ninu


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: attenzione alle cunette sullo sterrato che arriva alla seggiovia
salito con l'auto sulla sterrata fino alla stazione superiore della seggiovia che sale da Borgata ( circa 2150 mt.) . in salita ho seguito il sentiero che fino al passo di san giacomo e' ben segnato da tratti di vernice rossa e bianca . poi il percorso diventa un po' difficile per i saliscendi della cresta , a tratti un poco esposta. seguendo i rari ometti si arriva alla vetta. In discesa , arrivato al colletto a quota 3000 , sono sceso direttamente tra sfasciumi ripidi e instabili con segni di passaggio e qualche ometto, puntando al piccolo bacino artificiale. passando dal passo di san giacomo il percorso fino alla vetta e' di 6,9 km , mentre scendendo dal colletto a quota 3000 e' di soli 5,5 km. . il dislivello totale e' di circa 1150 metri .
da solo e con una bellissima giornata. ho incontrato solo qualche camoscio e un paio di marmotte. Nella mezz'ora che ho sostato in vetta , nonostante la quasi assenza di vento , appena qualche metro sotto la cima dalla parte della valle della ripa , si sono formati dei vortici rabbiosi di vento che hanno sollevato molta polvere e qualche sassolino. per fortuna sono durati poco.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
dopo il colle Leynir per evitare di salire il canalino ( con buoni appigli ) stare sempre sulle tracce a sinistra. Si sale tra sfasciumi ripidi ma non esposti. A mio avviso questo tratto , sia che si passi dal canalino che per gli sfasciumi , e' da classificare per escursionisti esperti "ee". Il percorso dal rifugio Savoia e' di 6,2 chilometri.
non una nuvola a giro di orizzonte e solo montagne a 360 gradi, ma troppa gente in vetta.

Il lago Rosset con l'isoletta dal sentiero per il Taou Blanc
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
a mio avviso valutare la difficolta' di tutto il percorso con una sola "E" e' riduttivo. In certi tratti le due "EE" ci stanno tutte. Anche se tutto il sentiero e' ben segnato e non ci sono tratti esposti. La gita e' lunga 22 chilometri e il dislivello totale, per i piccoli saliscendi, si avvicina ai 1600 metri ( allego tracciato gps garmin, puo' sempre servire)
incontrate poche persone al lago grande e due escursionisti al Mont Belplat, il punto piu' alto, che stavano facendo lo stesso percorso , ma al contrario. A passo di mucca e fermandomi spesso ho impiegato circa dieci ore per completare l'anello. alternanza di sole e nuvole ma tempo asciutto e senza vento.

L'emblema del parco, il Mont Avic, al mattino

Il Lac Blanc appena sotto il rifugio Barbustel
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
dal Pian della Ballotta in avanti gita su terreno difficile. Un po' meglio l'ultimo tratto prima del colle della vacca, che si raggiunge aggirando a sinistra il piccolo ghiacciaio. Salito per pochi metri la cresta a sinistra che porta alla vetta ho desistito per la visibilita' quasi nulla. Il percorso dal parcheggio del Serru' fino al colle della vacca e' di 4 km.
Qualche sprazzo di sereno ma giornata per lo piu' nuvolosa con passaggio di nebbie. In discesa ho incontrato quattro escursionisti che volevano arrivare in cima nonostante le nebbie. Al mattino al pian della ballotta molti camosci, stambecchi e marmotte e al pomeriggio moltissime rondini .

I laghi Serru' e Agnel dal colle della Vacca
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: traffico limitato dal Serru' al Nivolet nei festivi di luglio e agosto
partito da uno slargo appena due tornanti sotto il rifugio Chivasso, dove c'e' una palina che indica il sentiero. ancora un po' di neve prima del colle della Basei. Arrivato al ghiacciaio ho seguito le tracce sul ripido pendio che da sulla val di Rhemes . completamente senza neve. si arriva al foro e poi alla croce con l'aiuto di una corda fissa. giornata di sole favolosa con appena un po' di venticello gentile. il percorso e' di 5,5 km.

Il lago Leytaz al mattino sul sentiero per la Basei

I laghi di Ceresole, Serru' e Agnel dalla vetta della Basei
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: traffico limitato per il colle del nivolet nel mese di agosto
partito da solo dal termine della strada transitabile del nivolet a quota 2540 circa dove c'e' la sbarra. Non ci sono paline ne' altri segni per individuare la direzione da seguire. Si scende nel piano del nivolet, si attraversa qualche rio e si sale verso est , ma il sole basso di primo mattino proprio di fronte non mi facilita il ritrovamento dei rari ometti. Arrivo comunque al colle Ferauda ( 3028 m.) , incrociando ancora qualche piccolo nevaio. Scendo di poco attraversando quello che resta del ghiacciaio e arrivo al colle della Punta Foura (3124 m.) e prendo su la per cresta di massi molto instabili e sfasciumi, trovando ancora qualche chiazza di neve. Mi fermo alla croce dell'anticima . Allego la traccia GPS della discesa , perche' all'andata ho zigzagato un po' per trovare la strada. Il percorso dalla sbarra e' di 6,3 km e il dislivello di circa 900 metri.
Visti moltissimi camosci . Devo ringraziare le due persone di Rivara, padre e figlio, che mi hanno accompagnato in vetta. Senza di loro avrei avuto qualche difficolta' a salire per il terreno infido e franoso. Giornata favolosa e bellissimo il panorama dalla cima.

Quello che resta del ghiacciaio di Punta Foura
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
a Cheneil scendere leggermente verso il torrente e superare il ponticello per imboccare il sentiero 29 per la Roisetta. Ai 2700 metri circa si trova il bivio per la Becca d'Aran a sinistra. Continuare nel canalone diritto stando vicino al torrente seguendo i segni gialli. Il percorso da Cheneil alla vetta e' di 5,1 chilometri ( GPS Garmin)
Poco prima di Cheneil incontrati sulla strada due caprioli. Fino alle ore nove qualche goccia di pioggia. Poi cielo sereno e panorama splendido dalla vetta.

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Non vi sono difficolta' se non quella di prestare attenzione a stare sul sentiero perche' dopo la foresteria Verthuy in certi tratti scarseggiano i segni gialli. Ma il percorso e' evidente ed e' quasi impossibile sbagliare.
Fino alle ore tredici cielo sereno e vista spaziale . Al colle Fussy incontrato quattro escursionisti con un cane che erano saliti al Glacier e con cui ho fatto la discesa tra le nuvole che minacciavano pioggia. Trek bellissimo .

Trek dei laghi del m. Avic
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
il percorso dal parcheggio di thumel alla vetta della becca della traversiere e' di 10,8 km. e il dislivello totale , per i piccoli saliscendi , e' di circa 1500 metri. Trovato un po' di neve negli ultimi cento metri poco prima di arrivare al colle Bassac Dere' , che si superano senza problemi. Poi sentiero pulito fino in cima alla Becca
al mattino presto visto molte marmotte per nulla intimorite. In vetta moltissimi stranieri, francesi, olandesi e tedeschi. Dalla vetta un panorama grandioso dei ghiacciai circostanti.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
salito al Bocon Damon e traversato alla Gran Rousse . Dalla vetta del bocon damon scendere fino a quota 2600 metri ( non arrivare al colletto) . Prendere a destra (verso ovest) .Non ci sono tracce ne' ometti . Tra grossi blocchi e sfasciumi continuare per 1 km cercando di non perdere quota.
E' un tratto in cui puo' venire giu' qualche pietra. Poco prima di arrivare alla bastionata si incrocia il sentiero che viene da Dondena con bolli gialli . Seguire la traccia fino alla Gran Rousse ( 2866 m.) . Per arrivare all'ometto c'e' un tratto di cresta di una cinquantina di metri aereo e un po' esposto. Sceso sul sentiero che porta a Dondena seguendo i bolli gialli molto sbiaditi ( si passa vicino al laghetto Giaset) , e poi seguendo la strada sterrata al parcheggio ,completando un giro ad anello di circa 14,5 km . Il dislivello totale e' di circa 1200 metri. La traversata e' da considerarsi per escursionisti esperti.
Visto giovani di stambecco in vetta. Giornata luminosa e calda.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Aver (Becca d') da Plan Proriond, anello per Col des Bornes e Col 'Aver (27/11/11)
    Aver (Becca d') da Plan Proriond, anello per Col des Bornes e Col 'Aver (20/11/11)
    Pillonet (Colle) da Barmasc (30/10/11)
    Raty (o Ratè), Vernouille e Muffé (Laghi) da Mont Blanc, anello (23/10/11)
    Piana (Cima) o Mont de Panaz da Mont Blanc, anello per Col Terre Rousse e Col de la Croix (16/10/11)
    Camino (Monte) dal Santuario di Oropa per il Colle della Balma (09/10/11)
    Fenetre, du Bastillon, des Chevaux (Colli) Anello da Montagna Baus (02/10/11)
    Rascias (Monte) anello da Dondena per la Cima Dondena e Lago Miserin (26/09/11)
    Crespi Calderini e Pastore (Rifugi) da Acquabianca (21/09/11)
    Camino (Monte) dal Santuario di Oropa per il Colle della Balma (06/09/11)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (28/08/11)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (21/08/11)
    Ponton (Tour) da Dondena, anello per Fenetre de Champorcher e Col Pontonnet (22/09/10)
    Violetta (Punta) dall'Alpe Renarda per Bastalon e i Laghi Losere (11/09/10)
    Pouegnenta o Pugnenta (Becca) dal Colle San Carlo (04/09/10)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (29/08/10)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (22/08/10)
    Ros (Mont) da Mont Blanc per il Lago Vernouille (07/08/10)
    Rascias (Monte) anello da Dondena per la Cima Dondena e Lago Miserin (28/07/10)
    Pierre (Punta de la) da Ozein, anello (30/10/09)
    Chiletto o Chilet (Lago) da Outre l'Eve (27/10/09)
    Tovo (Monte) da Oropa, anello per la Bocchetta di Finestra (18/10/09)
    Mucrone (Monte) Ferrata del Limbo (11/10/09)
    Mombarone (Colma di) da San Giacomo per i Monti Torretta, Cavalpiccolo e Cavalgrosso (04/10/09)
    Leynir (Punta) dai Piani del Nivolet per il Col Rosset (30/09/09)
    Camino (Monte) dal Santuario di Oropa per il Colle della Balma (27/09/09)
    Zerbion (Monte) e Monte Tantanè da Barmasc (23/09/09)
    Mombarone (Colma di) da Trovinasse, anello per La Torretta e i monti Cavalpiccolo e Cavalgrosso (17/09/09)
    Zerbion (Monte) e Monte Tantanè da Artaz (13/09/09)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (09/09/09)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (06/09/09)
    Mombarone (Colma di) e Punta Tre Vescovi da San Giacomo (30/08/09)
    Mars (Monte) da Oropa, anello (27/08/09)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren da Sant'Anna per il Vallone di Rui (21/08/09)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (16/08/09)
    Gros Peyron da Grange Adret (12/08/09)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Savaresch (05/08/09)
    Rocciamelone da la Riposa (29/07/09)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna per il Colle di Vers (25/07/09)
    Pancherot (Monte) da Perreres per la Finestra di Cignana (19/07/09)
    Entrelor (Testa di) da Bruil, anello per i valloni di Sort e di Entrelor (16/07/09)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (12/07/09)
    Manzol (Monte) dal Rifugio Barbara Lowrie (09/07/09)
    Mombarone (Colma di) da San Giacomo per i Monti Torretta, Cavalpiccolo e Cavalgrosso (03/07/09)
    Tronche (Tète de la) da Lavachey, anello per Passo Entre Deux Saut e Col Sapin (28/06/09)
    Bernarda (Testa) da Villair superiore (21/06/09)
    Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana (13/06/09)
    Camino (Monte) dal Santuario di Oropa (02/06/09)
    Mombarone (Colma di) e Punta Tre Vescovi da San Giacomo (28/05/09)
    Miserin (Lago) da Mont Blanc (24/05/09)
    Nivolet (Colle del) da Chiapili di Sopra (16/11/08)
    Stolemberg da Stafal (26/10/08)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (19/10/08)
    Sagnette (Passo delle) da Castello, anello per i valloni delle Forciolline e Giargiatte (15/10/08)
    Ponton (Tour) da Dondena, anello per Fenetre de Champorcher e Col Pontonnet (11/10/08)
    Bo (Cima di) da Montesinaro (05/10/08)
    Losetta (Monte) da Castello per il Vallone di Vallanta (28/09/08)
    Fenetre (Tète de) e Lacs de Fenetre da Montagna Baus (25/09/08)
    Resy (Palon di) da Saint Jacques (20/09/08)
    Mombarone (Colma di) da San Giacomo per i Monti Torretta, Cavalpiccolo e Cavalgrosso (17/09/08)
    Meidassa (Monte) da Pian del Re (08/09/08)
    Viso Mozzo da Pian del Re (02/09/08)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Sestriere per il Passo di San Giacomo (28/08/08)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (24/08/08)
    Servaz, Noir, Cornu, Grand Lac, Gelè (Laghi) da Veulla, anello (18/08/08)
    Vacca (Cima della) dal Lago del Serrù (14/08/08)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (09/08/08)
    Fourà (Punta) dal Piano del Nivolet (03/08/08)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (31/07/08)
    Mezove, Eyele e Fussy (Colli) da Mont Blanc, giro dei laghi del parco dell'Avic (27/07/08)
    Traversiére (Becca della) da Thumel per il Colle Bassac Déré (22/07/08)
    Bocon Damon da strada per Dondena (09/07/08)
    Creya (Monte) da Moline (04/07/08)
    Mars (Monte), Monte Rosso, Monte Camino dal Santuario di Oropa, anello (27/06/08)
    Gran Rossa da Alpe Chapy (21/06/08)
    Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana (18/06/08)
    Mombarone (Colma di) e Punta Tre Vescovi da San Giacomo (01/06/08)
    Miserin (Lago) da Mont Blanc (07/05/08)
    Camino (Monte) da Oropa (13/04/08)
    Vernouille, Raty e Giaset (Laghi) da Mont Blanc, anello (19/02/08)