giole


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: puita
attrezzatura :: scialpinistica
Gita 5 stelle plus. Neve perfetta come da aspettative, meteo super, tutto intonso.
Salita per percorso più diretto, svoltando a sx prima del lariceto, poi leggermente a dx fino alla cresta. Tolte le pelli al solarium al termine della cresta. Discesa iniziale sul breve ma sontuoso pendio N, tra piccoli distacchi più o meno calcolati..poi sulla sx del vallone. Farina doc da cima a fondo, ultimi 200m con maggior attenzione perchè si tocca qualcosa.
Con Fabri, Reine e Marco.
Saluti ai ragazzi incontrati scendendo ed a Yuri conosciuto al parcheggio.



[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: provocato fratture al manto
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Sopralluogo nel bosco di arge con risalita alla ripida cresta che porta poi verso la cima delle lose. Dai 10 ai 40 cm (dove portata) di polvere asciutta e veloce, comunque abbastanza da coprire buonissima parte delle vecchie tracce e da garantire una discesa che al sole avrebbe meritato 5 stelle.
Oltre il limite del bosco, sul ripido, causato alcune fratture in discesa, senza grossi distacchi ma prestare attenzione.

Grazie ai due skialp per aver battuto per noi buona parte della salita.
Altri numerosi dietro di noi.
Con Reine.

neve ne abbiamo

in cresta
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ultimi km ghiacciati
attrezzatura :: scialpinistica
La carenza di nevicate e le belle sorprese dello scorso weekend ci fanno tornare in zona Sautron. Saliamo veloci a grange pausa e proseguiamo in direzione colle del Sautron. La ns prima scelta, il N del Viraysse, viene presto scartata per la neve non abbondante ed il cielo che sembra chiudersi. Decidiamo allora di andare a cercare, arrivando da S, la caserma che non avevamo raggiunto sabato scorso causa inquietanti assestamenti.. Svoltiamo allora verso N e risaliamo il ripido pendio sino alla cresta che fa da spartiacque tra i due valloni del Sautron. una volta in cresta la caserma sbuca poco sopra di noi, sul versante NE, e la raggiungiamo sci in spalla.
Dalla caserma discesa strabiliate in 30 cm di zucchero intonso: delle ns tracce di salita e discesa di 8 gg fa nemmeno l'ombra. Goduria fino a grange pausa, con luce che peggiora nella parte passa. Ancora farinella sotto le grange per 200 m, poi roba dura, tra rocche e vegetali vari sino alla macchina, sci ai piedi.
Con Fabri e Reine, us usual.

Altre foto su instagram @giolerda.

Il pendio visto dalla caserma

ultimo breve traverso per arrivare alla caserma

Arrivati

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: park alla casetta Enel dopo la diga
attrezzatura :: scialpinistica
Gran conclusione di un week end sorprendente: ieri partiamo per chiappera senza grosse pretese ma l'idea naufraga subito vista la desolante mancanza di neve in zona Provenzale. Scendiamo allora a Saretto e raggiungiamo grange pausa con spirito esplorativo, ritrovandoci presto a batter traccia in 10-20 cm di polvere. Alle grange, visione: polvere intonsa ovunque e pochi segni di vento. Puntiamo a dx verso la parete E del Sautron per poi salire l'ampio e lungo pendio a E-NE che sale verso vecchie fortificazioni poste sullo spartiacque roccioso tra i due vallonassi. Ci fermiamo poco sotto i ruderi causa due notevoli assestamenti nelle ultime guce. Sci ai piedi ne viene fuori una discesa da urlo su 30 cm di farina gessosa. 250 m - 30°/35° circa poi ancora polvere sin sotto le grange, senza toccar pietre. Giornata spettacolare in ambiente super.
Quindi torniamo anche oggi. Questa volta alle grange ci teniamo a sx, verso il colle Sautron, in parte su tracce lasciate ieri da skialp saliti dietro di noi e che poi hanno svoltato verso il colle. Anche oggi sentiamo un violento assestamento ma in zona tranquilla, quindi decidiamo di proseguire. Salendo la neve è sicura, quindi proseguiamo fino in vista del colle. Da qui, per evitare l'inutile e lungo spostamento verso il colle saliamo un ripido e breve pendio a sud fino alle rocce soprastanti (di fatto sul versante opposto del monte senza nome su cui eravamo ieri e giusto di fronte al canale N del Viraysse). Qui troviamo un fortino in cui ci sistemiamo ed aspettiamo che le nuvole lascino spazio al sole, che arriva puntuale. Poi solo farina fantastica, veloce, uniforme ed intonsa, per una goduria anche maggiore rispetto a ieri, nonostante le pendenze più contenute.
Come d'uso e 5 stelle sono per i 7-800 m di polvere in alto, forse la migliore dell'anno. Ultimi 2-300 m si portano a casa le gambe ma cmq si arriva easy con sci alla macchina.
Attenzione in zona! Non ci sono distacchi spontanei ma su pendenze sopra i 35, soprattutto se all'ombra, a mio avviso ad oggi neve poco sicura.

Ieri con Reine, Fabri, Riz e Gian.
Oggi solo io e Reine. Scendendo incrociamo decine di skiapl sulla ns traccia, probabilmente attratti dalla relazione di ieri di Reine su alpinistavirtuale.it

Altre foto su instagram: @giolerda

Prime curve, oggi.

parte alta del pendio N, ieri.

brutta neve..
sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: parcheggiato a Pontet
Partiti alle 7.45 dal Pontet, saliamo rapidi sino al conoide su neve ben rigelata. Sci ai piedi fino all'imbocco del canale, poi picca, ramp e neve che inizia a mollare. Continuiamo bene fino al primo traverso, rapiti dall'ambiente suggestivo come pochi altri, già ottimamente descritto dai precedenti ripetitori. Man mano che saliamo sentiamo sotto picca e ramp il lavoro del sole, che qui arriva presto, e del vento degli scorsi giorni, oggi assente. La neve si fa effimera, cotta, e l'esposizione aumenta. Finito il primo traverso ci affacciamo sul pendio sospeso: neve morbida ed immacolata, salvo una traccia di salita ormai quasi del tutto coperta. Il pendio è breve ma ripido, la discesa sarebbe fantastica, ma viste le condizioni non riteniamo sicuro continuare la salita: giriamo i tacchi e mettiamo gli sci. In tutto il canale la neve ben trasformata si scia alla grande, regalando ottime sensazioni. Nel conoide invece buccia d'arancia ancora duretta ma con un pò di gamba si tirano ugualmente belle curve fino al pianoro sottostante. Poi crosta, ghiaccio e dolore fino alla macchina, che si raggiunge ancora sci ai piedi.
Con Reine, sempre una garanzia, con cui ho condiviso la scelta di tornare indietro e la promessa di riprovarci con condizioni migliori.

Altre foto su instagram: @giolerda

Reine. E dietro Lei.

Primo traverso

dopo il 1 traverso, dove abbiamo fatto retrofront
sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
Partiti da Villaggio Primavera con l'intento di fare il canale NE, cambiamo idea appena lo vediamo causa neve molto ventata un pò ovunque. Proseguiamo allora verso O alla ricerca del canale NO, che troviamo e saliamo, ma decidiamo di non scendere per lo stesso motivo: neve a tratti (brevi) polverosa, per il resto crosta un pò portante e durissima e un pò sfondosa. Proseguiamo allora in cresta sino alla vetta e oltre, verso i canali E, che ci sembrano subito in ottima condizione. Scegliamo quello più a sud, ove la neve sembra migliore e, sin dai primi metri, ne abbiamo conferma: polverina pressatina in tutta la parte destra del canale, perfetta per aprire il gas fino al pianoro sottostante. Poi tra crosta portante e farina riportata sino a Ferrere. Quindi portage (ma volendo si ripella) sino al bivio e da lì stradina ottima, tagliabile a tratti in neve ancora farinosa sino alla macchina. Tanta roba per le condizioni attuali!
Con Reine e nessun altro in giro, salve qualche pedone a Ferrere.
Altre foto su instagram: @giolerda


La meta

Conoidi dei canali E
sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: altro
Canale in ottime condizioni: tolti i primi 30 m con neve ventata e rocce affioranti, solo farina pressata da sballo che continua anche nei pendii sottostanti, fino al pianoro di quota 1900. Qua e la placche da vento ben riconoscibili ed evitabili. Oggi monte Peiron intonso, battuta traccia dal bivio per il colle Stau fino alla vetta. Dietro di noi 4 scialp e 2 snowboard. Altri al colle di Stau + 2 fetenti in eliski che ci scendevano attorno.
Quindi 4 stelle strette, senza contare ovviamente la parte bassa (da 1900 in giù) con neve molto dura e sconnessa fino alla macchina.
Vivamente consigliati coltelli in basso (nel primo ripido lariceto) e ramp per il canale.
Con Fabri, che non molla mai!
Altre foto su instagram: @giolerda

#alone

il canale dall'alto

Fabri in uscita

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
attrezzatura :: scialpinistica
Gita dal notevole spostamento, ripagata però da un pendio finale da urlo.
Strada per il colle Preit innevata dalla centralina Enel in poi, con alcune vecchie valanghe prima del colle, per il resto tutto ok.
Battuto traccia da poco oltre il colle fino alla cima: tutto assolutamente vergine e tutto assolutamente in farina!!. Negli ultimi 50 m tolti gli sci. Attenzione al breve tratto dalla sella del Giordano alla cima, un pò ripido e, se percorso sulle roccette, anche esposto (e comunque non BS).
Discesa incredibile e qualità della neve inaspettata: solo farina su tutto il pendio, quasi fino al colle. Poi compatta lungo la bella stradina, tagliando alcuni tornanti per evitare le valanghe citate.
Neve molto stabile, nessun pericolo evidente e nessuna valanga in zona.
Dopo di noi molta gente che saliva, ma ovviamente tutti al Bodoira (tranne 2 signori saliti dietro di noi).
Ma va bene così.
Con Fabri e Reine.
Altre foto su instagram: @giolerda


battitura

neve 5 stelle

breve passaggio in uscita

[visualizza gita completa]

sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: parcheggiato alla centralina Enel sopra Saretto
Saliti dal pendio NE e colletto S in ambiente fantastico, con 15 cm di farina sotto gli sci (da 2000 in su). Trovato imbocco del canale N con un pò di fatica: se dal colletto S tagliate SOTTO le rocce alla vs dx poi risalite in cresta subito dopo la vaga cima; noi abbiamo continuato a tagliare sino ad arrivare ad un canale più a O, con ingresso e pendenza simile ma che finisce con un alto salto di roccia, occhio! Fortunatamente ce ne siamo accorti prima di imboccarlo e siamo quindi risaliti verso E sino a trovare l'ingresso del canale giusto).
Canale intonso ma neve molto compatta e duretta, spazzata dal vento. Prima parte del conoide simile, salvo tratti farinosi. Poi farina 5 stelle ma a quel punto siamo entrati nelle nuvole = luce piatta e visibilità zero.
Parte bassa ravanando sul marmo, tra alberi e pietre, volendo con gli sci ai piedi fino alla macchina (ancora per poco).
Aspettiamo altra fiocca e salutiamo l'unico altro scialp presente in loco, con cui abbiamo condiviso la salita.
Con Reine e Fabri.

salendo oltre le nuvole


parte alta del canale N
sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strada chiusa da Chialvetta nonostante sia libera dalla neve sin quasi a viviere
quota neve m. :: 1600
Condizioni superbe, neve farinosa (in alto) ma perfettamente assestata sui pendii a nord. A sud distacchi ovunque.
Gita spaziale in ambiente artico. Saliti dal canale NO per fare il canale N ma viste le condizioni incredibili della neve siamo scesi per la via di salita.
Con questa neve molto complesso salire il canale con sci ai piedi: noi sci in spalla dall'attacco sino in cima, non senza difficoltà per la quantità di neve, davvero notevole. Ovviamente tutto vergine (probabilmente prima salita stagionale all'Oserot).
Solo 4 stelle a causa della parte bassa, con neve marmorea e lavorata (male) dalla pioggia. Machissene!
Solo io e Reine sull'Oserot a batter traccia.

neve ne abbiamo

in cima

explosion
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Maledia (Cima della) da San Giacomo (23/06/18)
    Bianca (Rocca) Canale Nord-Est (16/06/18)
    Pan di Zucchero da Chianale per la dorsale dal colle Vecchio dell'Agnello (09/06/18)
    Lombarda (Cima della) Canale NO (02/06/18)
    Monviso Canale Coolidge Inferiore (24/05/18)
    Scolettas (Becco delle) Canale O (19/05/18)
    Gioffredo (Punta) Couloir a Z (12/05/18)
    Infernetto (Valle dell') quota 2852 m da Chiappera (28/04/18)
    Freide (Monte) da Chiappera per il versante NO (23/04/18)
    Bròcan (Colle di) da Pian della Casa (22/04/18)
    Paganini (Cima) da Pian della Casa del Re (21/04/18)
    Sautron (Colle) da Saretto (15/04/18)
    Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave Canale NE (07/04/18)
    Pebrun (Monte) Canale NE (02/04/18)
    Michelis (Punta) Couloir dar Goulhoun (31/03/18)
    Cassin (Bric) Canale NO+variante canalino N (24/03/18)
    Aguya (Colle) da Saretto, anello per Passo della Cavalla, Lago Apzoi, Lago Visaisa (18/03/18)
    Viraysse (Monte) Canale E/NE (17/03/18)
    Cobre, cima Sud canale N (12/03/18)
    Lose (Bosco delle) quota 2431 m da Argentera (10/03/18)
    Peroni (Rocca) da Chialvetta per il Canale Nord (04/03/18)
    Bert (Monte) Canale N (03/03/18)
    Soleglio Bue (Cima del) o Beau Soleil da Chialvetta per il colletto SE del Ciabert (24/02/18)
    Pignal (Serriera del) da Strepeis (17/02/18)
    Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave da Chialvetta (11/02/18)
    Panieris (Testa di) Canale NE (10/02/18)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Boujon (03/02/18)
    Pebrun (Monte) Canale NO (28/01/18)
    Cassorso (Monte), cima Ovest da Chialvetta (27/01/18)
    Pebrun (Monte) Canale est (20/01/18)
    Barsin (Aiguille de) Canale N (13/01/18)
    Plate Longe (Tète de) da Larche (03/01/18)
    Aguya (Colle) da Saretto, anello per Passo della Cavalla, Lago Apzoi, Lago Visaisa (31/12/17)
    Vallonasso (Monte) Parete Canale E (24/12/17)
    Viso Mozzo Canale dei Campanili ramo sx (23/12/17)
    Barsin (Aiguille de) da Saretto per il versante Est (17/12/17)
    Ciaslaras (Monte) da Chiappera (16/12/17)
    Passetto (il) quota 2580 m da Saretto (09/12/17)
    Bert (Monte) da Preit (08/12/17)
    Cobre, cima Sud canale N (18/11/17)
    Oserot (Monte) canale N (11/11/17)
    Bersaio (Monte) Muro dell arcobaleno-via don Frank (19/08/17)
    Ailefroide - Palavar Riviere Kwai (16/08/17)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Eroi di cartone (14/08/17)
    San Bernolfo (Guglia di) I doi lilu (13/08/17)
    Chersogno (Monte) I Dalton (12/08/17)
    Ailefroide - Settore Fessura Snoopy Directe (03/08/17)
    Udine (Punta) Visto per il Perù (29/07/17)
    Pianard (Contrafforti di) Ombre...nel Buio! (22/07/17)
    Aimonin (Torre di) Pesce d'Aprile (19/07/17)
    Stella (Corno) Via Lupetti (15/07/17)
    Castello (Rocca) King Line (08/07/17)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Cinquantini smarmittati (02/07/17)
    Stella (Corno) Roby (01/07/17)
    Valcuca (Cima di) Bim bum bam (24/06/17)
    Maurin (Parete del) Aubry (17/06/17)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (02/06/17)
    Brocan (Cima di) Canale SE (27/05/17)
    Viso Mozzo Canale Nord di Rocca Trunè (13/05/17)
    Brocan (Cima di) da Pian della Casa del Re (05/05/17)
    Rossa (Testa) Canale Nord (29/04/17)
    Gelas (Cima dei) da San Giacomo per Forcella Roccati, Colletto Saint Robert e Canale E (22/04/17)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Boujon (15/04/17)
    Freide (Monte) da Chiappera per il versante NO (09/04/17)
    Panieris (Testa di) Canale NE (08/04/17)
    Vallone (Testa del) da Pontebernardo (01/04/17)
    Blaves (Tete de) dal Colle della Maddalena (26/03/17)
    Tablasses (Testa di) da Terme di Valdieri, giro con discesa Canale NO (19/03/17)
    Valcuca (Cima di) quota 2579 m da Terme di Valdieri (18/03/17)
    Oronaye (Monte) Canale sud di Sinistra (Via Normale) (11/03/17)
    Freid (Monte) Canale E (26/02/17)
    Passetto (il) quota 2580 m da Saretto (25/02/17)
    Teste (Punta le) Canale Nord (18/02/17)
    Viraysse (Monte) da Saretto (12/02/17)
    Pè de Jun (Testa) da Grangie (04/02/17)
    Verde (Rocca) da Villaggio Primavera per il Passo Fonget (29/01/17)
    Lose (Bosco delle) quota 2431 m da Argentera (28/01/17)
    Passetto (il) quota 2580 m da Saretto (22/01/17)
    Sautron (Colle) da Saretto (15/01/17)
    Oronaye (Monte) Canale Sud di Destra (08/01/17)
    Pebrun (Monte) Canale est (06/01/17)
    Peiron (Monte) canale N (29/12/16)
    Giordano (Monte) da Preit (17/12/16)
    Barsin (Aiguille de) Canale N (03/12/16)
    Oserot (Monte) da Chialvetta (27/11/16)
    Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Comma 22 (25/09/16)
    Scoglio del Lup Via Vento Nuovo (11/09/16)
    Meja (Rocca la) Finanzieri (10/09/16)
    Querzola (Torrione) L'uccello di fuoco (25/08/16)
    Stella (Corno) Via Lupetti (23/08/16)
    Narbona (Bassa di) da Macra, giro per il Vallone del Tibert (22/08/16)
    Serriera del Vignal Route 66 (21/08/16)
    Rocca Brancia (Passo) da Pietraporzio, giro Colle Salsas Blancias, Rifugio Gardetta, Grange Serre (16/08/16)
    Castello (Rocca) King Line (13/08/16)
    Castello (Rocca) Solo per Bruna (12/08/16)
    Stella (Corno) Barone Rampante (05/08/16)