mariomonaco


Chi sono

Gulliveriano dagli inizi Mario è partito per la sua ultima discesa il 5 maggio del 2014 sulla parte Ovest del Monte Charbonel.
Dopo centinaia di giornate vissute in montagna quella ha concluso la sua salita e la sua ricerca, che con la sua umiltà e la sua perveranza rimarrà nei ricordi delle persone che hanno avuto la fortuna di vivere queste emozioni con lui al fianco.

Le mie gite su gulliver

sciabilità :: / ***** stelle
Correzione: quota neve m. 2800 e non 3000 come erroneamente indicato.
sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
quota neve m. :: 3000
Parete nord-ovest in buone condizioni, scesi sino a m. 2800 di quota, con successiva risalita alla Breche per tornare al colle dell'Agnello. Con Mari-Marilena-Marilu', alle 9 scendevamo dalla R. Rossa su bella neve dura nell'ottimo rigelo della notte. Successivo traverso verso la base dell'Aiguillette e discesa verso mezzogiorno (un po' tardi, sarebbe meglio scendere prima se si vuole neve dura...). Gita soddisfacente e insperata viste le condizioni di questa stagione... si vede che le ultime nevicate hanno ridato ossigeno alle pareti, e agli irriducibile che non vogliono smettere: incontrato 2 con gli sci e un tavolaro. Unico neo: il lungo spostamento dal colle dell'Agnello sino alla base della parete. Pero' erano in buone condizioni la R. Rossa e la "Sella dell'Asti" , più comode e che richiedono meno spostamento.

Mari-Marilena-Marilu' in discesa
sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m. :: 2600
Partito alle 5 dalla Mischabelhutte passo dopo un'ora nel Hobalm gletsche, un'occhiata alla Lenzspitze che appare come un miraggio nella luce del mattino, non in condizioni per gli sci in questi giorni, tutto rocce in basso e ghaccio da metà in su (dare un'occhiata alle foto...). Dal Windjoch entro in parete. Questa invece ha un'ottimo innevamento, che permette di partire con gli sci proprio contro le ultime rocce di vetta, da una piccola dorsale e poi giù al centro della parete, evitando i tranquilli seracchi, mai minacciosi. Risalita al Windjoch e giù per pendii sino alla Mishabelhutte. Proseguimento in sci nel vallone laterale al rifugio, sci d'acqua ma sempre meglio che sgorillarsi gli sci a spalle per la parete rocciosa con corde fisse sottostante il rifugio. Riesco a scendere sino a quota 2600 metri.



sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m. :: 2200
In questo fine settimana con tempo maffissimo (1), fatto di nuvole, umidità e vari piovaschi, in cui tutto faceva presagire sgorillamenti (2) dovunque si pensasse di andare, tutto sommato oggi ne è uscita una discesa discreta: la neve caduta nelle scorse settimane si sta compattando e, grazie all'eccezionale linearità di questo canale, il fondo è abbastanza livellato. Duro e vetrato solo il tratto al di sopra dei 3100 m di quota, dove le impronte di tanti salitori lasciavano bolle di ghiaccio in rilievo in cui prestare la massima attenzione in discesa. A parte questo piccolo tratto, il resto della discesa è stato gradevole su neve morbida in superficie. Mentre scendevo, nevicava ma la visibilità rimaneva buona; chissà se la nevicata (era al di sopra dei 2900 m. di quota) continuerà e porterà qualcosa..

- piccolo dizionario dell'ambiente del ripido -

(1)- maffo : dicesi maffo tutto ciò che è "molle", che dà senso di pesantezza, senza tono; per estensione: scarso. Nota storica: udito pronunciare per primo da Andrea Schenone alcuni anni or sono.
- maffata: sostantivo di maffo, es. fare una maffata, fare una discesa di scarsa qualità.
- maffume: tutto ciò che è maffo, l'essere maffo per eccellenza.
(2)- sgorillato: è quella senzazione che si prova, ad es., dopo aver percorso 17 kilometri di avvicinamento ad una parete, su fondo piatto, neve maffa e con temperatura generalmente sopra i 40 gradi centigradi (non è il caso del Lourousa). Nota storica: termine efficacissimo e praticamente intraducibile, coniato come tanti altri da Eraldo, riassume una sensazione di stanchezza e si può immaginare che il .... gorilla c'entri con l'atteggiamento curvo dopo i suddetti 17 kilometri di avvicinamento riprortati come esempio.

sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
quota neve m. :: 2100
Seguendo la "via dei viennesi", si esce in cresta nell'unico evidente tratto in cui non c'è ghiaccio e la cornice non è strapiombante. Si prosegue sino in vetta 3993 m., grande panorama sul monte rosa e sui giganti della zona.
Dall'alpe di rosboden per lingue di neve ho raggiunto il bivacco De Zen, situato su una crestina rocciosa dalla quale si gode una splendida veduta della parete: bella e alta, si può osservarla bene prima di salire. Incontrato Andre' e simpatici soci, abbiamo effettuato il resto della salita insieme. Condizioni buone già per salire, in 2 ore e mezza dalla terminale all'uscita della parete e poi su verso la vetta per cresta e facili pendii della via normale. Rientro in parete e discesa su una neve in condizioni eccezionali, Andrè con la tavola entra deciso dalla cresta e prosegue a buon ritmo di curve. Parte alta dura ma con buona presa, circa 55° per breve tratto, parte bassa più morbida per l'effetto evidente del sole. La parete è esposta al sole sin dal mattino presto e poi per tutto il giorno in queste lunghe giornate di maggio, quindi qualche pietruzza può staccarsi dall'alto ed è meglio non salire troppo tardi. Ricordo che è già breve il tratto innevato di uscita sulla cresta: buono adesso ma soggetto al lavorio di sole e vento, quindi... in diminuzione.... Parete alta, di grande respiro, neve stupenda: je ne vous dit pas, dit pas, dit pas.....

la parete vista dal bivacco
sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta da vento morbida
note su accesso stradale :: Bonneval sur Arc - Ecot
quota neve m. :: 2100
Agevole salita dal versante francese , più breve che dalla valle di Lanzo. In questi giorni è magra la parete nord, dei tanti itinerari già descritti nel libro di Renzo Quagliotto anni fa, sono percorribili solo quelli di destra.
Dall'incantevole località de l'Ecot, salita al colle Tonini, ghiacciaio des Evettes con l'omonimo rifugio ed in vetta in 5 ore circa. Giornata in annuvolamento con luce bianca che diminuiva la visibilità. L'itinerario percorso in discesa è quello evidenziato in foto allegata ed a quanto avevo osservato salendo era il solo percorribile tutto sci ai piedi in discesa (sans dechausser, dicono gli amici francesi), vista la magrezza della parete in questi giorni. Si può tranquillamente partire sci ai piedi dalla vetta, dove c'è ottima neve fredda compressa, ma prima di entrare nella parete nord bisogna sciare un tratto sulla cresta (larga e divertente per sgranchirsi) sino ad una selletta. Da questa sono entrato in parete, derapando con cautela nei primi metri di neve durissima con crosta di gelo e vento, poi ottima sciata su neve man mano più "morbida" e divertente; strettoia in basso ancora percorribile in sci. Ritorno al colle Torini e discesa quasi sino a 2050 metri portanto gli sci solo pochi minuti prima di arrivare al parcheggio. Ricordo che, se l'itinerario percorso in discesa era ancora buono il 13 maggio (a parte i primi metri "lastrati" entrando in parete), lo rimarrà ancora per poco, anzi pochissimo, salvo che una buona "perturba" venga ad alimentare la poca neve che ricopriva uno strano materiale sottostante, duro da colate ghiacciate che a tratti verranno fuori sempre di più...sempre di più... salvo nuova "perturba" che rimetterà in discussione il tutto....
Dimenticavo: dal colle Torini, ottima vista sulla Est dell'Albaron, con la strettoia ancora innevata, e sulla Pointe du Charbonnel, bella, regina delle montagne per me in questa zona, e regina delle gite con la mitica nord ben innevata, dove si trovava la banda con Marilena, Frederik Negher, enzo chardonnay, guru e compagnia bella. Regina delle gite: c'est le reve, le reve, le reve, je ne vous dit pas, dit pas, dit pas....

face nord ieri con le nuvole in arrivo
sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
note su accesso stradale :: da Aillefroide al Prè de Madame Carle
quota neve m. :: 1900
cartografia:
ign 3436et
vedi anche:
toponeige ecrin est
note: neve recente ottima
Sono partito con molti dubbi viste le previsioni meteo non buone ma strada facendo però il tempo è migliorato ed la giornata ha cosi' regalato questa ottima discesa. Ricordo che, di fronte, il Pic Coolidge sembra anche in buone condizioni di innevamento (gran bella montagna!).
Partito alle ore 5 dal Prè, avvicinamento facile su neve crostosa ma portante. Risalita della seraccata basale abbastanza agevole, cercando l'itinerario migliore al fine di ripercorrerlo poi in discesa senza dover togliere gli sci, prestando attenzione ai piccoli crepacci (non tutti piccoli: dare un'occhiata può essere salubre....). Alla terminale, incontro con Hervè che già stava scendendo con buon ritmo, Hervè mi conferma che le condizioni della neve sono buone fino al colle ed il ghiaccio delle settimane scorse è ora tutto ben coperto dalla neve. Risalita del canale in un'ora e mezza circa, poi partenza per la discesa, con neve farinosa più o meno compressa a seconda dei tratti, ma comunque tutta eccezionale, se si considera che sono veramente pochi i giorni all'anno nei quali il canale si presenta in buone condizioni (è merito delle nevicate dei giorni scorsi). Discesa prudente perchè la pendenza è sempre sostenuta. Incontro Massimo Podio, Walterminator e amici che stanno salendo. La visibilità purtroppo non è buona a causa delle nuvole, ma a tratti il sole si fa vedere, con nostra grande soddisfazione. Attendo le descrizioni di Massimo e Walter.

sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
Partenza buona sotto la leggera cornice sommitale, strettoria con crosta di rigelo 50 metri più in basso, e grande sciata su neve farinosa compressa per tutta la parete. In basso sopra il salto di rocce, traverso delicato su neve riscaldata dal sole.
Ad Enzo guru Ala e Federico Negri va il merito di aver individuato un itinerario di discesa nella grande "face ouest" del Mont Giusalet. Discesa in condizioni meteo non ottimali il giorno 15 aprile, con la la nebbia che a momenti copriva la parete costringendo a fermarsi ed aspettare i momenti giusti di schiarita. Se la strettoria in alto impegnava ad un tratto in derapata perchè passavano appena gli sci, tutto il resto della parete ha però offerto una grande sciata, emozionante, sospesi sopra la barriera rocciosa in basso, più giù, molto più giù....

sciabilità :: *** / ***** stelle
Parete di dimensioni gigantesche.... è fisicamente impegnativa la risalita da Macugnaga passando per la capanna Marinelli. Partenza dalla capanna alle 2.30 del mattino per iniziare il lungo viaggio, in cui ci si sente piccoli al cospetto della montagna... Per la discesa, bella partenza direttamente dalla vetta della zumstein, con buone condizioni di neve nella parte alta.
sciabilità :: ***** / ***** stelle
Discesa interessante con itinerario bello e vario nella ricerca dei passaggi tra le rocce. Partenza aerea dalla croce di vetta e discesa tutta sci ai piedi, anche negli stretti passaggi, grazie all'innevamento eccezionale, di vera neve atlantica in questi giorni. Neve atlantica, bianca splendente e che si mantiene buona anche con il sole in questa parete sud, non certo il "maffume" di perturbazione padana o da golfo ligure che abbiamo visto purtroppo in questa stagione.... Ottima compagnia e come cioccolatino aggiunta del canale barracco anch'esso in ottime condizioni...
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (01/05/14)
    Sacilotto (Cima) o quota 2906 m Parete Nord (15/03/14)
    Oriol (Cima dell') Versante Nord (15/03/14)
    Nebius (Monte) Parete e canalone O (11/01/14)
    Bianca (Rocca) Canale Est (06/01/14)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren (25/08/13)
    Bianco (Monte) Parete SO - Couloir Saudan (14/07/13)
    Monviso, Colletto Pensa Parete Ovest, diretta del triangolo (04/05/13)
    Monviso Canalone E/SE del Lago Grande di Viso (25/04/13)
    Oronaye (Monte) Volo dal canale Sud di Sx (15/04/13)
    Abisso (Rocca dell') canale S (11/04/13)
    Gran Zebrù dall'Albergo dei Forni (30/03/13)
    Monviso, Colletto Pensa Parete Ovest, diretta del triangolo (22/03/13)
    Chersogno (Monte) diretta Parete Sud (16/03/13)
    Chersogno (Cima) Per Parete S (16/03/13)
    Tre Chiosis (Punta) dal rif. Savigliano (10/03/13)
    Bresses (Testa Nord di) Parete Est - Alpamayo (04/03/13)
    Pergo (Rocca) volo da Figliere verso Frise (02/03/13)
    Nigro (Rocca del) canale ENE (27/01/13)
    Rocciamelone Parete SE (17/11/12)
    Zumstein, Gnifetti, Parrot, Ludwigshohe, Corno Nero, Vincent Traversata da Indren (19/08/12)
    Dufour (Punta) Via Normale Italiana per la Cresta SE (18/08/12)
    Zumstein (Punta) da Indren (29/07/12)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren (15/07/12)
    Bionnassay (Aiguille de) Cresta/Parete SE e Ghiacciaio di Bionassay (17/06/12)
    Droites (Col des) Face Sud (09/04/12)
    Rocca la Paur (Cascatone) (24/03/12)
    Bianca (Monte la) da Tolosano, parete NE (10/03/12)
    Tacul (Mont Blanc du) Goulotte Gabarrou - Albinoni (27/02/12)
    Chaberton (Monte) Parete S/SO - Combinazione Vincente (18/02/12)
    Ferra (Monte) Goulotte Grassi-Tessera (15/01/12)
    Cobre, cima Sud Canale Nord (06/01/12)
    Barbis (Rocca), forcella cresta Sud Couloir Est (31/12/11)
    Bianca (Rocca) Macro Couloir (11/12/11)
    Real (Tour) canale Nord di Sx (26/11/11)
    Oronaye (Monte) Canale Sud di Destra (12/11/11)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (29/10/11)
    Stella (Corno) Spigolo Superiore (16/10/11)
    Verte (Aiguille) Arete du Jardin (29/09/11)
    Weisshorn Cresta Est (21/08/11)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (02/08/11)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (26/06/11)
    Monviso Parete O del Colletto Pensa, diretta del triangolo (29/05/11)
    Monviso canale Coolidge (07/05/11)
    Argentera, cima sud parete O (17/04/11)
    Argentera (Serra dell') - Colletto Gunther Canale e parete O (02/04/11)
    Malinvern (Monte), cima NO Couloir NO, Dufranc (27/03/11)
    Matto (Monte, Cima Est) Canalino Sandra (26/03/11)
    Tour Ronde Couloir Gervasutti (05/03/11)
    Oronaye (Monte) Canale Nord (26/02/11)
    Granero (Monte) Canale Nord (22/01/11)
    Frioland (Monte) Parete Est (15/01/11)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren Parete SO (14/11/10)
    Salza (Monte) Parete SE (14/11/10)
    Salza (Monte) da Sant'Anna (13/11/10)
    Ferra (Monte) parete N (06/11/10)
    Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi (30/10/10)
    Dent Blanche Cresta Sud (01/08/10)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (18/07/10)
    Bianco (Monte) per i 3 monti (Tacul, Maudit, M. Blanc) (10/07/10)
    Asta (Forcella dell') Canale Nord (29/05/10)
    Monviso, parete N quota 3530 m Canale Coolidge inf. + Canale Perotti (08/05/10)
    Caprera (Colletto) Canale NO, Via Bano-Riva (25/04/10)
    Chambeyron (Aiguille de) Couloir Gastaldi e cengia Izoard (via sud alla breche Nerot-Vernet) (18/04/10)
    Nible' (Monte) versante SO (10/04/10)
    Asta Soprana (Cima dell') parete E, canale E (03/04/10)
    Argentera (Cima Nord) Canale della Forcella (17/03/10)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Boujon (14/03/10)
    Bianca (Rocca) da Chianale, canale NE (06/03/10)
    Barracco (Colletto) Canale NE (24/01/10)
    Vallonasso (Monte) Parete Canale E (02/01/10)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (05/12/09)
    Madre di Dio (Colletto della) Canale Nord (28/11/09)
    Due Dita (Passo) Canale NE (21/11/09)
    Bianco (Monte) Sperone della Tournette (26/07/09)
    Pisco (Nevado) parete sud (10/07/09)
    Copa Cordillera Blanca cresta ovest e parete sud (09/07/09)
    Huascaran Sur - Cordillera Blanca - Peru pendio nord sotto il seracco 6280 m. (05/07/09)
    Ishinca – Cordillera Blanca – Perù per pendio SO e discesa parete NO (27/06/09)
    Fond d'Orset (Pointe du) parete O (07/06/09)
    Bresses (Testa Nord di) Canale N (02/06/09)
    Argentera (Cima Nord) parete NE (17/05/09)
    Pensa (Colletto) Monviso, Parete S (09/05/09)
    Chambeyron (Aiguille de) dalla vetta (04/05/09)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Nord Bonacossa (02/05/09)
    Cibiroles (Tete des) rampa e couloir NO (01/05/09)
    Victor Chaud (breche) couloir Pélas-Verney (25/04/09)
    Agneaux (Montagne des) Couloir Piaget (14/04/09)
    Cordier (Brèche) canale E (14/04/09)
    Combeynot (Roc Noir du) Couloir NO, Orient Express (13/04/09)
    Matto (Monte, Cima Est) Parete SE, Terme Royal Express (09/03/09)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (08/03/09)
    Pelvo d'Elva parete E (22/02/09)
    Bianco (Monte) Cresta di Peuterey dal Col Eccles (25/08/08)
    Obergabelhorn parete Nord (20/07/08)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (05/07/08)
    Ciamberline (Punta) canale Nord per vallone Valletta (16/02/08)
    Pienasea (Cima di) Parete E (10/02/08)
    Salza (Monte, contrafforte est) parete SE (10/02/08)
    Venezia (Punta) Canale N (26/01/08)
    Grand Fond (Pointe Est du) Couloir Sud (31/12/07)
    Aiguillette (Monte ) - L'Asti Parete NO (17/06/07)
    Aiguillette (Monte ) - L'Asti Parete NO (17/06/07)
    Nadelhorn parete nord (10/06/07)
    Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (27/05/07)
    Fletschhorn Parete Nord (20/05/07)
    Ciamarella (Uja di) Parete Nord (13/05/07)
    Coup de sabre (06/05/07)
    Giusalet o Ciusalet (Monte) o Signal du Clery parete ovest - La riscossa del feudatario (15/04/07)
    Zumstein o Gnifetti (Colle) Canalone Marinelli (26/04/06)
    Monviso Parete Sud e Canale Barracco (22/04/06)
    Jean Coste (Breche) Couloir NE (15/04/05)
    Nubiera (Buc de) Parete NE (05/04/03)
    Sautron (Monte) Canale E (25/01/03)
    Nebius (Monte) Parete e canalone O (12/01/03)
    Lausetto (Cima del) parete SE (22/04/02)