liperi


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni su tutto il percorso. Le piste erano in condizioni invernali e nel corso della giornata ha smollato solo sotto Plan Maison. La conca del Breithorn al pomeriggio alle 16.30, nonostante il soleggiamento, è rimasta polverosa! Giusto un po' di crosta non portante in alcuni punti del pendio sommitale.
Traccia ottima, una volta tanto, con uno zig a destra della terminale, un bel traversone non troppo ripido, e l'ultimo zag proprio in fondo in fondo a prendere la cresta. La neve teneva benissimo. I rampanti li ho mesi come al solito per sicurezza ma con le condizioni trovate dopo le 15.30 non servivano.
Partito alle 8.30 da Cervinia senza meta certa, visti i bollettini che davano lastroni da vento in giro per le montagne. Pensavo di fermarmi al Piccolo Cervino e quindi sono passato da Plan Maison e dal Teodulo, senza toccare praticamente piste a parte due o tre attraversamenti. Dai campetti di Cervinia tirato dritto tra le due seggiovie, poi con prua costante sul Teodulo fino ad intercettare la pista di cortesia. Dopo il Plateau la traccia svizzera ha riservato una novità rispetto al solito. I due skilift che salgono alla sella della Gobba erano fermi e la solita pista per il Picoclo Cervino aveva un percorso diverso.
Arrivato all'imbocco della conca del Breithorn le condizioni di temperatura e il super traccione già ampiamente ricalcato nel corso della giornata mi hanno convinto a proseguire.
8 ore di salita totali con calma.
Al ritorno, sceso dopo le 17.00, grandiosa e inaspettata sciata su neve invernale nelle piste.....vuote!

Le ottime condizioni del pendio finale

Buone le condizioni anche della cresta verso il Centrale

Pieno di ghiaccio a vista il Castore invece....
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito alle 7.40 stando a destra dell'ospizio si guadagnano le vallette sotto costa all'Hubshorn per raggiungere il traverso. La classica partenza verso il traliccio/paravalanghe è senza neve. Traverso quindi in buone condizioni, come tutto il resto del percorso.
Neve molto compatta che alle 12.30 ha consentito una sciata "da pista battuta con gobbette" nella parte superiore e uno sballo nella parte centrale, stando sotto costa all'Hubshorn e seguendo il canalone. Dopo il traverso poi cremina divertente fino all'Ospizio.
Moltissima gente. Il vento non ha dato troppo fastidio, tranne nella parte della cresta finale, dove a raffiche sbatteva quasi per terra....poi magia già sperimentata altre volte: vetta incredibilmente tranquilla.
Sempre bella e sempre completa!

Il traverso circa alle 8.30

Passato il traverso sempre circa 8.30

Situazione neve verso il Terrarossa

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Dall'arrivo Indren ho seguito il traverso leggermente discendente per portarmi fino a sotto il Mantova e risalire i relativi pendii.
Alle 9.30 nonostante l'insolazione la traccia era ancora abbastanza gelata e scivolosa per le pelli, quindi veniva meglio stare due spanne fuori traccia. Fuori appunto la tenuta della neve anche sui pendii ripidi era ottima.
Da oltre il Mantova ottime condizioni del ghiacciaio, che è praticamente tutto chiuso, salvo percepire gli avvallamenti dove si sa che di solito più avanti nella stagione inizia ad aprirsi. La prima rampa dopo lo Gnifetti è tracciata molto più a sinistra del solito, proprio in zona tipicamente "bucata", ma apparentemente non ci sono problemi.
In discesa il ghiacciao del Lys alle 13.00 era meglio di alcune piste battute ! La polenta sotto il Mantova invece ancora bene gestibile.
Direi nel complesso una sciata inaspettatamente galattica.
Avevo appena finito in questi ultimi due anni di compiacermi che ad Alagna si sono decisi ad aprire biglietteria ed impianti un po' prima (8.00), che devo ricredermi per i Valdostani. Alle 8.30 ero ai Salati e....la telecabina dal Gabiet non funzionava ancora, ma addirittura la prima corsa per la Indren alle 9.15 !!! Tre quarti d'ora lì come il cucù ad aspettare....NO COMMENT.
Inutile avere bollettini valanghe che ci spronano a "chiudere le gite per tempo nella mattinata" se poi prima delle 9.30 non si riesce a partire (e fare traversi come me o canalini come ha fatto qualcun altro).
A parte questo "fastidio" iniziale devo dire che finalmente mi sono goduto la vetta al caldo e senza vento, contrariamente a quello che si patisce di solito in piena estate.
Un saluto a Paul e Alessandro, intraprendenti Valtellinesi arrivati in cima poco dopo di me

In salita sulla prima rampa dopo la conca dello Gnifetti

La vetta e i seracchi del versante sul ghiacciaio

Valtellinesi in arrivo in vetta !

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Busancano: portage iniziale di 10-15 minuti fino alla prima rampa dopo il bosco. Poi altro vuoto di 5 minuti dove ci sono i saliscendi prima della seconda rampa che porta allo zig-zag. Poi continua fino a alla cava. Pulito per 5 minuti fino a girare il curvone che entra nella valle del sottolago. Quindi continua fino al lago. Seguire la ex pista però, il passaggio del torrente con la salita solita sotto Oropa Sport è verde.
Buona quindi fino all'anticima e oltre.
Tolti sci al risalto a circa metà cresta, come da descrizione, e quindi su fino in vetta con i ramponi.
Neve marcia in salita fino al lago. Poi un po' più dura e anche gelata sul versante nord del Mucrone.
Pendii sopra la Bocchetta ben assestati anche se in alcuni punti un po' sfondosi per i caldo.
I pendii nord del Mucrone oltre il punto nel quale ho lasciato gli sci sembravano assestati. Uno prima di me è sceso dalla vetta sci ai piedi. Io ho preferito stare coi piedi per terra, non sono così bravo sul ripidissimo.
Era l'unica cosa fattibile nella conca e senza fare gli schizzinosi sulla Busancano. Intorno è tutto verde. Il Camino non è più fattibile. La cresta ha regalato una bella soddisfazione e pure l'arrivo in cima, accompagnato da aperture degli strati che hanno portato tepore e sole.
C'era una gara in corso ma non ha dato fastidio.
Discesa da Oropa Lago in funivia per salvaguardare sci ed evitare noiosi portage in discesa.
Caldissimo.
Comunque una bellissima salita per chiudere questa strana stagione con gli sci nel Biellese.

Il lago ancora coperto

Verde verso il resto della conca

L'ultima parte per la cima

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Salita l'anticima Est. Il canalone tra le due cime era carico e l'attenta lettura del bolletino sconsigliava il tentativo.
C'erano anche due del parco in alto che controllavano eventuali azzardi.
Alla partenza -10°C ma senza vento. Un po' di surgelatore quindi fino alla valletta superiore sopra il gradino morenico.
Poi sole tiepido tiepido.
Ottimo traccione in salita, anche se un po' dritto per i miei gusti in alcuni punti.
Per la discesa le 4 stelle sono una media tra le croste e il tritato della parte alta e del bosco, e la splendida polvere del vallone centrale.
Sempre bella e completa!



[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Buono
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima traccia e condizioni. Nonostante tanta gente ancora ampie zone intonse per godere la discesa nella polvere.



Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Buono
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
E' stato impressionante vedere l'imponenza della valanga di 15 giorni prima che si è staccata dai pendii sommitali a destra del ghiacciaio.
Buono il traverso
Tantissima gente.
Gita caricata a posteriori.



Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Il ghiacciaio rispetto a due settimane fa ha iniziato a mostrare avvallamenti anche se oggi si passava ancora serenamente. La parte inziale della rampa del Lys sopra lo Gnifetti, in particolare in discesa, è da fare con attenzione. Sopra un po' ghiacciata causa vento che ha lisciato e vetrato un po'.
Oggi ho fatto la ferrata. Volevo vedere la differenza eventuale di tempi col canalino, che mi è apparso un po' liscio e gelato rispetto alla volta scorsa.
Sciata come al solito ineguagliabile, nononstante un po' di duro in alto e.....il vento fortissimo sul pendio della sommità Vincent che ha regalato una strana sensazione di "paracadute".
Se non era per il vento meritava 5 stelle. In realtà rispetto alla volta scorsa le temperature erano più alte, ma il vento più violento. Meno male che era a raffiche e quindi si riusciva a riprendere il fiato tra una folata e l'altra. Se sapete cosa è la "sabbiatura" in ambiente industriale, possiamo dire che ho sperimentato la "ghiacciolatura". Le raffiche infatti sparavano addosso e in faccia granite di neve gelata.....alla fine sul Rosa si prende sempre più freddo ad agosto che a primavera!
Non ho fatto praticamente foto causa vento.....

La nave arriva ancora bene fino al Mantova

La Vincent sullo sfondo della traccia al Gnifetti

Il solito frecch estivo !
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Alla Indren alle 8.10! Si parte benissimo sci ai piedi dall'uscita della Indren, se si vuole fare il canalino come ho fatto io, che era in ottime condizioni di tenuta e stabilità a quell'ora. Tenuto il margine sinistro per stare il più possibile fuori dall'ingorgo di persone e...su dritto come un ascensore!
Poi sopra, sul ghiacciaio, uno spettacolo ! Quasi una pista battuta, meglio di tante altre volte. I soliti buchi e fratture, ma molto ben coperti o comunque intuibili.
Dalla conca del Balmenhorn un po' più ghiacciata salendo, causa il solito vento balordo e freddo.
Cima quindi goduta veramente poco...niente sdraio e ombrellone !
Discesa super dalla conca fino al Mantova...uno sballo veramente. lasciata la cima alle 12.
Tanta, tanta gente...ma c'è spazio per tutti.
Sempre ottime le torte al Mantova !
Super ingorgo alle 14 alla funivia per la discesa dalla Indren ai Salati.....

All'attacco del canalino. Cambio configurazione!

Gente ovunque

Che frecch!
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m :: 2800
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Cime Bianche con la prima funivia/telecabina.
Ottimo tutto, salita, ghiacciaio, pendio sommitale, discesa.
Come al solito sciata spettacolare che manco d'inverno ce la sogniamo, giù fino a CIme Bianche
Bella l'idea di fare la prima corsa alle 7 ! Bravi i gestori degli impianti !

Solito immancabile selfie di vetta....

Super buco di fianco alla pista che sale al Piccolo Cervino
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Kilimanjaro Rongai Route (13/08/18)
    Vincent (Piramide) da Indren (01/07/18)
    Balmenhorn o Cristo delle Vette da Indren (01/07/18)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (16/06/18)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (02/06/18)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (19/04/18)
    Rosso (Monte) da Oropa per il Lago Mucrone (18/02/18)
    Mucrone (Monte) da Oropa (11/02/18)
    Camino (Monte) da Oropa (13/01/18)
    Zerbion (Monte) da Promiod (31/12/17)
    Elbrus (Monte) Via Normale da Azau (29/06/17)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (10/06/17)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (25/05/17)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (16/05/17)
    Camoscio (Corno del) da Staffal per il Passo dei Salati (05/05/17)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (29/04/17)
    Breithorn dal Passo del Sempione (22/04/17)
    Vincent (Piramide) da Indren (08/04/17)
    Mucrone (Monte) da Oropa (19/03/17)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (19/02/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (11/02/17)
    Breithorn dal Passo del Sempione (10/12/16)
    Vincent (Piramide) da Indren (07/08/16)
    Vincent (Piramide) da Indren (17/07/16)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (07/07/16)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (15/05/16)
    Breithorn dal Passo del Sempione (10/04/16)
    Humphreys Peak (01/09/15)
    Colorado River - Phantom Ranch South Kaibab Trail (29/08/15)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (29/06/15)
    Breithorn dal Passo del Sempione (11/06/15)
    Roccia Nera da Plateau Rosà (28/05/15)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (12/05/15)
    Boshorn da Engiloch (22/04/15)
    Tovo (Monte) da Oropa (10/03/15)
    Massone (Monte) da Chesio (07/03/15)
    Muanda (Costa) da San Grato (08/02/15)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (18/10/14)
    Breithorn Occidentale e Centrale da Cervinia (06/09/14)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (03/09/14)
    Vincent (Piramide) da Indren (28/08/14)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (24/08/14)
    Vincent (Piramide) da Indren (17/08/14)
    Bianco (Monte) dal Refuge des Grands Mulets (10/06/06)
    Alphubel dalla Langfluehutte (30/05/04)
    Allalinhorn dalla Langfluehutte (29/05/04)
    Senggchuppa da Engiloch (16/05/04)
    Sirwoltehorn da Engiloch (25/04/04)
    Schilthorn da Engiloch (25/04/04)
    Bandiera (Pizzo) da Alpe Devero (12/04/04)
    Serena (Col) da Mottes (11/04/04)
    Boshorn da Engiloch (04/04/04)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (18/03/04)
    Torretta (la) da San Giacomo (29/02/04)
    Cavalgrosso (Monte) da S. Giacomo in travestata dalla Torretta. (29/02/04)
    Bo Valsiesiano (Monte) da Rassa (24/02/04)
    Mombarone (Colma di) da Trovinasse (10/02/04)
    Mombarone (Colma di) da Trovinasse (08/02/04)
    Massone (Monte) da Chesio (05/02/04)
    Massa del Turlo da Solivo Volta (30/01/04)
    Bo Valsiesiano (Monte) da Rassa (08/12/03)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (06/12/03)
    Basodino (Monte) da Riale (04/05/03)
    Zumstein (Punta) da Indren (13/04/03)
    Rutor (Testa del) da Bonne (06/04/03)
    Sirwoltehorn da Engiloch (24/03/03)
    Leone (Monte) dal Passo del Sempione (16/03/03)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (10/03/03)
    Diei (Pizzo) da San Domenico (23/02/03)