keiji1976


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Ottime condizioni su tutto l'itinerario.

Partiti presto dal colle del Preit (lo avremmo fatto anche prima, ma la transumanza verso i monti ci ha rallentato) abbiamo attraversato solo brevi nevai per raggiungere il punto di attacco del canale N.
Dalla base del conoide neve continua sino all'inizio della cresta vera e propria, forse solo in un piccolo tratto del canale incassato, bisogna fare un po' di attenzione perché si rischia di bucare ed è meglio affidarsi alla roccia.
Cresta invece completamente pulita.
La discesa lungo la normale obbliga o ad una breve doppia da 30 mt (come abbiamo fatto noi) o ad una disarrampicata per la presenza di un nevaio nel canale.

Spettacolare fioritura di genzianelle alla base della montagna.

Con Andrea e Fabry, una mezza giornata passata su una delle più belle montagne delle nostre valli, in un giorno davvero spettacolare, dove neve, sole, roccia, cielo e fiori hanno giocato a creare contrasti meravigliosi.

Un saluto ai due "ragazzi" di Carmagnola incontranti in cima che arrivavano dalla cresta opposta alla nostra.


condizioni innevamento

condizioni canale incassato

parete in contropendenza

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
In realtà sono salito dal primo dei canali del Brocan che si incontrano arrivando dal Lago di Nasta e ridisceso poi alla base del canale Centrale.

Saliti molto presto per anticipare l'arrivo del maltempo previsto e trovare le migliori condizioni possibili.
Il sentiero per il rifugio Remondino risulta pulito sino ad un centinaio di metri di dislivello dallo stesso, il che per me (sprovvisto di sci) significa salita agevole, ma per Ivo un inutile sbattimento, considerando che dal vallone Balma-Ghigliè il portage è di pochi minuti.
Comunque questo "istante eterno" è compensato dalla meraviglia del paesaggio che ci accoglie e dalla possibilità di compiere così un bell'anello quasi in solitaria (il che a questa stagione, parlando di zona Ghigliè, non guasta).
Giunti alla base del canale N, che parte poco oltre il colle di Brocan, le nebbie e le nuvole dal lato Rovine, hanno iniziato a risalire le pareti Sud e ad avvolgere tutto, mettendo per un attimo in dubbio se proseguire o no, ma poi in un "istante" si è riaperto.
Al colletto ci siamo poi divisi, io ho proseguito per la cima, tutta fatta ramponi ai piedi per la presenza di alcuni tratti ancora innevati (lato N), mentre Ivo ha ridisceso il canale con gli sci.
Gran soddisfazione godersi il relax di questa bella cima in solitaria.
Ho poi optato per non scendere dal canale centrale, per evitare di far cadere pietre sui ripidisti che lo stavano risalendo, ma di scendere un canalino leggermente più a dx (orografica) e che in parete si unisce al conoide del centrale.
Da qui, con un attraversamento meno "eterno" del previsto sotto l’intera parete del Brocan, mi sono portato sino al vallone Balma-Ghigliè, dove ho goduto di una “sciata” ramponi ai piedi, sino al Pian della Casa.

Con Ivo.

Un saluto ai due ragazzi che hanno anche loro salito e sciato il canale N e che poi ho incontrato alla base del centrale.


Ivo quasi al colletto

dalla cima verso l'Argentera

dalla cima verso l'Agnel

[visualizza gita completa]

sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ottimo sino a 80 mt dal Pian della Casa
quota neve m. :: 1900
Inserisco la gita qui, anche se ero l'unico dei 4 del gruppo a non avere gli sci.
Causa i miei impegni pomeridiani, abbiamo optato per questa salita che abbina un dislivello minore ad uno spostamento contenuto, oltretutto partendo decisamente presto, abbiamo potuto godere anche di ottime condizioni della neve.
La parete risulta comunque piuttosto alla fine (affiorano già molte pietre) e credo che il caldo di questi giorni darà il suo pesante contributo.
(Tenere presente che il sole inizia a colpire la parte alta della parete intorno alle 7:00.)

Alpinisticamente non dice nulla di che, ma l'ambiente ed il vedere la fiumana di gente salire alla Ghigliè, mentre noi soli soletti ci siamo goduti sia salita che discesa, non ha prezzo.

Con Andrea, Fabrizio ed Ivo che hanno, parole loro, fatto la più bella sciata della stagione.

Tornati alle auto alle 9:00 constatando come c'è gente che, pur di risparmiarsi 10 mt di portage, parcheggia l'auto alla ca**zo di cane.

a sx per la Ghigliè a dx la nostra via di salita

spunta il sole dietro ai Brocan

in parete

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Di arrivo dal canale Freshfield, abbiamo proseguito verso questa cima che in estate non ho mai preso in considerazione, causa accesso su pietraia per me odiosa.

Abbiamo cercato di perdere il minor dislivello possibile traversando su pendii piuttosto ripidi, passando sotto il pendio che porta al passo dei detriti (invaso da molti skialp) ed andando a salire quello che porta al colle della Nasta.

Un centinaio di metri si perdono, ma ne rimangono talmente pochi alla cima, che la voglia di vedere il versante Chiotas ci ha spinto rapidamente in vetta.
Quest'ultimo tratto lo abbiamo condiviso con un gruppetto di ragazzi con le tavole e, giunti al colletto, con altri skialp.

Dalla cima ottimo punto di osservazione sulle condizioni del canale di discesa dalla cima Sud dell'Argentera.

La discesa è stata fantastica (per rapidità), si arriva veramente a 10 minuti dal parcheggio del Pian della casa sempre pestando neve.
Con Fabry, in una giornata davvero molto molto bella.

Un saluto a Riccardo Murisasco e suo figlio (complimenti a lui!!) incontrati poco prima del Remondino, ai ragazzi coi quali abbiamo scambiato due parole salendo la Paganini ed ai 3 alpinisti incontrati al parcheggio del Gias delle mosche che hanno salito una goulottina alla dx del canale della Forcella.

cercando di perdere minor dislivello possibile

panorama dalla cima

verso passo dei detriti

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Partiti alle 5:30 dal Gias delle mosche, abbiamo trovato condizioni di innevamento ottime (neve durissima) e continue dal Gias del Mesdì (2070 circa).
Siamo risaliti così piuttosto rapidamente sino alla base del canale, vedendo uscire al colletto i due che ci precedevano (grazie per la scalinata trovata nel canale).

Il canale si presenta bello pieno ed al momento non affiora né ghiaccio , né roccette (rispetto alle condizioni trovate lo scorso anno), in uscita la solita bella cornice, che si può tranquillamente aggirare a sx.
Solo la rigola centrale presenta neve dura dura e piuttosto
ghiacciata, ma la si attraversa solo ogni tanto.

Usciti al colle intorno alle 8:30, abbiamo optato per proseguire verso la dirimpettaia cima Paganini, che dal colletto appare maestosa.
Itinerario scelto per vedere le condizioni di innevamento zona Bozano, per respirare un po' di aria magica della valle gesso e per evitare la fiumana di gente diretta sugli itinerari classici di skialp.

Con Fabry, sperando di tornare presto in zona.



panorama dal Gias del Mesdì

canale

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: estivo
Inserisco la gita qua perché il percorso seguito è stato quello indicativamente estivo.
Partiti con l'intenzione di salire il canale SX di Rocca Rossa e poi proseguire in cima o, eventualmente, passare per il canale N, abbiamo dovuto fare i conti con la persistenza continua di nebbie, nuvole basse e foschia.
Il sentiero è pulito (salvo l'attraversamento di un paio di slavine nel tratto sotto la cascata) praticamente sino al pianoro sotto Lou Merze Gros (anche qua enorme accumulo da superare facilmente).
Noi siamo poi saliti su neve cercando di tagliare più sentiero possibile sino in prossimità della fontana "della Salute" che si trova dirimpettaia al rifugio Zanotti.
Da qui neve continua sino in cima.
E come riscontrato da tutti in questa primavera, fantastica quella rossa (dura e non sfondosa), più crostosa quella bianca.
Come detto le nebbie e le nuvole ci hanno accompagnato nel nostro viaggio, quindi visibilità zero nei pressi di Rocca Rossa...visibilità zero nei pressi del canale N.
Abbiamo proseguito quindi in direzione del passo Tenibres, in uno dei rari momenti di apertura, con uscita su "cascata di ghiaccio".
Abbiamo deciso poi di non proseguire sino in vetta perché la conquista della cima non è mai un obbligo, e per giungere lassù con visibilità pari a zero, non aveva senso...quindi siamo ritornati sui nostri passi.

Ridiscesi nel vallone sottostante la situazione è un po' migliorata ed abbiamo potuto osservare la situazione dei vari canali:
Rocca Rossa di sx bello gonfio ed in super condizioni
Rocca Rossa di dx idem
Normale al Becco Alto del Piz ancora discretamente innevata
Canale N del Tenibres ancora ben innevato
Passo di Rabouns ottimamente innevato

Per la discesa abbiamo sfruttato l'innevamento abbondante e continuo verso il sentiero che dal lago Mongioie porta al Rifugio Zanotti, e poi per pendii sino alla fine della neve.

Qui la vera "rivincita" della giornata e che l'ha resa una delle più belle di questa stagione.
L'incontro col lupo, nella sua banalità, è stato davvero emozionante...
Era a non più di 100/150 mt, non appena ci ha sentito, si è fermato ed è stato qualche secondo ad osservarci, valutando forse se potevamo essere una minaccia o meno...mi ha dato il tempo di tirare fuori il cell per poterlo riprendere e poi si è avviato verso il rifugio...
Fantastico!
Con Fabry in una giornata che ricorderemo sempre con piacere

salita al passo del Tenibres

una volta ridiscesi, canale N tenibres, salita Normale

Rabouns

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
La neve inizia un centinaio di metri sotto al Rifugio Migliorero ed è continua sino in cima.
L'ottimo rigelo notturno ci ha consentito una salita agevole e piuttosto rapida sino all'attacco del canale nord.
Il canale, complice probabilmente la pioggia del giorno precedente, è risultato praticamente tutto in neve dura e con ghiaccio superficiale che luccicava anche in ombra.

Dal colletto alla cima, solo un po' di preoccupazione a non far muovere le pietre presenti ed alla condizione della neve già molata dal sole.
Dalla cima vista spaziale a 360°, in una giornata tersa e comunque piuttosto fresca.

Emozionante il contrasto che si crea a questa stagione tra l'inverno che regna ancora ad alta quota e l'estate che si fa largo in basso.
Con Fabry, Lorenzo ed Ivo che hanno rinunciato alla discesa del canale con gli sci per le condizioni non ottimali, ma che hanno potuto godere comunque di una bella sciata sino a poco sotto il rifugio.
Ennesima conferma che è ora che impari a sciare!!

PS MA FA COSI' SCHIFO METTERSI IL CASCO PER AFFRONTARE CERTE SALITE?
DI TUTTI QUELLI CHE ABBIAMO VISTO SALIRE IL CANALE SUD, POCHISSIMI ERANO QUELLI AD AVERLO. MHA................

innevamento dopo il rifugio

conoide canale N

canale N

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Si lascia l'auto 500 mt prima dell'area del lago delle Rovine (nei pressi del gabbiotto di pesca).
Siamo saliti sfruttando la neve abbondante sino a reperire le tracce del sentiero estivo che affiora in più punti.
Un centinaio di mt sotto la strada che porta alla diga la neve risulta continua.
Traversato molto bene dalla diga del Chiotas sino al piano dove sorge il rifugio Genova e poi proseguito, una volta aggirato il lago Brocan innevato, in direzione di un evidente ripido canalino che incide la bastionata a destra dei contrafforti della Cima della Valletta dell'Asino.
Qui il gruppo si è diviso, io con le ciaspole (visto che sprofondavo sino alle caviglie) ho proseguito cercando di salire i ripidi pendii nevosi, gli altri con gli sci hanno puntato decisamente a destra risalendo poi la conca nevosa che porta a quello che un tempo era il ghiacciaio dell'Agnel.
A questo punto ci siamo ricompattati alla base del conoide e risalito su neve ottima il canale.
Attualmente è in condizioni strepitose, bello gonfio, appena appena rigolato e continuo sino in cima.
Per la discesa abbiamo nuovamente diviso il gruppo, Ivo ha sceso il canale, mentre Fabry, Andrea ed io abbiamo seguito la salita normale estiva scendendo dapprima in direzione della bassa di Margot (35/40°) e poi per pendii in direzione del lago Brocan, arrivandoci sfruttando uno dei tanti canali ad oggi ancora ben innevati.
Da qui alla macchina rientro eterno con infido traverso (per me senza sci) nel tratto dopo la diga.
Ambiente davvero maestoso che in questa stagione regala emozioni davvero uniche.
L'unica nota negativa, di questa magnifica giornata in Valle Gesso, è stato il mancato rigelo notturno che ha costretto ad una salita piuttosto faticosa ed una discesa davvero eterna.

Con Ivo che come detto ha sceso il canale, con Fabry ed Andrea che hanno condiviso con me anche la discesa.

Un saluto ai 3 ragazzi di Biella che hanno ripassato la traccia nel canale agevolandoci ulteriormente la salita.

...albeggia

chiotas

condizioni canale

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Saliti solo sino al colletto: la neve caduta nella notte (quasi 10 cm a 3000 mt) e che ha ricoperto le rocce finali, ci ha sconsigliato di continuare sino in vetta.
Ambiente davvero spettacolare e salita sempre comunque divertente, anche se non portata a termine sino alla fine.
La neve è ancora continua, sulla sx orografica del fiume Oronaye, da 150/200 mt di D dalla macchina.

Nel canale si alternano tratti di neve ghiacciata, ricoperta da farina pressata a tratti con pallottole dure e ghiacciate.

Con Andrea ed Ivo che hanno sceso il canale con gli sci e con Fabry con il quale avevamo preventivato la salita sino in cima.

Un saluto ai 3 ragazzi liguri (anche loro hanno sceso il canale con gli sci) ed i due ragazzi di Madonna delle Grazie con i quali abbiamo condiviso parte della discesa...beata gioventù!!!

avvicinamento su neve portante

un bel castello

ambiente strepitoso

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: si arriva in macchina sino alla sbarra
attrezzatura :: scialpinistica
Inserisco la gita nella sezione scialpinismo anche se avevo le ciaspole (che sono rimaste sullo zaino a salire e scendere).

Parecchi residui di slavine nella parte bassa, neve praticamente continua dai 1600/1700 mt in su.
Al mattino salito coi ramponi per evitare pericolosi scivolamenti nei traversi, su neve durissima.

Un'emozione unica essere lassù tutto solo soletto e godere di un silenzio assordante.
Ho finalmente realizzato un piccolo sogno covato in un cassetto e salito sul tetto del santuario per godere del caldo sole mattutino.

Credo che ci vorrà ancora parecchio tempo prima che possano aprire e liberare la strada sino al santuario.

tornanti nella parte bassa

il lungo pianoro con già la vista sul Santuario

panoramica dal tetto

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Meja (Rocca la) Via Normale dal Colle di Valcavera (03/11/17)
    Nasta (Cima di) Via Normale dal Pian della Casa per il Colle della Forchetta (13/09/17)
    Baus (il) Via Normale dal Piano della Casa del Re per il Colle della Culatta (13/09/17)
    Saline (Cime delle) da Pian Marchisio per il Canalino delle Masche (14/07/17)
    Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri per la Bassa del Druos (12/07/17)
    Limo Nero (Cascata) (07/01/17)
    Bresses (Testa Nord di) Canale N (23/05/16)
    Ciriegia (Colle di) dal Pian della Casa (07/05/16)
    Ciriegia (Cima di) crestone NO quota 2521 m Canale NO (30/04/16)
    Mondolè (Monte) da Artesina (14/04/16)
    Viso Mozzo Canale dei Campanili ramo sx e cresta E (10/04/16)
    Colme (Cima delle) da Viozene, Canale delle Colme (26/03/16)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (12/03/16)
    Pigna (Monte) da Prea (06/03/16)
    Ice Spirits (Cascata) (13/02/16)
    Fluido Scolpito (Cascata) (13/02/16)
    Martinet Superiori (Cascate) (06/02/16)
    Massimo (Cascata dei) (06/02/16)
    Saline (Cime delle) da Pian Marchisio per il Canalino delle Masche (30/01/16)
    Fluido Scolpito (Cascata) (23/01/16)
    Ferra (Monte) Couloir Y (19/12/15)
    Caprera (Triangolo della) Goulotte del Triangolo (28/11/15)
    Argentera (Cima Sud) Via Normale per il Rifugio Remondino (06/09/15)
    Stella (Corno) Spigolo Superiore (29/08/15)
    Ischiator (Becco Alto d') dal Ponte del Medico per il Passo Laris (21/08/15)
    Aver (Colle) e Colle dei Morti dalla strada per il Colle della Lombarda, anello per i Laghi d'Aver (19/08/15)
    Gias dei Laghi (Testa) dalla strada del Colle della Lombarda (19/08/15)
    Meja (Rocca la) Via Normale dal Colle di Valcavera (18/08/15)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Passie Daré (08/08/15)
    Colla Auta (Rocca della) Le soleil brille pour tout le monde (02/08/15)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 62 anni e non Sentirci (18/07/15)
    San Bernolfo (Rocca e Guglia di) da San Bernolfo, anello per Passo di Seccia e Laghi di Collalunga (12/07/15)
    Nasta (Uja SO di) Via Oblò (11/07/15)
    Ischiator (Becco Alto d') dal Ponte del Medico per il Passo Laris (04/07/15)
    Coolidge (Colletto) Canale di Lourousa (20/06/15)
    Ghiliè (Cima) dal Piano della Casa del Re (06/06/15)
    Gelas (Cima dei) Canale degli Italiani, Canale E, Cresta ONO, Canale Saint Robert (28/05/15)
    Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone (24/05/15)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (16/05/15)
    Tablasses (Testa di) canalone NO (09/05/15)
    Tenibres (Monte) Canali Nord (02/05/15)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (12/04/15)
    Mondolè (Monte) da Artesina (08/04/15)
    Valasco (Piano del) da Tetti Gaina (06/04/15)
    Bianco Dante Livio (Rifugio) da Sant'Anna (29/03/15)
    San Lorenzo (Cima di) da Madonna d'Ardua (28/03/15)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (08/03/15)
    Martinet (Anfiteatro del) Goulotte del Martinet (07/03/15)
    Martinet (Anfiteatro del) Martinet di sinistra (07/03/15)
    Lillaz Gully (28/02/15)
    Cava Alta (Cascata) (22/02/15)
    La Sorgente del Falco (Cascata) (15/02/15)
    Pineta Nord Fiammetta - Ice (Cascata) (31/01/15)
    Scoglio del Lup Luna calante (11/01/15)
    Martinet (Anfiteatro del) Goulotte del Martinet (02/01/15)
    Sant'Anna di Vinadio (Santuario di) dalla strada per il Santuario (01/01/15)
    Valeria (Cascata) (30/12/14)
    Berrò (Cascata di) (27/12/14)
    Incianao (Punta) da Argentera (08/12/14)
    Mongioie (Monte) Parete NE, via diretta Biancardi (22/11/14)
    Claus (Testa del) Cresta Nord - Est (25/10/14)
    Quarzini (Falesia dei) (04/10/14)
    Castello (Rocca) Via Sigismondi (27/09/14)
    Castello (Torre) Spigolo NE (Placca Gedda) (27/09/14)
    Meja (Rocca la) Cresta SE (13/09/14)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Sperone SO, Ghibaudo-Giraudo (06/09/14)
    Stella (Corno) Dufranc o Diagonale (31/08/14)
    Stella (Corno) Spigolo Inferiore (30/08/14)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per Vallone e Laghi di Collalunga (24/08/14)
    Lausfer (Testa Auta del) anticima E/NE Scottish Style (22/08/14)
    Rena Grossa (Cima di) Sperone nord (22/08/14)
    Marguareis (Punta) da Pian delle Gorre per il passo del Duca, Capanna Morgantini, Sentiero Sordella (21/08/14)
    Frisson (Monte) da Palanfrè (20/08/14)
    Scoglio del Lup (Avancorpo) Il ritorno dei Lup (18/08/14)
    Malinvern (Monte) da Isola 2000 e i Laghi di Terre Rouge (17/08/14)
    Frema (Tète de la) dai Piani di Stroppia, anello per il Col de Gippiera e Colle Infernetto (15/08/14)
    Piacenza (Punta) Bianco-Ellena-Soria (10/08/14)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re, per i Laghi di Fremamorta (27/07/14)
    Castello (Rocca) Spigolo Maria Grazia (28/06/14)
    Meja (Rocca la) Canale NNO (21/06/14)
    Brocan (Cima di) Canale Ovest (14/06/14)
    Mercantour (Cima di) Versante NE (07/06/14)
    Freshfield (Colletto) Canale Nord (01/06/14)
    Paganini (Cima) da Pian della Casa del Re (01/06/14)
    Tenibres (Monte) Via Normale da Pian della Regina (25/05/14)
    Corborant (Cima del) da Besmorello per il Rifugio Migliorero e il versante N (24/05/14)
    Agnel (Cima dell') Canale Nord-Ovest dal Lago della Rovina (10/05/14)
    Oronaye (Monte) Via Normale del Canale Sud di Sx (classico) e la Cresta Ovest (26/04/14)
    Sant'Anna di Vinadio (Santuario di) dalla strada per il Santuario (24/04/14)
    Cassorso (Monte), cima ovest da Preit per il canale SE (23/04/14)
    Mondolè (Monte) Canale dei Torrioni (12/04/14)
    Marguareis (Punta) da Carnino Superiore per la Gola della Chiusetta (29/03/14)
    Colme (Cima delle) da Viozene, Canale dello Scudo (22/03/14)
    Saline (Cima delle) Canalino Sud (15/03/14)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (08/03/14)
    Durand (Cima) da Artesina (15/01/14)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (11/01/14)
    Pineta Nord Bella d'Estate...Stupenda d'Inverno (Cascata) (30/12/13)
    Pineta Nord Fiammetta - Ice (Cascata) (30/12/13)
    Pineta Nord Originale (Cascata) (30/12/13)
    Martinet (Anfiteatro del) Martinet di sinistra (22/12/13)
    Antoroto (Monte) - Cima Ciuaiera da Cascine, traversata Est-Ovest delle Panne (14/12/13)
    Argentera (Cima Sud) Cresta Sigismondi (14/09/13)
    Ghigo (Punta) Via Super Ellena (31/08/13)
    Roccia Nera, Gemello e Breithorn Orientale da Plateau Rosa (20/08/13)
    Maledia (Cima della) Cresta SE (18/08/13)
    Pelvo d'Elva Moby-Dick (16/08/13)
    Lausfer (Testa Auta del) Don Gino (03/08/13)
    Matto (Monte, Cima Est) da Sant'Anna per la Valle della Meris (27/07/13)
    Vens (Laghi di) da Ferrere (21/07/13)
    Colla Auta (Rocca della) Cresta Nord (20/07/13)
    Rossa (Rocca) Canale Nord di Sx (06/07/13)
    Freshfield (Colletto) Canale Nord (30/06/13)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (05/12/09)
    Mondolè (Monte) da Artesina (21/11/09)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (06/08/09)
    Tablasses (Testa di) Parete S e Cresta SO (01/08/09)
    Corborant (Cima di) Via Normale del Versante Ovest da San Bernolfo (24/07/09)
    Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri per la Bassa del Druos (20/07/09)
    Maledia (Cima della) da San Giacomo per il Rifugio Pagarì e il canalino della Maledia (12/07/09)
    Nasta (Cima di) Via Normale dal Pian della Casa per il Colle della Forchetta (04/07/09)
    Mongioie (Monte) da Viozene per la Gola delle Scaglie (27/06/09)
    San Bernolfo (Rocca e Guglia di) da San Bernolfo, anello per Passo di Seccia e Laghi di Collalunga (21/06/09)
    Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi (14/06/09)
    Saline (Cima delle) da Carnino Inferiore (03/06/09)
    Mondolè (Monte) da Artesina (17/05/09)
    Antoroto (Monte) da Valdinferno (12/05/09)
    Valasco (Piano del) da Tetti Gaina (21/01/06)