pigilm


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nessun problema di viabilità
attrezzatura :: scialpinistica
Abbiamo seguito una bella traccia che sale ripida nel bosco a dx della gorgia che si vede dalla partenza. Siamo saliti fino al colle W de La Cochette 2261m. (baraccamenti militari sotto il fort de l'Infernet.)
Non abbiamo proseguito oltre perchè nell'ultimo strappo fuori dal bosco si vedeva neve ventata (nessuno aveva ancora tracciato e i locals così avevano consigliato)
Tempo variabile ma senza vento: nuvolo, neve e poi sole ma tanta, tanta, tanta neve: la poudreuse !!! Grandissima sciata, di più non si può pretendere!
In 9 del CAI ULE GENOVA. E' la terza volta che salgo a La Cochette senza mai ripetere lo stesso itinerario di salita. Attenzione a non imbucarsi nella gorgia, fattibile sia in salita che in discesa ma non troppo sicura.
"Cet itinéraire (entièrement en forêt) est souvent emprunté par les Briançonnais par mauvaises conditions nivologiques après des épisodes neigeux importants.
Dans ce cas, l'arrêt au col s'impose ainsi que le retour par l'itinéraire de montée." ("Kikichien" Skitoru.fr) un local.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: senza problemi
attrezzatura :: scialpinistica
Bella giornata, temperatura quasi primaverile. Abbiamo seguito, come molti altri, una bella traccia lungo lo spallone che porta in vetta alla q. 2505m da Nord, (a O del percorso segnato nella cartina della gita.)Ultimo pezzo a piedi su poca neve e roccette, potrebbero essere utili i ramponi.
In discesa abbiamo trovato anche qualche pendio da tracciare con neve polverosa che si alternava a crosta però sciabile.
4 stelle: forse è una valutazione generosa ma di incoraggiamento, con quello che passa il convento in questo periodo ... gita mai fatta, oltre le attese!
Grande Lorenza: sci ai piedi sino in vetta.
Incontrato nei pressi della cima altro gruppo di Genovesi: grazie per l'aiuto, per me giornata storta!
Gita sociale estemporanea del CAI ULE di GE (Sestri P.) Quelli che le sociali le fanno ancora e sono contenti di incontrarsi almeno in montagna, un saluto anche a chi non è venuto.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Roaschia
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dx orografica tracciando nella boschina più violenta e assurda ... poi fuori dal bosco abbiamo capito che ci sarebbe stato da divertirsi ... saliti in cima al Balur (troppo stretta la cima per tutti) scendiamo il pendio di salita quasi del tutto lavorato, per ripellare sino all'antecima del Testas (q. 1820m c.a.) Di lì grandissima discesa e dx delle tracce preesistenti, là dove il sole ha colpito meno: pura polvere da URLO!! Discesa esagerata!!
Tre stelle come media: 1 per la parte bassa 5 per la parte alta. La discesa nella boschina è stata improba: poca neve e pietre affioranti anche nella stradina ormai pietre insidiose: attenzione.
Giornata superlativa con bel panorama dalla vetta sulla pianura e sull'arco alpino fino al Monte Rosa.
Numerosi skialp e ciaspolatori.
In sette del CAI ULE, quelli della domenica e che lavorano in settimana :-(
Speriamo che nevichi e venga freddo davvero.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: con 4x4 si arriva all'ultima casa oltre il Frais
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Tanta gente sul percorso, vento teso e freddo; discesa dall'itinerario di salita (bello un canale scendendo a dx della dorsale anche se lavorato) Neve fresca, su tutto il percorso ma un pò troppo "arata"; in cresta il vento ha fatto il suo lavoro. Dalla cima panorama spaziale.
In 5 del CAI ULE GENOVA
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: strada pulita
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dalla partenza della funivia des Chalmette, sci ai piedi ci siamo tenuti sempre sulla destra fino al colle e poi sulla strada militare scarsamente innevata fino al forte dello Janus a 2529 m.
Visto un branco di camosci sul pendio sottostante il forte e successivamente sul versante di Briançon.
Prima parte nelle nuvole e neve particolarmente umida , salendo abbiamo bucato e l'orizzonte si è aperto, abbiamo visto molti altri randonneurs in zona. Poi sono arrivati nuvoloni neri forieri di altre nevicate?
Discesa senza toccare una pietra ma la crosta umida non è il massimo. poi si finisce sulle piste ormai battute dai passaggi. Qualche fiocco di neve al parcheggio prima di tornare.
Prima gita della stagione con Lorenza e Manuela (potrebbe essere questa la sua prima stagione da convinta ... BENE!!) E' meglio aspettare nuove nevicate, tre stelle perché era la prima, non abbiamo toccato pietre e siamo riusciti anche a sciare.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: fino a Le Laux
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 8 c.a. poca gente sulla pista di fondo e nessuno sull'itinerario. Dalla sin orografica quando comincia ad impennarsi il pendio, alcune recenti valanghe, una decisamente consistente sul percorso di salita interessato per circa un centinaio di metri.
Tracce coperte dalla ultima nevicata di Giovedì. Neve dura e compatta per rigelo notturno ed il vento, oggi aria frizzante su tutto il percorso.
Nella strettoia, dopo il caratteristico passaggio tra i torrioni di roccia, appena fuori dal bosco, pietre di varie dimensioni cadute dai pendii soprastanti (forse anche per camosci)
Nel vallone verso il colle, caldo ed assenza di vento; ultimo pendio decisamente sostenuto, quasi delicato, ma con neve compatta.
In alto cornici significative, sporgenti verso N, pronte per cadere. Arrivati anche sulla cima N: attenzione alle cornici!
In discesa, ottima sciata in effetti sicura; con ritorno prima delle 13. Neve buona fino alla macchina (indeciso se dare anche la 5 stella).
Da prestare attenzione alle condizioni perchè l'itinerario si svolge su percorso mai banale, quasi obbligato e sovente in strettoie (toboga).
Gita di découverte, poco frequentata in assoluto anche dai locals,. Oggi solo noi due come non accadeva da anni. Gran gita in "ambiente severo" come direbbe Larice ... ma sarà mica sul Reixa anche oggi !?! ;-)
Dalla vetta gran panorama fino al Viso. Altri scialp sulla Tourge de la Souffie ed in giro per le valli dell'Isoard. Molta neve ovunque.
Peccato per Pietro e Luca ... licenza scaduta.
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: strada pulita
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
buona traccia ad opera di un gruppo di Francesi.. comincia il caldo e la neve ne risente: i primi 200 metri da urlo e poi si scende e basta, Sentiti assestamenti nella Val Clarèe
in gita con Lorenza Pietro e Luca (licenza corta ...)
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): primaverile/firn
Da q.1928m abbiamo risalito il canalone al centro, poi al primo colle ci siamo spostati verso dx e in mancanza di neve saliamo sulla Punta Raboi 2691m, di qui a piedi, perchè non c'è più neve, sulla Punta Sea Bianca. Discesa: in alto cercando la neve, comunque trasformata, nel canale molto divertente. Sole molto caldo e la neve si sta sciogliendo ...
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: osservazioni: nulla di rilevante
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): recente leggera/asciutta
Giornata fredda; molta gente, Dopo la gara tracciato "ben visibile", ma sui versanti in ombra abbiamo trovato neve polverosa; in alto il passaggio degli sci, ha ripulito i pendii finali lasciando neve dura. In discesa fantastici i pendii in ombra che dalla costa scendono verso il bosco ... peccato per il mal di schiena. Panorama ... dall'aereo.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: osservazioni: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: neve (parte superiore gita): crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: neve (parte inferiore gita): crosta rigelo portante
Salita e discesa dai tetti Ziton, Sole ma temperatura bassa e fuori dal bosco vento forte; neve dura per il vento, ma nei pendii vicini con la stessa esposizione abbiamo osservato parecchi distacchi di fondo nonostante la neve che comincia a scarseggiare a quote basse.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Viridio (Monte) da Chiappi (17/02/19)
    Lausette (Crete de la) quota 2426m da Le Laus (10/02/19)
    Galibier (Cairn du) dal Col du Lautaret per il Vallone Sud del Galibier (01/12/18)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (15/09/18)
    Kilimanjaro Rongai Route (28/08/18)
    Giordani (Punta) da Indren (30/06/18)
    Gran Tempesta (Rocca della) o Rocher de la Grande Tempéte da Chalets du Laval (03/06/18)
    Jumelles Sud (les) da les Boussardes per il Vallon du Fontenil (30/04/18)
    Bois de Pemeant (Crete du) quota 2391 m da le Laus (01/04/18)
    Seyte (Crete de la) da la Echaillon per il versante NE (31/03/18)
    Seyte (Crete de la) da la Echaillon per il versante NE (24/03/18)
    Cochette (Sommet de la) da la Vachette (04/03/18)
    Reixa (Monte) dal Passo del Faiallo (25/02/18)
    Chardonnet (Crete du) quota 2713 m da le Pont de l'Alpe, anello per i colli Aiguillette e Chardonnet (18/02/18)
    Chaligne (Punta) da Gorrey (04/02/18)
    Gorfi (Monte) da San Giacomo (28/01/18)
    Seirasso (Cima) da Prato Nevoso (20/01/18)
    Giobert (Monte) da Preit (13/01/18)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Beaulard (03/01/18)
    Bois de Pemeant (Crete du) quota 2391 m da le Laus (02/01/18)
    Carail (Croix) da Nevache par le Bois Noir (31/12/17)
    Saurel (Cima) da Bousson (29/12/17)
    Giulian (Monte) da Giordano (17/12/17)
    Pittè (Cima) da Tetti Rumiano (09/12/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (26/11/17)
    Asti (Sella d') da Chianale (28/05/17)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (07/05/17)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (23/04/17)
    Galibier (Pic Blanc du) dalla strada du Col du Lautaret (16/04/17)
    Grand Area traversata Cresta S, Couloir N (09/04/17)
    Ombière (Pic) da Fontcouverte (08/04/17)
    Vaccia (Monte) da Pietraporzio (19/02/17)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (17/12/16)
    Galibier (Cairn du) dal Col du Lautaret per il Vallone Sud del Galibier (09/12/16)
    Combeynot (Roc Noir de) Couloir O (04/12/16)
    Ramière (Punta) o Bric Froid da Rhuilles (28/05/16)
    Ombière (Pic) da Fontcouverte (25/04/16)
    Ciaslaras (Monte) da Chiappera (10/04/16)
    Kjevagtinden da Havnnes (24/03/16)
    Stetinden da Sor Lenangen (22/03/16)
    Russelvfjellet da Russelv (21/03/16)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (06/03/16)
    Paglietta (Monte) da Prailles (23/01/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (17/01/16)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (31/05/15)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Seccia (02/05/15)
    Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (24/04/15)
    Calabre (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (23/04/15)
    Bonze (Cima di) da Scalaro (11/04/15)
    Baude (Crete de) da Nevache (05/04/15)
    Garbella (Costa della) quota 2253 m da Palanfrè (25/01/15)
    Galibier (Pic Blanc du) dalla strada du Col du Lautaret (30/12/14)
    Sibolet (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (14/12/14)
    Island Peak (Imja Tse) (02/11/14)
    Chenaillet (le) da Claviere (13/07/14)
    Petit Rochebrune da les Fonds (01/06/14)
    Negra (Rocca) da San Bernolfo (10/05/14)
    Peracontard (Colle) quota 2244 m da San Giacomo (30/03/14)
    Mezzodi (Guglia del) o Pointe de Barabbas da Plampinet (16/03/14)
    Tète Noire (Pointe de la) o de la Mandette dal Col du Lautaret per il versante Sud (15/03/14)
    Giulian (Monte) da Giordano (08/03/14)
    Ormea (Pizzo d') da Quarzina (02/03/14)
    Creusa Occidentale (Monte) da Limonetto (23/02/14)
    Cochette (Sommet de la) da la Vachette (09/02/14)
    Seita (Monte) quota 2505 m SO da Besmorello (12/01/14)
    Balur (Monte) da Roaschia (08/12/13)
    Vallette (Cima delle) da Frais (01/12/13)
    Janus (le) da Montgenevre (17/11/13)
    Charvie (Cime de la) cima SO da le Laus (14/04/13)
    Carail (Croix) da Nevache par le Bois Noir (13/04/13)
    Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina (14/02/04)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (25/01/04)
    Vecchio (Monte) traversata Limone-Vernante (23/12/03)
    Viridio (Monte) da Chiappi (22/11/03)
    Grossstrubel-Wildstrubel Traversata Grossstrubel-Wildstrubel (06/04/03)
    Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave da le Pontet (29/12/02)
    Alpet (l') da l'Eglise de Maurin (28/12/02)
    Aigle (Bec de l') da Larche per il Vallon de Font Crèse (27/12/02)
    Omo (Punta dell') o lo Cres de Gibert da San Giacomo (15/12/02)
    Aneto (Pico de) da Hospital de Benasque (25/03/02)
    Lausette (Crete de la) quota 2426m da Le Laus (01/01/70)