Gulliver outdoor - arrampicata, escursionismo, scialpinismo, sci alpinismo, alpinismo, canyoning, trekking, MTB, Cicloturismo

patinadgiasa


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
si mettono gli sci molto, molto dopo l'alpe grand mioul. l'auto, per ora, si lascia ancora poco sopra il park montnero. per cui si portano gli sci in spalla per i 2/3 circa della gita . il gg prima deve aver piovuto parecchio per cui alcuni guadi erano emozionanti. in discesa il fondo del vallone è pieno di buchi ed interruzioni, per cui conviene passare di nuovo dalla bergeria. in sostanza quando si dice " facciamone ancora una" era meglio fermarsi a quella prima.... dove c'era la neve però tutto perfetto e curve bellissime...
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Dopo bruson divieto
attrezzatura :: scialpinistica
Gita molto bella. Evitare di scendere presto.
Una precisazione: dopo bruson c'è un divieto di transito. La strada è pulita fino alle malghe superiori, ma se ci si attiene all'indicazione si fanno almeno 15 minuti a piedi prima di trovare neve continua. In discesa un poco meno.
Per il resto nulla di particolare, salvo che sembra di essere a marzo.
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ala sbarra di chiapili sup
attrezzatura :: scialpinistica
gita non molto piacevole per la parte bassa: stradina ghiacciata e traforata dalle ciapole: con le temperature di oggi (freddino) non sgela e quindi la discesa è bruttina. in alto croste varie ma non terribili. il canale di accesso ai piani superiori è un pò carico. adesso è tracciato seguendo il percorso che ci è parso più sicuro.Per prudenza siamo scesi invece nel pendio miolto più a dx, faccia a valle.
non la consiglierei
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: complesso
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
l'accesso stradale è un pò lungo. fino alle grange la rho nessun problema, ma dopo , da 300 mt lineari prima della chiesetta ci sono corsie di neve ghiacciate profonde percorribili tranquillamente solo con 4x4 o catene. si può comunque lasciare l'auto 5 min prima. oltre comunque non conviene.
Saliti nei pendii a dx della cima per non attraversare valanghe sul percorso classico e ci siamo fermati al colletto prima del canale finale. nei pendii alti in alcuni punti la neve inizia a scarseggiare. comunque molto bella da sciare e quasi primaverile fino a metà. poi un pò di crosta e rigole. si arriva in sci a 5 min dall'auto, ma comunque , nel complesso, non il massimo
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
attrezzatura :: scialpinistica
la neve inizia a diventare un pò vecchia.
traccia di salita molto gelata: portare i coltelli o starne fuori.
a scendere, in alto, ancora moltissimi spazi da tracciare ( farina compressa, piacevole, e nelle esposiz buone no crosta, al sole pieno trasformata non male), ma sotto, dopo che è andato via il sole, è un pò una lastra ormai... per trovare nuovi spazi siamo scesi molto a sx delle altre traccie. magari meglio in fondo al pendio, prima delle piante, ricongiungersi alla via di salita perché in basso il bosco è un pò laborioso.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Lasciata l'auto al pont de l'asia, ma volendo si può salire ancora un poco( altre auto ferme prima del ponte di legno). ATTENZIONE: a ruilles c'è un divieto di transito valido fino al 30 aprile ...
Pernottato al bivacco tornior: molto bello e confortevole (pulito, coperte in abbondanza, acqua prelevabile dal fiume appena prima della salita finale)
Molto freddo il gg dopo e quindi in alto la neve è rimasta un pò dura, ma comunque non male. Dal vallone sotto la cima fino al bivacco ed oltre fino al pianoro molto bella e piacevole, poi si cammina ...

inizio a piedi

quasi al bivacco

... al bivacco

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Crosta ...
Sciabilità :: ** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Ha piovuto fino ad almeno 2300 mt. e sta sera aveva ricominciato.
in alto un po' di neve umida su croste e rotaie varie ( attenzione che la neve nuova copre appena le pietre). Purtroppo la farina della settimana scorsa è rimasta un ricordo. visibilità nulla fino al limite del bosco, poi neve bagnata e crosta, ma ancora passabile. Si scende in sci fino al parcheggio.
Sciabilità :: / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Occhio: la strada per bacini è chiusa al traffico fino al 15 maggio
Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: comodo l'accesso da san leonardo
quota neve m :: 1500
quasi nessun rigelo questa notte, per cui neve molto bagnata.
in punta al canale c'è una valanga enorme che credo sia caduta davvero da poco.
accesso: partendo dal ponte di san leonardo ci sono soltanto 25 secondi di "portage". questo comporta un risparmio, se non sbaglio i calcoli, di ben 35 secondi... mica male no?
sulle stelle non dico nulla che sono esausto per il calcolo dei secondi risparmiati, aggiungo solo che cercando di evitare di centrarli in discesa, i tralicci non disturbano poi più di tanto ( in salita la vista era offuscata dallo sforzo).
Tempi: per modestia non scrivo quanto ci abbiamo messo a salire, ma si sappia che il record di oggi difficilmente potrà essere peggiorato ( parlo di tempi massimi, ovviamente ).
Ma veniamo all'argomento più importante: "azzeccatura" della gita. Si tratta di una nuova e rivoluzionaria scala di valutazione ( a, aa, aaa, aaaa, aaaaa) volta ad evidenziare non tanto la bellezza della gita quanto l'astuzia dello scialpinista, o meglio del capogita ( capogita: venerabile scialpinista che , forte di una personale esperienza plurisecolare, impone, se necessario anche con la forza, la scelta della gita ). Se la gita sia azzeccata e quanto non lo so, ma non era male alla fin fine, penso valga la pena.

valanga recente nel canale ...
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Gran Queyron dalla Valle Argentera (24/05/20)
    Saron (Mont) da Bruson (16/01/20)
    Bianca (Rocca) da Chiapili di Sopra (29/12/16)
    Blave (Cima della) da Grange la Rho (17/12/16)
    Pelato (Monte) da Pattemouche (14/12/16)
    Ramière (Punta) o Bric Froid dalla Val Thuras (28/04/16)
    Prato di Fiera (Punta) dalla Fontana della Batteria (03/03/16)
    Trécare (Becca), spalla Ovest 2852 m da Cheneil (30/11/14)
    Jafferau (Monte) dai Bacini Frejusia (01/05/13)
    Valletta (Punta) da Cerisey (25/04/10)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (17/04/10)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Ponte Terribile per il Versante Sud-Ovest (10/04/10)
    Chabriere (Monte) da Eclause (20/03/10)
    Briccas o Trucchet da Brich (13/02/10)
    Lion (Monte) da Fondo (16/01/10)
    Leretta (Punta) e quota 2051m da Pian Coumarial per il versante SO (27/12/09)
    Leretta (Punta) e quota 2051m da Pian Coumarial per il versante SO (13/12/09)
    Basei (Punta) dal Colle del Nivolet (11/07/09)
    Falinère (Punta) da Cheneil per la cresta Ovest (18/04/09)
    Serena (Col) da Mottes (11/04/09)
    Crou de Bleintse (Mont) da Chatelair (22/03/09)
    Sassa (Col de la) da Chamen (21/03/09)
    Tsa (Tour de la) da Bionaz per il Versante Sud e possibile giro per il Vallone di Sassa (14/03/09)
    Bosco (Cima del) da Rollières (08/03/09)
    Uja (Cima dell) o Uja di Corio da Pian Audi/Case Picat di Ritornato, (24/02/09)
    Nera (Rocca) da Crissolo (31/01/09)
    Leretta (Punta) e quota 2051m da Pian Coumarial per il versante SO (20/12/08)
    Uja (Costiera dell') da Chiapili di Sopra (16/11/08)
    Dormillouse (Cima) dalla Val Thuras (27/04/08)
    Becco (Costa del) da Rochemolles (30/03/08)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset da Piano San Nicolao (24/03/08)
    Creusa (Monte) traversata Palanfrè-Tetti Folchi (22/03/08)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (15/03/08)
    Orel (Rocca d') e Monte Pianard da Palanfrè (24/02/08)