hobit


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella via che segue una fessura che parte dalla base della parete e arriva in vetta. La strada sterrata e il sentiero d'avvicinamento sono percorribili e sgombri dalla neve, mentre è presente neve agli attacchi delle vie. Portare nut medio grandi e friend dal 0.4 al 2 bd.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
L'attacco della via non è segnato alla base. Bisogna arrivare all'attacco del serpente e lì un metro a destra inizia i rabdomanti. Il disegno su passaggio a nord ovest trae un pò in inganno, perché sembra che le due partenze siano più distanti fra loro, in realtà sono attaccate. Per quanto riguarda lo sviluppo, il secondo tiro vale la via; bellissima la doppia fessura iniziale e poi il muro a tacchette, tiro continuo dall'inizio alla fine, davvero bello. Il resto sono placche discontinue che, a mio avviso, non fanno impazzire.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
via facile e divertente, dall'anno scorso muove qualcosa in più.
Il mio socio ha lasciato appesi due rinvii sugli ultimi due tiri, chi li ha trovati può contattarmi se volesse restituirli.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
uscita pomeridiana con tempo incerto. Bella via facile fatta trad per riprendere la mano con le protezioni veloci. occhio che reperire l'itinerario non è sempre facilissimo visto l'intreccio alle soste.
Con Diego alla prima uscita insieme
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
L'avvicinamento è un po' complicato se non si conosce la zona, dopo lo sperone riverì bisogna infilarsi lungo il canale alla sua destra, seguire il cartello cInquetti. Dopo aver risalito tutto il canale, bolli rossi e catene, si arriva ad. Una specie di spiazzo e da qui partono le vie. Attenzione che la sciritta sulla roccia è ormai quasi completamente sbiadita.
La via non è assolutamente banale. Bellissimo il diedro finale che effettivamente il 6a lo merita tutto. Per la discesa se si opta per le doppie conviene proseguire fino sulla sommità del torrione, dove si trova una sosta di calata tra gli alberi. Calandosi lungo il diedro le corde forse rischiano di impigliarsi.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Il paretone non tradisce mai le aspettative. Via davvero bella e divertente su roccia stupenda. A nostro avviso i gradi di gulliver sono un po' strettini, infatti la difficoltà della via è continua sul 6a che dev'essere padroneggiato bene. Oggi il primo tiro era bagnato, il resto della via invece perfettamente asciutto.
Prima via lunga dell'anno, in compagnia di Francesco...
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Bella via non banalissima, peccato sia poco frequentata e quindi molto sporca. L'accesso è un po' disagevole, conviene parcheggiare appena dopo la cascina di prinera e da lì, andando verso il torrente, reperire un sentiero che porta sul greto; da lì seguire le frecce blu made in Michelin...
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
bella, mai banale e protetta bene, lasciate a casa le protezioni veloci. per la discesa consiglio di scendere seguendo una linea di spit a sx della via (faccia a valle) per evitare possibili incastri sull'albero secco, con tre doppie siete a terra.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
bella via mai banale ma dalle difficoltà contenute. primi tiri di placca, poi si passa su qualche diedro per concludere sul filo della cresta.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
prima volta in valle dell'orco ed esperienza da ripetere, via davvero super. Per evitare troppi attriti è meglio far sosta superato il diedrino del primo tiro per poi attaccare il traverso. Per il resto la via è facilmente proteggibile e l'arrampicata davvero bella. nella relazione di gulliver vengono citati gli spit, in verità a parte uno, in uscita dallo strapiombino del 4° tiro, nn ce ne sono più e i chiodi saranno 5.
occhio nei giorni festivi a non parcheggiare nella piazzetta di fronte all'hotel G.Paradiso perchè i vigili multano a manetta...
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Rouges de Triolet (Monts) Punta nord - Le fond de l'air (23/07/18)
    Valsoera (Becco di) Via Mellano-Perego (01/07/18)
    Les Vuardes En dilettante (15/10/17)
    Albino's wall Beati voi (17/09/17)
    Titani (Parete dei) Titanic (30/08/17)
    Lomasti (Pilastro) La verde milonga (01/11/13)
    Cristalliera (Punta) Torrione Centrale, Spigolo Bianciotto (09/10/13)
    Bourcet (Vallone del) Folgore (28/09/13)
    Udine (Punta) Tempi Moderni (22/09/13)
    Lomasti (Pilastro) La rossa e il vampirla (07/09/13)
    Planaval (Parete di) le Sanglier (04/08/13)
    Ostanetta (Punta) Via delle Fessura (19/06/13)
    Sbarua (Rocca) Sperone Cinquetti - Via dei Rabdomanti (14/06/13)
    Bourcet - Settore Centrale Via normale (01/06/12)
    Sbarua (Rocca) Sperone Cinquetti - Via Normale (18/05/12)
    Sbarua (Rocca) Torrione Grigio - Barbi (12/05/12)
    Machaby (Corma di) Topo Bianco (07/04/12)
    Ciapel (Rocca) Via del Diedro (16/09/11)
    Sbarua (Rocca) Sperone Rivero - Bon Ton (11/09/11)
    Falconera (Torre) via Michelin Rossetto (03/09/11)
    Aimonin (Torre di) Pesce d'Aprile (24/07/11)
    Sbarua (Rocca) Sperone Cinquetti - Mandibola (20/07/11)
    Bourcet - Parete dei Corvi Apache (18/07/11)
    Bourcet - Parete dei Corvi Sperone dei corvi (16/07/11)
    Meja (Rocca la) Finanzieri (15/07/11)
    Laouza (Rocca d'la) Spigolo dei rododendri (10/07/11)
    Bourcet - Spigolo grigio Spigolo Grigio (25/05/11)
    Bourcet - Settore Centrale Via normale (24/05/11)
    Bourcet - Settore Centrale Grido di Pietra (23/05/11)
    Machaby (Corma di) Tike saab (13/05/11)
    Tre Denti di Cumiana - Contrafforte Meridionale Via Brik (07/05/11)
    Lomasti (Pilastro) Lomasti o Via del 94° (16/04/11)