maigol


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
La giungla si è impossessata di nuovo della partenza di quasi tutti i tiri (primi 4-5 metri).
Falesia per ora impraticabile.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Attenzione!! nido di calabroni sul torrione dove si trovano i tiri Hiroshima, Pensiero di Ghenael, etc... (grosso nido in un buco della parte superiore, poco a sinistra degli spit di Ghenael)
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Venuti per la prima volta fin quassù per fuggire dal clima torrido delle basse quote.
Preso caldo lo stesso: il sole entra nel canyon tra le 10 e le 13 circa (meglio visitare nel pomeriggio).
Strada bloccata da nastro bianco/rosso prima dell'ultima serie di tornanti: la strada
ha subito una piccola frana poco più su (a parer nostro, si passerebbe ancora
tranquillamente in macchina...), quindi contare 15-20 minuti in più di marcia
oltre all'avvicinamento (breve, 5 min) dal ponticello. Posto isolatissimo e curioso, ma che forse non
vale lo sbattimento se si ha a disposizione solo mezza giornata. Materiale non sempre
buonissimo e gradi un po' strettini (es: Excalibur 6a?). Attenzione che su passaggio a NO
non risulta chiaro che bisogna scendere da Thures verso Rhuilles.

settore superiore

settore inferiore
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Qualche suggerimento per l'avvicinamento per chi
come me non conosceva questa falesietta un po' dimenticata
ma con ottima roccia: da Luserna seguire inizialmente i cartelli blu per Rorà, poi seguire per Mugniva (cartello bianco), risalendo la valle verso le cave, per qualche km. Bisogna fermarsi quando, sulla sinistra, si vedono delle case con un cartello bianco "località prinera", e a destra un prato con in mezzo una serra. Percheggiare in uno degli slarghi delle curve (attenzione a lasciare spazio ai camion della cava). Al fondo del prato di cui sopra (in direzione di salita per la valle) c'e' una piccola frana: buttarsi giù di qui e scendere fin sul greto del torrente nel suo punto più largo (un vero e proprio sentiero non c'e'). Tra i sassi del torrente si vedono degli ometti e qualche freccia blu. Un grosso ometto segna l'inizio del sentiero (stavolta buono) oltre il torrente, che risale e porta in breve alla falesia.

p.s.: la mappa della falesia è introvabile su internet, ma le pagine iniziali di passaggio a nord ovest, visibili gratuitamente sul sito della casa editrice versanti sud, contengono proprio la sinagoga! :-;
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Siamo rimasti estasiati dalla bellezza di due tiri provati sul settore "le mura":
- crackline: in perfetto stile granitico su diedri e camino
- spigolangolo: fantastico spigolo molto netto e un po' strapiombante nella prima parte.
Non ci aspettavamo di trovare due tiri così a Montestrutto

Grande compagnia con Andrea e Willi