mummo90


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Partito dal Colle di Sampeyre alle 8.30, in cima poco prima delle 11. Sentiero sempre marcato e ben evidente, processione di gente verso la cima (nebbia anche oggi), ottima la fonte della Nera per rifornirsi d'acqua, discesa rapida grazie alla natura del terreno. Proseguito poi per la Marchisa, salendo per il Col de Sagneres.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Scendendo dal Mongiòia, ho tenuto inizialmente il filo per poi spostarmi sul versante Italiano disarrampicando in alcuni punti, spostandomi sempre su sfasciumi e cenge cercando di non perdere troppa quota, gli ultimi due speroni gli ho attraversati sul versante Francese. Arrivato al Passo Salza ho proseguito per la cresta NO, seguendo una labile traccia puntando l'evidente sperone tenendosi sulla sx (qualche ometto aiuta), voltando a dx si risale un breve il risalto e si raggiunge la bellissima cresta, già in vista della croce. Discesa rapidissima sul versante SO per detriti mobili, breve pausa al bivacco e poi rientro a valle. Bello bello bello!

Prima parte di discesa dal Mongiòia.

Verso il Passo Salza.

Cresta NO.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Partenza dal Melenzè alle 8.20, sentiero sempre bello ed evidente, arrivato al bivio sono salito per la traccia che prosegue dritta tralasciando sulla sx la scritta gialla"facile". Proprio sotto la cima si risale sulla sx un risalto con un breve passaggio un pò più esposto. In vetta alle 10.40, proseguito poi per il Salza.

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada ok fino al Colle della Bicocca.
Partiti con l'intenzione di fare la cresta NE, abbiamo dovuto ripiegare sulla normale per via del meteo. Nebbia che ci ha accompagnato dalla partenza per tutta la gita, eccetto in vetta dove si è momentaneamente aperto. Sentiero evidente, ben segnalato da segnavia rosso/bianco, ed attrezzato con ottime catene nei tratti un pò più impegnativi. In discesa anche qualche goccia, ma il temporale è arrivato quando eravamo già in macchina ad Elva. Con i drichi e marzietta. La cresta sarà per la prossima volta!
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok fino al Rif. Balma.
Veloce gita con limitato sviluppo e dislivello, ma in ambienti assai belli. Oggi quasi tutto il percorso tra le nebbie, saliti per la cresta N-E, discesa per la via normale. In cima per fortuna un po' di sole, anche se con panorami limitati.

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella gita, tracciato sempre evidente, tantissima gente in zona. Tutto pulito, solo un piccolo nevaio sotto la cima che non crea problemi. Meteo e panorami di prim'ordine. Con la Ross!
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok
Prima volta in Bisalta, che dire..il famoso panorama a 360° visibile dalla vetta è qualcosa di spettacolare! Ieri si vedeva anche Genova! Dal parcheggio c'è parecchio ghiaccio sulla strada, si pesta neve da sopra la baita, traccia autostradale fino al canalone, ultimi 200 mt su pietraia divertente ed asciutta. L'intenzione era di arrivare fino allo sperone centrale, ma ho trovato neve abbondante in cresta ed inconsistente, arrivato a metà strada sono tornato indietro. Ultima gita del 2018, con i drichi.

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok
Neve già in partenza dal Ponte, seguita traccia di sci e racchette fino alla vetta, cima molto panoramica. Meteo eccezionale e al riparo dal forte vento del weekend. Troppa neve per proseguire sul Bertrand con solo i ramponcini. Bella sgambata con Andre

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Possibilità di parcheggio bordo strada.
Bella gita di ampio respiro, evitati il Monte Leco (non invita con tutte quelle antenne) ed il Taccone (all'andata con itinerario n.5 per poi risalire al Passo Mezzano). I sentieri sono sempre evidenti e frequentati (buona parte su A.V.), affollatissima la Cima del Tobbio, bellissima giornata di sole. Con questo itinerario sono circa 24 Km - D+1.250m. Con Marzia.

Il M. Taccone ed il M. delle Figne visti dalla prima parte di sentiero.

Parte del sentiero n. 5

Croce di vetta sul M. delle Figne e dietro il M. Tobbio
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Giretto pomeridiano con Nick, abbiamo lasciato la macchina nel tornante poco prima della diga e percorso l’anello in senso orario, il sentiero è in ottime condizioni, il giro è molto allenante essendo tutto sali-scendi! Impiegato poco meno di 2 ore correndo, l’orologio segnava circa 12,50Km - D+550m.

Il lago del Brugneto visto dalla diga.

L’anello del Brugneto.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .