coboldo


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa pesante
note su accesso stradale :: Nessun problema.
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti da Chialvetta per l'itinerario classico. Buon innevamento con 40 cm di farina su buon fondo. Pendio-canale per raggiungere il plateau a Sud della vetta duro e pelato che ci ha costretto a levare gli sci per pochi metri. Salita alla vetta su roccette asciutte. Discesa stupenda per il Cumbal Vallonetto tutto per noi con poche tracce e vasti pendii ancora vergini. Neve umida e pesante nell'ultima parte dove ci si ricongiunge al persorso classico.
Giornata serena con qualche velatura in transito, vento assente e temperatura in rialzo da -4 alla partenza a +6 al ritorno. Con Emily.

Pendii finali con la vetta del Boscasso a sinistra

Discesa nel Cumbal Vallonetto

Ambiente spettacolare nel Cumbal Vallonetto
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa
note su accesso stradale :: Nessun problema.
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti da Morge tra i primi battendo traccia in 30-40 cm di farina caduta nella notte e nei giorni precedenti. Superati da alcuni giovani battitori, siamo saliti in cresta su ottima traccia per l'ampio costone a sx del Col Fetita. Tutti tranne 3 francesi sono tornati indietro poco sopra lungo la cresta per il forte vento gelido e la neve molto ventata. Noi abbiamo proseguito fino ad una spalla q.2768 poco prima dell'anticima. Qui dietrofront per le raffiche gelide e un problema fisico. In discesa sulla cresta neve fresca ventata con grossi accumuli, poi bella farina un po' lenta ma quasi sempre vergine fino alla stradina sotto Les Ors. Rientro per la stradina - pista battuta.
Mattinata soleggiata e poco vento fino alla cresta, poi vento forte e freddo come da previsioni. Il cielo si è coperto durante la discesa. Con Emily.

Risalendo il vallone del torrente Pissoir

La Testa dei Frà spazzata dal vento

Ampi spazi in discesa
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Nessun problema.
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi temperature assurde: +11 alle 8:00 ancora in ombra, +20 al ritono all'auto!
La meta prevista era la Testa dei Frà ma la mancanza di neve nei prati fino a Les Ors desot ci ha fatto optare per la Fetita. Neve continua sulla stradina solo dal bivio tra Fetita e Testa dei Frà dopo le prime baite, prima varie interruzioni, incredibile per essere a Febbraio. In salita alcuni tratti ripidi dopo le baite Arpilles sono al limite (tolti gli sci per un tratto in salita). Neve molle e umida su tutto il percorso, lenta in discesa e a tratti un po' sfondosa, comunque qualche curva decente si è fatta. Vento abbastanza forte ma caldo solo sul crestone finale. Fronte nuvoloso con bufera sulle creste di confine.
Con Emily. Vista un'aquila e una pernice bianca.

I pendii verso la cresta Sud della Fetita

Pendio finale della Punta Fetita

La Testa dei Frà dalla Punta Fetita
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa pesante
note su accesso stradale :: Nessun problema.
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti dalla stradina poco prima di Wergenstein, c'è poca neve fino alle baite Dumagns (m 1797), ma sufficiente anche grazie alla recente nevicata. Dalle baite in su innevamento adeguato con 20-30 cm di farina su fondo compatto. Salita ben tracciata da un paio di gruppi che ci precedevano, molto facile (MS) fino ai 200 m finali più ripoidi (BS). Si giunge agevolmente in vetta sci ai piedi.
In discesa il primo ripido pendio sotto la cima aveva neve crostosa brutta da sciare, poi bella farina scendendo sulla sx della valletta di salita fino alle baite Tumpriv (m 2190), con molti pendii vergini. In seguito sempre bella farina fino alle baite Dumagns. Da qui in giù poca neve molto lenta e rammollita dal caldo ma con buon fondo per cui non si toccano pietre.
Gita dallo sviluppo notevole in ambiente molto bello, aperto e tranquillo. Stupende le baite di Dumagns. Ampie vedute salendo e gran panorama dalla vetta. Giornata velata ma calda e neve inaspettatamente bella. Con Emily.

Alpeggi Dumagns.

Arrivando all'Alp Tumpriv.

I pendii finali del Piz Tarantschun.

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Nessun problema.
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Ottimo Col Chaleby, il sole caldo e l'assenza di vento hanno consentito alla neve di rammollirsi per bene per cui placche e croste dure sono praticamente scomparse garantendo un'ottima sciata. Poca neve a Lignan, fino a quota 1800 m ampie zone di prato, poi buon innevamento. Il traverso dopo la Tza Fontaney è sicuro e percorribile agevolmente senza rampant (neve morbida). Dopo il Col du Salvé 20-30 cm di farina nella valletta sotto il Col Chaleby. In discesa bella sciata prima su farina poi su nevi varie in via di trasformazione o già primaverili. Con qualche tratto di sci d'erba si giunge a pochi metri dalla strada sci ai piedi.
La situazione ovviamente è destinata a cambiare date le previste precipitazioni.
Con Emily e Andrea. Giornata serena e abbastanza calda con aumento della foschia e velature nel pomeriggio, come previsto. Pochissimi skialp e tanti ciaspolatori, quasi tutti fermati all'alpe Tza Fontaney.

Alpe Fontaney.

Verso il Col du Salvé.

Col Chaleby e Monte Morion a sinistra.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata
note su accesso stradale :: Nessun problema.
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Neve primaverile morbida su tutto il percorso, mai sfondosa grazie al vento fresco. Discesa ottima. Vento molto forte in vetta. Dalle 12:00 il cielo si è coperto per cui la visibilità in discesa non era ottimale.
Gita frequentata anche da molti ciaspolatori. Con Emily.

La Rocca Cucuja e le Alpi Liguri salendo al Tibert.

I pendii finali e la cima del Tibert.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
note su accesso stradale :: Ottimo fino a Vetan.
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Gita in solitaria. Salito per i pendii centrali, passando dall'Alpe Grand Arpilles e collegandomi al crestone Sud-Ovest presso il roccione. Vento freddo in cresta e in cima. Discesa diretta dalla vetta su neve umida in trasformazione, con alcuni corridoi di neve ventata piu' dura. Poi alternanza di croste variamente portanti e sastrugi morbidi. Richiesta sciata energica. Piu' in basso neve in alcuni tratti simil-firn, ben sciabile. Poca gente. Nella parte bassa sotto i 2200 m molte tracce rigelate, di pedoni e ciaspolanti, che disturbno un po'.
Bellissima giornata.

Il roccione q.2630 e la cresta finale della Leissé.

Becca de Luseney e Breithorn dalla Punta Leissé.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: Farinosa pesante
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa pesante
note su accesso stradale :: Nessun problema.
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dall'Hotel Notre Maison, dopo aver attraversato la pista da fondo si perdono pochi metri di dislivello e si raggiunge la stradina che sale all'Alpe Loé, percorsa da una traccia di ciaspole. Superato il rio presso una presa d'acqua sotto l'Alpe Loé, abbiamo risalito il pendio sovrastante su una vecchia traccia e poi per bei pendii con alberi radi abbiamo raggiunto la dorsale sommitale e quindi il cippo di vetta. Discesa con neve farinosa più o meno umida a seconda dell'esposizione ma sempre ben sciabile e priva di tracce, stupendo. Neve trasformata nel pendio sopra l'Alpe Loé e farinella con innocua crosticina nella valletta fino alla stradina, quest'ultima ben innevata fino in fondo. Ripello per tornare all'hotel (lieve risalita).
Con Emily, giornata tersa e non ventosa. Incontrati alcuni ciaspolatori che hanno seguito la nostra traccia.

Ultimi pendii verso la q.2348.

Becca France e gruppo dell'Emilius dalla vetta.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa
note su accesso stradale :: Nessun problema.
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti su traccione da Prailles Dessous e scesi da q.2350 nel vallone di Menouve. In discesa sulla dorsale fino a q.2350 neve ventata rammollita e ben sciabile, poi nel bosco ottima farina e poche tracce, ampi tratti vergini. Innevamento abbondante dai 1600 m ma la dorsale sommitale è stata pelata dal vento.
Con Emily, solo altre due persone davanti a noi. Giornata serena e molto calda per la stagione..

Salendo poco sopra Prailles

Risalendo la dorsale Sud del Paglietta

M.Bianco e Grandes Jorasses dal Paglietta
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
neve (parte inferiore gita) :: Farinosa ventata
note su accesso stradale :: Nessun problema.
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Ottima Leissé oggi. Innevamento notevole. Saliti dalla dorsale Sud-Ovest e scesi per il pendio centrale poco a Ovest della vetta. Neve farinosa ventata e un po' umida in alto ma sicura e sempre ben sciabile. Qualche crosta morbida nella parte centrale e più in basso ampie zone di farina leggermente ventata alternate a croste morbide e a brevi tratti duri. Nel complesso discesa divertente.
Vento assente. Il rialzo termico ha favorito l'assestamento della neve per cui gli itinerari classici della zona sembrano sicuri, viste molte persone al Monte Rosso e un paio di tracce al Fallère.
Con Emily, ennesima Leissé in una giornata calda e non ventosa.

M.Fallère e M.Rosa dalla vetta

Discesa parte alta sotto la cresta sommitale
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • mostra tutte
  • Boscasso (Bric) da Chialvetta (08/03/20)
    Frà (Testa dei) da Morge per il Col Fetita (01/03/20)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin (23/02/20)
    Tarantschun (Piz) da Wergenstein (16/02/20)
    Chaleby (Col) quota 2695 m da Lignan (09/02/20)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (01/02/20)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (05/01/20)
    France (Becca), anticima quota 2348 m da Vetan (01/01/20)
    Paglietta (Monte) da Prailles (30/12/19)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (29/12/19)
    Incianao (Punta) da Argentera (15/12/19)
    Viridio (Monte) da Chiappi (07/12/19)
    Surgonda (Piz) da la Veduta per la Val d'Agnel (31/03/19)
    Lagrev (Piz) dal Julierpass (30/03/19)
    Galibier (Pic Blanc du) dalla strada del Col du Lautaret (24/03/19)
    Serena (Costa di) quota 2785 m da Mottes (03/03/19)
    Telliers (Monts) da Bourg Saint Bernard (24/02/19)
    Parpeinahorn ed Einshorn da Mathon (19/01/19)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (31/12/18)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (29/12/18)
    Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto (23/12/18)
    Cordella (Testa) da parcheggio Flassin (15/12/18)
    Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche (06/05/18)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (30/04/18)
    Breite Krone, Dreilander Sp., Piz Buin, Rauher Kr. da Ischgl, Tour Silvretta (5-7 gg) (08/04/18)
    Aquiletta (Punta) o Oilletta da Vens (02/04/18)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (01/04/18)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (25/03/18)
    Bicocca (Colle della) da Chiesa (17/03/18)
    Paglietta (Monte) da Prailles (04/03/18)
    Gardiole (Crete de) da le Roux (23/02/18)
    Plate Longe (Tète de) da Larche (18/02/18)
    Wenglispitz da Hinterrhein (11/02/18)
    Mulets (Col d'i) quota 2411 m SE da Chiotti (28/01/18)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (31/12/17)
    France (Becca), anticima quota 2348 m da Vetan (28/12/17)
    Gorfi (Monte) da San Giacomo (09/12/17)
    Viribianc (Cima) da Chiappi (07/12/17)
    Bezin Nord (Pointe de) da le Pont de la Neige (11/06/17)
    Breithorn dal Passo del Sempione (23/04/17)
    Serena (Costa di) quota 2785 m da Mottes (17/04/17)
    Enclausetta (l') da Grangie per il Passo di Goretta (18/03/17)
    Piovosa (Punta la) da Tolosano per il Versante SO (10/03/17)
    Giobert (Monte) da Preit (08/03/17)
    Estelletta (Monte) da Chialvetta (07/03/17)
    Bosco (Cima del) da Thures (04/02/17)
    Crevacol (Testa di) da Saint Rhemy (21/01/17)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (07/01/17)
    Monpers (Punta di) da Pila (03/01/17)
    Forclaz du Bré da Bonne (31/12/16)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Savaresch (10/12/16)
    Vincent (Piramide) da Indren (26/06/16)
    Asti (Sella d') e Pic de Foreant da Chianale, anello per Colle dell'Agnello e Breche de la Ruine (20/05/16)
    Percià (Punta) da Eaux Rousses (25/04/16)
    Fer (Tete de) da Larche (10/04/16)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (28/03/16)
    Vertosan (Mont) da Vetan, traversata a Saint Oyen (26/03/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (06/03/16)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (06/04/15)
    Serena (Col) quota 2709 m NO da Mottes (05/04/15)
    Soleglio Bue (Cima del) o Beau Soleil da Preit (29/03/15)
    Estelletta (Monte) da Ponte Maira (21/03/15)
    Kleine Kreuzspitze/Piccola di Montecroce (Cima) da Flading (07/03/15)
    Grubenkopf da parcheggio Waldesruh (06/03/15)
    Nera (Rocca) da Crissolo (22/02/15)
    Lavezzara (Costa) da Cappella dell'Assunta (08/02/15)
    Viridio (Monte) da Chiappi (01/02/15)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (18/01/15)
    Monpers (Punta di) da Pila (05/01/15)
    Sibolet (Punta) dal Santuario di San Magno (21/12/14)
    Rascias (Mont) dalla strada per Dondena (07/12/14)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (16/11/14)
    Breithorn Centrale da Cervinia (08/06/14)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (04/05/14)