lovi84


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Il sentiero è ripidissimo e il pendio è preso tutto in massima pendenza, con continui strappi e molti tratti scivolosi in caso di pioggia.
Siamo saliti con zaini molto pesanti avendo tutto il bagaglio con noi. La fatica è però immediatamente ripagata quando si arriva alla sella da una vista superlativa sul fiordo di Reine e le Lofoten meridionali, qualcosa di eccezionale. Arrivati alla sella in 5 minuti si raggiunge la cima più verso est, mentre verso ovest la cresta del Reinebringen prosegue molto a lungo regalando scorci sempre diversi e stupendi. Per chi ha un po' di gamba e scarpe adeguate vale veramente la pena.

il ripido sentiero in salita

vista verso Reine

il fiordo di Reine

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Il percorso di andata è sempre molto largo e ottimamente segnato, adatto anche a essere percorso durante la stagione estiva. Il percorso di ritorno ha qualche breve tratto con erba alta, ma è comunque sempre ben segnato.
Per essere in piena estate la gita è stata molto soddisfacente, sole ma non troppo e un po' di venticello.
Anche la vista oggi era discreta, siamo riusciti a intravvedere le Alpi.


In vetta al Monte Ramaceto

Vista dalla vetta verso Chiavari e Sestri Levamte

Vista dalla vetta verso Antola, Lesima e Alfeo

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Percorso sempre in quota lungo l'Alta Via dei Monti Liguri. E' consigliabile effettuare alcune deviazioni dall'Alta Via per raggiungere le panoramiche vette del M. Reixa, M. Argentea, M. Rama
Abbiamo trovato una giornata limpida, incredibile per la fine di maggio: per buona parte del percorso vista spettacolare su Apuane, Appennino Ligure e tutte le Alpi, dalle liguri alle lombarde..e poi su Genova, Savona, tutta la costa ligure e pure sui monti della Corsica innevati. Questo tratto di Alta Via, dai tratti così alpini, è davvero spettacolare e merita di essere percorso in una giornata limpida.

Genova, Portofino e Apuane dal M. Reixa

I monti dell'Antola innevati

Vetta del M. Reixa

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Percorso ad anello molto vario e piacevole, senza particolari difficoltà tecniche, lungo la dorsale che separa le valli Trebbia e Aveto. Oggi la vista non è stata gran che, ma in giornate terse può offrire molto di più.

Bosco in primavera

In vetta al Monte Roccabruna

Il Bosco delle Fate nella nebbia

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Fino al 31 marzo è vietata la sosta lungo la strada sopra Pradeboni
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Sci in spalla fino a quota 1300 m. Neve crostosa con pietre affioranti fino a 1700 m. Da 1700 m a 2100 m ottimo velo di farina e sciata stupenda. Ultimi 50 m a piedi tra le rocce.
Uscita del corso S.F.E. del C.A.I. U.L.E. Genova.
Grazie al cielo coperto la neve ha retto benissimo. Bella sciata davvero insperata viste le condizioni meteo degli ultimi giorni. Arrivati tutti in vetta!


Ultimi metri

Tutti in vetta!
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Si tratta di un percorso ad anello sempre in quota immerso per lunghi tratti nelle bellissime faggete della Val D’Aveto, che permette di raggiungere le vetta del M. Penna e del M. Aiona.

Percorso bellissimo in tutte le stagioni. In autunno le foreste di faggi alternate alle conifere regalano uno spettacolo stupendo.

Lago del Monte Penna

Il semplice tratto attrezzato

M. Aiona dal M. Penna

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
L'anello è in buona parte immerso in stupende faggete ed è molto piacevole. Anche la cima è davvero molto particolare, essendo un vero e proprio altipiano. Sicuramente abbiamo scelto le peggiori condizioni meteo possibili per affrontarla: nella nebbia più totale l'unica salvezza per uscire indenni dall'altopiano è affidarsi alla segnaletica, che non a caso è davvero eccellente. Non fidarsi troppo della bussola invece, a causa delle possibili anomalie causate dalla vicina Pietra Borghese.
3 stelle sulla fiducia, in buone condizioni meteo può sicuramente arrivare a 5. E' stata comunque una bella avventura.

Cascata lungo la salita

Passo della Spingarda

In vetta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Questo sentiero è molto meno frequentato di quello dei forti di ponente, ma ugualmente vario e interessante. Purtroppo alcuni tratti del percorso si svolgono su strada asfaltata, mentre la presenza della cava abbandonata sotto Forte Ratti deturpa un po' il paesaggio. E' comunque un percorso piacevole, a due passi dalla città di Genova.
Nonostante il tempo incerto siamo riusciti a raggiungere Forte Ratti. Una sola controindicazione al percorso: abbiamo rischiato di farci sparare da un gruppo di praticanti di soft-air. Sono sbucati all'improvviso dal forte ma per fortuna ci hanno riconosciuto come civili!

Alpesisa da Colla Leamara

Forte Ratti

Forte Richelieu

[visualizza gita completa]