre, seppur brevi, ponti tibetani.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo itinerario :: faticoso
tipo clima :: al limite del caldo
Salito il primissimo tratto della tagliafuoco e poi fino in cima lungo il sentiero di discesa della Maratona Alpina, segnato dai bolli blu. Sceso poi dalla normale su Caselette.
Ottimo allenamento.

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo itinerario :: faticoso
tipo clima :: al limite del freddo
Ci siamo fermati a 500 m. lineari dal colle in quanto il pendio finale era completamente innevato e con le scarpette da corsa
il rischio di scivolare era reale. Temperatura molto bassa e nubi minacciose che andavano e venivano dai 2000 m. in su.
In effetti l' itinerario presenta scorci e panorami molto belli, ma oggi la nebbia ha coperto tutte le cime.
Con il GPS ho misurato circa 2250 m. di dislivello (sono presenti almeno due risalite) e circa 24 Km. a.r.
Con Sandro e Giuliano, che mi hanno fatto "tirare" un po' (tempo di salita 3 ore e mezzo per me, 15 min. in meno per loro)!

PS ho provato a inserire la traccia, ma non mi è possibile!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo itinerario :: faticoso
tipo clima :: corretto
La descrizione dice "tutta corribile a seconda dell' allenamento"......e in effetti siccome io non sono allenato l' ho corsa per metà in salita, e tutta in discesa, ovviamente.
Qualche chiazza di neve sulla cresta spartiacque e sotto la cima, che serve giusto a rinfrescarsi i piedi!
Un po' di vento in alto e panorama splendido come sempre dalla cima, anche se guastato dai nuvoloni presenti sulle cime di confine.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Dres (Lago) da Ceresole Reale (04/08/19)
    Fioria (Bocchetta) da Ghiarai per i Laghi Bellagarda (14/07/19)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (06/07/19)
    Corleans (Cresta di) forcella 2733 m e quota 2780 m da Mottes per il Couloir N (03/03/19)
    Montestrutto (Falesia di) (02/06/18)
    Ceresole Reale Pista di Fondo (25/03/18)
    Alpet (Cugno dell') Versante SE (03/02/18)
    Ruceia (la) Via Ferrata di Condove (25/04/17)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (25/09/16)
    Corbassera o Combassera Canale NE (12/03/16)
    Due Dita (Passo) Canale NE (18/04/15)
    Grifone (Punta di) da S.Antonio (28/02/15)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (22/02/15)
    Mares (Cima) da Canischio (08/02/15)
    Crosa (Fortini di) Versante Sud-Est (31/01/15)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (17/01/15)
    Blaves (Tete de) dal Colle della Maddalena (10/01/15)
    Cobre, cima Sud Canale Nord (04/01/15)
    Soglio (Monte) da Pratiglione, anello per la dorsale Canautà e Roc Cruasera (03/01/15)
    Mares (Cima) da Canischio, anello per le Rocche di San Martino (30/12/14)
    Bettaforca (Colle) da Staffal (26/12/14)
    Soglio (Monte) da Milani (20/12/14)
    Ciantiplagna (Cima) da Balboutet per il Versante SO (13/12/14)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (08/12/14)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (23/11/14)
    Musinè (Monte) Versante Sud - Via degli Speroni (08/11/14)
    Venezia (Punta) Cresta Perotti (01/11/14)
    Chaberton (Monte) cresta SE - via Mario Perona (19/10/14)
    Musinè (Monte) Versante Sud - In Hoc Signo Vinces (05/10/14)
    Emilius (Monte) Via Ferrata ATTUALMENTE NON PERCORRIBILE 08/2019 (28/09/14)
    Udine (Punta) Cresta Est (21/09/14)
    Mondrone (Uja di) da Balme per il dal Lago Mercurin e il Labirinto Verticale (06/09/14)
    Chavannes (Col de) da Porassey per il Vallon de Chavannes (22/08/14)
    Deffeyes (Rifugio) da la Thuile (20/08/14)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (18/08/14)
    Guardia (Poggio la) Giro di Cala Violina (15/08/14)
    Vincent (Piramide) da Indren (19/07/14)
    Argentera (Cima Sud) Via Normale per il Rifugio Remondino (06/07/14)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (28/06/14)
    Agnel (Cima dell') Canale N (22/06/14)
    Orrido di Foresto (Ferrata dell') (21/06/14)
    Musinè (Monte) da Caselette e la Pista Tagliafuoco (14/06/14)
    Croce di Ferro (Colle della) da Foresto (25/05/14)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (11/05/14)
    Monviso Canale Coolidge Inferiore (04/05/14)
    Civera (Passo della) da Staffal (24/04/14)
    Barracco (Colletto) Canale NE (13/04/14)
    Viso Mozzo Canale dei Campanili ramo sx (06/04/14)
    Musinè (Monte) da Caselette e la Pista Tagliafuoco (16/03/14)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) Versante E-SE (09/03/14)
    La Thuile - Fuoripista zona Belvedere (22/02/14)
    Angiolino (Cima dell') da Brancot (15/02/14)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (09/02/14)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (19/01/14)
    Sueur (Rocce della) Canale della Grotta (11/01/14)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (05/01/14)
    Grifone (Punta di) da Grange (29/12/13)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (21/12/13)
    Vallette (Cima delle) da Frais (24/11/13)
    Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino (17/11/13)
    Rocciavré (Monte) e Monte Robinet da Molè per il Vallone della Balma (27/10/13)
    Rocciamelone da Foresto (21/07/13)
    Costafiorita (Punta di) da Comba, anello per Rocca Sella e Monte Sapei (14/07/13)
    Gran Sertz o Gran Serra da Valnontey per il Rifugio Sella (23/06/13)
    Rocciamelone da Foresto (16/06/13)
    Aiguillette (Monte) o l'Asti dal Refuge d'Agnel per il Versante NO (02/06/13)
    Rocciamelone Parete SE (26/05/13)
    Bianca (Rocca) Via Ferrata CHIUSA (19/05/13)
    Rocciamelone, anticima 3306 m o la Crocetta da La Riposa (12/05/13)
    Rognosa del Sestriere (Punta) Canale e Parete NO (04/05/13)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) da Pra Catinat, per il canale Ovest (25/04/13)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (14/04/13)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (06/04/13)
    Curbasiri (Punta) da Strada di Pian Neiretto (10/03/13)
    Vallette (Cima delle) da Frais (24/02/13)
    Tre Croci (Poggio) da Bardonecchia (08/12/12)
    Jafferau (Monte) dai Bacini Frejusia (25/11/12)
    Mangioire (Passo delle) da Pian della Mussa, anello per il Rifugio Gastaldi e il Lago della Rossa (22/07/12)
    Clari (Rocca) Ferrata Mario Perona - Aldo Saglia (24/06/12)
    Curbasiri (Punta) e Monte Bocciarda da strada Pian Neiretto (10/06/12)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (02/06/12)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (22/04/12)
    Funs (Ferrata dei), Ico Quaranta (08/04/12)
    Musinè (Monte) Versante Sud - Via Ivano Boscolo (01/04/12)
    La Thuile - Fuoripista zona Belvedere (25/03/12)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (11/03/12)
    Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino (19/02/12)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (12/02/12)
    Val Gravio GEAT (Rifugio) anello da Adret e la Certosa di Monbenedetto (05/02/12)
    Maddalena (Colle della) dal Ponte Isabella (04/02/12)
    Musinè (Monte) Versante Sud - In Hoc Signo Vinces (22/01/12)
    Arpone (Monte) da Molino di Punta, anello per Madonna della Bassa e il Colle della Portia (31/12/11)
    Pintas (Monte) da Balboutet (08/12/11)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (27/11/11)
    Musinè (Monte) da Caselette e la Pista Tagliafuoco (20/11/11)
    Sapei (Monte) da Comba, anello per il Colle Arponetto e Rocca Sella (01/11/11)
    Rossa di Sea (Punta) da Grange della Mussa (30/10/11)
    Civrari (Monte, Punta Imperatoria) da Niquidetto (16/10/11)
    Bianca (Rocca) Via Ferrata CHIUSA (18/09/11)
    Orrido di Foresto (Ferrata dell') (11/09/11)
    Rocciamelone da Malciaussia per il Rifugio Tazzetti e il Colle della Resta (03/07/11)
    Oren Est (Becca d') Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Rifugio Nacamuli (19/06/11)
    Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino (12/06/11)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (08/05/11)
    Orrido di Chianocco (Ferrata dell') (01/05/11)
    Ciardonet (Roc) da Prà Catinat per il Versante SO (26/03/11)
    Matolda (Tomba di) da S.Antonio (19/02/11)
    Colombardo (Colle del) da S.Antonio (06/02/11)
    Aquila (Punta dell') Versante sud (16/01/11)
    Grifone (Punta di) da S.Antonio (03/01/11)
    Sourela (Punta) da Col San Giovanni (01/01/11)
    Lion (Monte) da Fondo (30/12/10)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (28/12/10)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (18/12/10)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (12/12/10)
    Musiné (Monte) da Caselette (08/12/10)
    Vaccarezza (Monte) o Castel Balanger per l'Alpeggio la Cialma (05/12/10)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (28/11/10)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (22/11/10)