giole


Le mie gite su gulliver

sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Variante con salita dal pian della casa del re e discesa al lago delle rovine.
Partiamo con l'idea di salire il nord di dx del Brocan e scendere il sud, per poi raggiungere il nord dell'Agnel e infine scendere al lago delle Rovine (dove abbiamo lasciato l'auto ieri sera). Progetto ambizioso che parte bene, 30 min di portaggio, poi pelliamo fino al bivio per il Brocan, dove ramponiamo salendo su neve dura, ben portante. Alle 9.30 siamo in cima e giù a sud. Parte alta ancora all'ombra, bella dura (e dritta), in mezzo perfettamente cotta e relativamente liscia, belle curve sul ripido fino al secondo isolotto roccioso dove dobbiamo togliere gli assi e disarrampicare qualche metro. Il sole inizia a scaldare di brutto. Continuiamo quindi su un tappeto ancora perfetto, scendendo verso il lago Brocan con gran goduria. Ripelliamo subito e risaliamo verso l'Agnel. Arrivati quasi al conoide fa un caldo mostruoso, le gambe sono quasi cotte come la neve e il canale non pare in condizioni eccelse (bel rigolone centrale e scariche laterali): ci fermiamo poco prima del conoide e poi giù a bomba fino al lago su un altro gran velluto liscio, ancora ben scorrevole e non sfondoso, che scende in picchiata sul lago Brocan (anche lui in condizioni fantastiche). Tanta roba. Belli contenti ci mettiamo comodi, scarpette, tshirt e l'idea di una rapida discesa fino alla macchina.. e invece no. Arrivati al Genova scopriamo che i pendii nord che scendono sul Chiotas, dove passa il sentiero, sono ancora belli innevati (ma va!) e non proprio in piano: per cui, per evitare di finire a mollo, rimetti scarponi e sci, taglia per 10 min buoni, risali fino al sentiero sgombro di neve etcc...insomma gran sbattimento fino alla diga. Da qui sentierino che scende dritto al lago delle Rovine.
Al netto del rientro, oggi complicato, un gran bel giro per ambiente super e tanto sci.
Giornata memorabile con Fabri e Reine, as usual.
Tutto per noi, nessuno in giro (tranne alcuni dietro di noi diretti probabilmente alla ghiliè.


partenza sull'erba

in uscita dal canale nord dx

canale sud

[visualizza gita completa]

sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: strada ancora chiusa al pian della regina
Oggi molto caldo, troppo, e molta neve fresca, più del previsto. Risultato: per tutta la salita, fino al colle, un gran svalangare per nulla rassicurante su qualsiasi parete est nei dintorni, Monviso in primis, da cui scendeva di tutto, anche roba grossa. Dal colle vediamo la Michelis: è l'unico canale non scaricato, seppure già ben al sole. Sembra aspettare noi, quindi salutiamo e giriamo a sx puntando al Viso Mozzo. Uno zoccolo mostruoso ci ha accompagnato per gran parte della salita e ne abbiamo abbastanza, quindi mettiamo i ramponi e battiamo traccia in neve profonda, anche fino al ginocchio, fino alla vetta (posto strepitoso). Scendiamo poco dopo le 11 su farina buona - anche se non proprio polverosa - e abbondante in tutta la parte alta e nel canale, carico ma sicuro, anche perchè ben incassato tra le rocce. Finito il conoide gran colla.
Con Fabri, Matteo e Reine che ha avuto l'ottima intuizione di ripiegare su questo bell'itinerario. Solo altri 2 skialp incrociati al colle.
Portage 30-40 min. Oggi coltellì indispensabili nella parte bassa, dove è piovuto e rigelato.

sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: fino al pian della casa del re
Puntatina infrasettimanale dettata dalla voglia di powder. Dal pian della casa pochi minuti di portage, poi neve vecchia ben rigelata. Verso i 2400 inizia la farina ed esce il sole, bellissimo. Peccato che ci fumiamo la deviazione a sx, tirando dritto verso la Ghiliè. Nel dubbio fermiamo il primo skialp che già scende (mitico, non saranno le 9) e che ci spiega che abbiamo sbagliato. Per non tornare indietro recuperiamo la strada tagliando una costiera ripida ma ben innevata e sbucando nella parte superiore della parete del Brocan. Qui farina pressatina, fino al ginocchio. Tutto intonso. E' presto e decidiamo di salire prima il canale centrale: qui il vento però ha fatto casino, parte destra dura e sconnessa, meglio a sx ma il canale in alto stringe ed i primi metri sono ben poco sciabili. Poi migliora e si può aprire di più il gas, peccato però che sia corto e bisogna richiuderlo troppo presto, per tagliare alcuni metri a sx tra roccette e portarci nell'altro canale, di destra, più largo e meno ripido. Via gli sci, di nuovo ramponi e saliamo veloci fino alla sella. Qui spettacolo puro: farina profonda omogenea e super portante per una discesa da panico per tutto il canale e pure meglio nel "conoide". Poi pendii assolati con neve più umida ma sempre veloce, super piacevole. Ci teniamo alti e troviamo ancora ottimi pendii ben innevati tra rocce sparse, da playstation, ritardando il più possibile l'inevitabile gorgia della Ghiliè, tracciatissima, tipo pista, ma ancora abbastanza liscia e piena.
Nei due canali nord non è rimasto granchè, ma i sud, ovviamente vergini, sembrano in buone condizioni, soprattutto quello dietro il canale N di destra, più incassato, che oggi era spettacolare. Occhio alle cornici verso sud!
Oggi io e Fabri. E mille altri sulla Ghiliè..

chi sbaglia paga..e taglia.

spettacolo

canale centrale

[visualizza gita completa]

sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: fino al limite del bosco
Linea bellissima, gita dalla gran resa. Oggi tutto ben innevato e sicuro.
Partiti alle 7, portaggio 30 min fino alla neve, che inizia dopo il rifugio dei prati del vallone. Noi abbiamo portato gli attrezzi ancora per il primo pendio visto l'ottimo rigelo. Poi pelli fino al Colle della Lausa, su bella farina asciutta. Dal colle tagliamo fin sotto il conoide, da qui saliamo bene il canale, grazie al buon fondo su cui sono ben attaccati 25-30 cm di farina, a volte un pò lavorata dal vento ma nulla di grave. Poi grandissima discesa in tutto il canale, evitando le placche evidenti, conoide di pura powder invernale che facciamo a bomba finchè ce nè. Poi solida risalita sci in spalla per tornare al colle della Lausa e da lì ancora polvere (da cercare viste le tracce) bella e veloce. Infine una buona primaverile fino ai prati.
Con Reine, Fabri e Riz. Solo noi sulla testa rossa, parecchi skialp invece sull'Ubac.
Un saluto a Riccardo e Roberto, gotha dello sci ripido cuneese, incontrati salendo.
Grazie allo skialp solitario che ha tracciato (bello dritto) davanti a noi fino al colle delle Lausa, facilitandoci il travaj.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Grandioso viaggio sui Gelas tra firn da lacrime e paesaggi spaziali.
Per smorzare saliamo al Soria venerdì sera, togliendoci 1.45h di portaggio.. Oggi partiti alle 7 su rigelo perfetto, sci ai piedi praticamente dal rifugio, saliamo bene fino all'ultima rampetta della forcella Roccati dove mettiamo i ramponi. Breve discesa per poi risalire il bellissimo canale S. Robert, in farina ben pressata su cui saliamo facile fino al colletto. Qui scendiamo un breve tratto in pietraia (30 metri) e poi di nuovo neve. Lungo traverso verso dx che facciamo ancora sci in spalla (la neve tiene ancora bene e si cammina comodi) per poi risalire verso sx su neve già ben trasformata. Canale Est un pò magro, già molto mollato e semi distrutto dal passaggio di vari alpinisti (e 1 skialp prima di noi). Breve giro in vetta, pro forma, e giù. Il canale E si rivela come sembrava salendo: scassato, mollato e piuttosto stretto, ma si scende con qualche saltino.
Poi inizia il firn 5 stelle che finisce praticamente dentro il Soria. Rifacciamo il lungo traverso, questa volta con gli sci e risaliamo al colletto. S. Robert, dove aspettiamo ancora mezz'ora che il sole faccia il suo. Qui il canale è in gran condizione, tra neve pressata e una inaspettata farinella sul lato sx, spettacolo puro, sciabilità super, solo noi. Usciti dal canale scegliamo di scendere per il vallone di sx (e non invece dalla forcella di salita, più all'ombra) e la scelta è ottima: tanto, liscissimo ed immacolato firn che non finisce mai.
Ce ne ricorderemo.
Con i soliti noti Fabri, Reine, Riz.
Altri 2 con noi al Soria.

al Soria neve ne abbiamo...

verso la forcella

oltre la forcella Roccati

[visualizza gita completa]

sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: tutto ok fino a feuillase
Super giornata, in ambiente eccezionale e con la solita ottima compagnia. Lasciamo il parcheggio alle 6.50 (dopo aver sbagliato strada, fumandoci il bivio a dx per Feuillase) decidiamo di salire più diretti: risultato 1 ora buona di portage su per rive e lingue di neve..forse più breve, sicuramente più intenso del percorso normale. Mettiamo gli sci praticamente sotto il Brec, su neve ottimamente rigelata, ed in effetti il freddo si sente, accentuato dall'ombra perenne, manco fossimo a dicembre. Quindi arriviamo al conoide mezzi congelati, mettiamo i ramponi e saliamo veloci su farina bella compatta che scalina il giusto. Il canale è di fatto vergine, le vecchie tracce si vedono a fatica. Idem il Bonacossa, che ci lasciamo sfilare rispettosamente sulla destra. Con cambi rapidi arriviamo alla crestina rocciosa e piuttosto ripida, dalla quale non capiamo dove si dovrebbe proseguire e scendiamo quindi alla spalla soleggiata di poco sottostante (3100 circa). Ci godiamo il sole per una mezzora, poi il vento gelido ci fa mettere gli sci e via. Discesa su neve omegenea in tutto il canale, ben liscia ma ancora piuttosto compatta. Almeno grippa bene. Conoide a bomba fino al sole e qui inizia la neve 5 stelle: un firn veloce e burroso, perfettamente liscio, da non fermarsi mai. E in effetti la allunghiamo il più possibile, scendendo sulla sx orografica del vallone, più innevata. Ravanando il giusto arriviamo a 15min a piedi dal parcheggio, non male vista l'andata.
Gran posto, torneremo.
Con fabri, reine e riz.
Pochi scialp in zona, alcuni sul Buc de Nubiera, nessun altro sul Brec.



[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulita fino al ponte sotto le grange. Portage 10 min.
attrezzatura :: scialpinistica
Variante en boucle dell'itinerario proposto.
Dopo il gran caldo di ieri, oggi si cambia valle e clima: il freddo notturno ha rigelato alla grande e saliamo facile sino a 150 m sotto la cima su crosta portate. Qua togliamo gli sci causa rottura di un coltello e la faccenda si complica, risultando piuttosto lungo salire l'ultimo tratto, che sfonda di brutto. In cima, vista la crosta lasciataci alle spalle (e i prati sul bel pendio SO), ci buttiamo verso sud est nella valle di Fissela su un firn perfetto, che da solo varrebbe il prezzo del biglietto. Risaliamo quindi i brevi (100 m circa) ma ripidi pendii della Costa Fissela e quindi tagliamo verso dx tornando verso il vallone del Marin e scendendo tra i gendarmi che, durante la salita, avevamo addocchiato sulla ns dx (sx orografica). Anche qui crosta da vendere, poi man mano che cambia l'esposizione esce un bellissimo velluto che ci accompagna, sempre più umido, fino a Grangia Collet.
Oggi io e Reine.
Nessun altro sul Freide, gran traffico invece verso il Maniglia e altre classiche.
sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: percorribile un buon tratto della strada per il Talarico
Bellissimo itinerario, pendenze divertenti e possibili numerose varianti in discesa. In questo periodo prende il sole sin dall'alba, quindi partire presto.
Super gita "sociale" in ottimo ambiente con neve da urlo nella parte alta. Partiti dalla macchina prima delle 7, temperature alte, anche troppo. Portage per fortuna brevissimo, si sale bene ad eccezione di alcune lingue di terra sui pendii sud sotto il conoide. Nel canale neve abbondante ma umida in basso, poi si asciuga e diventa perfetta negli ultimi 200m. Discesa ottima, sparsi per i vari canalini laterali (dx orogr.) più riparati dal sole e ancora farinosi ed intonsi. Sotto il conoide la neve inizia a incollare ma si scia fino al pianoro. Poi spintage e stradina.
Oggi con Fabri, Reine e Riz, + 2 simpatici scialp sulle ns tracce.


parte alta, già al sole da un pò


[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: 500m oltre il bivio
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti rapidi grazie al portage molto ridotto (5 min) ed alla neve sufficientemente portante, nonostante le nuvole abbiano impedito un rigelo perfetto. I pendii laterali del vallone del Talarico sono pressochè del tutto svalangati a tutte le esposizioni. Salendo il canale NE (linea verde nella foto di Giorgiobi) iniziamo a trovare qua e là un pò di farina, che aumenta man mano nei pendii sotto il canalino vero e proprio. Tanto che decidiamo di fermarci giusto all'attacco del canalino "sommitale", non ritenendolo abbastanza sicuro: neve polverosa molto leggera e molto più abbondante delle aspettative, forse troppo per la pendenza del canale, corto ma drittino.
Tolte le pelli, i primi 200 m sono farinosi, da sballo totale, anche grazie a qualche raggio di sole. Poi si cercano fazzoletti di povere tra le valanghe. Pendii al fondo del vallone perfettamente lisci, sarebbero superbi se avesse mollato ma oggi non è giornata dal firn..
Grazie a Reine che ha fatto da sherpa: per me prima volta in questo angolo della valle Stura, giornata esplorativa dal meteo variabilissimo: caldo, freddo, neve, sole, tormenta e via dicendo. Meglio del divano.

sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
Partiti alle 7.15 dal colle, salita la parte sx orografica del vallone dell'Oronaye per poi risalire i pendii ovest della tete del Blaves battendo traccia in 30-40 cm (anche oltre in alcuni punti) di polvere superba, ancora non toccata dal sole. Tolte le pelli sotto le rocce sommitali e scesi a cannone fino al rio, mangiando polvere ogni curva. Troppo bello per non ripellare. Seconda discesa sui pendii sud-ovest che scendono diretti al colle su neve sempre più umida, ma ancora veloce nella parte alta. Poi colla.
Oggi troppo rischioso per roba più ripida, almeno qui in zona.
Con Fabri.
Tre tedeschi sulla nostra traccia, solita ressa sulle Manse.

Fabri in salita. Il Lievre davanti.

gran polvere

via le pelli

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Maledia (Cima della) da San Giacomo (23/06/18)
    Bianca (Rocca) Canale Nord-Est (16/06/18)
    Pan di Zucchero da Chianale per la dorsale dal colle Vecchio dell'Agnello (09/06/18)
    Lombarda (Cima della) Canale NO (02/06/18)
    Monviso Canale Coolidge Inferiore (24/05/18)
    Scolettas (Becco delle) Canale O (19/05/18)
    Gioffredo (Punta) Couloir a Z (12/05/18)
    Infernetto (Valle dell') quota 2852 m da Chiappera (28/04/18)
    Freide (Monte) da Chiappera per il versante NO (23/04/18)
    Bròcan (Colle di) da Pian della Casa (22/04/18)
    Paganini (Cima) da Pian della Casa del Re (21/04/18)
    Sautron (Colle) da Saretto (15/04/18)
    Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave Canale NE (07/04/18)
    Pebrun (Monte) Canale NE (02/04/18)
    Michelis (Punta) Couloir dar Goulhoun (31/03/18)
    Cassin (Bric) Canale NO+variante canalino N (24/03/18)
    Aguya (Colle) da Saretto, anello per Passo della Cavalla, Lago Apzoi, Lago Visaisa (18/03/18)
    Viraysse (Monte) Canale E/NE (17/03/18)
    Cobre, cima Sud canale N (12/03/18)
    Lose (Bosco delle) quota 2431 m da Argentera (10/03/18)
    Peroni (Rocca) da Chialvetta per il Canale Nord (04/03/18)
    Bert (Monte) Canale N (03/03/18)
    Soleglio Bue (Cima del) o Beau Soleil da Chialvetta per il colletto SE del Ciabert (24/02/18)
    Pignal (Serriera del) da Strepeis (17/02/18)
    Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave da Chialvetta (11/02/18)
    Panieris (Testa di) Canale NE (10/02/18)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Boujon (03/02/18)
    Pebrun (Monte) Canale NO (28/01/18)
    Cassorso (Monte), cima Ovest da Chialvetta (27/01/18)
    Pebrun (Monte) Canale est (20/01/18)
    Barsin (Aiguille de) Canale N (13/01/18)
    Plate Longe (Tète de) da Larche (03/01/18)
    Aguya (Colle) da Saretto, anello per Passo della Cavalla, Lago Apzoi, Lago Visaisa (31/12/17)
    Vallonasso (Monte) Parete Canale E (24/12/17)
    Viso Mozzo Canale dei Campanili ramo sx (23/12/17)
    Barsin (Aiguille de) da Saretto per il versante Est (17/12/17)
    Ciaslaras (Monte) da Chiappera (16/12/17)
    Passetto (il) quota 2580 m da Saretto (09/12/17)
    Bert (Monte) da Preit (08/12/17)
    Cobre, cima Sud canale N (18/11/17)
    Oserot (Monte) canale N (11/11/17)
    Bersaio (Monte) Muro dell arcobaleno-via don Frank (19/08/17)
    Ailefroide - Palavar Riviere Kwai (16/08/17)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Eroi di cartone (14/08/17)
    San Bernolfo (Guglia di) I doi lilu (13/08/17)
    Chersogno (Monte) I Dalton (12/08/17)
    Ailefroide - Settore Fessura Snoopy Directe (03/08/17)
    Udine (Punta) Visto per il Perù (29/07/17)
    Pianard (Contrafforti di) Ombre...nel Buio! (22/07/17)
    Aimonin (Torre di) Pesce d'Aprile (19/07/17)
    Stella (Corno) Via Lupetti (15/07/17)
    Castello (Rocca) King Line (08/07/17)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Cinquantini smarmittati (02/07/17)
    Stella (Corno) Roby (01/07/17)
    Valcuca (Cima di) Bim bum bam (24/06/17)
    Maurin (Parete del) Aubry (17/06/17)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (02/06/17)
    Brocan (Cima di) Canale SE (27/05/17)
    Viso Mozzo Canale Nord di Rocca Trunè (13/05/17)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (05/05/17)
    Rossa (Testa) Canale Nord (29/04/17)
    Gelas (Cima dei) da San Giacomo per Forcella Roccati, Colletto Saint Robert e Canale E (22/04/17)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Boujon (15/04/17)
    Freide (Monte) da Chiappera per il versante NO (09/04/17)
    Panieris (Testa di) Canale NE (08/04/17)
    Vallone (Testa del) da Pontebernardo (01/04/17)
    Blaves (Tete de) dal Colle della Maddalena (26/03/17)
    Tablasses (Testa di) da Terme di Valdieri, giro con discesa Canale NO (19/03/17)
    Valcuca (Cima di) quota 2579 m da Terme di Valdieri (18/03/17)
    Oronaye (Monte) Canale sud di Sinistra (Via Normale) (11/03/17)
    Freid (Monte) Canale E (26/02/17)
    Passetto (il) quota 2580 m da Saretto (25/02/17)
    Teste (Punta le) Canale Nord (18/02/17)
    Viraysse (Monte) da Saretto (12/02/17)
    Pè de Jun (Testa) da Grangie (04/02/17)
    Verde (Rocca) da Villaggio Primavera per il Passo Fonget (29/01/17)
    Lose (Bosco delle) quota 2431 m da Argentera (28/01/17)
    Passetto (il) quota 2580 m da Saretto (22/01/17)
    Sautron (Colle) da Saretto (15/01/17)
    Oronaye (Monte) Canale Sud di Destra (08/01/17)
    Pebrun (Monte) Canale est (06/01/17)
    Peiron (Monte) canale N (29/12/16)
    Giordano (Monte) da Preit (17/12/16)
    Barsin (Aiguille de) Canale N (03/12/16)
    Oserot (Monte) da Chialvetta (27/11/16)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Comma 22 (25/09/16)
    Scoglio del Lup Via Vento Nuovo (11/09/16)
    Meja (Rocca la) Finanzieri (10/09/16)
    Querzola (Torrione) L'uccello di fuoco (25/08/16)
    Stella (Corno) Via Lupetti (23/08/16)
    Narbona (Bassa di) da Macra, giro per il Vallone del Tibert (22/08/16)
    Serriera del Vignal Route 66 (21/08/16)
    Rocca Brancia (Passo) da Pietraporzio, giro Colle Salsas Blancias, Rifugio Gardetta, Grange Serre (16/08/16)
    Castello (Rocca) King Line (13/08/16)
    Castello (Rocca) Solo per Bruna (12/08/16)
    Stella (Corno) Barone Rampante (05/08/16)