liperi


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ottimo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime codizioni di stabilità su tutto il percorso, compresi i ripidi pendii sopra il lago e la "buccia d'arancia", che oggi era proprio molto bella e di buccia non aveva proprio nulla. Cresta pulita e ottimo meteo senza vento.
Mi sono fermato all'attacco della cresta. Ero stanco e l'ho vista più imponente di quello che ricordavo. Eppure l'ultima volta l'avevo salita agevolmente. Peccato che l'ultima volta era più di 10 anni fa ! Sono vecchio e stanco ormai.......

I drizzoni sopra il lago

In vista della vetta, un po' di respiro prima dell'ultimo tiro

Ultimi metri sul drizzone finale
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: La neve inizia alla trattoria la Rocca
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Buono ancora l'innevamento nel bosco con due piccoli gava-buta. Ottime condizioni sul ripido pendio sopra il Giass Cmun percorso in salita tra le 8 e le 8.45. Iniziava a smollare in quei tre quarti d'ora.
Cresta perfetta. Occorre stare sul lato sinistro del filo di cresta a costo di lavorare di caviglia per evitare cornici che si smollano al sole. Da questo lato crosta da rigelo portante percorribile al meglio e in sicurezza con i coltelli.
Discesa per lo scivolo Nord-Ovest a cavallo delle 10 con neve portante, ben assestata e perfetta evitando colate già scaricate, poi per canale, come da foto fino ad intercettare il sentiero estivo che sale al Rosazza. Da lì stando alto e sotto a dove aveva già scaricato ho raggiunto il Rosazza, Oropa Sport e ho proseguito per il Camino. Piste Camino e Busancano ben battute e senza pietre fino a Oropa.
Oggi anche troppo caldo. Arrivato al Camino disidratato.
Il Tovo: una piccola montagna con una grande scialpinistica.
Le eccezionali condizioni di sicurezza di questi giorni nonostante la neve abbondante anche in basso mi hanno fatto titubare su cosa scegliere tra le varie belle vicino a casa. Alla fine ho scelto la più ripida per le soddisfazioni che dà, sia in salita (non molla mai), che in discesa.
La discesa sullo scivolo Nord-Ovest l'ho improvvisata perché non mi ero documentato. E all'ora che sono sceso, visto il caldo, non mi convinceva più il percorso di salita.
Per evitare le balze rocciose che ci sono in quel vallone ho seguito la cresta fino a riuscire a vedere un canale con neve certa fino in fondo e senza balze

La cresta del Tovo vista da sopra

Il percorso di discesa

Il panorama oltre la croce di vetta
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: La macchina arriva fino al tornante a quota 911
quota neve m :: 900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Chesio sci in spalla.
La prima chiazza di neve sulla strada è al tornante quota 818.
Le auto si fermano al tornante a quota 911.
Gli sci si riescono a mettere al tornante a quota 954 e poi due gava/buta. Idem in discesa. Poi è tutta continua.
Il ripido crinale/pendio sopra la faggeta è in ottime condizioni di sicurezza. La neve non è troppa (20-30 cm) e ben compattata. Oggi era anche bella dura e ha tenuto così anche in discesa alle 12 per via di velature che hanno tenuto la temperatura bassa, nonostante l'esposizione a Sud.
Sopra l'Alpe Campallero stesse condizioni.
In cresta messi i coltelli gli ultimi 50 m per sicurezza.
Percorso molto didattico, poco frequentato e in assoluta tranquillità. Nessuna "tutina" che preme di dietro per passare...una meraviglia.
7 anime incrociate in tutto il percorso. Panorama mitico anche sui laghi. Era anni che non riuscivo a rifarla.

La croce di vetta con la campana da suonare

I pochi fortunati che si godono la vetta

Vista verso il Rosa
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Pulito fino alla chiesetta di San Grato
quota neve m :: 800
attrezzatura :: scialpinistica
Occasione da non perdere: neve bassa al punto giusto e appena finito di nevicare sul finesettimana.
Partito alle 8.10 dalla chiesetta in ambiente fiabesco con tutti gli alberi ancora carichi di neve polverosa.
Buono e ben coperto di neve anche il passaggio dell'abetaia sotto il tracciolino.
Muanda bellissima anche in discesa verso le 12. Ancora qualche spazio dove sciare divertente e lasciare "firme" su neve immacolata.

Neve recente ovunque

Sempre bello vedere la pianura da qui

Neve ancora immacolata

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto cadere valanghe a lastroni
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Mi permetto di puntualizzare alcune informazioni importanti sulla valanga caduta dal pendio del Breithorn: Il fronte era notevole, come visibile dalla foto almeno 40-50 metri. Lo spessore altrettanti, perché in fondo alcuni blocchi erano grossi come una scrivania. Sono stato forse il primo a buttarsi sulla valanga appena arrestatasi con l'ARVA in ricerca nella parte bassa e assicuro che camminarci sopra è stata un'impresa.
Le persone coinvolte che ho visto io durante l'evento sono almeno 8-10, tra cui un ragazzo che ha lamentato problemi ad una gamba e che forse poi è stato portato via dall'elicottero svizzero, il primo intevenuto. C'erano degli stranieri che hanno dato forse il primo allarme.
Ma la cosa più importante da segnalare è che tre ragazzi che sono stati interessati dalla valanga sul bordo destro (guardando da sotto)hanno riferito di uno con lo snowboard che ha tagliato il pendio e ha causato il distacco in alto e che poi a loro avrebbe chiesto scusa. Il distacco è partito sulla pancia della traccia che va verso il colletto tra i due Breithorn, proprio dove c'è la maggiore curvatura e pendenza....un taglio da manuale quindi, complimenti !!
Infine segnalo che quando ho iniziato a cercare con l'ARVA mi sono reso conto che molti erano senza, compresa gente con gli sci, pertanto quando non ho sentito più segnali mi ha preso lo sconforto a pensare che potesse esserci ancora gente sotto quei macigni.
E' veramente incredibile che si spenda e spanda per vestirsi da fighi e poi non si abbia ancora metabolizzato che questo strumento SERVE.
Complimenti invece a Michela che ha avuto la prontezza di allertare il nostro soccorso; non era possibile infatti escludere che qualcuno fosse rimasto sotto. Anche se arrivati un po' dopo, essendo stati messi al corrente della gente senza ARVA, i nostri erano organizzati coi cani !
Abbiamo poi saputo che per fortuna nessuno era rimasto sepolto.

La valanga ha interessato la parte iniziale della normale di salita all'Occidentale !
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: perfetto
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Plateau Rosà alle 8.10.
La salita con le pelli al colletto tra i due Breithorn è stata effettuata senza difficolta grazie alla neve perfetta. Anche il passaggio della terminale prima del colletto non ha creato alcun problema. La neve di questi giorni deve averla un po' rimpolpata rispetto al commento precedente. Entrambe le creste per il Centrale e l'Occidentale erano perfettamente tracciate, tanto da facilitare e ridurre l'effetto "esposizione".
La neve fresca al mattino presto era ancora farinosa poi si è via via smollata fino a fare pure zoccolo sotto le pelli.
Discesa alle 12.45 con neve "cotta a puntino".
Grande ultima di stagione !
Prima di salire i Breithorn ho allungato un po in giù dopo il colle per seguire le tracce che traversavano basse sotto i Breithorn. Spettacolare lì sotto. Molta gente verso l'Orientale, il Roccia Nera e il Polluce.

La bellissima cresta del Centrale

Il rientro verso l'Occidentale

La cresta dell'Occidentale

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: perfetto
quota neve m :: 2900
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Cime Bianche con le pelli e disceso poi solo fino al Plateau. Per chi vuole ancora cimentarsi con un po' di portage sono solo 20 minuti. La neve continua si trova passata la prima rampa della pista, nella conca-canale che poi gira a sinistra e sale al Ventina. Sul Ventina nella parte bassa chiazze di neve fresca e poi sempre di più salendo.
Conca del Breithorn ancora tappatissima con almeno una spanna di neve recente. Pendio finale in condizioni notevolmente migliori rispetto a 10 giorni fa. La neve recente ha praticamente ricoperto la fessura della terminale che già si intravedeva e mi ha consentito di salire sulla ripida traccia già presente senza tribolare.
Finalmente una giornata pulita e senza vento, si poteva stare in vetta con calma tirando fuori "sdraio e ombrellone".
.... e così ho smarcato anche settembre con gli sci, mentre le pedule sono ancora dell'armadio !
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: perfetto
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
A 11 giorni di distanza dal precedente post le condizioni sono cambiate radicalmente. Sotto i 3600 la neve si è asiugata e ritirata parecchio. Sopra invece la diminuzione è meno considerevole. Ma ovunque è compattata dal continuo scioglimento e rigelo. Oggi causa vento da NO teso e freddo di questi giorni era tutta dura e gelata. Dalla cima e fino alla conca Balmenhorn-Vincent saga dei sastrugi, poi via via scendendo diventava più piacevole per scioglimento dello strato superficiale.
Attenzione ! Stanno saltando fuori vari crepacci. Dalla base della rampa Lys ho passato almeno 5 ponti / fessure significative, compresa quella al bivio per la Vincent che sta facendo un bel gradino. Su un crepaccio c'è già la fessura sia all'inizio che alla fine del ponte. Credo quindi che il lusso di andare con gli sci e slegati abbia proprio i giorni contati.
Quando ero a metà della rampa Lys in salita è crollato un grosso blocco di ghiaccio dai seracchi sulla destra, ma si è fermato nella zona sottostante. In quel punto la traccia è per fortuna molto più in là.

La conca col tratto dalla funivia

Il primo ponte evidente

28 agosto con gli sci !!
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dal Plateau. Neve dura e compressa dal vento e dal freddo. Conca del Breithorn ancora in ottime condizioni di sicurezza. Sulla terminale alla base del pendio finale si inizia a intravedere una fessurina all'attraverssamento della traccia.
Sul pendio finale traccia esistente ripida e faticosa per gli sci (un'autostrada per chi era a piedi). Ho allargato intorno a piacimento per addolcire la salita ma ho comunque faticato su pendio durissimo e battuto dal vento. Fondamentali i coltelli. Il traversone l'ho fatto praticamente attaccato a quelli.
Discesa splendida invece. Giù dritto dalla cima, poi allargato a destra sotto il traccione per non disturbare chi ancora saliva.
Grazie a MicMic per la splendida compagnia.

24 agosto con gli sci nuovo record

La cresta verso il Centrale con varie persone

Anche oggi il solito vento
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Perfetto
quota neve m :: 3000
attrezzatura :: scialpinistica
Fatto il sentiero attrezzato che sbuca più sù del mantova.
Faticoso l'ultimo pezzo delle scale di legno per il peso degli sci in spalla.
Qualcuno è salito anche dal canalino che sembrava buono.
I crepacci pericolosi sono ben visibili all'inizio della rampa del Lys. Per il resto tutto tappatissimo.
In discesa si poteva zigzagare abbastanza tranquillamente intorno alla traccia di salita su ottima neve primaverile.

Vista dalla cima verso la Parrot

Ad agosto con gli sci !!

... un po' di vento !
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Kilimanjaro Rongai Route (13/08/18)
    Vincent (Piramide) da Indren (01/07/18)
    Balmenhorn o Cristo delle Vette da Indren (01/07/18)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (16/06/18)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (02/06/18)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (19/04/18)
    Rosso (Monte) da Oropa per il Lago Mucrone (18/02/18)
    Mucrone (Monte) da Oropa (11/02/18)
    Camino (Monte) da Oropa (13/01/18)
    Zerbion (Monte) da Promiod (31/12/17)
    Elbrus (Monte) Via Normale da Azau (29/06/17)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (10/06/17)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (25/05/17)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (16/05/17)
    Camoscio (Corno del) da Staffal per il Passo dei Salati (05/05/17)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (29/04/17)
    Breithorn dal Passo del Sempione (22/04/17)
    Vincent (Piramide) da Indren (08/04/17)
    Mucrone (Monte) da Oropa (19/03/17)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (19/02/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (11/02/17)
    Breithorn dal Passo del Sempione (10/12/16)
    Vincent (Piramide) da Indren (07/08/16)
    Vincent (Piramide) da Indren (17/07/16)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (07/07/16)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (15/05/16)
    Breithorn dal Passo del Sempione (10/04/16)
    Humphreys Peak (01/09/15)
    Colorado River - Phantom Ranch South Kaibab Trail (29/08/15)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (29/06/15)
    Breithorn dal Passo del Sempione (11/06/15)
    Roccia Nera da Plateau Rosà (28/05/15)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (12/05/15)
    Boshorn da Engiloch (22/04/15)
    Tovo (Monte) da Oropa (10/03/15)
    Massone (Monte) da Chesio (07/03/15)
    Muanda (Costa) da San Grato (08/02/15)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (18/10/14)
    Breithorn Occidentale e Centrale da Cervinia (06/09/14)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (03/09/14)
    Vincent (Piramide) da Indren (28/08/14)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (24/08/14)
    Vincent (Piramide) da Indren (17/08/14)
    Bianco (Monte) dal Refuge des Grands Mulets (10/06/06)
    Alphubel dalla Langfluehutte (30/05/04)
    Allalinhorn dalla Langfluehutte (29/05/04)
    Senggchuppa da Engiloch (16/05/04)
    Sirwoltehorn da Engiloch (25/04/04)
    Schilthorn da Engiloch (25/04/04)
    Bandiera (Pizzo) da Alpe Devero (12/04/04)
    Serena (Col) da Mottes (11/04/04)
    Boshorn da Engiloch (04/04/04)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (18/03/04)
    Torretta (la) da San Giacomo (29/02/04)
    Cavalgrosso (Monte) da S. Giacomo in travestata dalla Torretta. (29/02/04)
    Bo Valsiesiano (Monte) da Rassa (24/02/04)
    Mombarone (Colma di) da Trovinasse (10/02/04)
    Mombarone (Colma di) da Trovinasse (08/02/04)
    Massone (Monte) da Chesio (05/02/04)
    Massa del Turlo da Solivo Volta (30/01/04)
    Bo Valsiesiano (Monte) da Rassa (08/12/03)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (06/12/03)
    Basodino (Monte) da Riale (04/05/03)
    Zumstein (Punta) da Indren (13/04/03)
    Rutor (Testa del) da Bonne (06/04/03)
    Sirwoltehorn da Engiloch (24/03/03)
    Leone (Monte) dal Passo del Sempione (16/03/03)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (10/03/03)
    Diei (Pizzo) da San Domenico (23/02/03)