coboldo


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Nessun problema.
Saliti per la cresta Sud (SSE per la precisione) e scesi direttamente dalla vetta per ripidi pendii di sfasciumi verso il Lago dell'Autaret. La cresta SSE costituisce senza dubbio la via migliore per salire questa panoramica cima, è un percorso divertente e panoramico, privo di difficoltà, ed evita perdite di quota e i fastidiosi sfasciumi dei pendii sottostanti.
Molte persone in giro e sulle vette circostanti. Giornata con temperatura corretta, vento leggero e cielo che si è rannuvolato nel pomeriggio. Con Emily.

Risalendo la cresta SSE della Tete de l'Autaret

Monte Maniglia e Denti di Maniglia dalla vetta

Il Lago dell'Autaret e la cresta di salita
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Nessuna possibilità di parcheggio pubblico a Serre. Occorre parcheggiare in uno spiazzo all'inizio della stradina per Se
Saliti al Colle di Servagno, poi per la cresta NO in vetta. La traccia che traversa i ripidissimi pendii franosi prima del colle è molto esile e richiede un minimo di attenzione, ma non presenta alcuna difficoltà. La cresta NO è facile (EE/F) e non esposta. All'inizio meglio tenersi presso il filo su roccette stabili, seguendo una specie di diedro-canale, evitando il ripidissimo e franoso pendio di sfasciumi a destra. Il successivo risalto roccioso si supera sul filo o più comodamente per tracce a destra. La parte restante della cresta è erbosa ed elementare (tracce). In discesa abbiamo seguito la cresta SSO che scende al Colle della Montagnetta. Il percorso è privo di sentiero e segnalazioni ma è evidente con buona visibilità: all'inizio sul dorso erboso e detritico elementare, poi verso sinistra si scende traversando pendii molto ripidi di erba e terra per evitare un paio di risalti rocciosi della cresta, quindi in vista del colle ci si porta sul versante destro del crestone scendendo pendii detritico-ebosi e quindi per prati al colle. Dal colle si segue verso destra un vecchio sentiero militare un pò inerbito ma sempre evidente, si superano due impluvi di torrenti (tacche rosse, qualche passo EE in frana) e per comodo sentierino a mezzacosta ci si ricollega al percorso di salita.
Bella gita, super panoramica, meriterebbe una maggiore frequentazione. Al colle Servagno vi sono i resti di una casermetta e un paio di bunker. Visti numerosi camosci. Cielo sereno al mattino e qualche annuvolamento in transito al pomeriggio, fresco. Con Emily.

Sul vecchio sentiero militare per il Colle Servagno

Il traverso prima del Colle Servagno

La cresta NO del M.Giordano dal Colle Servagno

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: A Pontechianale parcheggiare presso il campeggio vicino al lago.
La salita da Pontechianale al Colle della Battagliola si svolge dapprima in un lariceto e poi in una fitta boschina di ontani con percorso un pò monotono e faticoso, fino a sbucare su un bello spalto erboso panoramico, da cui il sentiero taglia verso il Colle della Battagliola (segnavia GTA fino al colle). Dal Colle della Battagliola si segue la vecchia strada militare inerbita che con un ampio tornante conduce ad un colletto sulla cresta, da cui (opzionale) in 5 min alla Cima della Battagliola, meritevole per la spettacolare veduta a picco sul Lago Castello e Pontechianale.
Ridiscesi al colletto, si segue un sentierino in salita sul filo della dorsale e poi per tracce sempre sul filo fino alla base delle rocce (ometti). La cengia iniziale per portarsi nel canale del Pas del Ciat è facilissima ma un pò esposta. In seguito tutto il canale è attrezzato con una corda fissa. Con qualche passo di I e II si sbuca sulla conca erbosa sotto la vetta del Pietralunga, che si raggiunge facilmente per una traccia a sinistra. Dalla vetta con bel percorso panoramico di cresta ci siamo portati al Colle del Bondormir dal quale inizia il sentiero di discesa, ottimamente segnalato con tacche bianco-rosse, frecce sui massi e ometti. Dopo aver superato una ripida fascia di fitta boschina di ontani (qui il sentiero necessita di pulizia), abbiamo raggiunto il sentiero di fondovalle che abbiamo seguito fino al punto di partenza chiudendo l'anello.
Bellissima traversata, molto varia e panoramica. Occorre fare attenzione all'attacco della parte rocciosa, in quanto non è molto evidente: è necessario salire sempre sul filo del costone fino al bordo delle rocce dove un grosso ometto indica la cengia rocciosa a destra, cui si accede con un facile passo di arrampicata. Per il resto l'itinerario è sempre ben evidente. La fascia di boschina durante la discesa è molto fitta e fastidiosa, ma il sentiero è sempre evidente anche grazie ai segnali.
Incontrate solo 2 persone nonostante le folle oceaniche che stazionavano a Pontechianale. Giornata non eccessivamente calda e panorami stupendi. Con Emily.

Ultimo tratto di sentiero verso il Colle della Battagliola

La dorsale di salita e il M.Pietralunga

Verso il Passo del Ciat

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada molto stretta dopo Chiappera, asfaltata fino al bivio per il Colle Ciarbonet.
La salita segue un vecchio sentiero ex-militare che conduceva ad alcune postazioni presso la vetta. Il sentiero è ancora in gran parte leggibile, anche se in qualche punto nella parte bassa è praticamente scomparso. Il percorso è comunque sempre agevole e con pendenza ideale se si segue il sentiero.
Bella gita pochissimo frequentata. Fioritura eccezionale e anticipata rispetto alla stagione. Panorama molto interessante sul vallone di Unerzio, vicinissimi Auto Vallonasso, Oronaye, versante Nord M.Vanclava, Prato Ciorliero, Oserot, Bric Cassin e Cassorso.
Con Emily.

Vista su Viviere dalla selletta q.2100.

Il punto in cui il vecchio sentiero ex-militare piega a sinistra sotto la cresta sommitale

Fioritura delle Genziane
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Perfetto, strada del Col de l'Iseran aperta.
quota neve m :: 2500
attrezzatura :: scialpinistica
Si calzano gli sci dal parcheggio del Pont de la Neige. Effettuato un giro come segue:
- Dal Pont de la Neige saliti alla Punta Bezin Nord passando per il colletto subito a Ovest della q.2947 (Le Grand Fond), costeggiando il Lac du Fond e salendo per il versante Nord (unico tratto un po' ripido della gita). Tolte le pelli e scesi verso Nord e poi Est fino al fondo del valloncello (q. 2767) cui fanno corona le Punte Bezin e la Pointe de la Met.
- Ripellato e saliti alla Pointe de la Met (m 3041). Discesa per il versante Nord fino alla q. 2767 in fondo al valloncello.
- Ripellato per la seconda volta e saliti alla Ouille de Tretetes (m 2946), ultimo tratto su aerea cresta erbosa a picco sulla strada dell'Iseran. Discesa per il versante Nord e poi fino all'auto.
Tutte le discese su neve estiva molto lenta ma quasi mai sfondosa. Dislivello complessivo circa 970 m.
Giro molto vario e poco faticoso. Giornata spettacolare, limpidissima e calda, gran parte della gita fatta in maglietta estiva! Panorami eccezionali. Con Emily.

Verso la vetta della Punta Bezin Nord

Dalla Pointe de la Met il valloncello sospeso con a sin. la discesa dalla Bezin Nord e a des. la Pointe des Tretetes. In fondo: M.Bianco, Gr.Sassiere e Tsanteleina.

Cresta sommitale della Tretetes
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada molto stretta nell'ultimo tratto.
Gita super panoramica a questa caratteristica montagna dell'Appennino Ligure. Percorso vario e interessante con numerosi saliscendi. Sentiero evidente e segnalato, paline del Parco Regionale dell'Aveto ai bivi.
Giornata abbastanza nuvolosa che tuttavia ha riservato un notevole panorama. Qualche apertura di sereno a metà giornata poi rapida copertura e vento sostenuto da Nord.

La cresta del Ramaceto dalla sella sotto il M.Cucco

Sulla cresta Est del Ramaceto

Panorama dalla vetta Est del Ramaceto

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ottimo.
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Ottime condizioni per questa super classica. Partiti appositamente tardi (8:20) dall'Ospizio dato lo zero termico basso e confidando nel rammollimento della neve nelle ore più calde, abbiamo perfettamente azzeccato l'orario, infatti la discesa (iniziata alle 13:30) è stata memorabile con neve godibilissima da cima a fondo! In salita neve dura su tutto il percorso fino al Breithornpass e coltelli molto utili nel traverso sotto l'Hubshorn, comunque ben tracciato. Un altro breve ma ripidissimo traverso si trova dopo il Breithornpass nel tratto poco prima della vetta. Vento freddo a raffiche, forte al Breithornpass ma, per fortuna come spesso capita, perfetta calma in vetta dove si stava benissimo. Panorama incomparabile. Discesa con neve varia ma ben sciabile fino al Breithornpass, poi breve tratto di neve dura nella parte alta del ghiacciaio e quindi ottima primaverile divertentissima fino all'Ospizio.
Con Emily. Molte persone sul percorso ma c'è spazio per tutti. Incontrato un nutrito gruppo del CAI di Bologna e un simpatico team di Verbania, con cui abbiamo condiviso la gita e che salutiamo.

Il traverso sotto l'Hubshhorn.

Panorama su Briga e il Bietschhorn dalla vetta.

Splendida discesa lungo l'Homattugletscher.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ottimo fino al parcheggio sotto la superstrada.
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Giornata ideale per questa gita. Partiti alle 9 date le basse temperature e il vento previsti, abbiamo azzeccato in pieno le condizioni. Portage di 15 min e poi neve ottima fino in vetta, appena smollata, che ha consentito di salire comodissimamente senza coltelli anche nei tratti più ripidi. Discesa strepitosa su firn eccellente, nel bosco a Nord non aveva neppure smollato dopo le 13! Misteriosamente solo noi in tutta la gita, oggi grazie all'aria fredda in condizioni veramente perfette.
Con Emily e Andrea.

Salendo i bei pendii dopo aver lasciato l'itinerario per il Col Serena

Risalendo la valletta superiore

Sbucando sulla spalla al termine della valletta superiore

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Strade OK.
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
In salita nessun problema fino agli ultimi 100 m sotto il Colle di Goretta. Qui la neve dura e rovinata dalle molte tracce di discesa preesistenti ha richiesto un certo impegno e l'uso dei coltelli. Per evitare gli ultimi ripidissimi metri abbiamo traversato a sinistra seguendo un gruppo ma è sconsigliabile in quanto il passaggio è esposto su un salto di rocce e la neve non era certo delle migliori. Vento moderato in vetta. In discesa all'inizio neve dura e molto rovinata dai passaggi, necessaria sciata energica. Poi via via più rammollita fino ad avere buon firn nella parte mediana. Neve piuttosto umida in basso con qualche tratto sfondoso per lo scarso rigelo.
Con Emily, giornata grigia con cielo sempre coperto da strati alti.

Salendo all'Enclausetta

Cresta finale poco prima della vetta con vista su Ventasuso e Oronaye

In discesa dall'Enclausetta
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ottimo fino a Tolosano.
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Le condizioni attuali della gita sono prettamente primaverili, la neve sui versanti al sole è trasformata mentre a nord vi sono croste generalmente non portanti. Innevamento scarso fino a q.1800 m circa, alcuni tratti della strada sono al limite e all'inizio occorre camminare per alcune centinaia di metri prima di poter calzare gli sci. Dai 1800 in su innevamento corretto.
I pendii superiori presentano neve primaverile trasformata, ben sciabile. Scendendo verso le Grangie dell'Oliveto la neve è in via di trasformazione e più mossa per i numerosi passaggi ma, ammorbidita dal sole, risulta sempre ben sciabile.
Non ci siamo fidati a percorrere fino in fondo la gola del Combale dell'Oliveto temendo scarso innevamento (il torrente è scoperto), per cui siamo rientrati lungo la strada che taglia in versante Nord (alcune piccole colate, il percorso al momento è sicuro).

Con Emily in una giornata calda con lieve brezza nella parte superiore.

Salendo alla Piovosa veduta sul versante Nord della Punta Tempesta

Pendio sotto la vetta

Discesa lungo il pendio SO della Piovosa
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Antola (Monte) da Tonno per il Monte Buio (17/05/20)
    Penello (Monte) e Punta del Corno da San Carlo di Cese, anello del Rio Gandolfi (09/05/20)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (08/03/20)
    Frà (Testa dei) da Morge per il Col Fetita (01/03/20)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin (23/02/20)
    Tarantschun (Piz) da Wergenstein (16/02/20)
    Chaleby (Col) quota 2695 m da Lignan (09/02/20)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (01/02/20)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (05/01/20)
    France (Becca), anticima quota 2348 m da Vetan (01/01/20)
    Paglietta (Monte) da Prailles (30/12/19)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (29/12/19)
    Incianao (Punta) da Argentera (15/12/19)
    Viridio (Monte) da Chiappi (07/12/19)
    Tempesta, Tibert, Piovosa, Sibolet (Cime) dal Gias Fauniera, anello di cresta (27/10/19)
    Pence (Monte) da Sant'Anna, anello per il Colletto di Chiausis (06/10/19)
    Antola (Monte) da Bavastrelli (21/09/19)
    Gran Queyron e Cima Frappier dalla Valle Argentera (15/09/19)
    Roburent (Punta di) da Argentera per i Laghi e il Passo di Roburent (08/09/19)
    Aver (Becca d') e Cima Longhede da Chantornè, anello per Col d'Aver e Col Fenètre (01/09/19)
    Tsa (Mont de la) da Chenaux (25/08/19)
    Pan di Zucchero o Pain de Sucre da Montagna Baus per il versante NO (17/08/19)
    Fourchon (Mont) da Montagna Baus (17/08/19)
    Lancebranlette (Mont) dal Colle del Piccolo San Bernardo (14/08/19)
    Aquiletta (Punta) o Ollietta da Vens (13/08/19)
    Sgurr na Banachdich da Glen Brittle (03/08/19)
    Beinn Dorain da Bridge of Orchy (Scozia) (01/08/19)
    Ruine (Monte) da Grange del Rio per il Vallone di Bonafonte (21/07/19)
    Ciarnier (Punta) da Baraccone per il vallone della Maladecia (14/07/19)
    Rasis (Punta e Testa) da Sant'Anna (07/07/19)
    Nebin (Monte) e Monte Cugulet dal Colle di Sampeyre, anello per il Monte Rastcias (30/06/19)
    Bert (Monte) e quota 2401 m da Grange Selvest per la cresta Sud (23/06/19)
    Surgonda (Piz) da la Veduta per la Val d'Agnel (31/03/19)
    Lagrev (Piz) dal Julierpass (30/03/19)
    Galibier (Pic Blanc du) dalla strada del Col du Lautaret (24/03/19)
    Serena (Costa di) quota 2785 m da Mottes (03/03/19)
    Telliers (Monts) da Bourg Saint Bernard (24/02/19)
    Parpeinahorn ed Einshorn da Mathon (19/01/19)
    Argentea (Monte) da Campo, via diretta (12/01/19)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (31/12/18)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (29/12/18)
    Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Limonetto (23/12/18)
    Cordella (Testa) da parcheggio Flassin (15/12/18)
    Zatta (Monte) da Reppia, anello (09/12/18)
    Caucaso (Monte) da Neirone (17/11/18)
    Carmo di Loano (Monte) da Verzi, anello (11/11/18)
    Alfeo (Monte) da Tartago per la Val Boreca (14/10/18)
    Viraysse (Monte) da Larche, anello per il Colle Sautron, la cresta NO e il Lac de la Reculaye (23/09/18)
    Manse (Cima delle) o Tete de Villadel da Le Pontet (16/09/18)
    Grande Sassière (Aiguille de la) dalla Diga di le Saut (09/09/18)
    Soubeyran (Monte) da Saretto, anello per Passo della Cavalla, Colle delle Munie, Lago Apzoi (02/09/18)
    Piutas (Monte), Rocca delle Sommette, Rocca di Cairi da Grange Selvest, anello (26/08/18)
    Entrelor (Testa di) da Bruil, anello per i valloni di Sort e di Entrelor (18/08/18)
    Paramont (Becca Bianca del) Via Normale da La Joux per il Rifugio Deffeyes (16/08/18)
    Frà (Testa dei) da Jovençan (12/08/18)
    Flassin (Mont) da Jovençan per il Col Citrin (10/08/18)
    Ciaslaras (Monte) da Grange Ciarviera, anello per i valloni Maurin e Infernetto (22/07/18)
    Trécare (Becca) da Cheneil per i colli Croux e Nana (15/07/18)
    Ferra (Monte) da Sant'Anna per il vallone di Reisassa (01/07/18)
    Morion (Monte) o Mont Rion da Porliod per il Col du Salvè, anello (24/06/18)
    Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche (06/05/18)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (30/04/18)
    Breite Krone, Dreilander Sp., Piz Buin, Rauher Kr. da Ischgl, Tour Silvretta (5-7 gg) (08/04/18)
    Aquiletta (Punta) o Oilletta da Vens (02/04/18)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (01/04/18)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (25/03/18)
    Bicocca (Colle della) da Chiesa (17/03/18)
    Paglietta (Monte) da Prailles (04/03/18)
    Gardiole (Crete de) da le Roux (23/02/18)
    Plate Longe (Tète de) da Larche (18/02/18)
    Wenglispitz da Hinterrhein (11/02/18)
    Mulets (Col d'i) quota 2411 m SE da Chiotti (28/01/18)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (31/12/17)
    France (Becca), anticima quota 2348 m da Vetan (28/12/17)
    Gorfi (Monte) da San Giacomo (09/12/17)
    Viribianc (Cima) da Chiappi (07/12/17)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli per la Cresta Sinigaglia (15/10/17)
    Corquet (Monte) da Les Druges, anello per il Vallone di Saint Marcel (24/09/17)
    Saline (Cima delle) da Carnino Inferiore (17/09/17)
    Sea Bianca (Punta) da Pian del Re per Punta Arpetto e Bric di Piatta Soglia (10/09/17)
    Scaletta (Monte) da Prato Ciorliero, anello sentiero Cavallero e Passo Peroni (27/08/17)
    Palettaz (Punta) da Thumel (19/08/17)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vens, anello per il Lago Leissè (17/08/17)
    Arolley (Cima dell') da Pont Valsavarenche (15/08/17)
    Autaret (Testa dell') da Sant'Anna, anello creste Ovest e Sud (16/07/17)
    Giordano (Monte) da Serre per Colle Servagno (02/07/17)
    Pietralunga (Monte) da Pontechianale, anello per Punta della Battagliola e Colle Bondormir (25/06/17)
    Ciarbonet (Cima) da Viviere (18/06/17)
    Bezin Nord (Pointe de) da le Pont de la Neige (11/06/17)
    Ramaceto (Monte) da Case del Monte (07/05/17)
    Breithorn dal Passo del Sempione (23/04/17)
    Serena (Costa di) quota 2785 m da Mottes (17/04/17)
    Enclausetta (l') da Grangie per il Passo di Goretta (18/03/17)
    Piovosa (Punta la) da Tolosano per il Versante SO (10/03/17)
    Giobert (Monte) da Preit (08/03/17)
    Estelletta (Monte) da Chialvetta (07/03/17)
    Bosco (Cima del) da Thures (04/02/17)
    Crevacol (Testa di) da Saint Rhemy (21/01/17)
    San Fruttuoso (Abbazia di) da Camogli, traversata Portofino - Santa Margherita Ligure (15/01/17)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (07/01/17)
    Monpers (Punta di) da Pila (03/01/17)
    Forclaz du Bré da Bonne (31/12/16)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Savaresch (10/12/16)
    Rasciassa (Punta) da Colletto, anello per Lago e Colle di Luca (31/10/16)
    Autes (Monte) e Varirosa da Neraissa (30/10/16)
    Succiso (Alpe di) dal Passo del Cerreto per la cresta S (16/10/16)
    Alfeo (Monte) da Campi (09/10/16)
    Grum (Monte) da Frise per il Passo della Magnana (02/10/16)
    Ruetas (Monte) da Troncea per il Sentiero degli Alpini (04/09/16)
    Nigro (Rocca del) da Chianale, anello per i colli Biancetta e di Saint Veran (28/08/16)
    Cornour (Punta) da Ghigo di Prali, per la cresta NE (21/08/16)
    Fortin (Mont) da La Visaille (14/08/16)
    Ben Nevis da Fort William, via normale (02/08/16)
    Sabbione (Punta del) o Hohsandhorn dalla Diga di Morasco (17/07/16)
    Chalet de l'Epee, Bezzi (Rifugi) da Usellieres, anello (11/07/16)
    Maurin (Punta) da Usellieres (10/07/16)
    Albrage (Monte) e Monte Freide da Chiappera per il Colle di Rui (03/07/16)
    Vincent (Piramide) da Indren (26/06/16)
    Asti (Sella d') e Pic de Foreant da Chianale, anello per Colle dell'Agnello e Breche de la Ruine (20/05/16)
    Antola (Monte) e Monte Cremado da Tonno, anello per Mulino di Chiappa Crosa (15/05/16)
    Alpesisa e Monte Lago da Prato, anello per Canate (30/04/16)
    Percià (Punta) da Eaux Rousses (25/04/16)
    Fer (Tete de) da Larche (10/04/16)
    Ramaceto (Monte, cima Ovest) da Passo Romaggi per la dorsale Sud (03/04/16)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (28/03/16)
    Vertosan (Mont) da Vetan, traversata a Saint Oyen (26/03/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (06/03/16)
    Aquiletta (Punta) o Ollietta da Vens (03/01/16)
    France (Becca) da Vetan (28/12/15)
    Bram (Monte) da San Giacomo (20/12/15)
    Cernauda (Rocca della) da Colletto per il Colle della Margherita, Monte Plum e cresta del Balou (12/12/15)
    Crosa (Cima di) da Ruà, anello per Madonna Alpina e Colle di Cervetto (06/12/15)
    Pagliaro (Monte) da Lorsica (22/11/15)
    Rama (Monte) da Sciarborasca, Sentiero Direttissima (08/11/15)
    Frontè (Monte) dal Colle San Bernardo di Mendatica e Cima Garlenda (01/11/15)
    Martin (Punta) e Monte Penello da Acquasanta, anello (24/10/15)
    Bersaio (Monte) da Sambuco per il Vallone della Madonna, possibile anello (11/10/15)
    Carmo di Loano (Monte) da Verzi, anello (04/10/15)
    Lombarda (Cima della) e Cima di Vermeil dal Colle della Lombarda (20/09/15)
    Savi (Monte) da Neraissa Superiore (06/09/15)
    Rognosa della Guercia (Testa) da San Bernolfo, anello per Vallone della Guercia, Passo del Bue, Passo della Sommetta (30/08/15)
    Salè e Savi (Monti) dal Gias Cavera, anello (22/08/15)
    Chaligne (Punta) da Buthier (13/08/15)
    Fenilia (Punta) da Lillaz (11/08/15)
    Gran Pilastro o Hochfeiler dal Lago di Neves per il Rifugio Ponte di Ghiaccio (03/08/15)
    Eyssilloun (Tète de l') da Fouillouse (19/07/15)
    Valnera (Punta) da Estoul (13/07/15)
    Vitello (Corno) da Estoul per il Rifugio Arp (12/07/15)
    Chandelly (Mont) o Testa della Mentò da Pont du Grand Clapey per il Col Manteu (05/07/15)
    Abisso (Rocca dell') da Colle di Tenda (27/06/15)
    Bianca (Monte la) da Grange Selvest (21/06/15)
    Vaccia (Monte) da Besmorello (07/06/15)
    Antola (Monte) da Croso (17/05/15)
    Ebro (Monte) da Caldirola (10/05/15)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (06/04/15)
    Serena (Col) quota 2709 m NO da Mottes (05/04/15)
    Soleglio Bue (Cima del) o Beau Soleil da Preit (29/03/15)
    Estelletta (Monte) da Ponte Maira (21/03/15)
    Kleine Kreuzspitze/Piccola di Montecroce (Cima) da Flading (07/03/15)
    Grubenkopf da parcheggio Waldesruh (06/03/15)
    Nera (Rocca) da Crissolo (22/02/15)
    Lavezzara (Costa) da Cappella dell'Assunta (08/02/15)
    Viridio (Monte) da Chiappi (01/02/15)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (18/01/15)
    Argentea (Monte) da Campo, via diretta (11/01/15)
    Monpers (Punta di) da Pila (05/01/15)
    Sibolet (Punta) dal Santuario di San Magno (21/12/14)
    Rascias (Mont) dalla strada per Dondena (07/12/14)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (16/11/14)
    Nuda (Monte la) da Casa Giannino (02/11/14)
    Aver (Colle) e Colle dei Morti dalla strada per il Colle della Lombarda, anello per i Laghi d'Aver (19/10/14)
    Antola (Monte) da Bavastrelli (05/10/14)
    Ghinivert (Bric) da Pattemouche per il Colle del Beth (28/09/14)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re, per i Laghi di Fremamorta (14/09/14)
    Peiron (Monte) da Prati del Vallone (07/09/14)
    Bianca (Rocca) Via Normale da Chianale, anello per i Colli di Saint Veran e Biancetta (31/08/14)
    Cialancion (Tete de) da Grange Collet (24/08/14)
    Goletta (Picco di) Cresta Nord (17/08/14)
    Pouegnenta o Pugnenta (Becca) dal Colle San Carlo (14/08/14)
    Fallère (Mont) da Vetan, anello (12/08/14)
    Chaligne (Punta) e Punta Metz da Thouraz, anello (08/08/14)
    Chenaille (Monte) dalla Comba di Champillon (06/08/14)
    Crammont (Mont) da Elevaz (04/08/14)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vens, anello per il Lago Leissè (27/07/14)
    San Bernolfo (Rocca e Guglia di) da San Bernolfo, anello per Passo di Seccia e Laghi di Collalunga (19/07/14)
    Antoroto (Monte) da Valdinferno (13/07/14)
    Piutas (Monte), Rocca delle Sommette, Rocca di Cairi da Grange Selvest, anello (06/07/14)
    Breithorn Centrale da Cervinia (08/06/14)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (04/05/14)