m.gulliver


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Partiti per stare "all'ombra" abbiamo cambiato idea viste le buone condizioni. Salti molto gonfi, ghiaccio abbondante, duro e un po' spaccoso in basso (dove prende ancora poco o niente sole), poi plastico, quindi sorbetto in alto. Molto lavorato in basso, sempre meno verso l'alto. Noi abbiamo fatto 10 tiri (trovate 10 soste a fix) poi se non era finita abbiamo comunque detto basta! Temperatura -5° a Cogne alle 7. Attaccando alle 8 siamo rimasti in ombra fino a L6, poi caldo infernale...Solo L10 è un po' al limite, ma l'abbiamo giudicata ancora salibile in sicurezza. In L1 e L10 le corde da 60 sono giuste giuste, S6 non si vede salendo (è appena sopra il salto), ma eventualmente c'è una sosta a cordoni su spuntone 6-7 m dx del canale. Scesi con 10 doppie. Solo noi e tre tedeschi dietro.
Per il grado solo qui su Gulliver è quotata 2... ma non sono un esperto e quindi non mi pronuncio.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: lavorato
tipo ghiaccio :: morbido
Nonostante l'ora tarda di attacco e le alte temperature condizioni discrete. Avvicinamento tracciato e rapido. Noi abbiamo risolto la cosa in due tiri usando 4+2 viti e siamo scesi a sx (faccia a monte) per sentiero (se fate così non lasciate però roba alla base della cascata perchè non vi tornerete). Neve e crosta nei tratti appoggiati, meglio in quelli più ripidi, molto lavorati.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
tipo ghiaccio :: spaccoso
note su accesso stradale :: Ok fino a 2 km prima del Cornour, poi ghiaccio
Simpatica goulotte che ho "scoperto" per caso tornando dal Frioland girandomi indietro per fare una foto (e pensare che ci sono passato alla base!). Ovviamente è figlia di un inverno povero di neve perchè altrimenti sarebbe coperta. In queste condizioni è perfetta per una mezza giornata se si è soli e si vuole spicozzare senza ficcarsi nelle grane. Molti tratti in piano (coperti da quattro dita di neve fresca polverosa) alternati a risalti, fra cui 3-4 muretti non alti ma già ripidelli.

la goulotte (sulla dx) vista al ritorno dal frioland

la goulotte

la goulotte vista da rucas

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: buone
tipo ghiaccio :: duro spaccoso
note su accesso stradale :: strada pulita fino al divieto
quota neve m :: 1700
Non siamo sicuri che sia veramente una prima ma poco importa se non lo fosse, noi ci abbiamo provato e anche se le premesse non erano delle migliori (salendo in giro c'è poco ghiaccio) invece siamo stati fortunati e ne è uscita una bella scalata. Avvicinamento comodissimo, zero neve fino a Crosenna, farina compressa nel canale di accesso, ghiaccio spesso, duro, poca acqua, discesa comoda. Utili una dozzina di viti (le soste sono da fare).
Col socio di siamo divisi equamente il lavoro: a me l'averla vista da tempo e credere che fosse in condizioni, a lui tirarla tutta da primo (grazie!)

la posizione della cascata dall'alpe di crosenna

la colata nella sua interezza

il primo risalto

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: lavorato
tipo ghiaccio :: plastico
note su accesso stradale :: strade sporche da 1400 m al mattino
Molta neve che riduce il ghiaccio effettivo in L1 e L3. L1 è ridotto ad un paio di metri di ghiaccio, scalinato e si sale/scende tranquillamente anche sprotetti. Anche L3 è in parte coperto da neve, nella porzione superiore.
Noi siamo arrivati dall'alto a S3 (cordoni e maillon su albero) scendendo da Les Formes du Chaos. Con una doppia da 60 m ci siamo calati alla base del colonnone di L2, molto lavorato sulla faccia frontale, ma comunque molto impegnativo per la mia tecnica e le mie forze.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: lavorato
tipo ghiaccio :: plastico
note su accesso stradale :: strade sporche da 1400 m al mattino
La cascata è ancora in buone condizioni. C'è molta neve e i tratti più appoggiati sono coperti di farina recente poco consistente. Dopo S1 si sta aprendo una crepa ma si passa ancora bene su un ponte a sx. S2 noi l'abbiamo fatta su ghiaccio a sx e non nel grottino classico tutto a dx, quindi in L3 siamo saliti a sx. Il tubo/goulotte di L6 è molto lavorato e, a detta di altri, piuttosto facile rispetto ad altre volte. La pozza non è enorme e il passo per scavalcarla non particolarmente lungo. Tiro finale sul muro di sx.
Grazie al socio che ha tirato tutto da primo, anche per la pazienza dimostrata in un paio di tiri.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: lavorato
note su accesso stradale :: strada chiusa al bivio prima del ponte
Salita dopo Rio Gentira. Sci o racchette utili ma non indispensabili per l'avvicinamento attualmente tracciato.
Rispetto alle foto delle guide il primo risalto è in neve e si accede al ripiano centrale molto facilmente senza nemmeno fare un tiro, salendo per neve sulla sx, anche se più a dx un muro di 2-3 m verticale in ghiaccio buono è molto invitante ma difficilmente raggiungibile per la presenza di una terminale. Il secondo salto l'abbiamo salito sulla sx sostando dopo una trentina di metri sulla sx in una nicchia (sosta con chiodi e cordini vecchi). Secondo tiro verso dx, lungo 55 m fino all'ultima sosta sulla dx, in neve nella parte superiore dove spiana. Possibilità, dal ripiano centrale, di salire anche una linea sulla dx, dove calando abbiamo trovato due soste. Al centro invece il ghiaccio è molto sottile e si vede scorrere l'acqua.
Discesa con una prima calata di una trentina di metri, quindi una seconda di una cinquantina da una delle soste di dx (sx orografica).
Con Alberto.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: buono
tipo ghiaccio :: lavorato
note su accesso stradale :: termiche
quota neve m :: 600
Condizioni complessivamente buone. Traccia coperta dall'ultima nevicata ma ancora visibile (10/15 cm). Noi abbiamo fatto due tiri: il primo (25m), fino alla sosta sull'albero, è abbastanza pulito, il secondo, più lungo, presenta invece i tratti più abbattuti coperti di neve. Discesa con due doppie usando le stesse soste. Complessivamente lo sviluppo è decisamente inferiore ai 120 m indicati.
Solo noi, poi è arrivato un solitario che ha salito solo il primo tiro. Dopo ci siamo trasferiti al Martinet.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: discreto
tipo ghiaccio :: molta neve nei tratti appoggiati
Avvicinamento comodo su traccia gelata e portante. Primo tiro prevalentemente su neve ripida pressata, solo una parte del muretto finale è in ghiaccio (10 m), il resto è coperto da neve riportata dal vento. Secondo tiro in neve pressata di puro trasferimento. Terzo tiro molto magro, con uscita magrissima, tutto a sx, su teppe ghiacciate e neve (delicato). Scesi con tre doppie (corde da 60). C'è una quarta sosta, alla base, una 20ina di metri dopo l'ingresso della gorgia, sulla sx.

all'ingresso della gorgia

terzo tiro
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: buono
tipo ghiaccio :: morbido, neve e crosta nei tratti più appoggiati
note su accesso stradale :: Ok fino a Villanova
quota neve m :: 800
Dopo il Pis, nonostante l'ora (11.00) e il caldo, andiamo a vedere lo stato di questa colata, che prende meno sole e calore essendo più incassata. Avevo visto, qualche giorno fa, tracce di sci scendere dal canale d'accesso, ma per vederla bisogna necessariamente salire fino alla base (molto faticoso oggi, neve sfondosa fino al ginocchio). Cundi migliori del Pis e allora... via. Noi abbiamo fatto un tiro unico da 60m, facile, un po' più impegnativo solo nei metri sotto la seconda sosta.