kaneski


Chi sono

Niente è peggio dello specchio e della copula.....

Le mie gite su gulliver

sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m. :: 1700
La neve comincia cinque minuti da Arpy. Poi per la normale su ottima traccia. Ottimo rigelo, che all'ombra non mollerà fino al mio rientro. Inizio discesa alle 12,30. Sci dalla vetta. Ingresso un po' lisciato dalle derapate di chi mi ha preceduto, ora anche dalle mie. Sulla parete splendida neve: due spanne recenti, appesantite il giusto, su fondo portante, ma ci vuole un po' di occhio a trovare la linea giusta. Stesse condizioni anche in basso (cercando l'ombra) fino a 2200/2300, poi alternarsi di crosta portante e marcetta.
Solo soletto.
Direi buone condizioni anche sulla normale, anche se lì le esposizioni variano molto. Comunque la neve è tanta.
sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
quota neve m. :: 2000
Ottimo rigelo da quota 2300. Causa nebbia e conseguente fifa a saltare nel whiteout, mi sono fermato alla selletta a quota 3320, sulla sin della parete. Nel tratto ripido bella neve, umida ma compatta che teneva bene, poi sempre più umida ma divertente, peccato per la visibilità in alto. Con gli sci praticamente fino alla strada, penso che le lingue di neve terranno ancora per qualche giorno. Comunque questa gita è veramente un viaggio con spostamento biblico.
A quelli bravi faccio notare che la nord della Ciamarella è bella bianca e potrebbe essere in condizione, vedi foto.


sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m. :: 1400
Ma come fa la gente a dare tutte ste stelle in questi giorni? Risalito sci ai piedi tutto il canale. In cima alle 10, un'ora prima sarebbe cambiato poco Non sceso perché: troppo caldo, troppa neve, troppo marcia. Sceso per il pendio canale, non troppo ripido, che punta verso le Acles, sperando che essendo in est sparato fosse un po' trasformato, ma anche qui molta neve umida e pesante. Sciata difficile. 20 metri senza neve. Stradina di rientro: il festival del metti e leva; in salita con un po' di dry-skin invece si passa. Neve dal paese.
Per finire, la cofana di lumache che avevo mangiato ieri sera, credo che, su e giù nella mia pancia, abbiano fatto il doppio del dislivello che ho fatto io.
sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: pulito
quota neve m. :: 1500
Giunto in vista della Testa del Ferro, questa bella paretina ha calamitato il mio occhio. Salito per i pendii meno ripidi sulla sinistra della parete, ho rinunciato alla partenza dalla vetta perché troppo carica. Entrato in parete una decina di metri più in basso. Bucata la cornice, derapato i primi metri veramente ripidi, poi grande piacere ma anche grande ansia ( il signor Masoch avrebbe apprezzato) perché c'era un bello strato di ventata morbida. Ovviamente è andata bene, niente si è mosso. Il piacere è poi continuato scendendo al centro del vallone tra dossi e saltini sempre su ventata ben sciabile ( le placche più dure si lasciavano individuare bene). Bello anche il bosco finale: col caldo la neve recente aveva mollato a puntino. Nei lunghi tratti in falsopiano scivolata veloce.
Numerose tracce verso il Bassura e il colle di Stau. Solo io e due ciaspolatori nella parte alta del vallone.

la parete della Cime du Fer

la bella paretina

la Cime du Fer salendo
sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
Ottime condizioni, nonostante qualche passaggio si scia su farina compressa anche nel pendio sottostante.
Le condizioni mi sono sembrate sicure.

antenna Fraiteve e canale
sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1800
Salito in vetta per il canale centrale non l'ho sceso con gli sci, perché per me : troppo ripido, troppo gelato, troppo stretto e, negli ultimi dieci metri, una bella gonfia. Alla fine ho perso solo 80 metri di sciata, anche se sono quelli che fanno il ripido. Così fatta la gita potrebbe essere una bella OSA di tono.
A suon di bighellonare ho iniziato la discesa alle 13,15: finalmente la neve aveva mollato, regalandomi una discesa divertente, quelli che sono scesi un'ora abbondante prima di me, mi è sembrato che non si divertissero tanto.
In basso, data l'ora, marcetta divertente anche se molto ravanata.

canli di sin. e centrale

Brocan oggi

Mercantur est sceso oggi
sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m. :: 1700
:: scialpinistica
Veramente buone oggi le condizioni su questo itinerario. Segnalo solo che nel canale si scia su di una spessa crosta portante, su fondo granuloso, che a tarda ora potrebbe diventare pericolosa. Oggi alle 10,30 era perfetta e, secondo me, sicura.
Nel vallone splendida primaverile.
La mia scelta oggi è andata su questo canale perché mi è parso che quello più a sinistra si riscaldasse prima.
Al momento si entra nella comba col giro sulla sinistra descritto in relazione.
Avrei voluto dare le 5 stelle per il dito di farinella che è scesa mentre salivo, ma quella era solo per me.

l'ingresso nel vallone


il canale

[visualizza gita completa]

sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: visto cadere valanghe a pera
neve (parte superiore gita) :: molto bagnata
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: in auto fino a bout du col
quota neve m. :: 2100
:: scialpinistica
Per prima cosa segnalo un rischio valanghe insolitamente alto per il periodo. Rigelo assente. Nella notte sono caduti tra i 5 e i 10 cm (negli accumuli molti di più) di neve umida, che poggia su di un fondo di circa 50 cm di neve granulare non coesa. Ad ogni curva parte qualcosa, non abbastanza per seppellire ma abbastanza per fare male se ci si rimane dentro .
La gita: dalle 7 alle 8 pisolino a bout du col sotto la pioggia, poi è arrivato il sole. Nel frattempo un bravo giovane era già partito e mi ha tracciato tutto il percorso, canale di sin compreso dove si sprofondava per benino. Lui il canale lo ha anche disceso tirando giù di tutto. Bravo e anche fortunato.Fortunato pure io che stavo ancora salendo. Io ho rinunciato ai canali perché mi sembravano troppo pericolosi. Ho rinunciato anche alla discesa sul versante Cirisiria causa accumuli all'inizio. Sono sceso quindi sul versante Rif Lago Verde, complicandomi un po' la vita per raggiungere il canale che porta al piano, sci ai piedi fino a 1750m. Solo solettto as usual.


traccia- in alto la paretina NO

l'innevamento oggi da bout du col
sciabilità :: * / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: plito fino a pian del re
quota neve m. :: 2100
10 minuti a spalle da pian del re.
Vi risparmio i particolari della mia tragica discesa e vengo al sodo: c'è più di mezzo metro di neve recente non trasformata, che alle 9,30 era già un marcione immondo che si avvinghiava agli sci.
Unica nota positiva la compagnia del Cardonatti e del Giacca incontrati nel canale.
Per la cronaca il loro programma era la discesa del Canal Grande sulla Nord di punta Venezia ma hanno riunciato per le cattive condizioni.

sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: in auto fino a Prati dell'orso 1550
quota neve m. :: 1900
Attenzione: lasciare l'auto a prati dell'orso, più avanti c'è una slavina ed è impossibile l'inversione. Un'oretta di portage.
Ottimo rigelo notturno. C'è molta neve recente non ancora trasformata.
Discesa ore 10:primi 200m su crosta durissima e un pò irrregolare (mi ci è voluto un pò per trovare il coraggio per il primo salto nella nebbia fitta); poi bel velluto fino in fondo al ripido;nel canale neve umida difficile.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .