one_giac


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
parcheggiato presso la prima casetta scendendo dal colle dell'Agnello lato francese. 1h45 di avvicinamento, sentiero ok. Troppo freddo per arrampicare, parete ancora all'ombra alle 11,15 con raffiche di vento gelide. Curiosato lungo la parete basale, dove ci sono un sacco di monotiri, direi grado 5 quelli nuovi sulla paretina di sx (non compaiono ancora sulle foto del sito del rifugio). Arrivati all'estrema dx ci sono due vie parallele, di 4 tiri, che erano al sole alle 11,30 ; anche se ancora col vento, ma ci ha permesso di salvare la giornata. Difficoltà direi sul 4a, un pò di lichene ma ben chiodate. Possibile scendere in doppia o ritornare sul sentiero che sale al col Blanchet, ma a quel punto, traversando a sx dall'uscita della via, abbiamo intercettato la parte alta di hanozaments, che nel frattempo era andata al sole, ed abbiamo fatto i 5 tiri terminali. Dalla sommità abbiamo preferito scendere a sx (faccia a monte) per raggiungere il sentiero di arrivo, senza salire verso il col de S. Veran, ma ci sono alcuni passi delicati da disarrampicare. Rientro per sentiero (lunghetto...). Allego foto dal sito del rifugio, alcune discrepanze rispetto alle relazioni italiane (vedere anche camptocamp). Con Max, bel posto, torneremo sicuramente con temperature migliori. Non so se dall'uscita via basti mezz'ora per arrivare all'attacco di One Again, per concatenare le vie bisogna essere abbastanza piè veloci.

le tre vie lunghe

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: meglio con fuoristrada
condizioni perfette, tutto asciutto e pulito, da solo tutto il giorno, non una nuvola, nessuna pietra rotolante, neanche da capre rupestri. in queste condizioni la via è facile, gli ometti si seguono bene, con nebbia e bagnato sarebbe sicuramente più impegnativo. Mi sono accontentato della spalla ovest, in quanto ero da solo ed in giornata no, per fortuna che il meteo mi è stato propizio. Allego una foto scattata dal punto (circa quota 3000) dove si potrebbe lasciare la traccia normale per puntare direttamente alla cima centrale, senza fare la cresta. Dovrebbe andar bene il canale che sbuca circa 20m a sx della cima centrale, se si punta direttamente alla cima, sembra più placcoso / arrampicoso. Sul sentiero dei camosci, l'ometto costituito da una singola lama di roccia, che segna la partenza della salita, è il secondo che si incontra, sul punto più alto della cresta spartiacque fra i valloni Venaus e Servin (cresta del vento); il primo, dopo circa 20min. dal colle di Costafiorita, si trova alla base del 2° marcato canalone, che non è da prendere in considerazione. La strada all'alpe di Ovarda non è bruttissima, ma ci sono un sacco di pietre, a mio avviso meglio un fuoristrada.

ipotetica via di salita diretta alla cima centrale
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Attrezzatura in ordine, via asciutta nonostante le piogge dei giorni precedenti. Trovato paio di scarpe lungo la discesa nel canale
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: fino a sotto il muro della diga
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Gita al limite. In discesa abbiamo tolto gli sci 3 volte per brevi tratti: arrivati alla conca da dove iniziano i tornanti semiscoperti della strada, 50m in salita su strada fino a tornante che da accesso ai ripidi pendii che guardano ad ovest; altro trasferimento sempre verso sx a metà dei pendii ripidi; una volta guadagnata la strada sterrata circa 500m a sx (ovest) del forte Varisella, seguito la suddetta strada verso dx (est) fino a riguadagnare il colletto sotto il forte, da cui sul fondo del torrente si arriva a 50m dall'auto. Questa sequenza l'abbiamo verificata salendo quasi tutto sci ai piedi, ma i pendii della parte bassa sono ripidi e faticosi con la neve morbida e scivolosa. In discesa parte alta con neve ancora non trasformata, parte centrale con neve collosa (buttarsi per la max pendenza) e parte basse morbida ma portante, forse la parte migliore stando sul ripido (ma il cielo era coperto, quindi il sole non aveva ancora lavorato...). Rigelo assente, diciamo 2 stelle e mezza, se proprio non si ha di meglio da fare...
Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
attrezzatura :: scialpinistica
Solo per dire che ho trovato una borraccia al fondo del pendio di discesa dalla cima. Con Marco, per un’ultima di campionato “trafficata”. Saluti a Fyplom
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti a pian del Re dal sentiero estivo ben innevato, stesse condizioni di ieri, buona fino a 2300 scendendo presto, più in basso polenta molto segnata. Grandi scariche innocue da Meidassa e Venezia
Sciabilità :: * / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
20 cm di polenta cementizia, in più punti completamente arata dai cinghiali con ciaspole e soprattutto senza ciaspole. Visibilità appena sufficiente. Ancora da trasformare, il mancato rigelo non aiuta. Ancora sci ai piedi al parcheggio, ma per poco. Molta neve dal colletto in su. Sciare è un’altra cosa.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok all’ecomostro
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
In alto l’ultima neve deve ancora trasformare, non è ancora firn ma comunque ben sciabile fino alla macchina. Tutte fattibili le gite con partenza dall’alpe Bianca, non più da Asciutti
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Nebbia, zero visibilità e crosta non portante in alto, meglio in basso con un po’ di visibilità in più e neve quasi primaverile, ultimi metri per arrivare alla strada con poca neve smollatta su erba. Agli sgoccioli in basso
Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
tratto finale in salita con alcuni brevi tratti ghiacciati e qualche pietra. Discesa diretta, in alto crosticina non troppo fastidiosa, un pò di bella farinella sopra il lago e subito sotto, tagliando a sx del bar ristoro, umida in basso. Ultimi metri su stradina. 2 stelle e mezza...
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Coudrey (Monte) Bloody Mary (20/01/19)
    Bianca (Rocca) Anozament (29/09/18)
    Ovarda (Torre d') Via Normale dall'Alpe d'Ovarda (23/09/18)
    Mondrone (Uja di) - Contrafforti Sud Via Adriana (22/07/18)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset da Piano San Nicolao (27/05/18)
    Valfredda (Punta) dal Ponte d'Almiane (19/05/18)
    Founs (Rocce) quota 2762 m da Pian della Regina (22/04/18)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (07/04/18)
    Ciarm del Prete da Tornetti (02/04/18)
    Muanda (Costa) da Cascina Scaglia per il versante SE (25/03/18)
    Piana (Cima) o Mont de Panaz da Mont Blanc (04/03/18)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (18/02/18)
    Blegier (Monte) da Grand Puy (03/02/18)
    Mindino (Bric) da Valcasotto (20/01/18)
    Martin (Punta) Cresta Federici - Contrafforte Sud (04/01/18)
    Saurel (Cima) da Bousson (28/12/17)
    Alpet (Monte) da Prà di Roburent (23/12/17)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Beaulard (17/12/17)
    Argimonia (Rocca d') Via SK2 (20/06/15)
    Lombard (Pic) da les Fonds per il Versante Nord (01/06/14)
    Sourela (Punta) da Col San Giovanni (25/01/14)
    Campaula (Costa), o Pian della Reina da Tetti Folchi (07/03/12)
    Bianca (Rocca) Via Ferrata CHIUSA (03/03/12)
    Granon (Col de) da La Draye (27/12/11)
    Quota 2717m da strada del Colle delle Finestre (04/12/11)
    Chaberton (Monte) da Claviere per la Batteria Alta (02/10/11)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (07/09/11)
    Gran Vaudalaz (Punte Sud e Nord) dai Piani del Nivolet, anello Col Nivoletta - Col Rosset (11/08/11)
    Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti (20/06/11)
    Rossa (Rocca) da Chianale (16/06/11)
    Pers (Aiguille) da Pont de la Neige (15/06/11)
    Durand (Cima) da Artesina (03/05/11)
    Sourela (Punta) da Col San Giovanni (28/12/10)
    Sises (Monte) da Sestriere (06/11/10)
    Asti (Sella d') da Chianale (24/06/10)
    Mombarone (Colma di) da Trovinasse (28/04/10)
    Pian Ballaur (Cima) da Carnino Superiore per il passo delle Mastrelle (10/04/10)
    Garitta Nuova (Testa di) da Rore (28/03/10)
    Turuj (Fontana del) o Piccola Sourela da Niquidetto (15/03/10)
    Cucco (Monte) da Santa Eurosia, Carameletto (06/02/10)
    Mares (Cima) da Alpette (06/01/10)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (03/01/10)
    Bosco (Cima del) da Thures (25/04/09)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (18/04/09)
    Paglie (Bric) da Pian Bres (13/03/09)
    Sourela (Punta) da Mollar (08/03/09)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Chiapinetto (27/02/09)
    Mares (Cima) da Canischio (30/12/08)
    Bossola (Cima) da Strada Inverso-Marciana (21/12/08)
    Genevris (Monte) da Monfol (09/11/08)
    Girard (Punta) Via Normale da l'Ecot (06/08/08)
    Bourcet (Vallone di) Ferrata Nicola Ciardelli (13/07/08)
    Marmolada - Punta Penia Via Ferrata Cresta Ovest, traversata Ghiacciaio di Vernel (30/06/08)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy (14/06/08)
    Matolda (Tomba di) da S.Antonio (09/02/08)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (29/01/08)
    Sourela (Punta) da Col San Giovanni (17/01/08)