kaneski


Chi sono

Niente è peggio dello specchio e della copula.....

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
23,6% di pendenza ! Che dire ....ci si esalta nella sofferenza. Salito per la val Grue, disceso per la val Curone. Chiuso su Tortona un anello di una cinquantina di Km.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Raggiunta Garbagna da Tortona per il fondovalle, ho poi affrontato la salita di Avolasca, la più tranquilla delle tre. Ho poi continuato per il colle di San Vito, qui per un breve tratto si possono sperimentare pendenze veramente al limite. Rientro sulla cresta spartiacque, via Cerreto e Sarezzano.

Denice da Garbagna

Montebore da Garbagna

Avolasca- manca la parte per il colle San Vito
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Robidolfo??!!!!!!!!!!! Mascherina ti conosco! Ho fatto il giro al contrario, per fare la salita da Acqui a Ponzone. Bella salita, mai impegnativa, 400 m disl per 12 Km . Si continua poi per il Bric Berton con piacevoli saliscendi. Ambiente tra collina e Appennino, al limite tra latifoglie e conifere. Fondo ottimo, traffico minimo. Rientro via Sassello e provinciale della val Erro fino ad Acqui. 90 Km partendo da Rivalta Bormida.
Il dislivello riportato in relazione mi sembra un po' eccessivo, ma mai mi permetterei di correggere cotanto relatore.

la salita da Acqui a Ponzone
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Fatto il giro al contrario, tagliando un po' di salite. In pratica Tortona - Garbagna - Dernice - rientro per la val Curone ( 59 Km). Così facendo si deve affrontare un piccolo cimento: lo strappo Garbagna - Dernice. Sono 2 Km per 200 m disl, pendenza continua al 10% con punte all'11%. Me la son cavata dignitosamente grazie al mio fido 30.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
5 ore ben spese ( in verità un po' meno) per questo giro. Salitelle brevi e sempre benigne, asfalto discreto, pochissimo traffico e soprattutto un ambiente molto suggestivo e selvaggio, che non ti aspetteresti a queste quote.
Il tratto di strada sterrata sono davvero 800 m lineari in piano con fondo abbastanza omogeneo.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Oggi fatta versione hard, In viola sulla cartina, che poi hard non è. Per me uno dei più bei giri della zona.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Inutile dire che il giro a me piace molto. Lo sviluppo è discreto ma non ci sono mai strappi veramente duri. Si può fare anche senza avere grandi gambe. Piacevole sorpresa i lunghi tratti asfaltati da poco. Dopo Borgo Adorno invece qualche Km con fondo veramente mal messo, ma si può evitare come descritto in relazione, anche se esteticamente si perde.
Nonostante la caldazza di questo periodo, se si ha l'accortezza di chiudere entro mezzogiorno, si viaggia quasi al fresco.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Giro molto bello e molto tranquillo. Non ci sono mai strappi duri. Da Tiglieto a Rossiglione ci sono altri 200 m di salita che non ti aspetti. Dal Faiallo a Urbe asfalto terribile, fare attenzione, per il resto buono. Sono partito da Ovada,così i km sono 76.

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Se non c'avete la gamba, la Bocchetta potete farla come il sottoscritto......al contrario. Così facendo le pendenze sono "ferroviarie", ma il giro rimane molto bello lo stesso. Per la precisione io son partito da Serravalle via Gavi e rientro per i Giovi. 77 Km tranquilli
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Temperatura ideale in questo periodo per questo giro, e fioriture agli inizi.
Per quanto riguarda l'impegno: io, che sono uno che fa al massimo 4000 Km/anno in bici, me la son pedalata tutta col 28 (compact davanti), eccetto l'ultimo Km dove le pendenze, credo, arrivino al 15%, dove ho usato il 30 per qualche tratto.