mariomonaco


Chi sono

Gulliveriano dagli inizi Mario è partito per la sua ultima discesa il 5 maggio del 2014 sulla parte Ovest del Monte Charbonel.
Dopo centinaia di giornate vissute in montagna quella ha concluso la sua salita e la sua ricerca, che con la sua umiltà e la sua perveranza rimarrà nei ricordi delle persone che hanno avuto la fortuna di vivere queste emozioni con lui al fianco.

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella salita in una giornata di ottobre ancora calda e gradevole, con Costanzo. Approfitto di Gulliver per segnalare che nella pausa dopo l'uscita dallo spigolo, ho dimenticato una scarpetta da arrampicata nei pressi della punta, nel tratto di cresta tra la punta del Corno e la croce di vetta situata qualche metro più in basso..se qualcuno la trovasse e gentilmente vuole contattarmi.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Beppe ha già ben descritto la bellezza dell'itinerario e la magia dell'arrivo sulla Verte, sgombra di nuvole, nel tardo pomeriggio. Aggiungo alcune foto.

Mario verso l'Aiguille du Jardin

Beppe sulla Grande Rocheuse, prima della Verte

Beppe e la cresta dell'Aiguille Verte, che percorreremo fra poco

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Lunga cresta dal rifugio, da solo si scorre veloce senza usare cordame o ferramenta, giunto in vetta poco dopo le 7 ai primi raggi del sole (panorama spaziale), buone condizioni della parte nevosa oltre i 4000 metri, poco ghiaccio affiorante morbido sotto la vetta (passaggi comunque evitabili di fianco sulla roccia) e ritorno al rifugio, altra discesa e dopo 3000 metri di dislivello in totale e che in discesa sono tanti, arrivo a Randa per un bagno nel torrente.

parte alta e primi raggi del sole

il passaggio al gendarme

dalla vetta, tutta la cresta
sciabilità :: *** / ***** stelle
Partito un po’ tardi, dopo l’una (di pomeriggio!) da Terme per impedimenti al mattino, incontro al bivacco Varrone verso le 3 Giorgio “Sborder” che è appena sceso ed è contento della situazione neve trovata, nessun pericolo caduta pietre perché la neve non è dura e le rocce son già pulite. Salgo, parassita felice, cercando di “mungere” un po’ le sue tracce e sbuco sul colletto Coolidge verso le 5 e mezza, contemplando il suo ricamo di qualche ora prima. Discesa alle 6 (si intende della sera, a questo punto), con buona luce e neve mollata in superficie, buona la parte alta, qualche grumo di ghiaccio morbido evitabile, tutto sommato una bella pennellata, merito delle nevicate recenti.
Qualche pietra affiorante ed un’interruzione nella parte bassa, poi sci a spalle per il ritorno a Terme. Curiosità: sul colletto lato sud, qualcuno ha costruito delle piazzuole sul terreno, comode… per chi volesse bivaccare il confort quest’anno è assicurato. E’ emozionante ciò che possono offrire le Alpi Marittime, in agosto e tutto l’anno.
p.s.: condizioni soggette a rapido deterioramento…qualche giorno di sole e l'incanto svanisce.


In salita, ecco il perfetto ricamo della discesa di Giorgio 'Sborder' qualche ora prima

partenza dal colletto Coolidge, ore 6 della sera - 2 agosto 2011

prime curve parte alta - 2 agosto 2011

[visualizza gita completa]

sciabilità :: *** / ***** stelle
Scesi a mezzogiorno su una neve gradevole "mollata" dal sole in superficie. Una bella pennellata di fine stagione, con andrea Schenone e Luca; canalone ancora a posto, mentre dalla morena del Lourousa in giù, sciato fino ai Lagarot su esili strisce di neve già interrotte e soggette a rapida erosione con le temperature TROPICALI in arrivo.

Luca

Andrea

Mario
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Partiti con Costanzo Squarotti in un giorno di fine maggio e stagione inoltrata, la goulotte alla base è già smagrita senza ghiaccio, passati sulle roccette di fianco per accedere al I° nevaio. Bella la colata tra I° e II° nevaio tutta in ghiaccio buono, impegnativa la goulottina tra II° nevaio ed il ghiacciaio del Triangolo con strettoie in ghiaccio effimero e misto su rocce ricoperte di vetrato. Triangolo con neve stupenda e gran panorama su monte Bianco, Charbonnel e Grande Casse . In sintesi: buona neve assestata sui nevai, collegamenti smagriti e ridotti all’osso, ma nell’insieme bella salita. Ritorno dal lato sud su Castello e neve marcetta.

la parete ovest ribaltata nel lago

Costanzo nel primo nevaio

Costanzo sul secondo nevaio

[visualizza gita completa]

sciabilità :: ***** / ***** stelle
Partiti con Roby Garnero dal bivacco Villata poco dopo le ore 6 su un Coolidge inferiore ben ghiacciato nella notte, troviamo, salendo, una neve ancora invernale pressata e superiamo senza problemi il risalto-strettoia di accesso al Ghiacciaio pensile, poi nel Coolidge superiore, Corda molla e scivolo superiore sin contro le rocce. Uscita verso destra in cresta su un tratto di misto, delicato per rocce instabili ricoperte di neve procedendo (tratto alpinistico, niente ski) tra folate di vento e turbinii di neve sino in vetta poco prima delle 10, con attenzione per non smuovere pietre sugli altri 4 simpatici sciatori incontrati sul Coolidge. Ritornati sotto le rocce con una calata in doppia, calziamo gli attrezzi ed inizia la festa. Si parte sul ripido serio, 55° tuttavia addolciti da una neve gradevole, guardando giù in basso la “Corda molla” che scompare e riappare nelle ventate di nuvola. Arriviamo alla Corda molla e proseguimento su buon fondo nevoso di fianco alle placche di ghiaccio, pendio da sogno sino alla strettoia (qualche metro da passare senza sci) e continuazione su neve splendida sino al Ghiacciaio pensile. Discesa con i ramponi della strettoia sotto il Ghiacciaio pensile e continuazione della festa sino ai pressi di Pian Regina. In salita il Coolidge inferiore era una crosta durissima ed ora con il sole, come l’Araba Fenice, si è rigenerato e la neve è ritornata soffice invernale. Parafrasando Bonfort: c’est le reve et le décor, je ne vous dis pas, dis pas, ah, ah.

bivacco Villata nido d'aquila

Roberto Garnero in salita, nel tratto sopra la Corda molla

uscita in vetta, vortici di vento e neve

[visualizza gita completa]

sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
Partiti con Diego Fiorito dal rifugio Bozano, in salita percorriamo il canale sino alla Forcella 3240 m., passiamo sulla parete est seguendo una cengetta orizzontale per circa 30 metri, risaliamo il salto di 5-6 metri di III (chiodo) uscendo sulla cresta che conduce alla cima sud. E’ meraviglioso trovarsi sulla vetta dell’Argentera ricoperta di neve e con le montagne circostanti ancora bianche a perdita d’occhio, mentre dal basso ogni tanto sale qualche sbuffo di nuvola che subito si dissolve.
Discesa: partiamo direttamente dalla vetta per la parete Ovest. Discesa “covata” e coccolata da tempo, perché nel pendio ovest in inverno la neve non aderisce e viene spazzata dai venti. Oggi troviamo il pendio in buone condizioni, con un fondo non troppo duro ricoperto da qualche centimetro di farina leggermente addensata dal sole, sulla quale pennellare a piacere. Nella parte bassa lasciamo correre gli sci verso destra e , valicato il Promontoire, iniziamo il paziente allestimento della calata. Ci porterà via molto tempo (infatti arriveremo al Gias delle Mosche al buio) per ripulire le rocce dalla neve e trovare la fessura per i chiodi, segue calata sul ripido fianco del canale della Forcella dove riprende la discesa in sci. Forcella con neve buona sin sotto il nevaio sospeso, già un po’ irregolare ed impegnativa nella parte bassa: qui il sole ad aprile non perdona e provoca colate di neve che danneggiano il fondo. Discesa impegnativa e particolare anche dal punto di vista alpinistico, con il fascino della grande parete.

roccioso in attesa della neve, foto febbraio 2010 - in giallo percorso salita, in rosso discesa

Mario, parete ovest

Diego in salita sulla cascata della Forcella

[visualizza gita completa]

sciabilità :: **** / ***** stelle
Dal rifugio Bozano saliamo la prima parte del canale della Forcella, cascata in ghiaccio per alcuni metri, evidentemente una valanga ha spazzato la neve. Sopra la cascata lasciamo la Forcella e risaliamo il nevaio sospeso in diagonale verso sinistra, qualche metro di discesa ed entriamo nel Gunther.


Si viaggia bene, la neve è crosta dura e si affonda poco, è bello sbucare sul colletto Gunther in questa stagione: un innevamento cosi’, sulla parte alta del Gunther, non l’avevamo mai visto. Sul colletto aspettiamo un po’ di caldo, appollaiati sulle rocce lato est con balcone panoramico su cima Nord Argentera, colletto Coolidge e Gelas in lontananza. L’aria rimane gelida e partiamo con prudenza sulla neve crostosa ancora dura, tratti in derapata molto “abbottonati” cercando le strisce di neve buona pennellabile, sempre sul margine sinistro, contro le rocce dove la neve è rimasta morbida. Perché questo effetto? Evidentemente il sole del pomeriggio precedente ha colpito duro, sciolto un po’ di neve in superficie che di notte con il freddo si è vetrificata, come capita agli “ovest” da aprile in avanti. E’ una grande emozione sciare sul Gunther e nella parte mediana ci raggiunge il sole, intenso sul nevaio sospeso dove con discesa diagonale raggiungiamo il canale della Forcella; qui la neve è rimasta morbida e più rilassante sino alla discesa in “disarrampicata” della solita strettoia- cascata di ghiaccio. Neve pappetta sotto il rifugio Bozano ma tutto sommato ancora sciabile, sino alle Terme e ai Tetti Gaina. Con Federico Varengo, ideatore del viaggio.


l'itinerario ancora roccioso, febbraio 2010 da Valcuca

in salita sulla cascata

Il traverso al Gunther

[visualizza gita completa]

sciabilità :: **** / ***** stelle
Molti anni fa, dalla cima della Lombarda, con Andrea Schenone avevano osservato questa linea che, vista da quella postazione, appariva ardua e ci eravamo chiesti se fosse possibile in sci. Poi, come per tante cose, ci si dimentica ed ho ripreso la faccenda solo quest'anno in una gita di dicembre alla cima di Vermeil, osservandolo "placcato" di neve ghiacciata da piogge recenti. Ritorno adesso e dal conoide vedo con piacere delle tracce di discesa recenti, pregustando quindi la facile "scaletta" già fatta per salire, ma le tracce di salita sono ricoperte e devo mettermi all'opera. Trovo un ottimo innevamento, tanto che la prima strettoia addirittura non c'è, è tutta ricoperta; passo la seconda più ripida ed esco al colletto 2850 (bella vista sul couloir sud ovest)dove inizio la discesa. Arrivo alla strettoia che passo in sci scalettando alcuni metri con molta attenzione e prudenza su un'esigua lingua di neve diagonale tra roccette. La discesa continua per tutto il couloir mentre cadono i primi fiocchi di neve.
Nota per la strettoia superiore: in genere richiede una calatina in doppia, come fu nel 2010 per alcuni amici francesi à ski, quest'anno è solo l'eccezione che conferma la regola, eccezione da abbondanza di neve.

il couloir - 11 dicembre 2010 in discesa da Vermeil

sguardo sul lato opposto, couloir sud ovest

la partenza dal colletto

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (01/05/14)
    Sacilotto (Cima) o quota 2906 m Parete Nord (15/03/14)
    Oriol (Cima dell') Versante Nord (15/03/14)
    Nebius (Monte) Parete e canalone O (11/01/14)
    Bianca (Rocca) Canale Est (06/01/14)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren (25/08/13)
    Bianco (Monte) Parete SO - Couloir Saudan (14/07/13)
    Monviso, Colletto Pensa Parete Ovest, diretta del triangolo (04/05/13)
    Monviso Canalone E/SE del Lago Grande di Viso (25/04/13)
    Oronaye (Monte) Volo dal canale Sud di Sx (15/04/13)
    Abisso (Rocca dell') canale S (11/04/13)
    Gran Zebrù dall'Albergo dei Forni (30/03/13)
    Monviso, Colletto Pensa Parete Ovest, diretta del triangolo (22/03/13)
    Chersogno (Monte) diretta Parete Sud (16/03/13)
    Chersogno (Cima) Per Parete S (16/03/13)
    Tre Chiosis (Punta) dal rif. Savigliano (10/03/13)
    Bresses (Testa Nord di) Parete Est - Alpamayo (04/03/13)
    Pergo (Rocca) volo da Figliere verso Frise (02/03/13)
    Nigro (Rocca del) canale ENE (27/01/13)
    Rocciamelone Parete SE (17/11/12)
    Zumstein, Gnifetti, Parrot, Ludwigshohe, Corno Nero, Vincent Traversata da Indren (19/08/12)
    Dufour (Punta) Via Normale Italiana per la Cresta SE (18/08/12)
    Zumstein (Punta) da Indren (29/07/12)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren (15/07/12)
    Bionnassay (Aiguille de) Cresta/Parete SE e Ghiacciaio di Bionassay (17/06/12)
    Droites (Col des) Face Sud (09/04/12)
    Rocca la Paur (Cascatone) (24/03/12)
    Bianca (Monte la) da Tolosano, parete NE (10/03/12)
    Tacul (Mont Blanc du) Goulotte Gabarrou - Albinoni (27/02/12)
    Chaberton (Monte) Parete S/SO - Combinazione Vincente (18/02/12)
    Ferra (Monte) Goulotte Grassi-Tessera (15/01/12)
    Cobre, cima Sud Canale Nord (06/01/12)
    Barbis (Rocca), forcella cresta Sud Couloir Est (31/12/11)
    Bianca (Rocca) Macro Couloir (11/12/11)
    Real (Tour) canale Nord di Sx (26/11/11)
    Oronaye (Monte) Canale Sud di Destra (12/11/11)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (29/10/11)
    Stella (Corno) Spigolo Superiore (16/10/11)
    Verte (Aiguille) Arete du Jardin (29/09/11)
    Weisshorn Cresta Est (21/08/11)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (02/08/11)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (26/06/11)
    Monviso Parete O del Colletto Pensa, diretta del triangolo (29/05/11)
    Monviso canale Coolidge (07/05/11)
    Argentera, cima sud parete O (17/04/11)
    Argentera (Serra dell') - Colletto Gunther Canale e parete O (02/04/11)
    Malinvern (Monte), cima NO Couloir NO, Dufranc (27/03/11)
    Matto (Monte, Cima Est) Canalino Sandra (26/03/11)
    Tour Ronde Couloir Gervasutti (05/03/11)
    Oronaye (Monte) Canale Nord (26/02/11)
    Granero (Monte) Canale Nord (22/01/11)
    Frioland (Monte) Parete Est (15/01/11)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren Parete SO (14/11/10)
    Salza (Monte) Parete SE (14/11/10)
    Salza (Monte) da Sant'Anna (13/11/10)
    Ferra (Monte) parete N (06/11/10)
    Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi (30/10/10)
    Dent Blanche Cresta Sud (01/08/10)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (18/07/10)
    Bianco (Monte) per i 3 monti (Tacul, Maudit, M. Blanc) (10/07/10)
    Asta (Forcella dell') Canale Nord (29/05/10)
    Monviso, parete N quota 3530 m Canale Coolidge inf. + Canale Perotti (08/05/10)
    Caprera (Colletto) Canale NO, Via Bano-Riva (25/04/10)
    Chambeyron (Aiguille de) Couloir Gastaldi e cengia Izoard (via sud alla breche Nerot-Vernet) (18/04/10)
    Nible' (Monte) versante SO (10/04/10)
    Asta Soprana (Cima dell') parete E, canale E (03/04/10)
    Argentera (Cima Nord) Canale della Forcella (17/03/10)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Boujon (14/03/10)
    Bianca (Rocca) da Chianale, canale NE (06/03/10)
    Barracco (Colletto) Canale NE (24/01/10)
    Vallonasso (Monte) Parete Canale E (02/01/10)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (05/12/09)
    Madre di Dio (Colletto della) Canale Nord (28/11/09)
    Due Dita (Passo) Canale NE (21/11/09)
    Bianco (Monte) Sperone della Tournette (26/07/09)
    Pisco (Nevado) parete sud (10/07/09)
    Copa Cordillera Blanca cresta ovest e parete sud (09/07/09)
    Huascaran Sur - Cordillera Blanca - Peru pendio nord sotto il seracco 6280 m. (05/07/09)
    Ishinca – Cordillera Blanca – Perù per pendio SO e discesa parete NO (27/06/09)
    Fond d'Orset (Pointe du) parete O (07/06/09)
    Bresses (Testa Nord di) Canale N (02/06/09)
    Argentera (Cima Nord) parete NE (17/05/09)
    Pensa (Colletto) Monviso, Parete S (09/05/09)
    Chambeyron (Aiguille de) dalla vetta (04/05/09)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Nord Bonacossa (02/05/09)
    Cibiroles (Tete des) rampa e couloir NO (01/05/09)
    Victor Chaud (breche) couloir Pélas-Verney (25/04/09)
    Agneaux (Montagne des) Couloir Piaget (14/04/09)
    Cordier (Brèche) canale E (14/04/09)
    Combeynot (Roc Noir du) Couloir NO, Orient Express (13/04/09)
    Matto (Monte, Cima Est) Parete SE, Terme Royal Express (09/03/09)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (08/03/09)
    Pelvo d'Elva parete E (22/02/09)
    Bianco (Monte) Cresta di Peuterey dal Col Eccles (25/08/08)
    Obergabelhorn parete Nord (20/07/08)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (05/07/08)
    Ciamberline (Punta) canale Nord per vallone Valletta (16/02/08)
    Pienasea (Cima di) Parete E (10/02/08)
    Salza (Monte, contrafforte est) parete SE (10/02/08)
    Venezia (Punta) Canale N (26/01/08)
    Grand Fond (Pointe Est du) Couloir Sud (31/12/07)
    Aiguillette (Monte ) - L'Asti Parete NO (17/06/07)
    Aiguillette (Monte ) - L'Asti Parete NO (17/06/07)
    Nadelhorn parete nord (10/06/07)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (27/05/07)
    Fletschhorn Parete Nord (20/05/07)
    Ciamarella (Uja di) Parete Nord (13/05/07)
    Coup de sabre (06/05/07)
    Giusalet o Ciusalet (Monte) o Signal du Clery parete ovest - La riscossa del feudatario (15/04/07)
    Zumstein o Gnifetti (Colle) Canalone Marinelli (26/04/06)
    Monviso Parete Sud e Canale Barracco (22/04/06)
    Jean Coste (Breche) Couloir NE (15/04/05)
    Nubiera (Buc de) Parete NE (05/04/03)
    Sautron (Monte) Canale E (25/01/03)
    Nebius (Monte) Parete e canalone O (12/01/03)
    Lausetto (Cima del) parete SE (22/04/02)