mimmo1928


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Quest'anno senza neve all'attacco e ben asciutto il 1° tiro.
Ogni anno cerco qualche variante, xché è possibile.
Giornata estiva e panorama super. Dopo di me, dal balcone, sono arrivati una guida e una Signora di Nizza.
Io da solo x sentirmi ancora vivo (ne ho 83 e 1/2.
Sono partito da Sanremo alle 4,30 e sono rientrato alle 19,15.
Non so se riuscirò ancora.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
vedi descrizione.
Gita indicata x chi ama la solitudine ed ha spirito di ricerca e di itinerari poco conosciuti e pocochissimo frequentati
Solo: non ho incontrato anima viva durante tutto il percorso

Mio percorso

Vetta con Argentera sullo sfondo
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Sono salito dalla Valrossa (vedi descrizione in Valrossa centrale) e prima del gias sono salito, senza sentiero)m per pendio erboso sassoso sino al colle Sud di valrossa indi a Sx in vetta (palo con tabella del parco): sin quì EE+ e non certamente PD come descritto nella guida. Sono poi sceso direttamente nel versante opposto, senza passare dal colletto tra cima e anticima e poi per vecchio sentiero di caccia.
Solo.
Metterò più aventi qualche foto
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Via nuova diretta: dal Piano della casa si prende il sentiero per il Rif. Remondino, ma al 1° bivio (q. 2045 c.) si va a Dx per il Col Mercantour. Saliti i ripidi tornantini e appena superato il rio che scends dal Bastione si abbandona il sentiero e, in assenza di segnalazioni o tracce, si sale in sponda Sx, poco sopra si passa in sponda D e si procede con andamento S-E in direzione del Bastione, cercando il percorso più agevole (F) sino a reggiungere la parete basale sulla verticale della vetta. Si scale un canalino roccioso verticale con solidi appigli dell'altezza di 10 m. c.(PD+) e poi zizzagando in parete (F) sino a raggiungere il crinale e. per esso, in vetta. Vedi schizzo itinerario su foto allegata.
Mentre salgo, prima del bivio, mi superano 4 alpinisti e alla mia richiesta mi dicono che vanno al Bastione; le rispondo che io sono intenzionato ad aprire una via nuova diretta e che se in vetta mi aspettano un pò arrivo anch'io: silenzio da parte loro in quanto avranno pensato che io scherzassi (vecchio di 83). In realtà si sono dovuti ricredere perché, con loro grande meraviglia li ho aspettati io in vetta

Tracciato nuova via
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Abbastanza faticosa la salita sulla pietraia e sul pendio erboso. Non intraprendere con cattivo tempo.
Salita e discesa fatta in completa solitudine.

Pendio erboso

La cima da sotto il Rifugio

Rifugio Nizza

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Ho fatto lo stesso percorso (variante)dello scorso anno e l'attacco è stato più facile per assenza di neve. Difficoltà complessiva 3-. Fatta in solitaria quindi tutta in libera. E quest'anno ci sono ancora riuscito: chissà un altro anno?
In vetta ho trovato 2 Alpinisti di Borgo S,Dalmazzo e 1 di Arma di Taggia, provenienti da S,Giacomo di Entracque (m 1900 di dislivello). Siamo stati al sole un ora. Panorama super: gruppo del Rosa, Cervino, Bianco e l'immancabile Monviso,
Un saluto ai tre e un ringraziamento per i complimenti (quest'anno ne ho compiuto 82 e diventa sempre più dura).
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Buono
Intenzionati a salire il Basto N. abbiamo deviato causa neve. Percorso: sterrato sino oltre la ex Capanna Julia e poi a Dx (scorciatoia), quidi preso l'acqua alla bella sorgenteoltre il Rifugio in sponda N-E del lago e poi su per gerbidi (al meglio senza sentiero) come da percorso tracciato sulla foto. Ritorno per lo stesso versante, ma più diretto. Valutazione EE oltre il Rif. con qualche passo F evitabile. 4h. sal. 3h. disc.
Giornata stupenda, panorama ottimo, compagnia ideale. I ringraziamenti ce li siamo fatti a vicenda: tutti e 3 CAI Sanremo. Visto qualche animale e poche persone dal Rif. in giù.

Laghi Verde, Nero e Basto

Percorso Ns. di salita

Panorama Argentera-Matto e...

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ottimo
Cima Nord di Valrossa (m.2909) Cresta Nord parziale con percorso parzialmente diverso: dal park di Terme di Valdieri, tramite sterrato e scorciatoie, si supera il Rif. del Valasco e, dopo 80 m oltre il ponte sul Rio Valrossa (h 1,15))si sale al meglio, immaginando dove poteva essere il sentiero per trovarlo più in alto, non lontano dal Rio e continuando a Sx dello stesso (+o- distante), poi nella parte mediana a Dx (Sx orogr.)sino allo spiazzo del Gias Valrossa (m 2180 anziché 2232 dell'IGM) e infine nuovam. a Sx sino alla Palina di q. 2485 sulla mulattiera al centro della Valrossa (h.2). Sin quì poche traccie di sentiero, qualche ometto e qualche rada tacca rossa sbiadita.Subito sopra si costeggia a Sx il 1° L. inf. di Valrossa, e poi, senza sentiero, si prende la direz.del Colle N. di Valrossa, poi a Sx a superare una ripida bastionata (F), quindi a Dx lungo il valloncello sup. Alla fine del valloncello si supera un ripido canalino erboso, quindi a Sx sul versante E-S-E della cresta N., infine a Sx ancora, x la crestina quasi pianeggiante (F, h.1,30 , vedi foto). In totale H. 4,45 + soste. Si può passare anche a Dx della cresta. Dislivello di salita m 1509.
Dal park sino al piano del Valasco sono salito con 2 soci del CAI di Bolzaneto, che saluto e poco sotto il L. inf. Valrossa ho incontrato 2 Guardiaparco (un uomo e una giovane), poi sempre solo come piace ame! In vetta ho sentito delle voci provenienti dalla Rocca Valmiana e oggi ho saputo che erano 3 amicissimi soci del CAI Sanremo (come sono io) che saluto: Essi sono: Adele, Adriana e Adriano. Da notare che non ci siamo incontrati per puro caso: loro sono arrivati prima di me al parcheggio (non conosco la loro auto) ed io sono ripartito poco prima.

Cima Valrossa Centrale

Argentera

Percorso dal L. inf Valrossa

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella e lunga gita da intraprendere con un buon allenamento.
Dall'anticima (m. 2965 grosso ometto) seguire gli ometti con leggeri saliscendi, poi scendere decisamente un canalino incassato per andare a seguire una evidente cengia erbosa in basso e non salire come hanno fatto 2 giovani partiti prima di noi. Con la detta cengia si raggiunge, in leggera salita, la cresta N. Da questo punto si sale in vetta a Dx della cresta. Si può salire anche a Sx, un pò orima di arrivare alla detta cresta.
In salita ci hanno superato in 2 che andavano alla cima q. 2921 a E della Paur. Poi 4 giovani (2 maschi e 2 femmine)e infine un'altro che si è fermato all'antima: quindi in 8 di cui 4 in cima. Ieri poi (16/10) sono saliti 3 nostri amici del CAI Sanremo. Animali invece solo 2 grossi mansueti stambecchi: quindi in questa settimana monte assai frequentato.
Saluto i miei soliti amici di montagna che mi hanno accompagnato: Emilio e Pino.

Versante N. del Matto

In vetta col Monviso sullo sfondo

Il gruppo dell'Argentera
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: buono
Ho attraversato il Rio Freddo, un pò prima del distrutto (da valanghe)nuovo Gias la Grotta, su tronchi e rami portati dall'acqua e poi su come descritto da chi mi ha preceduto. Si passa un piccolo pianoro con ricovero di fortuna (foto), poi un'altro con vecchio recinto di pietrame a secco (foto). Dopo un 1° ripiano morenico (massi e pietrame)arrivo all'inizio del vallone terminale (h 3) percorro l'interminabile vallone di massi accatastati (h 1,30)poi il pendio erboso a Sx (E+) sino alla selletta, quindi per crinale (F un passo di PD) e infine il canale a Dx (F) sino al ricostruito ometto di vetta (foto)h 2 (tot h 5 di salita). Ritorno x gli sfasciumi del contrafforte. Per me è un pò più lungo passare nel vallone ma meno faticoso.
Ero solo (faccio spesso solitarie) ma col GPS, tenuto conto anche del tempo incerto e di un pò di nebbia. Sono veramente soddisfatto tenuto anche conto dei miei 81 suonati.
Nota: posto veramente selvaggio ma rende tristi vedere il cimitero di tronchi (enormi) di pino lungo la Valle del Rio Freddo, abbattuti dalle valanghe dell'inverno scorso.



Riparo

Recinto

Vetta

[visualizza gita completa]