gianni.savoia


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Per curiosità ho voluto provare a salire dalla cresta che da sopra Pian Lunella conduce alla Rocca del Forno. Da questa ho poi percorso tutta la cresta sino lla Lunella e sono sceso per la cresta nord solita. Bella e lunga variante che permette di fare l'anello di tutto il vallone. Ho raggiunto la cresta dall'evidente colletto sopra pian Lunella ma non e' una scelta molto consigliabile (drose e roccette schifide). Meglio fare come diceva Berruto nella guida della Valli di Lanzo e salire il Vallone prendendo la cresta piu' in alto. Piu' in basso una draga sbancava la vetta (!) del Tumlet... Che vorranno (ancora) mai fare ?

Traversando le creste verso la Lunella
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
La giornata, partita con molte nuvole, e' terminata in gloria con cielo terso. Il ghiacciaio e' molto tormentato rispetto a un tempo ma la traccia e' buona, cosi' come i ponti di neve, almeno per ora. Un po' piu' complesso del solito arrivare alla vetta tradizionale, per via del verglas sulle roccette, ma, con un po' di caldo, il tutto dovrebbe ripulirsi in fretta.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Finalmente una bella giornata in questo agosto da tregenda! La salita e' bella, se ci dimentichiamo di quanto ghiaccio e' sparito negli ultimi anni. Utili i ramponi per il ghiacciaio intermedio, poi si possono lasciare. La picca puo' essere utile nell'ultimo tratto sotto la vetta. Ottimi il trattamento e l'accoglienza al Rifugio Gastaldi.
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Ci siamo fermati a quota 3100, all'inizio dell'ultima parte, a causa della fitta nebbia e dell'altrettanto fitta nevicata. Tempo da lupi e condizioni da tardo autunno. Il ghiacciaio e' abbastanza crepacciato e occorre un po' di attenzione anche se i ramponi, vista l'ultima neve, non servono. Ottimo come sempre il trattamento al Rifugio Daviso.