old bear


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada ok fino all'ampio parcheggio sotto Cheneil.
Saliti come da itinerario descritto. In questa stagione è meglio arrivare alla parte alpinistica superiore quando inizia a prendere sole che asciuga le rocce dall'umidità notturna, intorno alle 10,30/11. Salita divertente, nel complesso facile e ben proteggibile a fettucce/cordini o friends con alcuni brevi passi più impegnativi ed esposti. Giornata limpida ma non così calda, itinerario e panorami godibili nella parte alta. Rientro dalla via normale verso il col di Nana e il col Croux, accorciando un po' il percorso per pietraie e pendii erbosi.
Altra bella salita e ottima giornata divise come sempre con Monica.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada ok fino al parcheggio di Thumel
Giornata grigia con nuvola bassa, ma decidiamo di partire ugualmente... mal che vada si rientra. Poco sopra il lago di Goletta usciamo dalle nuvole e ci troviamo con un cielo limpido, sole e mare di nuvole sotto di noi. Avvicinamento su sentiero segnalato da bolli gialli e ometti fino al col Goletta, poi pietraia con tracce di passaggio e qualche ometto fino alla base del tratto alpinistico sotto la vetta. Salita facile con 4 tiri da 30 metri con qualche spit e ottime soste. Dalla punta nord in pochi minuti alla sud per facile cresta. Discesa per la via di salita, fatto una doppia sull'ultimo tiro poi scesi disarrampicando i tiri più bassi prima di rituffarci nelle nuvole per il lungo rientro verso il parcheggio.
Bella salita e ottima giornata divise come sempre con Monica.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada ok fino al parcheggio di Pont.
Saliti in giornata partendo da Pont passando per il Rifugio Vittorio Emanuele e il nuovo itinerario della ferrata. Salita agevole e ben segnalata, ferrata ottima non lunga e un solo singolo passo un po' fisico. Al termine della ferrata si mettono i ramponi e si va tranquilli fino sotto la cima, qualche tratto in ghiaccio ma nessun crepaccio "eccessivo". La terminale sotto le rocce di vetta si presenta invece molto aperta e si passa solo grazie alle provvidenziali scalette in alluminio, un po' in ghiaccio l'uscita sopra le scalette comunque ben gradinata dai tanti passaggi. In vetta senza il consueto affollamento, e ci togliamo anche il capriccio di una salita sul Roc per la foto "alpinistica"... Discesa sul ghiacciaio di Laveciau, crepacci notevoli ma buona traccia e per ora nessun problema fino a ricongiungersi all'itinerario di salita sotto l'attacco della ferrata poi lunga discesa verso Pont con sosta caffè al sempre ottimo rifugio Vittorio Emanuele oggi all'ultimo giorno di apertura.
Ottima e divertente salita oggi divisa con Monica, Mathias e Dominik.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada ok fino ai parcheggi nei pressi del Colle San Carlo
Simpatica e divertente via di arrampicata alpinistica che si sviluppa con vari saliscendi sui torrioni della cresta che parte direttamente dal Col d'Ameran e che culmina sul punto più alto della cresta dove è posizionato un grosso ometto in pietra. Roccia buona, un po' sporca e, vista la poca percorrenza, qualcosa di mobile quà e là.. Chiodatura (penso volutamente) ridotta al minimo, quasi obbligatorio integrare a friends e cordini, ma nei punti chiave c'è quello che serve. Percorso un po' da cercare in alcuni punti, non sempre è cosi evidente dove i torrioni vanno scavalcati e dove invece vanno aggirati. Ultimi tiri sotto la vetta con un passo un po' fisico, ben protetto a spit ma c'è un po' da tirare di braccia se salito a scarponi. Uscita in vetta sulla destra della cresta per uno scivolo-camino con un masso incastrato al centro, più facile di quel che sembra e proteggibile a friends appena sopra il masso. Dalla vetta si scende pochi metri fino a un colletto dove è possibile scendere senza percorso obbligato per sfasciumi e pietraia fino a riprendere il sentiero del Col d'Ameran appena sopra il lago di Pietrarossa.
Altra bella e divertente salita e ottima giornata divise come sempre con Monica,

Inizio della cresta

doppia da un torrione

traverso alla base di un torrione

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada ok fino ai parcheggi. Piazzale dell'alpeggio con divieto proprietà privata, piazzale libero 2 curve più su prima
Bella via di arrampicata "alpinistica". Buone prese, difficoltà contenute e chiodatura essenziale (ma dove serve ce n'è) con buone possibilità di integrare a cordini e friends. Salita varia e divertente con alcuni bei passaggi di spigolo e due "lame" molto estetiche, la mancanza di spit in alcuni tratti facili potrebbe un po' disorientare ma basta seguire la cresta e ci si ritrova senza problemi. In vetta poco prima del peggioramento meteo e rapida discesa per il sentiero segnalato da ometti che in breve ci riporta al parcheggio.
Salita divertente e ottima giornata divise come sempre con Monica.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada ok fino ai parcheggi di Tasch, poi in treno fino a Zermatt.
Saliti il sabato alla Rothornhutte, previsione meteo buona fino alla serata di domenica... quindi ci si prova... Il sentiero parte dal centro di Zermatt ed è impossibile sbagliare, l'itinerario fino al rifugio è ben segnalato e il sentiero è sempre molto evidente. Certo, le distanze sono notevoli, ma in tre orette e mezza ci siamo. Rifugio piuttosto spartano con spazi stretti un po' dappertutto e, visto l'affollamento del weekend, ci si trova piuttosto "stipati" soprattutto nelle camerate, ma tutto sommato buon trattamento di mezza pensione. La bella sorpresa di incontrare il quasi compaesano Corrado, guida con cliente, con il quale il giorno dopo divideremo la salita ( e che ringraziamo per le dritte sul percorso) rende la gita ancora più piacevole. Sveglia alle 3, colazione quindi si parte a ridosso del rifugio direttamente con i ramponi ai piedi. Ghiacciaio coperto, non si vede un buco, buon rigelo per una progressione facile e veloce. Saliti al tratto superiore dal canale/camino di una ventina di metri su un breve muro verticale con buone prese, l'ancoraggio per una eventuale doppia di discesa è all'uscita. Un breve traverso su neve porta al tratto di misto/pietraia risalito il quale si prende il ghiacciaio nella parte alta che conduce a quota 3850 circa dove iniziano le difficoltà della salita. Da qui si attraversa la parete sud fino a prendere il canale Gabel da risalire tenendosi sulla sinistra con piacevole arrampicata su buona roccia (soste ogni 30 metri e spit dove servono) fino a giungere sulla forcella. Altro breve tratto di facile arrampicata e siamo sul traverso delle placche Biner ottimamente protetto da 4 spit all'uscita del quale si sale su roccia verglassata anche qui protetta da fittoni (ma fa un freddo polare) fino alla cresta sommitale pulita e con un bel sole. Da qui alla vetta la salita diventa più facile e l'unico punto un po' ostico è facilitato da una corda fissa. Si arriva in vetta senza troppo affollamento, foto di rito e barretta energetica poi si comincia la discesa con qualche problema di incrocio con le numerose cordate in salita e gli inevitabili tempi di attesa per le doppie (molto utile avere almeno 60 metri di corda), ma si rientra al rifugio senza problemi. Breve sosta panino e strameritata birra quindi lungo rientro verso Zermatt.
Bellissima salita e altra magnifica montagna divisa come sempre con Monica e un arrivederci e ancora un ringraziamento a Corrado.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada ok fino al parcheggio di Valnontey.
Bellissima salita in un ambiente poco frequentato della valle di Cogne, severo e maestoso e di grande soddisfazione. Si parte da Valnontey e salita come da itinerario fino a reperire il ghiacciaio di Patrì. La temperatura per ora non è elevata e il buon rigelo della notte permette una buona progressione sia sul ghiacciaio che nel canale. Creste rocciose delle due Patrì con tratti ancora innevati ma salita piacevole e divertente sulle due vette. Discesa effettuata intorno a mezzogiorno e ora il sole e il caldo smollano decisamente la neve sui versanti sud e a tratti si “buca” e si sprofonda. Discesa veloce sui tratti di ghiacciaio della parte alta , c’è ancora tanta neve e meglio scendere il più possibile prima che smolli troppo. Attualmente i nevai arrivano almeno quasi 500 metri sotto il bivacco, e col caldo si affonda parecchio in basso. Si arriva comunque al sentiero pulito senza problemi per il lungo rientro a Valnontey.
Bellissima gita e ottima giornata divisa piacevolmente con Luigi e Monica.

Itinerario di salita
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Ottima salita favorita da una bella giornata fin troppo calda e senza un filo di vento. Cresta abbastanza pulita, solo qualche breve tratto di neve, esposizione notevole in qualche punto ma dove servono le protezioni ci sono e buone possibilità di integrare con fettucce e protezioni veloci. Un po' di affollamento porta a inevitabili rallentamenti ma nel complesso salita divertente e mai troppo difficile.
Bella salita e ottima mattinata divisa con Monica, Luigi e Claudio.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada ok ma poco spazio per posteggiare alla partenza del sentiero.
Saliti per sentiero fino al ponticello in legno a circa 2200 metri poi, abbandonato il sentiero si sale per pietraie e pendii erbosi con pendenze sostenute senza percorso obbligato fino ad arrivare in vista del colle dove finalmente si vede la direzione da prendere, un vecchio cartello giallo di divieto di caccia posto su una placca di roccia alla base del canalino finale e visibile anche da lontano può essere un buon riferimento. Dopo un ultimo tratto ripido su sfasciumi si arriva al colle, si passa sul lato nord con una ridiscesa di pochi metri e in breve si guadagna la vetta, alcuni ometti aiutano a scegliere la via migliore. Il tratto dal colle alla vetta non difficile ma delicato per la tanta roba mobile anche di dimensioni ragguardevoli. Vetta con bel panorama sulla vallata centrale, ovviamente nessuno in giro e gita per amanti degli spazi poco frequentati. Discesa più o meno per la via di salita cercando il percorso migliore fra pietraie e pendii erbosi fino al ponticello in legno poi comodo rientro su sentiero.
Altra bella gita e ottima giornata divise come sempre con Monica.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada ok fino al piazzale della cava di Vofrede
Partiti dalla cava e salita per sentiero n° 9 fino a reperire l'attacco della ferrata. La ferrata non è indicata ma basta risalire il canalone di Vofrede seguendo il sentiero e si arriva all'attacco. Più che una ferrata si tratta di un sentiero attrezzato senza particolari difficoltà tecniche tuttavia l'esposizione in alcuni punti consiglia l'utilizzo di attrezzatura, noi siamo saliti in conserva proteggendo dove si riteneva necessario. Dal termine del tratto attrezzato in breve si arriva al colle di Vofrede e da qui alla vetta su tracce di sentiero con qualche breve passo di facile arrampicata. Vetta molto panoramica e vista superlativa a 360°.
Discesa al colle di Vofrede quindi al Gran Lago su sentiero indicato da bolli gialli rifatti di recente. Dal Gran Lago noi ci siamo portati a sinistra in prossimità di un piccolo laghetto sotto il quale parte un sentiero ben visibile e segnalato da ometti che porta direttamente al sottostante sentiero di rientro evitando la risalita verso il rifugio e risparmiando un bel po' di strada. Arrivati all'alpeggio una risalita di una ventina di minuti porta alla finestra di Cignana e da qui per sentiero si rientra alla cava di Vofrede. Un bel gitone con distanze notevoli soprattutto per quanto riguarda il rientro.
Bellissima gita e altra ottima giornata divise come sempre con Monica.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Trécare (Becca) Cresta NO (28/09/19)
    Granta Parei (Punta Nord) Cresta Nord Est (21/09/19)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (15/09/19)
    Ameran (Denti d') - Punta del Lago traversata (25/08/19)
    Pain de Sucre o Pan di Zucchero Sperone SE della quota 2798 + Cresta ESE (23/08/19)
    Zinalrothorn Via Normale della Cresta SE dalla Rothornhütte (14/07/19)
    Patrì Nord e Sud (Punte) Canale NO e Cresta N (23/06/19)
    Entreves (Aiguille d') Cresta SO (02/06/19)
    Tighet (Torre del) o Tour du Tignet da la Clusaz per il Versante Sud dal Col Taillà (29/09/18)
    Rous (Mont) dal Laghetto Pesca Sportiva (23/09/18)
    Grauson (Monte) Via Normale della Parete Est e Cresta SE (15/09/18)
    Gross Grünhorn Via Normale da Fiesch (09/09/18)
    Tseucca (Aouille) Via Normale da Chamen (26/08/18)
    Levionaz (Punta di) traversata Creste NO - SE (11/08/18)
    Suessa (Becca di) o Pointe des Mines Via Normale da Surier per la Cresta Nord (04/08/18)
    Bernina (Piz) Via Normale italiana dalla Diga di Campo Moro (15/07/18)
    Nordend Via Normale per la Monte Rosa Hutte (08/07/18)
    Fenilia (Punta) Cresta Ovest da Valnontey (04/07/18)
    Berrio Blanc (Monte) pendio/canale SE da Monquet (23/06/18)
    Estellette (Aiguille) da La Visaille (21/10/17)
    Pancherot (Monte) Cresta SE, Via Bertazzi (14/10/17)
    Jungfrau Via Normale dallo Jungfraujoch (21/08/17)
    Monch Via Normale dallo Jungfraujoch (20/08/17)
    Ceresole (Punta di) Versante N (23/07/17)
    Cervo (Monte) Cresta Sud (08/07/17)
    Paramont (Becca Bianca del) Via Normale da La Joux per il Rifugio Deffeyes (02/07/17)
    Croux (Aiguille) Cresta SO, Via Cheney (17/06/17)
    Espic (Bec l') Cresta SO (10/06/17)
    Colmet (Monte) dal Colle San Carlo per la cresta NO (01/10/16)
    Aletschhorn Via Normale della Cresta Sud-Ovest (26/08/16)
    Dufour (Punta) o Dufourspitze Via Normale della Cresta Ovest (12/08/16)
    Bianca della Grivola (Punta) da Tignet (30/07/16)
    Bianco (Monte) Via Normale Italiana o Via Ratti dal Rifugio Gonella (20/07/16)
    Montandayné (Becca di) Via Normale da Valnontey (16/07/16)
    Glaciers (Aiguille des) Versante NO e cresta N (09/07/16)
    Neiges des Glaciers (Domes de) da La Visaille per il Rif. Elisabetta (01/07/16)
    Pyramides Calcaires, cima SE Cresta NE (26/06/16)
    Marbrées (Aiguilles, Punta Nord) Cresta NE (28/12/15)
    Grand Assaly Via Normale da La Joux (10/10/15)
    Strahlhorn Via normale dalla Britanniahutte (26/09/15)
    Bassac Nord (Punta) da Thumel per il Col Bassac e la cresta Sud (06/09/15)
    Rimpfischhorn Via Normale dalla Britannia Hutte (22/08/15)
    Pousset (Punta) o il Pousset Cresta Est (12/08/15)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (05/08/15)
    Nera della Grivola e Rossa della Grivola (Punte) da Valnontey, traversata (25/07/15)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (18/07/15)
    Bionnassay (Aiguille de) Cresta E (12/07/15)
    Nery (Mont) Cresta Nord (04/07/15)
    Gran Becca du Mont Cresta Nord (04/10/14)
    Bonalè o Bonalex (Aiguille de) Via Normale da Planaval (27/09/14)
    Maudit (Mont) Cresta NO (13/09/14)
    Bianco (Monte) Via Normale dal Refuge des Cosmiques per il Col du Maudit (13/09/14)
    Epicoun (Bec d') o Becca Rayette Cresta S (06/09/14)
    Fourà (Punta) dal Piano del Nivolet (30/08/14)
    Mischabel (Dom de) Festigrat (23/08/14)
    Ecrins (Barre des) Via Normale da Pré de Madame Carle (12/08/14)
    Weissmies Via Normale da Saas Grund (01/08/14)
    Lagginhorn Via Normale della Cresta Ovest (31/07/14)
    Allalinhorn Via Normale dal Mittelallalin (19/07/14)
    Alphubel e Feechopf da Mittelallalin (19/07/14)
    Gervasutti Giusto (Bivacco) da Lavachey (28/06/14)
    Tour Ronde Couloir Gervasutti (21/06/14)
    Gay (Becca di) Via Normale dalla Diga di Teleccio (14/06/14)
    Mars (Monte) Cresta Carisey SSO (21/09/13)
    Rochefort (Aiguille e Dome de) Cresta di Rochefort (14/09/13)
    Grande Rousse, cima Nord Cresta N e traversata da Usellieres (23/08/13)
    Eveque (l') Via Normale dalla Diga di Place Moulin (17/08/13)
    Cian o Tzan (Punta) Cresta Rey - Est (10/08/13)
    Roccia Nera, Gemello e Breithorn Orientale da Plateau Rosa (31/07/13)
    Lyskamm Orientale e Occidentale Traversata Est-Ovest (13/07/13)
    Sant'Orso (Torre di) Via Normale da Valnontey (06/07/13)
    Avic (Monte) Via Normale da Villa per la Cresta Ovest (13/10/12)
    Chateau des Dames dalla Diga di Place Moulin (15/09/12)
    Parrot (Punta), Ludwigshohe, Corno Nero, Piramide Vincent Traversata da Indren (09/09/12)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (08/09/12)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (18/08/12)
    Herens (Dent d') Cresta Tiefenmatten (11/08/12)
    Giordani (Punta) Cresta del Soldato (27/07/12)
    Dolent (Mont) da Arnouva, Via Normale (24/07/12)
    Lavina (Torre di) da Lillaz per la Cresta NNE (21/07/12)
    Faroma (Monte) da Porliod e la Cresta NE (14/07/12)
    Monciair (Becca di) Parete Nord (16/06/12)
    Dente del Gigante Via Normale (01/10/11)
    Grande Sassière (Aiguille de la) dalla Diga di le Saut (24/09/11)
    Herbetet Via Normale Cresta N-NE (31/08/11)
    Polluce Cresta SO (25/08/11)
    Roccia Nera Via Normale da Plateau Rosa (24/08/11)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (20/08/11)
    Grivola (la) Cresta des Clochettes (10/08/11)
    Rutor (Testa del) Via Normale da La Joux per il Rifugio Deffejes (23/07/11)
    Luseney (Becca di) Parete NE dal Bivacco Chentre Bionaz (02/07/11)
    Tersiva (Punta) da Lillaz per il Passo Invergneux (14/05/11)
    Trélatéte orientale (Aiguille de) Via Normale Italiana da la Visaille (12/09/10)
    Velan (Mont) Via Normale da Ollomont (29/08/10)
    Oren Est (Becca d') Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Rifugio Nacamuli (21/08/10)
    Breithorn Occidentale Via Normale da Plateau Rosà (18/08/10)
    Bianco (Monte) Via Normale dal Refuge des Cosmiques per il Col du Maudit (11/08/10)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (31/07/10)
    Garin (Punta) da Gimillan per il vallone di Grauson e i laghi di Lussert (10/07/10)
    Granta Parei via Normale da Thumel (26/06/10)
    Vallèe Blanche traversata Punta Helbronner-Aiguille du Midi (03/10/09)
    Gran Sertz o Gran Serra da Valnontey per il Rifugio Sella (29/08/09)
    Velan (Mont) Via Normale da Ollomont (23/08/09)
    Tsanteleina (Punta) Parete Nord da Thumel (19/08/09)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (13/08/09)
    Calabre (Punta) Via Normale da Thumel per il Rifugio Benevolo (05/08/09)
    Breithorn Occidentale Via Normale da Plateau Rosà (01/08/09)
    Kurz (Punta) - Mont Brulè dalla Diga di Place Moulin (29/07/09)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (21/07/09)
    Ciarforon via Normale per cresta NE (16/07/09)