fabrygeo80


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
DISLIVELLO 1° GIORNO: 775 m.
DISLIVELLO 2° GIORNO: 1326 m.
Sviluppo 1° giorno: 3200 metri circa
Sviluppo 2° giorno: 4100 metri circa

Neve ottima, condizioni perfette, crepaccio terminale parzialmente aperto
Gita organizzata con pochi giorni di preavviso...Ho telefonato mercoledi al Vittorio e mi avevano detto che erano rimasti pochi posti nel dormitorio e così ho dato la conferma per due persone. Siamo partiti da Pont intorno alle 13:00 e alle 15,30 eravamo al Rifugio. Giornata splendida e calda. Come al solito gli zaini erano leggerissimi... il gestore ci ha detto che si erano liberati due posti in cameretta e così abbiamo deciso di dormire con altre due persone (due tedesschi di Stoccarda) in una stanzetta da 4 posti. Ci siamo sveglaiti alle 3,30, abbiamo fatto colazione e siamo partiti intorno alle 4,30. Le abbondanti nevicate dell'inverno 2008-2009 sono state provvidenziali. Era da moltissimo tempo che non si indossavano i ramponi così vicini al rifugio e così si è evitato di camminare su un bel tratto di morena.
La giornata era splendida, peccato per un pò di vento in quota, ma appena scesi alla schiena d'asino si stava benissimop in maniche corte. Come sempre c'era una moltitudine di persone a salire in cima ma come si faceva a non approfittare delle condizioni meteo così favorevoli? non c'era una nube manco a cercarla col cannocchiale!
Questa è la seconda volta che salgo sul Gran Pardiso e sinceramente quest'anno non mi sarei proprio sognato di andarci è stata una gita organizzata proprio all'ultimo e forse è proprio questo il bello!
Ringrazio l'amico di sempre nonchè di cordata Luca Sgarbossa perchè senza di lui con chi altro potrei andare?
e si il prossimo anno un Bianco si potrebbe proprio organizzare? Magari stavolta ci pensiamo almeno una settimana prima??
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Camminata lunga e con 1400 metri di dislivello in salita
L'idea era quella di fare un'altra gita, ma lecondizioni meteo non erano molto promettenti; sulla cima della Basei si vedevano grosse nubi di vento e già a bassa quota turva una certa brezzolina... Così abbiamo optato di salire al Lago Lillet partendo da località Mua (1600 metri) credendo di non arrivare neanche fino al lago dato che il vento non cessava...Passo dopo passo, fermandoci più volte per decidere sul da farsi, siamo arrivati al lago Lillet (2765 m) ed il tempo nelò frattempo cominciava a migliorare...così di punto in bianco abbiamo deciso di arrivare fino al Colle della Porta (3002 m) ed una volta arrivati lì anziche tornare indietro abbiamo deciso di fare la traversata, ovvero scendere all'alpeggio Loserai, risalire al Col Sià, scendere a Cà Bianca e poi tornare a Ceresole... fatto sta che siamo partiti alle 7,30 e alle 18;00 (tappe comprese) eravamo di ritorno... è stata veramente una bella git, la giornata alla fine era ottima a parte la partenza con forte vento...al pomeriggio si stava davvero bene in maniche corte e calzoncini e ne è valsa veramente la pena...Fatto sta che xò arrivati a borgata Moies siamo risaliti ancora a piedi fino a borgata Capoluogo per prendere la mia macchina per andare a recuperare l'altra macchina che avevavo lasciato a borgata Mua...non so quanti chilometri avremo fatto ma so solo che ero veramente stanco morto!!!!!!!

Ringrazio ormai l'amico di compagnia di moltissime gite Luca Sgarbossa alias Liuck...
ma xkè continuo ancor a darti retta? e soprattutto xkè tu non dai mai retta a me?
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Partenza: località Chiapili di Sotto (skilift) 1667 m.
Arrivo: Rif.Jervis 2250 m.
Dislivello: 583 metri
Tempo di percorrenza: 2 h circa
Sviluppo (andata e ritorno):Km 5,245 circa
Siamo partiti alle 9,30 circa e alle 11,20 ercavamo al rifugio. Il cielo ha incominciato a rannuvolarsi in fretta, ogni tanto qualche schiarita, vento forte in quota. Siamo scesi presto credendo di prendere la pioggia, invece nulla meglio così...
La discesa è stata molto veloce...

Fabrizio Burzio
Luca Sgarbossa
Katia Poma
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: da Bonne 1850 m.s.l.m.
Gita organizzata dalla Commissione gite Alpinismo Giovanile del C.A.I. UGET di Torino.

Da dove si lascia la macchina ci vogliono circa 3 ore per raggiungere il rifugio degli Angeli. Il sentiero alterna tratti in lieve pendenza a tratti più impegnativi, specialmente l'ultimo tratto, superato un bel pianoro erboso dove si trova un laghetto, sale costantemente con tornanti stretti lasciando un pò con il fiato corto...
Il secondo giorno conviene partire abbastanza presto perchè altrimenti si cammina su neve parecchio marcia...Al ritorno si cammina molto bene anche senza ramponi.

DISLIVELLO 1° GIORNO: 1066 METRI
SVILUPPO: circa 3,4 Km
TEMPO IMPIEGATO: 2h, 45 minuti

DISLIVELLO 2° GIORNO: rif.degli Angeli (2916 m)- Testa del Rutor (3486 m)570 metri
SVILUPPO: circa 2,1 Km
Tempo impiegato: 3h, 30 minuti circa
Siamo partiti intono alle 11,15 da Bonne (dal lato occidentale dell'imponente diga)con zaini pesantissimi (come tutte le volte d'altronde...) Siccome gli zaini non erano ancora troppo pesanti, giunti in prossimità delle baite di Arp Vieille ci siamo caicati ancora qualche tronchetto di legno da portare al rifugio, per l'operazione Mato Grosso. Fare ancora 700 m di dislivello con circa 13-14 Kg sulle spalle non è stata per niente una passeggiata. Comunque in 2 ore e 45 minuti abbiamo raggiunto la prima meta, ovvero il Rif. degli Angeli a quota 2916 metri.
Come già avevano annunciato le previsioni del tempo, il tempo è peggiorato e verso sera si sono susseguiti un paio di temporali. Dopo cena (sono rimasto impressionato dalla quantità di roba che sono riusciti ad ingurgitare alcuni ragazzi...)dopo aver sistemato gli zaini, ed il materiale per il giorno dopo (corda, imbraco) siamo andati a dormire verso le 22,00 puntando la sveglia per le 5:00.
Il giorno dopo siamo partiti all'insegna di una giornta splendida di sole, ed lacuni di noi sono andati su in maniche corte (credetemi faceva veramente caldo!!).
La mia cordata era composta da tre persone, il sottoscritto, Luca Longo e l'amico di sempre Luca Sgarbossa.
Abbiamo impiegato più del previsto per raggiungere la meta ma ne è valsa veramente la pena. Dalla cima (3486 m) si gode di un panorama splendido a 360 gradi che spazia dal monte Bianco,Cervino, Gran Paradiso ecc...
E' stata una giornata splendida, al ritorno, giunti al C.le del Rutor, ci siamo tolti i ramponi, siamo scesi dalla roccette e poi abbiamo proseguito sul ghiacciaio senza ramponi, su una neve parecchio marcia.
Giunti al rifugio abbiamo messo di nuovo qualcosa dentro lo sstomaco, abbiamo risistemato lo zaino e siamo ripartiti verso le 13,30. La discesa è stata abbastanza faticosa sia qqualche doloretto alle spalle e alle ginocchia molto affaticate...come sempre però la fatica è ben ricompensata!!!

Un ringraziamento particolare lo rivolgo ai capigita, Anna ed Eugenio per la scelta del posto. E' stata una bella gita, dalla cima si gode di un panorama stupendo! Questa volta per fortuna siamo riusciti ad evitare il temporale!
Un grazie particolare a Luca Sgarbossa e Luca Longo i miei compagni di cordata
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
L'obiettivo del giorno era la cima del Corno Bussola (3023 m) ma alcuni nuvoli minacciosi ci hanno fatto optare per una meta più consona e più vicina al rif. Arp, nel caso fosse scoppiato un temporale (che poi alla fine non è successo, anzi il cielo si è schiarito...). Siamo partito da Estoul intorno alle 9,15 ed in meno di due ore eravamo al Rif. Arp. (poco sotto al rifugio, c'è ancora neve, ma si può scegliere di prendere il sentiero a sinistra, un pò più lungo ed evitare di camminare sulla neve). Il tempo cominciava a peggiorare, arrivavano nuvoloni sempre più scuri e così dal rifugio siamo ancora andati a fare una visita agli splendidi laghi di Palasinaz (2500 metri circa).
Siamo scesi appena dopo pranzo pensando di incappare in un temporale, invece alla fine il cielo si è schiarito...
E' stata una gita molto bella, non impegnativa, dal piazzale del rifugio (se si può definirlo rifugio è più un albergo...) se la giornata è bella si può godere di un ottimo panorama.
Ringrazio Stefano Bonino per la compagnia
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: da Torino A32 per Bardonecchia uscita Oulx est
Autostrada Torino-Bardonecchia (A 32) dopo la barriera di Salbertrand prendere l’uscita Oulx circonvallazione (Sauze Gap Sestriere)
Imboccata la statale per il Monginevro proseguire fino a Cesana. Si supera il paese e sempre seguendo la stessa strada si giunge alla frazione di Bousson di Cesana.
Al primo ponte dove si trova l’indicazione per Case Lapidi – Lago nero si svolta sulla destra e poco dopo ci trova in uno slargo dove conviene lasciare le auto.
Dal paese di Bousson seguire la strada forestale in direzione Lago Nero.
Si segue la carrozzabile tagliando là dove è possibile per i prati.
Quasi in prossimità del lago Nero, in corrispondenza del cartello indicatore , sulla destra si incrocia un bel sentiero che salendo a destra attraversa una piccola area acquitrinosa, per inoltrarsi tra gli alberi; seguire i segnavia rossi prima posti sui sassi e su un crocevia e poi su un moncone di tronco d’albero (qui occhio a non smarrire la traccia, piuttosto esile). Ad un successivo incrocio di sentieri, dove il cartello indicatore in legno è caduto a terra, seguire verso destra direzione Capanna Mautino; il sentiero riporta sulla carrozzabile a pochi minuti dal rifugio (circa 2 ore di cammino da dove abbiamo lasciato l'auto. Disvillo complessivo circa 700 m, sviluppo complessivo, seguendo l'intera mulattiera circa 7Km.)
Bello il panorama verso il Gran Pic de Rochebrune, visibile oltre la cresta di confine.

ESCURSIONI DAL RIFUGIO
Segnalo un paio di escursioni adatte a tutti, nel caso si desiderasse sfruttare il pomeriggio facendo quattro passi ad esplorare i dintorni:

Lago dei Sette Colori mt 2329 (dislivello circa 350 mt, h1,15)

Dal rifugio imboccare la carrozzabile a sinistra, in direzione del Col Saurel; dopo un paio di curve si incontra un cartello indicatore che segnala “Col Bousson”: imboccarlo a sinistra. Dopo circa 100 mt si arriva in prossimità del capanno-osservatorio della Brigata Alpina Taurinense; al cui lato destro corre il sentiero che si inerpica velocemente verso i prati sovrastanti; si lambisce un piccolo stagno (con i girini!), salendo sempre in vista del colle. Arrivati alla sommità un cartello metallico segnala che stiamo valicando il confine francese. Il Lago dei Sette Colori è a vista, un centinaio di metri più in basso, in uno scenario aspro, forte e affascinante.

Il pianoro del lago di Fontana Fredda verso Col Bousson

Breve passeggiata nell’ampio pianoro su cui è adagiato il lago: dal rifugio imboccare a destra la strada bianca antistante l’ingresso, che dopo qualche centinaio di metri si trasforma in un sentiero che corre a destra, parallelamente alla zona acquitrinosa sottostante, lambisce il lago e termina al colle: Qui ci si potrà fermare a giocare oppure piegare a sinistra per visitare ciò che resta della postazione militare detta “Poggio dei carabinieri”, e fare quindi ritorno al rifugio percorrendo questa volta la sponda sinistra del lago.

C.A.I UGET di Torino Alpinismo Giovanile.
Ringrazio il giovane e devo dire ben allenato Enrico Mensio per avermi tenuto compagnia lungo quasi tutto il sentiero.
Giornata splendida, per fortuna un pò ventilata, verso sera rannuvolamenti
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Giornata splendida di sole, rannuvolamenti nel tardo pomeriggio verso le 17:00
Panorama stupendo sul Monte Bianco e su tutta la valle
Si ringrazia la compagnia composta da Luca Sgrabossa, Katia Poma,Francesco Di Domenico e Neirotti Giada.
Un grandissimo complimento a Katia per la sua prima (spero non ultima) gita!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
il sentiero ha subito qualche "danno" in seguito alle slavine cadute nel mese di dicembre 2008. In alcuni tratti bisogna raggirare tronchi, massi e fare un pò di gincane...
Lo spettacolo delle slavine è davvero desolante, sembra che un aereo abbia sganciato una bomba...Penso che trascorreranno parecchi anni prima che Ceresole torni come una volta!
Ringrazio Stefano Bonino per la compagnia!
Giornata splendida!
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
è una gita poco impegnativa, il primo tratto per arrivare al Santuario di S.Abaco è un pò ripido, poi si alterano tratti pianeggianti e ripidi, ma prendendola con molta calma in 2 ore circa si arriva in cima (anche molto meno...)
Il sentiero è poco ombreggiato e non si trova acqua, ragion per cui si può scegliere in alternativa di percorrere l'altro sentiero, più lungo ma più ombreggiato, che pochi conoscono (si trova la deviazione sulla destra a metà della rprima salita lungo la mulattiera lastricata di pietre).
Un consiglio che posso dare è di portarsi comunque molta aacqua da casa!
C.A.I. U.G.E.T TORINO COMMISSIONE GITE ALPINISMO GIOVANILE

giornata caldissima e afosa!
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Il tempo è stato davvero clemente, ha iniziato a gocciolare nel tardo pomeriggio appena saliti sul pullman pronti per rientrare. Ci siamo divisi in due gruppi, uno ha raggiunto il Colle Lunelle a 1384 metri di quota, l'altro gruppo ha raggiunto il Colle di Prà Lorenzo (1372 m.) ed alcuni hanno proseguito fino alla Cima dell'Uja di Calcante (1614 m).

Percorso: Dalla piazza della Chiesa del capoluogo Villa si imbocca a destra la stradina in pavè che percorre la borgata (fontana per eventuale approvvigionamento di acqua), sino a trovare il bivio del Sentiero Frassati, che si percorre per circa 10 min, lasciandolo poi per imboccare a destra il sentiero in salita che percorre l'anello "Cima del Toro", così chiamato in quanto contorna sul versante nord il rilievo con tale nome, alto 1.108 m. Questo percorso costituisce una variante più panoramica e varia del Sentiero Frassati, al quale si ricongiunge a quota 1.050 circa, in corrispondenza di un'ampia radura con betulle. (h 1,30)
Riportatici sul Sentiero Frassati, lo si percorre pressochè in piano in direzione ovest sino al bivio che porta a destra con percorso ascendente al Colle Lunelle, e a sinistra, con percorso prima in leggera discesa e poi in salita, attraversando ad arco tutto il fondo del vallone esposto a nord est, al Colle Prà Lorenzo (m 1.372), da cui, con percorso in cresta, si può raggiungere la vetta dell'Uja di Calcante (m 1.614).

COMMISSIONE GITE ALPINISMO GIOVANILE
C.A.I U.G.E.T. TORINO
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Gran Piano da Balmarossa (27/10/14)
    Gran Roccia e Punta Giasset da Balme, anello (28/09/14)
    Malatrà (Col) da Saint-Rhemy en-Bosses (23/07/14)
    Ceingles (Col des) per il Rifugio Pier Giorgio Frassati (21/07/14)
    Ceingles (Col des) per il Rifugio Pier Giorgio Frassati (05/07/14)
    Gias Nuovo Fontane (Alpeggio) da Forno Alpi Graie (01/06/14)
    Maddalena (Colle della) da Moncalieri, sentiero n. 1 (30/03/14)
    Mussa (Pian della) e Rifugio Città di Ciriè da Balme (09/03/14)
    Pian delle Gorre (Rifugio) da Certosa di Pesio (17/02/14)
    Pala Rusà (Punta) e Punta delle Lance da Pian Benot (11/01/14)
    Chiapili di Sopra (Frazione) da Chiapili di Sotto (01/01/14)
    Chiapili di Sopra (Frazione) da Chiapili di Sotto (31/12/13)
    Capanna Mautino (Rifugio) da Bousson per il Lago Nero (29/12/13)
    Vaccarezza (Monte) e Cima dell'Angiolino da Letisetto (26/10/13)
    Perugini (Bivacco) dalla Val Cimoliana (07/10/13)
    Resy (Frazione) da da Saint Jacques, anello per il Lago Blu e Pian di Verra (01/10/13)
    Cheneil (Colle di) da Buisson, anello Chamois per e Valtournenche (22/09/13)
    Quinzeina o Quinseina (Punte Sud e Nord) da Chiapinetto (07/09/13)
    Porta (Colle della) traversata Nivolet - Ceresole per Colle della Terra, Bivacco Giraudo, Gran Piano (01/09/13)
    Losa (Colle e Passo della) dalla Diga del Serrù (31/08/13)
    Blais Walter (Bivacco) al Colle Est d'Ambin da Grange della Valle (28/08/13)
    Leynir (Colle) dai Piani del Nivolet (21/08/13)
    Losa (Colle e Passo della) dalla Diga del Serrù (19/08/13)
    Dres (Lago) da Ceresole Reale (16/08/13)
    Leonesi Raffaele Vittorio (Rifugio) da Ceresole Reale (13/08/13)
    Rocce (Punta delle) dal Lago del Serrù (12/08/13)
    Rosset (Colle) dai Piani del Nivolet (11/08/13)
    Roley (Croce) o Croix de la Roley dai Piani del Nivolet (10/08/13)
    Leynir (Colle) dai Piani del Nivolet (09/08/13)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (03/08/13)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (15/07/13)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (15/07/13)
    Ludwigshöhe Via Normale da Indren (15/07/13)
    Gran Lago da Mont Blanc (30/06/13)
    Toesca (Rifugio) da Cortavetto per il Rifugio Amprimo (24/05/13)
    Freidour (Monte) da Talucco Alto (11/05/13)
    Montone (Rocca del) da Tonda per il Sentiero dei Geositi (25/04/13)
    Pala Rusà (Punta) e Punta delle Lance da Pian Benot (04/01/13)
    Mussa (Pian della) e Rifugio Città di Ciriè da Balme (03/01/13)
    Cavallaria (Monte) da Brosso, anello per il Colle Pian dei Muli (07/10/12)
    Fenera (Costa) da Malciaussia per il Colle delle Coupe (23/09/12)
    Traversette (Colle delle) da Pian del Re, anello per il Buco di Viso (09/09/12)
    Nero (Lago) dal Colle del Nivolet (23/08/12)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (22/08/12)
    Sià (Colle) e la Merola da Moies (21/08/12)
    Rocce (Punta delle) dal Lago del Serrù (17/08/12)
    Borgnoz (Pian) dai Piani del Nivolet (11/08/12)
    Borgnoz (Pian) dai Piani del Nivolet (28/07/12)
    Montone (Rocca del) da Tonda per il Sentiero dei Geositi (08/07/12)
    Santa Cristina (Monte) da Ceres (06/05/12)
    San Fruttuoso (Abbazia) da San Rocco, traversata a Portofino mare (25/04/12)
    Sapei (Monte) da Favella, anello per i Colli Arponetto e della Bassa (22/04/12)
    Barone di Coggiola (Monte) da le Piane, anello per la Spelonca e Bocchetta Foscale (01/04/12)
    Jervis Willy (Rifugio) alla Conca del Prà da Villanova (04/03/12)
    Pala Rusà (Punta) e Punta delle Lance da Pian Benot (25/02/12)
    Serrù (Diga del) da Chiapili di Sopra (12/02/12)
    Verzel (Punta) dall'Alpe Frera (21/01/12)
    Serrù (Diga del) da Chiapili di Sopra (15/01/12)
    Rey Guido (Rifugio) da Chateau Beaulard (23/10/11)
    Cou (Tète de) da Albard di Bard (09/10/11)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) da Favella per la cresta Sud (11/09/11)
    Borgnoz (Pian) dai Piani del Nivolet (27/08/11)
    Pontese (Rifugio) dal Lago del Teleccio (19/08/11)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (17/08/11)
    Nero (Lago) dal Colle del Nivolet (13/08/11)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (13/08/11)
    Cialme (Casotto PNGP delle) da Ceresole per i Sentieri dei Sensi in gioco e delle Cialme (11/08/11)
    Borgnoz (Pian) dai Piani del Nivolet (10/08/11)
    Dres (Lago) da Ceresole Reale (09/08/11)
    Gran Piano da Balmarossa (06/08/11)
    Nivolastro e Andorina (Borgate) da Ronco Canavese, anello (05/08/11)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (19/07/11)
    Gelé (Mont) Via Normale da Ruz per il Rifugio Crête Sèche (10/07/11)
    Aver (Monte dell') dal Vallone di Rio Freddo, anello per Rifugio Malinvern e Colle d'Orgials (18/06/11)
    Pancherot (Monte) da Perreres per la Finestra di Cignana (12/06/11)
    Vecchia (Rifugio e Lago della) da Piedicavallo (29/05/11)
    Pontese (Rifugio) dal Lago del Teleccio (22/05/11)
    Bossola (Cima) da Rueglio, anello (08/05/11)
    Tovo (Monte) da Roncole (17/04/11)
    Gran Bosco di Salbertrand (Parco) da Pinea (07/04/11)
    Caprazoppa (Monte) da Finalborgo, anello sulla Strada Napoleonica (03/04/11)
    Levi-Molinari (Rifugio) da San Colombano (26/03/11)
    Champlong (Laghi di) da La Magdeleine (20/03/11)
    Valasco (Piano del) da Tetti Gaina (06/03/11)
    Serrù (Diga del) da Chiapili di Sopra (21/02/11)
    Ciarva (Rocca) da Balme e il Colle Battaglia (23/01/11)
    Carro (Cima del) da Chiapili di Sopra per il Vallone del Carro (04/01/11)
    Piazza Bruno (Rifugio) da Traversella (01/01/11)
    Troncea (Rifugio) da Pattemouche, sentiero delle ciaspole (28/12/10)
    Serrù (Diga del) da Chiapili di Sopra (26/12/10)
    Gimont (Mont) o Grand Charvia da Montgenèvre per la Valle dei Mandarini e il Colletto Verde (10/10/10)
    Crocetta (Cima della) da Ceresole Reale (26/09/10)
    Orrido di Foresto (Ferrata dell') (05/09/10)
    Nero (Lago) dal Colle del Nivolet (28/08/10)
    Rocce (Punta delle) dal Lago del Serrù (21/08/10)
    Borgnoz (Pian) dai Piani del Nivolet (19/08/10)
    Gias di Beu, Comba, Civetta (Laghi) dalla strada del Colle del Nivolet, anello (17/08/10)
    Cialme (Casotto PNGP delle) da Ceresole per i Sentieri dei Sensi in gioco e delle Cialme (15/08/10)
    Youla (Colle) da Balme (10/08/10)
    Chetif (Mont) da Zerotta (09/08/10)
    Ludwigshöhe Via Normale da Indren (07/08/10)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (27/07/10)
    Rey Guido (Rifugio) da Chateau Beaulard (25/07/10)
    Nel (Lago di) da Villa frazione di Ceresole (24/07/10)
    Gelé (Mont) Via Normale da Ruz per il Rifugio Crête Sèche (18/07/10)
    Calabre (Punta) Via Normale da Thumel per il Rifugio Benevolo (04/07/10)
    Bianca (Rocca) Via Ferrata CHIUSA (26/06/10)
    Noaschetta (Rifugio) da Noasca, anello (12/06/10)
    Vallette (Cima delle) da Pian dell'Alpe (29/05/10)
    Gardiol (Punta) da Pra Claud (23/05/10)
    Stavello (Bocchetta di) Anello Castagnea-Bocchetta di Stavello, da Trivero (25/04/10)
    Cavallaria (Monte) da Brosso, anello per il Colle Pian dei Muli (11/04/10)
    Noli (Capo) da Varigotti, traversata (28/03/10)
    Troncea (Rifugio) da Pattemouche, sentiero delle ciaspole (14/03/10)
    Val Gravio - GEAT (Rifugio) da Adret (18/10/09)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (11/10/09)
    Laris o Larissa (Col) da Piamprato (20/09/09)
    Mort (Lac) dalla Diga di Place Moulin (06/09/09)
    Mezzalama Ottorino (Rifugio) da Saint Jacques (30/08/09)
    Unghiasse (Gran Lago di) da Ceresole Reale e i Colli della Crocetta e della Terra (19/08/09)
    Nero (Lago) dal Colle del Nivolet (18/08/09)
    Carro (Cima del) Via Normale dal Lago Serrù (16/08/09)
    Porta (Colle della) traversata Nivolet - Ceresole per Colle della Terra, Bivacco Giraudo, Gran Piano (13/08/09)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (05/08/09)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (05/08/09)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (26/07/09)
    Porta (Colle della) e Lago Lillet da Mua (19/07/09)
    Jervis Guglielmo (Rifugio) da Chiapili di Sotto (12/07/09)
    Rutor (Testa del) Via Normale da Bonne (05/07/09)
    Palasina (Laghi di) da Estoul, giro dei laghi Battaglia, Pocia, Lungo e Brenguez (28/06/09)
    Capanna Mautino (Rifugio) al Lago Nero da Bousson per i Laghi Clot Foiron (20/06/09)
    Giro del Monte Bianco da Courmayeur a La Fouly (14/06/09)
    Cialme (Casotto PNGP delle) da Ceresole per i Sentieri dei Sensi in gioco e delle Cialme (02/06/09)
    Musiné (Monte) da Caselette (24/05/09)
    Calcante (Uja di) da Traves, anello (10/05/09)
    Ciciu del Villar (Riserva Naturale) da Villar San Costanzo (05/04/09)
    Sap (Rifugio al) da Pra del Torno, anello (15/03/09)
    Bosco (Cima del) da Thures (08/02/09)
    Serrù (Diga del) da Chiapili di Sopra (04/01/09)
    Miage (Lago del) da La Visaille per il lago del Combal (19/10/08)
    Loie (Lago di) da Lillaz per Alpi di Bardoney (05/10/08)
    Bianca (Rocca) da Indiritti (21/09/08)
    Resy (Palon di) da Saint Jacques (07/09/08)
    Losa (Colle e Passo della) dalla Diga del Serrù (30/08/08)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (27/08/08)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (21/08/08)
    Ciarma (la) da Moies, anello (18/08/08)
    Fasce (Cima delle) da Chiapili di Sotto (16/08/08)
    Nel (Colle di) da Villa, anello (16/08/08)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (14/08/08)
    Ceresole (Lago di) da Ceresole, giro del lago (13/08/08)
    Fioria (Bocchetta) da Ghiarai e i Laghi Bellagarda (13/08/08)
    Breithorn Occidentale Via Normale da Plateau Rosà (07/08/08)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (27/07/08)
    Mezzalama Ottorino (Rifugio) da Saint Jacques (29/06/08)
    Marguareis (Punta) Canale dei Torinesi (20/06/08)
    Porta (Colle della) e Lago Lillet da Mua (15/06/08)
    Sià (Colle) e la Merola da Moies (01/06/08)
    Prati di Sopra (Alpe) da Martassina (11/05/08)
    Fontane Fredde (Costa delle) da Fey (06/04/08)
    Tobbio (Monte) dal Valico degli Eremiti (30/03/08)
    Sià (Colle) e la Merola da Moies (16/09/07)
    Borgnoz (Pian) dai Piani del Nivolet (24/08/07)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (17/08/07)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (14/08/07)
    Fourà (Punta) dal Piano del Nivolet (12/08/07)
    Dres (Lago) da Ceresole Reale (11/08/07)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (04/08/07)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (22/07/07)
    Mezzalama Ottorino (Rifugio) da Saint Jacques (15/07/07)
    Rocciamelone da la Riposa (30/06/07)
    Montone (Rocca del) da Tonda per il Sentiero dei Geositi (09/06/07)
    Porta (Colle della) e Lago Lillet da Mua (03/06/07)
    Jervis Guglielmo (Rifugio) da Chiapili di Sotto (20/05/07)
    Serrù (Diga del) da Chiapili di Sopra (06/05/07)
    Gran Cratere di Vulcano o Vulcano de La Fossa da Vulcano Porto (29/04/07)
    Stromboli (Cratere) dal Porto (28/04/07)
    Fossa delle Felci (Monte) da Salina (26/04/07)
    Fossa delle Felci (Monte) da Filicudi (25/04/07)
    Sià (Colle) e la Merola da Moies (21/04/07)
    Cialme (Casotto PNGP delle) da Ceresole per i Sentieri dei Sensi in gioco e delle Cialme (15/04/07)
    Montone (Rocca del) da Tonda per il Sentiero dei Geositi (10/03/07)
    Musiné (Monte) da Caselette (06/03/07)
    Pian della Ballotta (Rifugio) da Diga Lago Serrù (20/08/06)
    Ceresole Reale - Noasca, per la vecchia SS460 (18/08/06)
    Noasca (Cascata di) da Noasca (18/08/06)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (29/07/06)
    Jervis Guglielmo (Rifugio) da Chiapili di Sotto (15/07/06)
    Sià (Colle) e la Merola da Moies (01/05/06)
    Roley (Croce) o Croix de la Roley dai Piani del Nivolet (17/08/05)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (25/08/04)
    Porta (Colle della) traversata Nivolet - Ceresole per Colle della Terra, Bivacco Giraudo, Gran Piano (20/08/04)
    Dres (Lago) da Ceresole Reale (13/08/04)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (12/08/04)
    Losa (Colle e Passo della) dalla Diga del Serrù (10/08/04)
    Ceresole Reale - Noasca, per la vecchia SS460 (04/08/04)
    Fioria (Bocchetta) da Ghiarai e i Laghi Bellagarda (24/07/04)
    Nivoletta, Rosset (Colli) dai Piani del Nivolet, anello per il Rifugio Benveolo (2 gg) (20/08/03)
    Gran Cocor (Cima) dal Lago del Serrù per il Colle della Losa (18/08/03)
    Dres (Lago) da Ceresole Reale (09/08/03)
    Nero (Lago) dal Colle del Nivolet (08/08/03)
    Sià (Colle) e la Merola da Moies (28/07/03)
    Porta, Terra (Colli) traversata Nivolet - Noasca per i Bivacchi Giraudo e Ivrea (2 gg) (20/08/01)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (04/08/00)
    Porta (Colle della) traversata Nivolet - Ceresole per Colle della Terra, Bivacco Giraudo, Gran Piano (10/08/99)
    Leonesi Raffaele Vittorio (Rifugio) da Ceresole Reale (30/08/96)
    Leonesi Raffaele Vittorio (Rifugio) da Ceresole Reale (02/09/95)