giole


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Grandioso viaggio sui Gelas tra firn da lacrime e paesaggi spaziali.
Per smorzare saliamo al Soria venerdì sera, togliendoci 1.45h di portaggio.. Oggi partiti alle 7 su rigelo perfetto, sci ai piedi praticamente dal rifugio, saliamo bene fino all'ultima rampetta della forcella Roccati dove mettiamo i ramponi. Breve discesa per poi risalire il bellissimo canale S. Robert, in farina ben pressata su cui saliamo facile fino al colletto. Qui scendiamo un breve tratto in pietraia (30 metri) e poi di nuovo neve. Lungo traverso verso dx che facciamo ancora sci in spalla (la neve tiene ancora bene e si cammina comodi) per poi risalire verso sx su neve già ben trasformata. Canale Est un pò magro, già molto mollato e semi distrutto dal passaggio di vari alpinisti (e 1 skialp prima di noi). Breve giro in vetta, pro forma, e giù. Il canale E si rivela come sembrava salendo: scassato, mollato e piuttosto stretto, ma si scende con qualche saltino.
Poi inizia il firn 5 stelle che finisce praticamente dentro il Soria. Rifacciamo il lungo traverso, questa volta con gli sci e risaliamo al colletto. S. Robert, dove aspettiamo ancora mezz'ora che il sole faccia il suo. Qui il canale è in gran condizione, tra neve pressata e una inaspettata farinella sul lato sx, spettacolo puro, sciabilità super, solo noi. Usciti dal canale scegliamo di scendere per il vallone di sx (e non invece dalla forcella di salita, più all'ombra) e la scelta è ottima: tanto, liscissimo ed immacolato firn che non finisce mai.
Ce ne ricorderemo.
Con i soliti noti Fabri, Reine, Riz.
Altri 2 con noi al Soria.

al Soria neve ne abbiamo...

verso la forcella

oltre la forcella Roccati

[visualizza gita completa]

sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: tutto ok fino a feuillase
Super giornata, in ambiente eccezionale e con la solita ottima compagnia. Lasciamo il parcheggio alle 6.50 (dopo aver sbagliato strada, fumandoci il bivio a dx per Feuillase) decidiamo di salire più diretti: risultato 1 ora buona di portage su per rive e lingue di neve..forse più breve, sicuramente più intenso del percorso normale. Mettiamo gli sci praticamente sotto il Brec, su neve ottimamente rigelata, ed in effetti il freddo si sente, accentuato dall'ombra perenne, manco fossimo a dicembre. Quindi arriviamo al conoide mezzi congelati, mettiamo i ramponi e saliamo veloci su farina bella compatta che scalina il giusto. Il canale è di fatto vergine, le vecchie tracce si vedono a fatica. Idem il Bonacossa, che ci lasciamo sfilare rispettosamente sulla destra. Con cambi rapidi arriviamo alla crestina rocciosa e piuttosto ripida, dalla quale non capiamo dove si dovrebbe proseguire e scendiamo quindi alla spalla soleggiata di poco sottostante (3100 circa). Ci godiamo il sole per una mezzora, poi il vento gelido ci fa mettere gli sci e via. Discesa su neve omegenea in tutto il canale, ben liscia ma ancora piuttosto compatta. Almeno grippa bene. Conoide a bomba fino al sole e qui inizia la neve 5 stelle: un firn veloce e burroso, perfettamente liscio, da non fermarsi mai. E in effetti la allunghiamo il più possibile, scendendo sulla sx orografica del vallone, più innevata. Ravanando il giusto arriviamo a 15min a piedi dal parcheggio, non male vista l'andata.
Gran posto, torneremo.
Con fabri, reine e riz.
Pochi scialp in zona, alcuni sul Buc de Nubiera, nessun altro sul Brec.



[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulita fino al ponte sotto le grange. Portage 10 min.
attrezzatura :: scialpinistica
Variante en boucle dell'itinerario proposto.
Dopo il gran caldo di ieri, oggi si cambia valle e clima: il freddo notturno ha rigelato alla grande e saliamo facile sino a 150 m sotto la cima su crosta portate. Qua togliamo gli sci causa rottura di un coltello e la faccenda si complica, risultando piuttosto lungo salire l'ultimo tratto, che sfonda di brutto. In cima, vista la crosta lasciataci alle spalle (e i prati sul bel pendio SO), ci buttiamo verso sud est nella valle di Fissela su un firn perfetto, che da solo varrebbe il prezzo del biglietto. Risaliamo quindi i brevi (100 m circa) ma ripidi pendii della Costa Fissela e quindi tagliamo verso dx tornando verso il vallone del Marin e scendendo tra i gendarmi che, durante la salita, avevamo addocchiato sulla ns dx (sx orografica). Anche qui crosta da vendere, poi man mano che cambia l'esposizione esce un bellissimo velluto che ci accompagna, sempre più umido, fino a Grangia Collet.
Oggi io e Reine.
Nessun altro sul Freide, gran traffico invece verso il Maniglia e altre classiche.
sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: percorribile un buon tratto della strada per il Talarico
Bellissimo itinerario, pendenze divertenti e possibili numerose varianti in discesa. In questo periodo prende il sole sin dall'alba, quindi partire presto.
Super gita "sociale" in ottimo ambiente con neve da urlo nella parte alta. Partiti dalla macchina prima delle 7, temperature alte, anche troppo. Portage per fortuna brevissimo, si sale bene ad eccezione di alcune lingue di terra sui pendii sud sotto il conoide. Nel canale neve abbondante ma umida in basso, poi si asciuga e diventa perfetta negli ultimi 200m. Discesa ottima, sparsi per i vari canalini laterali (dx orogr.) più riparati dal sole e ancora farinosi ed intonsi. Sotto il conoide la neve inizia a incollare ma si scia fino al pianoro. Poi spintage e stradina.
Oggi con Fabri, Reine e Riz, + 2 simpatici scialp sulle ns tracce.


parte alta, già al sole da un pò


[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: 500m oltre il bivio
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti rapidi grazie al portage molto ridotto (5 min) ed alla neve sufficientemente portante, nonostante le nuvole abbiano impedito un rigelo perfetto. I pendii laterali del vallone del Talarico sono pressochè del tutto svalangati a tutte le esposizioni. Salendo il canale NE (linea verde nella foto di Giorgiobi) iniziamo a trovare qua e là un pò di farina, che aumenta man mano nei pendii sotto il canalino vero e proprio. Tanto che decidiamo di fermarci giusto all'attacco del canalino "sommitale", non ritenendolo abbastanza sicuro: neve polverosa molto leggera e molto più abbondante delle aspettative, forse troppo per la pendenza del canale, corto ma drittino.
Tolte le pelli, i primi 200 m sono farinosi, da sballo totale, anche grazie a qualche raggio di sole. Poi si cercano fazzoletti di povere tra le valanghe. Pendii al fondo del vallone perfettamente lisci, sarebbero superbi se avesse mollato ma oggi non è giornata dal firn..
Grazie a Reine che ha fatto da sherpa: per me prima volta in questo angolo della valle Stura, giornata esplorativa dal meteo variabilissimo: caldo, freddo, neve, sole, tormenta e via dicendo. Meglio del divano.

sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
Partiti alle 7.15 dal colle, salita la parte sx orografica del vallone dell'Oronaye per poi risalire i pendii ovest della tete del Blaves battendo traccia in 30-40 cm (anche oltre in alcuni punti) di polvere superba, ancora non toccata dal sole. Tolte le pelli sotto le rocce sommitali e scesi a cannone fino al rio, mangiando polvere ogni curva. Troppo bello per non ripellare. Seconda discesa sui pendii sud-ovest che scendono diretti al colle su neve sempre più umida, ma ancora veloce nella parte alta. Poi colla.
Oggi troppo rischioso per roba più ripida, almeno qui in zona.
Con Fabri.
Tre tedeschi sulla nostra traccia, solita ressa sulle Manse.

Fabri in salita. Il Lievre davanti.

gran polvere

via le pelli

[visualizza gita completa]

sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: teoricamente chiusa poco oltre Tetti Gaina, in pratica percorribile ancora per un buon tratto.
Secondo dei 2 giorni al Valasco. Nella notte il cielo sereno ha permesso un discreto rigelo. Saliamo rapidi la gorgia che porta nello stupendo vallone di Prefouns e quindi l'evidentissimo canale, sci ai piedi sino a 2/3 poi sci in spalla fino in vetta. Discesa per il canale medesimo con neve ottima nella parte alta (eccetto i primi 20 m, marmorei) dove troviamo ancora una buona farina pressata e nessuna traccia evidente. Duretta nella prima parte del conoide, sempre in ombra, e fantastica ove già scaldata dal sole. Ripelliamo rapidissimi un breve tratto dei pendii opposti, ben assolati, dove facciamo ancora qualche curva su una moquette da favola, prima di scappare dal sole caldissimo e ritornare al Valasco sulla traccia di salita.

Canale molto bello, non difficile ma assai appagante, in ambiente spettacolare. Molto incassato, anche il conoide vede pochissimo sole quindi molla relativamente poco.
Gran compagnia con Fabri, Reine e Simo.
Ringraziamo Cis che ci ha accolti alla grande al bellissimo Valasco.

partenza

dalla gorgia si esce nella valle del prefouns

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: teoricamente chiusa poco oltre Tetti Gaina, in pratica percorribile ancora per un buon tratto.
attrezzatura :: scialpinistica
Primo dei 2 giorni al Valasco, un pò rovinato dal cielo coperto e dalle temperature estive che bagnano non poco la neve.
Saliamo dalla val morta con l'intento di fare un anello, ma sbagliamo strada, finendo su una sottile cresta a sud del colle del Valasco. Da qui è possibile raggiungere Rocca S. Giovanni con un traverso di circa 70 m (esposto) sui pendii est che affacciano sul gias delle mosche, ma che decidiamo di evitare a causa delle temperature. Ridiscesi quindi i ripidi pendii che riportano al fondo della val morta, su un velluto liscissimo sino alla gorgia che porta al piano del Valasco. Poi neve marcia fino al rifugio.

sci in spalla fino alle terme

arrivo al valsco. 2h da tetti gaina

salendo nella val morta

[visualizza gita completa]

sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
Anello che partendo da Pontet unisce il canale S Oronaye al Peirassin con discesa sul lago della maddalena. Dislivello positivo circa 1500. Nella parte alta del canale ramp molto utili.
Oggi gitone en boucle: partenza da Le Pontet con buon rigelo, salito il canale S sx dell'Oronaye con neve che alle 9 già iniziava a mollare e che lascia ormai affiorare rocce sparse e ghiaioni. Discesa ottima su neve ben cotta in tutto il canale, poi conoide di velluto fino ai piedi del Peirassin. Ripellato per i 300m circa che mancano alla vetta, poi lunga discesa sui pendii S, con tratti di ripido, su neve intonsa fino al lago. In basso il fondo scarseggia con conseguenti passaggi stretti e ripidi, sciabili ancora per poco. Dal lago si torna a Le Pontet in 15 min a piedi (noi ringraziamo i due ragazzi che ci hanno dato un passaggio!)
Con i soliti Reine, Fabri e Riz.
Parecchie auto a Le Pontet, pochi avvistati in zona, due skialp che salivano il conoide mentre noi lo scendevamo.

In salita nel canale

parte alta

fabri in uscita

[visualizza gita completa]

sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
Canale bellissimo e super sciabile salvo un paio di passaggi stretti, uno in basso ed uno in uscita.
Oggi neve leggera, soprattutto nella parte in ombra, e ben assestata. Il lavoro del vento non crea alcun problema. Presenza di ghiaccio affiorante nella strettoia in basso, facilmente aggirabile.
Conoide in condizioni strepitose, farina pressata al punto giusto, super veloce. Poi moquette molto divertente fino alla macchina senza nemmeno tanto ravanage, nonostante la neve in basso e sui versanti al sole inizi a scarseggiare di brutto.
Grossa valanga staccatasi alla sinistra orogr. dell'attacco del canale. Il canale prende parecchio sole nella parte alta: il consiglio è di attaccarlo presto.
Con i soliti noti, ci siamo rifatti alla grande dal marmo di ieri.

l'obiettivo in fondo davanti a noi

parte bassa

metà canale

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Coolidge (Colletto) Canale NO, Lourousa (21/04/19)
    Panieris (Testa di) Canale NE (14/04/19)
    Freid (Monte) Canale E (13/04/19)
    Eco (Punta) Canale NE e Paretina E (06/04/19)
    Grand Creton quota 3030 m Couloir Est (27/03/19)
    Piz (Becco Alto del) canale N (23/03/19)
    Panestrel (Pic de) Couloir est (16/03/19)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Boujon (09/03/19)
    Passetto (il) quota 2580 m da Saretto (02/03/19)
    Verdona (Pointe de) Canale sud (27/02/19)
    Viso Mozzo Parete Est (24/02/19)
    Teste (Punta le) Diretta Versante Est (23/02/19)
    Gran Guglia Canali NE e N (20/02/19)
    Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave Canale NE (17/02/19)
    Sueur (Cima della) Canalino N a Y ramo sx (14/02/19)
    Giobert (Monte) da Preit (03/02/19)
    Homme (Tete de l') - spalla 3122 canale SE (05/01/19)
    Vallonasso (Monte) Parete Canale E (31/12/18)
    Grigia (Testa) da Champoluc (29/12/18)
    Oronaye (Aiguille Orientale d') canali SO e SSO (27/12/18)
    Pebrun (Monte) Canale Est (23/12/18)
    Vallonasso (Monte) Canale NO (22/12/18)
    Portiolette (Arête de la) canali sud (15/12/18)
    Freid (Monte), cima Sud da Chialvetta per il Versante Sud (09/12/18)
    Cassorso (Monte), cima Ovest da Preit (08/12/18)
    Viraysse (Monte) o Cime de la Coste du Col da Saretto per il Colle Sautron (01/12/18)
    Alp (Punta dell') da Chianale (24/11/18)
    Maledia (Cima della) da San Giacomo (23/06/18)
    Bianca (Rocca) Canale Nord-Est (16/06/18)
    Pan di Zucchero da Chianale per la dorsale dal colle Vecchio dell'Agnello (09/06/18)
    Lombarda (Cima della) Canale NO (02/06/18)
    Monviso Canale Coolidge Inferiore (24/05/18)
    Scolettas (Becco delle) Canale O (19/05/18)
    Gioffredo (Punta) Couloir a Z (12/05/18)
    Infernetto (Valle dell') quota 2852 m da Chiappera (28/04/18)
    Freide (Monte) da Chiappera per il versante NO (23/04/18)
    Bròcan (Colle di) da Pian della Casa (22/04/18)
    Paganini (Cima) da Pian della Casa del Re (21/04/18)
    Viraysse (Monte) o Cime de la Coste du Col da Saretto per il Colle Sautron (15/04/18)
    Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave Canale NE (07/04/18)
    Pebrun (Monte) Canale NE (02/04/18)
    Michelis (Punta) Couloir dar Goulhoun (31/03/18)
    Cassin (Bric) Canale NO+variante canalino N (24/03/18)
    Aguya (Colle) da Saretto, anello per Passo della Cavalla, Lago Apzoi, Lago Visaisa (18/03/18)
    Viraysse (Monte) Canale E/NE (17/03/18)
    Cobre, cima Sud Canale Nord (12/03/18)
    Lose (Bosco delle) quota 2431 m da Argentera (10/03/18)
    Peroni (Rocca) da Chialvetta per il Canale Nord (04/03/18)
    Bert (Monte) Canale N (03/03/18)
    Soleglio Bue (Cima del) o Beau Soleil da Chialvetta per il colletto SE del Ciabert (24/02/18)
    Pignal (Serriera di) da Strepeis per il vallone della Sauma (17/02/18)
    Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave da Chialvetta (11/02/18)
    Panieris (Testa di) Canale NE (10/02/18)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Boujon (03/02/18)
    Pebrun (Monte) Canale NO (28/01/18)
    Cassorso (Monte), cima Ovest da Chialvetta (27/01/18)
    Pebrun (Monte) Canale Est (20/01/18)
    Barsin (Aiguille de) Canale N (13/01/18)
    Plate Longe (Tète de) da Larche (03/01/18)
    Aguya (Colle) da Saretto, anello per Passo della Cavalla, Lago Apzoi, Lago Visaisa (31/12/17)
    Vallonasso (Monte) Parete Canale E (24/12/17)
    Viso Mozzo Canale dei Campanili ramo sx (23/12/17)
    Barsin (Aiguille de) da Saretto per il versante Est (17/12/17)
    Ciaslaras (Monte) da Chiappera (16/12/17)
    Passetto (il) quota 2580 m da Saretto (09/12/17)
    Bert (Monte) da Preit (08/12/17)
    Cobre, cima Sud Canale Nord (18/11/17)
    Oserot (Monte) canale N (11/11/17)
    Bersaio (Monte) Muro dell arcobaleno-via don Frank (19/08/17)
    Ailefroide - Palavar Riviere Kwai (16/08/17)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Eroi di cartone (14/08/17)
    San Bernolfo (Guglia di) I doi lilu (13/08/17)
    Chersogno (Monte) I Dalton (12/08/17)
    Ailefroide - Settore Fessura Snoopy Directe (03/08/17)
    Udine (Punta) Visto per il Perù (29/07/17)
    Pianard (Contrafforti di) Ombre...nel Buio! (22/07/17)
    Aimonin (Torre di) Pesce d'Aprile (19/07/17)
    Stella (Corno) Via Lupetti (15/07/17)
    Castello (Rocca) King Line (08/07/17)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Cinquantini smarmittati (02/07/17)
    Stella (Corno) Roby (01/07/17)
    Valcuca (Cima di) Bim bum bam (24/06/17)
    Maurin (Parete del) Aubry (17/06/17)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (02/06/17)
    Brocan (Cima di) Canale SE (27/05/17)
    Viso Mozzo Canale Nord di Rocca Trunè (13/05/17)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (05/05/17)
    Rossa (Testa) Canale Nord (29/04/17)
    Gelas (Cima dei) da San Giacomo per Forcella Roccati, Colletto Saint Robert e Canale E (22/04/17)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Boujon (15/04/17)
    Freide (Monte) da Chiappera per il versante NO (09/04/17)
    Panieris (Testa di) Canale NE (08/04/17)
    Vallone (Testa del) da Pontebernardo (01/04/17)
    Blaves (Tete de) dal Colle della Maddalena (26/03/17)
    Tablasses (Testa di) da Terme di Valdieri, giro con discesa Canale NO (19/03/17)
    Valcuca (Cima di) quota 2579 m da Terme di Valdieri (18/03/17)
    Oronaye (Monte) Canale sud di Sinistra (Via Normale) (11/03/17)
    Freid (Monte) Canale E (26/02/17)
    Passetto (il) quota 2580 m da Saretto (25/02/17)
    Teste (Punta le) Canale Nord (18/02/17)
    Viraysse (Monte) o Cime de la Coste du Col da Saretto per il Colle Sautron (12/02/17)
    Pè de Jun (Testa) da Grangie (04/02/17)
    Verde (Rocca) da Villaggio Primavera per il Passo Fonget (29/01/17)
    Lose (Bosco delle) quota 2431 m da Argentera (28/01/17)
    Passetto (il) quota 2580 m da Saretto (22/01/17)
    Viraysse (Monte) o Cime de la Coste du Col da Saretto per il Colle Sautron (15/01/17)
    Oronaye (Monte) Canale Sud di Destra (08/01/17)
    Pebrun (Monte) Canale Est (06/01/17)
    Peiron (Monte) canale N (29/12/16)
    Giordano (Monte) da Preit (17/12/16)
    Barsin (Aiguille de) Canale N (03/12/16)
    Oserot (Monte) da Chialvetta (27/11/16)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Comma 22 (25/09/16)
    Scoglio del Lup Via Vento Nuovo (11/09/16)
    Meja (Rocca la) Finanzieri (10/09/16)
    Querzola (Torrione) L'uccello di fuoco (25/08/16)
    Stella (Corno) Via Lupetti (23/08/16)
    Narbona (Bassa di) da Macra, giro per il Vallone del Tibert (22/08/16)
    Serriera del Vignal Route 66 (21/08/16)
    Rocca Brancia (Passo) da Pietraporzio, giro Colle Salsas Blancias, Rifugio Gardetta, Grange Serre (16/08/16)
    Castello (Rocca) King Line (13/08/16)
    Castello (Rocca) Solo per Bruna (12/08/16)
    Stella (Corno) Barone Rampante (05/08/16)