jdomenico


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Dal colle della Scala, per il colletto Gui, alla comba della gorgia, poi salito direttamente al Pas des Rousses per il canalone nord, per la prima metà (la meno ripida) ancora su comoda neve, poi seguendo la rigola del torrente asciutto, dove almeno qualche pietra o masso c'è, e curvando progressivamente verso sx (dx idr.). La pendenza non è eccessiva, ma c'è una ventina di metri di terreno duro nudo o con ghiaia-biglie da fare stile caprino, poi finalmente compare qualche erbetta e il terreno diventa gradatamente più "morbido" e meno ripido. Dal passo a destra per la traccia che con breve saliscendi porta all'inizio del tratto più ripido, da dove, per i fifoni come me, si può abbandonare la traccia e scendere per magri prati e pitraie verso sud di 70-100 mt per andare a infilare l'ampio canale/pendio sud-est che altro non è che la prosecuzione del ravin de combal roux, che si può risalire al centro piegando poi progressivamente a dx (sx idr.) verso la croce sempre visibile. Terreno ripido, ma senz'altro meno infido di quello tagliato dalla traccia, che si recupera negli ultimi metri. Ridisceso per il medesimo canalone, risalito al passo, guadagnata anche la Guglia di Mezzodì (più facile e veloce, secondo me) poi fatto l'anello scendendo dal lato sud per sentiero al col des Acles - Tour jaune de Barabbas - Gui - Scala. Lunghetto ma bello.
Ero solo, ma ho incontrato diverse persone. Meteo ideale: mattina sereno, poi nuvole alte che donavano un po' di ombra ogni tanto senza preoccupare. Un grazie a chi ha messo croce e libro di vetta sulla Sueur.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: strada sterrata in buone condizioni
Dopo il piano Friera pochi nevai mai problematici. Dopo la cima nevai più estesi, sono sceso al colle dell'infernetto, ma poi il tempo peggiorava... e non ho proseguito l'esplorazione di questa interessante cresta.
Veloce sgambata dopo impegni mattutini.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: fino al bivio senza problemi
quota neve m :: 1900
Copertura continua dalle prime baite, partito alle 6.00 con temperatura fresca e neve portante, ma dopo un'ora faceva già caldo e la neve mollava rapidamente, restando portante ma con strato scivoloso. Prima rampa con racchette, seconda rampa con ramponi salita sulla dx, ma in discesa ho preferito il pendio/canale verso la parete rocciosa, non esposto. Neve sempre più faticosa, tranne pendio finale, dura il giusto, con le racchette fin quasi in cima, ma convengono ramponi da quando impenna.
Bellissima gita, grazie alla compagnia di Andrea72 e soci, che hanno anche provato ad aspettarmi, ma martedì ero proprio una merdaccia, completamente fuori forma dopo un mese e mezzo senza gite serie, ma alla fine ce l'ho fatta! La compagnia cmq non è mancata, eravamo veramente in tanti, anche con le racchette. In discesa gran polentone e grandi scivolate, e, a coronamento, rottura di un bastoncino e, quasi al fondo dell'ultima rampa, una gamba si è ficcata nella neve, meno male che avevo la pala, sennò col c***o che la scastravo!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok fino al rifugio
Nella parte bassa manca neve su un breve tratto di prato (si tengono le racchette). Poi goduria. Straticello fresco su fondo duro. Un bel resto di valanga nel primo tratto ed un altro di fondo dal monte Lavigna, che non ha raggiunto il tracciato. Pendio sopra al lago che secondo me con le racchette conviene affrontare direttamente, senza seguire la pista degli ski-alp. Ultimo tratto di roccette abbastanza ben coperto di neve, ma conviene togliere le racchette, non com ho fatto io! In cima vento non forte ma freddissimo, che scompariva quasi del tutto pochi metri sotto. Discesa con ramponi più sicura ma anche più comoda fino al lago, poi con racchette.
In piacevole compagnia di Andrea72 (racchette), Macspauer e Marco (sci). Scesi diversi pendii con tecnica di culing (paletta) per nostalgie infantili, sotto lo sguardo di compatimento di Andrea, finchè non mi è partita via la paletta e chi l'ha più vista?

Dalla cima, in primo piano la Fiutrusa, in secondo Mongioia e Salza.

Tre Chiosis

Dalla cima, il monte Lavigna, sulla cresta che separa il vallone di salita (a sx) da quello della Fiutrusa. Al centro della foto, il colle di Reisassetta, che mette in comunicazione i due valloni.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: brevi tratti con un po' di neve gelata con i "binari"
Bellissima salita, prima in vallone incassato su pista ben battuta, poi sempre più aperto fino alla panoramica dorsale. Nel vallone sotto il colle mi sono tenuto alto sulla destra per evitare di stare sotto ai pendii nevosi della Roccia Agnelliera che presentavano precedenti parziali valanghe a lastroni e fratture nel manto... non ancora risolte. In questo modo la gita è ultra-sicura. Partito alle 7.00, in cima in 2h40', una velatura ha permesso alle temperature di non salire troppo e al manto nevoso di essere ben portante fin quasi in cima, in discesa straticello marcetto che permetteva spesso belle scivolate.
Con i mitici Andrea72 (racchette), Max e i 2 fratelli (sci) , che ringrazio per la compagnia, l'ottima scelta della gita e l'ottimo orario di partenza.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
note su accesso stradale :: Strada aperta fino a Brich, brevi tratti sporchi di neve compressa.
quota neve m :: 1000
Approfittato di un inaspettato giorno di ferie per provare il Briccas: partendo da Brich (oggi c'era posto nella piazzetta) è una gita che, se già battuta come oggi, è molto veloce: su in 1h47'. Meteo spaziale, più limpido di Domenica, temperature calde ma non esagerate. Invitante la Rocca Nera.. alla prox! Visto piccola slavina di fondo sui pendii opposti, per intenderci quelli che incombono sul tratto di strada tra Borgo e il ponte...
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 800
Battuta traccia da solo su 30-50 cm di neve immacolata e inconsistente. Un c**o indescrivibile! Dopo 4 ore, a 50 m dal colle, desistito. Faticosa anche la discesa (non mi era mai capitato!). Sotto l'alpe cucetta non conviene tagliare subito (margine strada delimitato da alti muri di massi).
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Con Doblò fino all'alpe di Ovarda
Bella punta, con madonnina dorata in cima. Unico pezzo ripido il primo tratto dal colle, conviene fare un tornante a destra salendo e poi a sinistra, dopo un ometto con cartello "divieto di caccia", per un breve canalino obliquo. Dopo poi tutto facile. Percorsa anche un po' di cresta per riuscire ad affacciarmi sul colle delle Puracere.
In compagnia della mogliettina, che mi ha pazientemente atteso al colle in compagnia di un libro. Ripetuti colpi di fucile (oasi protetta?) e un camoscio in fuga proprio sulla cima.

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Causa impegni, partito alle 13.00. Salito da grange della mussa all'alpe rossa e poi percorso il sentiero "balcone" verso il lago del ru: dopo aver attraversato il grosso canalone che scende dalla punta, si arriva su una zona pianeggiante: da lì si abbandona il sentiero e si sale sulla sinistra senza percorso obbligato. In discesa per i valloncelli che affiancano la cresta ovest, e poi tagliato per prati direttamente all'alpe rossa perchè si faceva tardi.
Vista una bella volpe mentre scendevo verso i 2700 m. poi, poco sopra l'alpe rossa, una bella colonia di stambecchi.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Dopo aver saputo dalla gentil gestora del rif. 3° Alpini che in valle stretta il cielo era sereno, increduli partiamo... fino a Oulx cielo nuvoloso, poi... il miracolo! Percorso completamente libero da neve, venticello fresco che in cima... scompare!
In compagnia di Alessandra, Stefania, Cecilia e Andrea. In cima con Cecilia e Andrea, alla sua prima vera punta!

Mitici Andrea e Cecilia con la vetta conquistata, notare... cielo sereno!
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Bertrand (Monte) da Upega, per la Colla Rossa e cresta SE (09/02/19)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (02/02/19)
    Riba del Gias (Monte) da Meire Bigoire (27/01/19)
    Arzola (Monte) da Posio (12/01/19)
    Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina (29/12/18)
    Bocon Damon o Punta Giasset da Mont Blanc, possibile anello (15/12/18)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indiritti (01/12/18)
    Carabinieri (Poggio dei) da Bousson (25/11/18)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Savaresch (13/10/18)
    Rechasse (Pointe de la) da Bellecombe (29/09/18)
    Rochers Charniers (Pointe des) e Pointe de Chalance Ronde da Montgenèvre per il Passo dell'Asino (02/07/18)
    Bezin (Pointe Nord e Sud de) Pointe de la Met, Ouille de Tretetes da Pont de la Neige (26/06/18)
    Lombard (Pic) da les Fonds (18/06/18)
    Piatou (Pointes de la) da l'Ecot per il Refuge des Evettes (09/06/18)
    Almiane (Punta d') dal Ponte d'Almiane (26/05/18)
    Coin (Testa del) dal Ponte di Almiane (19/05/18)
    Giornalet (Monte) dalla Valle Argentera (12/05/18)
    Reou d'Arsine (Pointe de) da Le Casset (05/05/18)
    Galibier (Pic Blanc du) dal Col du Lautaret (28/04/18)
    Terra Nera (Monte) da Thures, traversata per la cime Dormillouse e Viradantour e Colletto Clausis (04/02/18)
    Fournier (Cima) da Bousson (13/01/18)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indiritti (23/12/17)
    Lusignetto (Punta) da Ala di Stura (16/12/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina (11/11/17)
    Sommeiller (Punta) dal Rifugio Scarfiotti per la Cima dei Fourneaux (27/05/17)
    Civrari (Monte, Punta Imperatoria) da Niquidetto (23/05/17)
    Merciantaira (Punta) o Grand Glaiza da les Fonds (20/05/17)
    Aciano (Colle) da Travers a Mont, anello dei Rifugi Amprimo, Toesca, Val Gravio (16/05/17)
    Thabor (Monte) dalla Valle Stretta (29/04/17)
    Losetta (Monte) da Chianale per il Vallone di Soustra (22/04/17)
    Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti (14/04/17)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (26/03/17)
    Challange (Montagne de) o Charoumu da Nevache per il versante Sud-Ovest (29/01/17)
    Becco (Costa del) da Rochemolles (21/01/17)
    Rossa di Sea (Punta) da Balme (03/01/17)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (29/12/16)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (24/12/16)
    Lera (Monte) e Monte Rosselli da Valdellatorre per la Bassa delle Sette (13/12/16)
    Gran Costa (Monte) da Grand Puy (10/12/16)
    Dormillouse (Cima) da Thures (03/12/16)
    Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana (22/10/16)
    Chenaillet (le) da Montgenevre (15/10/16)
    Echaillon (Crete de l') da Nevache (07/04/16)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (24/03/16)
    Mulattiera (Punta della) da Melezet (19/03/16)
    Giassetto (Punta) da Fondo per il Piano di Candelle (10/12/15)
    Pers (Aiguille e Pointe) dal Col de l'Iseran (08/11/15)
    Ponton (Tour) dalla strada per Dondena (31/10/15)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indiritti (31/01/15)
    Thabor (Monte) dalla Valle Stretta (10/05/14)
    Sebolet (Cima) da Sant'Anna (26/04/14)
    Malacosta (Testa di) da Sant'Anna per il Vallone Baiso del Colle (18/04/14)
    Ciantiplagna (Cima) da Frais per il Colle delle Vallette (15/03/14)
    Sagnes Longues (Pointe des) dal Refuge d'Agnel per il Col de Chamoussiere (07/06/13)
    Gran Serin (Punta del) da Frais (24/05/13)
    Thabor (Monte) dalla Valle Stretta (11/05/13)
    Morefreddo (Monte) da Pattemouche (02/11/12)
    Glacier (Monte) e Tour Ponton giro dei Colli Fenetre, Pontonnet, Fenis, Foussi da Dondena (2/3 gg) (20/10/12)
    Merlo (Roc del) da Lanzo per la cresta di Monte Basso (06/05/12)
    Mirauda (Punta) da Pian delle Gorre per il Gias Fontana (05/05/12)
    Gardiole (la) da le Villard-Laté (01/05/12)
    Freidour (Monte) e Tre Denti di Cumiana da Bastianoni (17/04/12)
    Vallette (Cima delle) da Frais (10/03/12)
    Bellavarda (Uja di) e Punta Marsè da Lities (03/03/12)
    Pintas (Monte) dalla Fontana della Batteria (18/02/12)
    Ghilié (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (21/05/11)
    Coin (Testa del) dal Ponte di Almiane (16/04/11)
    Lusignetto (Punta) da Ala di Stura (11/12/10)
    Frontera (Roccia) da Chiandusseglio (04/12/10)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (27/11/10)
    Bataillères (Crête des) dalla Valle Stretta (06/11/10)
    Pierre Muret (Tète) dalle Grange Mouchecuite (18/04/10)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta (06/03/10)
    Birrone (Monte) da Giusiani (27/02/10)
    Aigle (Pitre de l') da Villardamond (23/01/10)
    Allégra (Ouille) da Bessans (28/11/09)
    Lausarot o Lausaret (Punta) da Cro di Sap (22/11/09)
    Envie (Cappello di) da Prali (14/11/09)
    Pelouse (Tete de) dal Pont Rouge per il Vallon de Lauzanier (25/07/09)
    Escreins (Pointe des) dal Refuge de Bassa Rua per il Col des Houerts (23/07/09)
    Mortice (la) dal Col de Vars per la Tete de Paneyron e il Col de Sarenne (20/07/09)
    Pelvo di Fenestrelle (Monte) dal Forte Serre Marie per il versante Sud (05/07/09)
    Mezzodì (Guglia del) e Cima della Sueur dal Colle della Scala (28/06/09)
    Gran Truc dal Colle Lazzarà (07/06/09)
    Carro (Cima del) da Chiapili di Sopra per il Vallone del Carro (02/06/09)
    Ferra (Monte) dal Rifugio Melezè (22/03/09)
    Rastcias (Monte) da Fracchie (14/03/09)
    Briccas o Trucchet da Brich (23/02/09)
    Crosiasse (Colle) da Chialamberto (06/12/08)
    Golai (Punta) dall'Alpe d'Ovarda (12/10/08)
    Rossa di Sea (Punta) da Grange della Mussa (05/10/08)
    Rossa (Guglia) o Aiguille Rouge dal Colle della Scala (14/06/08)
    Pian Paris (Punta) dal Rifugio Selleries (08/06/08)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (24/03/08)
    Dormillouse (Cima) da Thures (24/02/08)
    Maciarone (Monte) o Maceirun da Parco Montano (26/11/07)
    Doubia (Monte) da Ala di Stura (13/11/07)
    Bagnà (Punta) o Cime du Grand Vallon dal Vallone del Frejus per Punta del Frejus e Cote Traversiere (13/10/07)
    Almiane (Punta d') dal Ponte d'Almiane (22/04/07)
    Chalance Ronde (Pointe de) da Montgenèvre per il Passo dell'Asino (28/11/06)
    Clotesse (Punta) da Vazon o Pourachet per il Passo Desertes (11/06/06)
    San Chiaffedo (Passo di) da Meire Bigoire (19/04/06)
    Monti (I) dal vallone dei Duc (30/03/06)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (04/02/06)
    Ciarm del Prete da Tornetti (12/12/05)
    Petit Rochebrune da les Fonds (21/05/05)
    Fiutrusa (Punta di) da Sant'Anna per il Vallone di Rui (07/02/05)
    Sommeiller (Punta) da Grange della Valle (05/06/04)
    Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti (08/05/04)
    Ostanetta (Punta) e Punta dal Razil o Rumelletta da Ostana, anello per Punta Selassa (02/05/04)
    Thabor (Monte) dalla Valle Stretta (04/04/04)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (28/02/04)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indiritti (16/02/04)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (01/02/04)
    Tumolera (Monte) da Fontana (24/01/04)
    Valletta (Punta della) da Malciaussia per la Punta delle Lose Nere o Pointe des Loses Noires (20/09/03)
    Nera (Punta) da Grange della Rho (15/05/03)
    Rochers Charniers (Pointe des) da Montgenèvre (13/04/03)
    Barrouard (Monte) da Rivotti (19/03/03)
    Terra Nera (Monte) da Thures, traversata per la cime Dormillouse e Viradantour e Colletto Clausis (05/03/03)
    Tre Croci (Poggio) da Bardonecchia (18/02/03)
    Sourela (Punta) da Col San Giovanni (15/01/03)
    Bianca (Rocca) da Indiritti (04/01/03)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset da Piano San Nicolao (19/12/02)